Acqua, dentifricio e chewingum danneggiano tiroide e pineale!

6 Commenti

fluoride_thyroidbox

Aumento di peso, tachicardia, sensazioni di freddo, stanchezza, depressione, perdità di memoria, pelle secca ed irregolarità mestruali, disfunzione erettile sono alcuni dei sintomi dati da un malfunzionamento della tiroide. La ghiandola tiroidea è una delle ghiandole più importanti del nostro corpo: è l’incaricata di regolare la velocità con cui bruciamo le calorie, oltre a determinare il ritmo cardiaco, altri ritmi del nostro corpo e il modo in cui le cellule utilizzano l’energia immagazzinata per i loro processi vitali.

Il Dr. Barry Durrant-Peatfield ha dichiarato: “Non c’e’ nessun dubbio sul fatto che il fluoro sia un distruttore di enzimi e che influsce sugli ormoni della tiroide.”

“Il risultato di questo e’ che le persone finiscono con una attivita’ insufficiente della tiroide”

Il Dr. Durrant-Peatfield ha spiegato che gli ormoni della tiroide dipendono dallo iodio, che fa parte di un gruppo di quattro elementi (alogenati) al quale appartiene anche il fluoro. Il fluoro riesce a sostituire lo iodio nel corpo e portare problemi alla tiroide.

La tiroide necessita di iodio per formare gli ormoni tiroidei. Lo iodio, una volta assorbito dall’intestino, va nel sangue ed è catturato dalla tiroide. Una normale produzione di ormone tiroideo necessita di un sufficiente apporto iodico.

“I bambini possono essere particolarmente colpiti se la loro madre era carente di iodio durante la gravidanza”, sostiene il dottore.

Il decreto 98/83/CE stabilisce in 1.5 mg/l la concentrazione massima di fluoro nelle acque potabili, 5 volte più alto del valore per cui il fluoro inizia a danneggiare la tiroide. Infatti studi hanno dimostrato che persone che bevevano acqua con 0.3 mg/l avevano il 37% di probabilità in più di ipotiroidismo.

Il fluoro è presente nell’acqua di rubinetto, in quella in bottiglia (controllate l’etichetta), nei dentifrici, colluttori, chewing gum, nel tè verde. Quindi eliminate questi prodotti e bevete solo acqua che ha un contenuto inferiore di 0.3 mg/l di fluoruri. Quando fate le zuppe o minestre usate quest’acqua e non quella di rubinetto (a meno che non abbiate un depuratore).

L’ipotiroidismo è una malattia molto frequente. Circa il 2-3% della popolazione è affetto da una forma franca di ipotiroidismo, mentre circa il 10% è affetto da una forma lieve (ipotiroidismo subclinico). Più della metà delle persone affette da ipotiroidismo non sanno di esserlo.

E’ stato inoltre dimostrato che il fluoro si accumula a livelli altissimi nella ghiandola pineale, con effetti disastrosi nel lungo termine (inibendo la produzione di melatonina, potente anticancro, aumenta tantissimo la probabilità di cancro) e annebbiamento mentale (diminuzione dell’intelligenza, mancanza di lucidità, stato ipnotico) nel breve termine.

I danni del fluoro non sono legati solo alla tiroide infatti è stato dimostrato che  il FLUORO abbassa il QI ed incrementa la crescita Tumorale. Sono stati anche raccolti 39 studi che mostrano quello che non ti hanno detto su come il fluoro danneggia l’intelligenza.

Esistono dentifrici senza fluoro (che uso da 5 anni), l’acqua può essere purificata e migliorata con osmosi inversa, distillatori oppure ionizzatori e purificatori. Le chewingum andrebbero evitate per tutto quello che contengono, tuttavia ne esiste una versione naturale con i fiori di bach per un effetto rilassante.

Sul fluoro ti consiglio anche di leggere IL FLUORO rallenta il cervello e fa sviluppare il tumore.

Dentifricio Solubile Salino - Weleda
Per un’attiva igiene orale

Voto medio su 158 recensioni: Da non perdere

Ionizzatore e purificatore Ecologic Alka
Produce acqua ionizzata, a pH alcalino, antiossidante, microfiltrata – Made in Italy
I pericoli del fluoro
Il rifiuto dell’industria nucleare commercializzato come “toccasana” per i denti!

Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

6 Commenti su questo post

  1. Sopratutto la PINEALE……..niente è a caso……

  2. Alma Pagleri says:

    A scuola veniva somministrata (un bel po’ di anni fa) la pastiglietta di fluoro quotidiana!!!!

  3. si è vero, io mi sono opposta per i miei figli e le maestre mi hanno criticata pesantemente dicendo che non pensavo al bene dei miei ma io avevo un feroce presentimento ( meno male !!)

  4. non solo, tanto altre cose

  5. Mirtilla Rosa says:

    Posso togliere tutte queste cose dalla mia dieta ma il tè verde no! Fa troppo bene!!!

  6. Davide says:

    Sapete consigliarmi la miglior marca?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline