I fiori di Bach per la paura rappresentano uno dei 7 gruppi con cui il dottor Bach ha suddiviso i 38 rimedi floriterapici, un vero bagaglio di “soluzioni” dal mondo naturale.

I bambini e le loro paure sono un tema che tocca da vicino molte persone, siano essi genitori, medici o educatori.

FIORI DI BACH: cosa sono

All’inizio del secolo scorso il Dott. Edward Bach scoprì questo splendido metodo di guarigione. La preparazione delle essenze floreali segue un protocollo specifico, ideato per mantenere intatte le proprietà dei fiori anche dopo la loro lavorazione. Ne derivano degli estratti vegetali adatti al riequilibrio di stati d’animo negativi, stress, preoccupazioni e paure.

FIORI DI BACH: come funzionano

Le essenze dei floreali del Dott. Bach hanno una splendida capacità trasformativa: tramutano il brutto in bello, cambiano le emozioni negative in emozioni positive.

Un bambino che vive l’emozione della paura, dopo l’assunzione di specifiche essenze floreali, inizierà a sentirsi più coraggioso.
La paura non viene soppressa, ma trasformata nell’opposto stato emotivo positivo, ad esempio la paura dei ragni nel coraggio per affrontarli.

Qualunque bambino nell’arco della sua giovane vita ha sperimentato e sperimenta quotidianamente la paura, che sia una paura tangibile come quella per il cane che abbaia, o probabile come la paura di essere abbandonato dalla mamma o immaginaria come il mostro sotto il letto, le sensazioni che egli proverà saranno le medesime: visibili e per lui assolutamente reali.

Ognuna di queste trova nei fiori di Bach un rimedio. Vediamo le essenze dedicate alla paura dei bambini.

FIORI DI BACH: lo shock

  • Rock Rose (Helianthenum nummularium)

Pianta con fiori di colore giallo oro, dal greco antico Hellos Anthemos, che significa “sole e fiore”. Pianta rampicante provvista di spine, con la peculiare caratteristica di lasciare paralizzata la parte del corpo con cui entra in contatto. Se pensiamo di essere punti sulle gambe, queste resteranno paralizzate. Inevitabile che salti alla mente un parallelo immediato: l’incapacità di muoversi in seguito ad uno shock.

Quando la paura terrorizza, blocca, non permette di agire, di prendere una decisione: uno shock improvviso, un lutto, un incidente, un evento traumatico.

Il bambino trattato con Rock Rose si tramuta nel cavaliere, l’eroe coraggioso che affronta il drago. Nel suo restare bambino impara ad affrontare la vita e le sue difficoltà a testa alta con un cuore pieno di coraggio.

FIORI DI BACH: la paura concreta

  • Mimulus (Mimulus gattatus)

Fiore giallo (il sole, la luce!) che cresce in bilico sui corsi d’acqua ed i ruscelli; appoggiandosi su massi e muri rocciosi. Quando soffia molto vento i fiori si proteggono chiudendosi per poi riaprirsi con il sole: il coraggio di nascere e crescere pur nelle avversità, resistere e alla luce ricominciare.

Il bambino pauroso, spesso timido a tal punto da essere impaurito di ciò che lo circonda. Che quando è piccolo si nasconde dietro le gambe della mamma o del papà, o che nasconde il viso  appoggiandolo sulla spalla dell’adulto quando qualcuno lo saluta. Un bambino che all’asilo resta in disparte, non gioca con il gruppo a nascondino, parla poco, “non socializza”.
Ci troviamo di fronte a bambini ai quali alla domanda “di cosa hai paura?” sanno perfettamente rispondere: i cani, i ragni, le malattie, i posti affollati, l’ascensore, i rumori, ecc.. Sono soggetti timorosi, timidi e nervosi, spaventati da cose e situazioni. Tendenzialmente sono impacciati. Qualora un giorno dovessero farsi prendere da uno slancio di coraggio e prendere l’iniziativa potrebbero risultare maldestri, cosa che confermerebbe le loro paure: la non azione è la miglior scelta per non sbagliare.

Mimulus combatte tutte le paure e fa emergere il coraggio di affrontare gli ostacoli con più fiducia e meno senso del dramma. La paura concreta e la fobia lasciano lo spazio al coraggio e alla gestione delle proprie emozioni.

FIORI DI BACH: la paura invisibile

  • Aspen (Populus tremula)

Il pioppo dalle foglie larghe e frastagliate che tremano e si agitano al minimo alito di vento. I suoi bianchi e lanosi semi sono trasportati dal vento, impalpabili e impercettibili, ma ci sono ed esistono.

Gli incubi, i brutti sogni, il mostro dell’armadio e quello sotto il letto. La paura invisibile, inconscia, atavica, quella che si sente ma non si può toccare, e spesso non è facile darle un nome.
I bambini vanno a dormire con un nodo alla gola, con un respiro accelerato, si alzano spesso la notte, tremano dicendo che non riescono ad addormentarsi. Prima di addormentarsi o nel mezzo della giornata esternano la propria paura con frasi del tipo “me lo sento! sta per succedere qualcosa! Lo so che stanotte non dormirò tranquillo!”.

Ciò che Aspen fa è riportare pace interiore, rendere il bambino consapevole della propria sensitività trasmettendogli sicurezza nell’affrontare anche ciò che non si può vedere.
Aspen è come avere la lampadina accesa sul comodino, il suo compito è accendere la luce nel buio delle sue paure per dimostrargli che nulla ha da temere.

FIORI DI BACH: il rimedio d’emergenza

Capita che ci si trovi anche ad affrontare un momento improvviso di shock del proprio bambino, un attimo di rabbia incontrollabile, una paura che lascia spazio solo a lacrime e angoscia, oppure un trauma come una caduta da bicicletta e un ginocchio dolorante, ecco venire in soccorso il rimedio d’emergenza, il pronto soccorso a portata di mano del dott. Bach: Rescue Remedy.

Il suo effetto è quello di un calmante istantaneo. Le emozioni che hanno sopraffatto il piccolo paziente svaniscono per lasciare spazio a tranquillità, calma, e una mente più lucida per affrontare il momento.

L’assunzione del rimedio può avvenire:

  • per via orale: 4 gocce di Rescue Remedy in un dito d’acqua e lo si sorseggia lentamente, oppure in mancanza di bicchiere e/o acqua si possono assumere 4 gocce del rimedio puro, sotto la lingua; ripetere quando necessario.
  • direttamente sul corpo: nel caso di un ginocchio sbucciato, un gomito dolorante, una botta, una puntura di insetto o comunque in generale un trauma sul corpo: si applicano 4 gocce sul punto interessato, miglior cosa se mescolate ad una crema o un gel neutro a base di aloe, e ripetere più volte al giorno.

 

 

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni