Fed Up. Il documentario che svela come l’industria alimentare sta ammalando la società solo in nome del profitto

14 Commenti

fed up documentario

Fed Up è un film documentario del 2014 diretto scritto e prodotto da Stephanie Soechtig. Il film mostra attraverso interviste a medici e testimonianze che tutto quello che ci è stato detto di mangiare negli ultimi 30 anni è sbagliato ed ha causato, per la prima volta nella storia, una generazione con aspettative di vita inferiori alla generazione precedente. Malattie cardiovascolari e cancro stanno causando sofferenza e morti che potrebbero essere in gran parte prevenuti semplicemente cambiando la nostra alimentazione.

Il documentario rivela gli errori di una trentennale campagna messa in atto dall’industria alimentare con il sostegno del governo statunitense per confondere l’opinione pubblica in nome del profitto, dando vita a una delle più grandi epidemie sanitarie della storia. E poiché i prodotti alimentari americani come le bevande zuccherate (Cola, gassosa, aranciata, energy drinks, ecc) e i cibi processati sono stati esportati in tutto il mondo, anche noi ne stiamo subendo le gravi conseguenze.

Il lungometraggio “Fed Up” diretto da Stephanie Soechtig, è diventato virale in tutto il mondo, è stato sottotitolato anche in italiano ed è disponibile gratuitamente su Youtube (link in fondo all’articolo).

In particolare il documentario si concentra sul più grande veleno alimentare, presente nel 70% dei prodotti del supermercato, una delle più grandi cause di malattia nel corpo umano: lo zucchero.

Quando parliamo di zucchero indichiamo l’ingrediente presente nei cibi, non i glicidi presenti nel nostro sangue necessari al funzionamento del nostro organismo. I carboidrati e quindi gli zuccheri naturali sono presenti in tutti i cibi naturalmente, ma invece lo zucchero e in generale i carboidrati ad alto indice glicemico sono molto pericolosi per la salute. Lo zucchero è un’invenzione moderna di 200 anni, non è mai esistito nella storia dell’alimentazione umana. E’ presente in quasi tutti i cibi confezionati (magari anche nelle versioni surrogate di “sciroppo di glucosio” o “sciroppo di fruttosio”): dalle bevande, agli snacks, ai dolci, biscotti, cornflakes, prodotti in scatola, yogurt, ecc E non solo: i cibi processati come le farine raffinate sono altrettanto dannose e quindi tutti i prodotti fatti con la “farina bianca” si comportano come lo zucchero nell’organismo.

Lo zucchero non è solo dannoso per i denti, ma:

  • Danneggia la flora batterica intestinale (microbiota)
  • Favorisce la schizofrenia e depressione
  • Favorisce le infiammazioni
  • Favorisce la crescita del cancro
  • Favorisce l’insulino-resistenza e quindi il diabete e sindrome metabolica
  • Favorisce le malattie cardiovascolari
  • Favorisce l’ingrossamento del fegato
  • Danneggia il pancreas e quindi compromette la capacità di digerire i cibi
  • Favorisce sovrappeso ed obesità
  • Favorisce l’Alzheimer
  • E… da assuefazione.

Laurie David, il produttore esecutivo del film ha dichiarato: “E’ stupefacente che tutto ciò sia presente da tempo e che questi ragazzi siano la prima generazione che avrà attese di vita inferiori a quelle dei loro genitori, è assolutamente scandaloso e inaccettabile che abbiano voluto nascondere queste risposte che noi abbiamo dato col film. Molta gente si sorprenderà.

Katie Couric, giornalista e conduttrice televisiva statunitense della CBS: “C‘è un accordo insano fra industria alimentare e governo credo che ci sia un denominatore comune che siamo riusciti a illustrare nel film. Ogni volta che il governo tenta di cambiare le cose si ritorna comunque a rapporti malsani magari peggiori di quelli precedenti e comunque dettati dalla finanza.

Loading...

Sono quindi gli interessi economici che mettono in scacco la nostra salute, un attacco che i governi non riescono a controllare o per lo meno a ridurre.

Trailer di Fed Up in italiano

 

Fed Up completo in italiano

Per approfondire

Vivere senza zucchero. La storia della giornalista Danièle Gerkens dopo un anno

Lo zucchero danneggia il cuore e aumenta il colesterolo. Gli studi nascosti per 50 anni

Lo zucchero non solo alimenta il tumore, ma può crearlo

Nutri il tuo benessere

Entrando a far parte della nostra newsletter sarai tra i primi a conoscere le ultime notizie, eventi e pubblicazioni.

(E' gratis!)

 

No SPAM! Non condivideremo la tua email con terze parti.

Grazie!

Iscrizione effettuata con successo

Riproduzione vietata senza il consenso scritto dell'autore.

Disclaimer: Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, è un ricercatore nel campo del benessere bioenergetico e della crescita personale. Laureato con il massimo dei voti in ingegneria, si occupa di naturopatia, geobiologia e sviluppo del potenziale umano attraverso il risveglio dell’energia vitale e della coscienza.

Loading...
Leggi anche

14 Commenti su questo post

  1. Marco says:

    Si parla di zuccheri raffinati, aggiunti agli alimenti. Gli amidi compresi nel riso sono considerati zuccheri come sul grande male dell’obesità? Non ho ben chiaro.

    • dioni says:

      Ciao Marco,
      I cibi ad alto indice glicemico si comportano come lo zucchero. In questa categoria rientrano anche i cereali e farine raffinate. Quindi il riso bianco è un cibo da ridurre notevolmente a favore invece del riso integrale o semi-integrale.

      • Marco Buti says:

        Ok. Le gallette di riso integrali? Come si comportano? Gli sportivi ne abusano.

      • Marco Buti says:

        Le gallette di riso integrale come sono considerate. Nel mondo dello sport ne abusano e non vedo obesi.

      • Marco says:

        Non hai risposto alle mie domande: il riso e le gallette di riso integrali, sono viste come alimenti che ti danneggiano?
        Gli sportivi ne fanno largo consumo e non vedo obesi tra loro.
        Forse si parla di zuccheri che ti danneggiano se poi te ne stai tutto il giorno in poltrona.

        • dioni says:

          Ciao Marco,
          In una risposta precedente ho detto che nel documentario si parla di zuccheri e cibi ad alto indice glicemico. Il riso integrale ha basso indice glicemico. Le gallette di riso invece hanno alto indice glicemico.

        • Kek says:

          La differenza è tra cibi raffinati (farine 00,pane bianco,riso bianco) e alimenti integrali (come le tue gallette di riso integrali). I primi sono ad alto indice glicemico perché sono fondamentalmente solo carboidrati, i secondi contengono anche tutta una serie di nutrienti important come proteine,vitamine, sali minerali e soprattutto fibra,che rallenta l assorbimento di glucosio e quindi abbassa l indice glicemico. Certo poi l attività fisica è importante ma il discorso qui è diverso. Non è solo un problema di obesità, ma anche di malattie croniche degenerative come resistenza insulina a e quindi diabete di tipo 2 piuttosto che malattie cardio vascolari. Spero di averti fatto capire meglio il concetto

  2. Ma… vi accorgete solo adesso dell’accordo insano tra l’industria alimentare e i Governi???
    Sono i Governi che promuovono l’industria alimentare!.. Per rendere malati per l’industria farmaceutica…sovvenzionata dalle Banche.
    Se no…come fanno a mantenersi??? E a Governare chi?…Il loro business è questo!…Alimentare il mercato degli schiavi.
    I Liberi…non possono essere Governati! Per questo hanno bisogno degli SCHIAVI!

  3. L’informazione uccide l’ignoranza..!

  4. L’ industria alimentare ammala la società e non solo per lo zucchero…ma nessuno la ferma…..nessuno dice niente !!!

    • Puoi cominciare da te!…Fai scelte sensate !…Sono le donne che reggono l’economia e decidono in che direzione andare…comprando e spendendo…e investendo in denaro…Decidi!

  5. nicola says:

    E’ difficile riconoscersi nel documentario, perché è strutturato per la cultura americana, molto diversa dalla nostra.
    Tutti quegli obesi, inoltre, qui in italia non si vedono, e nemmeno in Europa in generale.
    Per il resto, cioè per la cosa più importante, concordo su tutto, dall’industria eticamente azzerata agli zuccheri che sono ovunque e sono causa di malattie e cancro (insieme al sale).
    Tuttavia mi guardo intorno e vedo che i ragazzi bevono cocacola con la pizza, cocacola da sola, vanno a mangiare gli hamburger, vanno in discoteca e si fanno droghe e alcol, ecc.
    E lo fanno con i soldi dei genitori.
    Che sono assenti, fisicamente e/o educativamente.
    Non diamo ipocritamente tutta la responsabilità all’industria.

    • Giovanni says:

      La nostra cultura non è molto differente da quella americana, se controlli il paniere della spesa di prima dell seconda guerra e quello di adesso concorderai che si mangia tutto scatolette e cibo comunque confezionato dalle industriali.
      Una massaia all’antica non avrebbe mai cucinato un sugo con una pelata come quella che compri al supermarket, perchè, non essendo un’inetta come le donne moderne che nascondono la loro incapacità con la scusa che manca il tempo, le pelate se le faceva da sola. Sessanta anni fa era inconcepibile, almeno da noi al sud, che si cucinassero cibi congelati ecc. Quindi la nostra cultura sembra diversa da quella americana ma in fondo dal dopoguerra n poi siamo stati AIUTATI DA LORO A DIVENTARE DIVORATORI DI CIBO SPAZZATURA. Al mare tutti gli uomini hanno la pancia, non parliamo delle donne, anche i bambini hanno la pancia. Gli atleti sono un caso a parte perchè riescono a smaltire le schifezze con l’attività fisica, ma moltissimi di loro, che comunque sono figli di questa cultura alimentare errata, quando smettono di allenarsi ingrassano. Saluti a tutti e .. in bocca al lupo . Il popolo si tiene in schiavitù con la religione, il cibo, la paura, la malattia, le tasse, la mancanza di soldi e lavoro, la depressione provocata dalla informazione ecc.ecc
      Siamo fritti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nutri il tuo benessere

Ricevi la nostra newsletter periodica. E' GRATIS!

La tua privacy è al sicuro con noi.

Prenditi cura del tuo benessere

Inserisci la tua mail per ricevere i migliori contenuti su:

✓ Rimedi naturali                    

✓ Terapie innovative               

✓ Crescita personale              

E' GRATIS!

Rimani in contatto con Dionidream

✓ I migliori integratori

✓ Recensioni libri

✓ Date degli eventi

Sent!

Please check your e-mail and download FREE BETA version.

 

SHARE IT