Forse è nel tuo giardino la Portulaca Oleracea: previene il cancro e ha tante proprietà

22 Commenti

portulaca

È nota nelle diverse regioni con diversa denominazione, in italiano come porcellana o procaccia. Sicuramente avrete visto questa pianta spuntare naturalmente nella vostra terra,in quanto i semi di Portulaca sono così potenti che rimangono vitali nel terreno fino a 40 anni, per questo è considerata infestante.

In realtà nel Medioevo veniva considerata una preziosa pianta officinale e medicinale, perchè già ne conoscevano le proprietà ed i benefici. Imparando a riconoscerla nei campi, si può avere un ottimo alimento che aiuta la nostra salute a costo zero. Usata per curare diarrea, vomito, enterite acuta, emorroidi emalattie cardiovascolari.

Questa pianta ha molti benefici per il nostro sistema immunitario e per la salute generale. Per esempio ha più acidi grassi Omega 3 rispetto a molti oli di pesce, che svolgono un ruolo nella prevenzione delle malattie cardiovascolari e aiuta a combattere il cancro e lo sviluppo di tumori cancerosi.

Ha i più alti livelli di vitamina A tra tutte le verdure a foglia verde (1320 UI/100 g, fornisce il 44% del RDA) che protegge da molti tipi di tumori e aiuta a promuovere la salute degli occhi. Potente antiossidante. E’ completo di due diversi tipi di pigmenti di alcaloide betalain, un rossastro beta-cyanis, e un beta-xanthins giallo, che sono altrettanto anti-mutagene, antiossidanti. Ha della vitamina C e complesso B compresi riboflavina, piridossina, niacina, nonché carotenoidi e ferro, magnesio e calcio. Depurativa, dissetante e diuretica e anti-diabetica.

Un impacco di foglie è usato in caso di foruncoli, punture d’api ed eczema.

portulaca insalata

 

Si può mangiare cruda nell’insalata o cotta nelle minestre. Della portulaca si mangia quasi tutto: le foglie, i fiori e i gambi teneri. Data la crescita incredibilmente veloce (può crescere di diversi centimetri al giorno), si possono cimare i rami nuovi, separare le foglie dalla parte più dura del ramo. Le foglie crude (e i germogli), carnosette e dal sapore acidulo, si consumano in insalate[1][4], alle quali conferiscono un superiore mordente; sono utilizzate per preparare minestre saporite e rinfrescanti e si possono conservare sottaceto. Entrano anche come ingredienti di frittate e ripieni. Sono MOLTO soddisfacenti, data la loro particolare consistenza carnosa, danno un senso di piacevole sazietà.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

22 Commenti su questo post

  1. Mangiata molto da piccolina…..buonissima!

  2. Mangiata molto da piccolina…..buonissima!

  3. Buonissima nell’ insalata!

  4. … ed’anche nei succhi!

  5. … ed’anche nei succhi!

  6. … ed’anche nei succhi!

  7. … ed’anche nei succhi!

  8. Salve volevo sapere visto che è ottima per il vomito e diarrea come posso conservala d’inverno?

  9. Salve volevo sapere visto che è ottima per il vomito e diarrea come posso conservala d’inverno?

  10. mia nonna la chiamava la pucchiacchia

  11. Il fiore può essere di diversi colori? grazie

  12. Il fiore può essere di diversi colori? grazie

  13. Il fiore può essere di diversi colori? grazie

  14. manuela says:

    Sono gravemente allergica alle solanacee se consumate crude e vorrei sapere se per caso la Portulaca fa parte di questa famiglia. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline