20 farmaci che possono causare perdita di memoria

45 Commenti

farmaci perdita di memoria

I farmaci causano oltre 100.000 morti all’anno solo negli Stati Uniti e provocano reazioni gravi in 1.5 milioni di persone che hanno effetti collaterali così severi che devono essere ricoverati in ospedale.

I farmaci sono attualmente responsabili ogni anno di più morti rispetto alle droghe illegali. Secondo Tom Frieden, il direttore del CDC stesso, “è un grosso problema, e sta peggiorando”.

Su 783.936 morti annuali da errori della medicina convenzionale, circa 106.000 di questi sono il risultato dell’uso dei farmaci. Secondo il Journal of the American Medical Association, 290 persone negli Stati Uniti sono uccise dai farmaci ogni giorno.

Anche quando i farmaci da prescrizione non uccidono letteralmente un paziente, lentamente uccidono la loro mente e il loro corpo, come accade spesso con gli psicofarmaci ad esempio.

Le reazioni avverse sono ora la quarta causa di morte negli Stati Uniti. Ogni medicinale porta alcuni rischi e la perdita di memoria è un effetto collaterale molto comune.

I 4 tipi di farmaci che causano perdita di memoria

Ecco quali farmaci possono causare demenza e perdita di memoria.

I farmaci “anti”

Se prendi un farmaco che inizia con “anti”, come antistaminici, antidepressivi, antipsicotici, antibiotici, antispasmodici o antipertensivi, è probabile che influirà i livelli di acetilcolina.

L’acetilcolina è il neurotrasmettitore principale coinvolto nella memoria e nell’apprendimento. La bassa acetilcolina può portare a sintomi come demenza, confusione mentale, delirio, visione offuscata, perdita di memoria e le allucinazioni.

Sonniferi

Le pillole del sonno prescritte sono risapute per causare perdita di memoria. Uno studio ha infatti dimostrato che le benzodiazepine sono una classe di farmaci comunemente utilizzati da adulti più anziani per l’insonnia, ansia e disturbi depressivi, aumentano il rischio di demenza e accelerano il declino cognitivo portando anche all’Alzheimer.

Loading...

E’ noto inoltre da molti anni che l’uso di benzodiazepine per oltre un mese porta ad assuefazione (necessità di dosi maggiori per ottenere lo stesso effetto), dipendenza (difficoltà o impossibilità di interromperne l’assunzione), e la sospensione può causare sintomi di astinenza (recidiva dei sintomi, più tipicamente la potenziale caduta della pressione arteriosa, allucinazioni, psicosi, allucinazioni, convulsioni, malessere).

Statine

Questi farmaci che riducono il colesterolo possono essere il gruppo peggiore di farmaci per il tuo cervello. Considera che  un quarto del tuo cervello è costituito da colesterolo. Il colesterolo è necessario per la memoria, l’apprendimento e il pensiero veloce. Quindi non è una sorpresa totale che i farmaci che abbassano il colesterolo influenzano negativamente il cervello.

Abbiamo discusso la questione delle statine nell’articolo Statine: I farmaci per il colesterolo causano malattie cardiache e neurodegenerative. Inoltre per chi non fosse informato la questione del colesterolo va completamente rivista alla luce dei nuovi studi come spiegato in Colesterolo alto? La causa è nel tuo intestino.

Antiacidi

Gli antiacidi contengono alluminio che è dimostrato essere legato al morbo di Alzheimer. Moltissime persone mi hanno contattato perché informandosi online hanno scoperto che la causa della loro sempre più frequente perdita di memoria era legata ai farmaci che consumavano tutti i giorni. Puoi chiedere al tuo medico di sostituirli con antiacidi che non contengono alluminio.

E’ importante disintossicarsi dall’alluminio come spiegato nell’articolo Disintossicare il corpo dall’Alluminio. Dove si trova, Effetti e Rimedi naturali.

20 farmaci noti per causare perdita di memoria

Ecco un elenco di farmaci conosciuti per causare perdita di memoria come un possibile effetto collaterale. Questa lista è stata raccolta da Richard C. Mohs, Ph.D., ex vice presidente del Department of Psychiatry at the Mount Sinai School of Medicine.

  • Per Parkinson – scopolamina, atropina, glicopirrolato
  • Per l’epilessia – fenitoina o Dilantin
  • Antidolorifici – eroina, morfina, codeina
  • Sonniferi – Ambien, Lunesta, Sonata
  • Benzodiazepine – Valium, Xanax, Ativan, Dalmane
  • chinidina
  • naproxene
  • steroidi
  • Antibiotici (quinoloni)
  • antistaminici
  • interferoni
  • Farmaci ad alta pressione sanguigna
  • insulina
  • Beta-bloccanti (in particolare quelli usati per il glaucoma)
  • metildopa
  • Antipsicotici – Haldol, Mellaril
  • Antidepressivi triciclici
  • litio
  • Barbiturici – Amytal, Nembutal, Secondo, fenobarbital
  • Farmaci chemioterapici

Cosa fare per eliminare la perdita di memoria

Stai prendendo uno di questi farmaci? In caso affermativo, ti consigliamo di parlare con il tuo medico se noti che stanno influendo negativamente sulla tua memoria.

Esistono delle abitudini alimentari ed integratori utili per migliorare la memoria e rigenerare i danni cerebrali:

Leggi anche

Perdita di memoria e demenza? Attento a questi prodotti!

Curcuma: Studi Scientifici mostrano strabiliante recupero da sintomi di demenza

Come alimentarsi nel modo corretto per trattare l’Alzheimer

Riferimenti
– Pharmacy School Offers Real-Life Lessons in Precision Medicine – University of California San Francisco
– Michael E. Hasselmo. The Role of Acetylcholine in Learning and Memory. Curr Opin Neurobiol. Author manuscript; available in PMC 2009 Mar 24.
– PRESCRIPTION DRUGS KILL OVER 100,000 PEOPLE EACH YEAR, ARE YOU BEING MEDICATED INCORRECTLY? – CollectiveEvolution
– Null, G PHD. (2011). Death by Medicine. Mount Jackson, VA: Praktikos Books.
– Mercola, J. “The New Epidemic Sweeping Accross America (and it’s Not a Disease). Mercola.com. 26 October 2011. Web. 1 May 2013.
– Glover, S, Girion, L. “Prescription drug-related deaths continue to rise in U.S.” Los Angeles Times. 29 March 2013. Web. 1 May 2013.
– Starfield, B. (2000). The Journal of the American Medical Association (JAMA) Vol 284, No 4. Johns Hopkins School of Hygiene and Public Health
– “The UltraMind Solution: Fix Your Broken Brain by Healing Your Body First – The Simple Way to Defeat Depression, Overcome Anxiety, and Sharpen Your Mind” By Mark Hyman
– Benzodiazepines and Alzheimer’s disease: the risk increases with duration of exposure. Institut national de la santé et de la recherche médicale – Inserm

Disclaimer: Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione vietata senza il consenso scritto dell'autore.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
Loading...

45 Commenti su questo post

  1. il minias…….

  2. chi prende farmaci ha già perso la memoria..

    • Saveria Iris Saveria Iris says:

      beata te che ne puoi fare a meno …sei molto fortunata…..e poi ricordarsi che avere una alimentazione sana può aiutare, ma non mette totalmente al riparo…questa è x chi potrebbe rispondete che l’alimentazione è tutto. NON È così. … ma ripeto , aiuta..m

    • fare a meno è una scelta…non un privilegio.. conoscere la vera natura di una così chiamata Malattia è un privilegio guadagnato dalla ricerca..la macchina del corpo è perfetta ..le imperfezioni sono un messaggio dell’Anima che dice che stiamo deviando dal corretto cammino.. leggere e trasformare queste deviazioni è la vera cura .. ma richiede onesta riflessione, coraggio e lealtà con se stessi.. senza paure..

    • ….è vero…..nel 90% ed oltre di casi ci sono delle alternative che danno ottimi risultati……con grande perdita di guadagni per le multinazionali del farmaco…

  3. Sandra Sabiu Sandra Sabiu says:

    ho fatto chemio radio tamoxifene e femara e la mia memoria non è più quella di una volta a parte tutti gli altri effetti collaterali

  4. Ivana Neri Ivana Neri says:

    Purtroppo c è chi non può farne s meno dei farmaci.. .

    • stefano says:

      i farmaci non guariscono ma sopprimono solamente i sintomi

    • Rossi Roger Rossi Roger says:

      Scusi tanto se mi permetto…ma ci sono circostanze nelle quali una corretta alimentazione, e degli ottimi integratori sostituiscono alla grande i farmaci….voglio ricordare una citazione del grande dott. U.Veronesi che recitava : le migliori malattie si prendono a tavola…..scusi l’intrusione…..cordialita’

      • laura soldati says:

        purtroppo chi ha il Parkinson son può fare a meno dei farmaci certo ci sono gli inegratori che aiuano ma i farmaci quelli sono indipensabili per contrastare i sintomi; anche alcuni benziodiazpine sono indipensabili per le gambe senza riposo; in ogni caso il neurologo non va per le spiece prescrive quelli e basta

    • Appunto , circostanze… il grande Veronesi ha cambiato opinione negli ultimi anni, peccato che in gioventù professasse tutt’altro!

    • Ivana Neri Ivana Neri says:

      Di nulla …ma io sono cardiopatica…mangio benissimo ma dei farmaci ne ho bisogno .

  5. Se si arriva ai farmaci è perché sono state fatte scelte inconsapevoli come l’alimentazione, il fumo, l’alcol ecc.È risaputo che tutte le malattie provengono e si sviluppano a causa nel nostro apparato digerente. Noi diventiamo quello che mangiamo e che pensiamo.

  6. Gisel says:

    Dioni vorrei sapere se i prodotti che si propongono alla fine del articolo sono di provenienza sicura, perché purtroppo mi sto documentando sulle truffe nell’industria alimentare e non so più da chi fidarmi…

    • dioni says:

      Ciao Gisel, a meno che non menzionano esplicitamente un prodotto in particolare, i prodotti proposti a fine articolo non sono stati da noi testati o controllati ma appartengono ad un distributore. Sicuramente esistono delle truffe perlopiù nel senso di contaminazione con metalli pesanti e altre sostanze dovute principalmente al fatto che ormai abbiamo rovinato tutto il pianeta.

  7. Non capisco proprio niente ormai….Ogni cosa fa male..Anche l’aria che respiriamo..che vita e questo mi chiedo..

  8. Purtroppo è solo business, il guaio è che si tratta della nostra pelle. Tutti invecchiamo, anche vegetariani, vegani ed erbivori vari.

  9. Praticamente tutti i farmaci

  10. Io sono convinta che i psicofarmaci facciano male

  11. Ma sono anche convinta che se non ci fossero ci sabbero molti più suicidi e persone che impazziscono letteralmente. Chi non ha provato la depressione fino al parossismo non può sapere quanto male si sta. Venderesti l animo al diavolo pur di liberarsene. Non è più vita quella.

    • ….la depressione stessa è causata dai farmaci spesso….basta leggere gli effetti collaterali……è un problema spinoso ma si può affrontare con risultati strabilianti con approcci diversi…..la farmacologia non è l’unica via, ed oggi si parla di abuso di farmaci che potrebbero essere davvero utili se fossero usati solo in situazioni davvero dove non si può fare altro…..

    • Daniela Dani Daniela Dani says:

      Gli antidepressivi non riescono a curano la depressione.

    • E che cosa riesce secondo a curare la depressione?

      • Giovanni says:

        Caterina, tu la sai benissimo la causa della tua depressione, e se non l’hai ancora capita guardati intorno ed elimina la fonte se puoi farlo lecitamente. Gli antidepressivi nascondono le cause al tuo cervello… ma quelle sono li pronte a sbucare quando interrompi il farmaco. Tutto il resto è la vita. Ciao e buona riflessione

  12. Basta leggersi cosa ha scritto in merito l’oncologo Veronesi da poco scomparso, o il libro del Prof. Arnold Ehret ” il sistema di guarigione della dieta senza muco”; o il libro del Dott. Herbert M. Shelton “la combinazione degli alimenti”, ECC……

  13. La foto non è delle più indovinate…

  14. Genni Curino Genni Curino says:

    Usate nahrin…

  15. Giuseppe says:

    Ciao Dioni vorrei sapere se ci sono in Sicilia medici preparati che utilizzano questi tipi di cure da te proposti. Grazie.

  16. Importantissimo articolo ma che si conclude con la pubblicita’ dell’olio di cocco! Mha

  17. Daniela Dani Daniela Dani says:

    Ogni mecicina ha effetti collaterali spesso gravi, nkn mi sembra checi si debba stupire. Non leggete il bugiardino?

  18. Evviva la farmaceutica!!!

  19. Rodolfo Vaccarelli says:

    Dove si trovano l’olio di cocco,il gingko e la curcuma?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close