Il Ganoderma Lucidum in occidente, cosa abbiamo scoperto sul fungo dell’immortalità

4 Commenti

ganoderma lucidum reishi elisir

Nella nostra società siamo costantemente esposti a sostanze inquinanti presenti nell’aria che respiriamo, nell’acqua che beviamo, nel cibo che mangiamo. Inoltre l’attività fisica è carente, i cibi sono sempre più poveri di nutrienti essenziali, le nostre abitudini alimentari sono basate su prodotti raffinati come farinacei e prodotti confezionati che non contengono nessun principio benefico per il corpo ma anzi lo indeboliscono.

Tutto questo, insieme all’abuso di farmaci e vaccini, rende ogni giorno il corpo sempre più debole esponendolo a malattie sempre più degenerative e che sorgono senza alcun preavviso. Inoltre allergie, intolleranze alimentari, influenze stagionali, malattie autoimmuni sono sempre più comuni e considerate normali.

Stress e tensione, assieme a uno stile di vita frenetico, costringono il corpo a consumare delle sostanze preziose che alla lunga rendono il corpo carente e vulnerabile a virus, batteri e microbi patogeni.

Per questo sempre più scienziati sono concordi sull’importanza di integrare la propria dieta quotidiana con dei prodotti naturali che nutrono in profondità l’organismo, rimuovono le tossine accumulate e prevengono l’insorgere delle malattie.

Il più importante integratore naturale sembra essere il Ganoderma Lucidum, un fungo usato da millenni nella medicina tradizionale orientale per le sue innumerevoli proprietà che lo hanno reso famoso come “Il Fungo dell’Immortalità“.

Il primo utilizzo documentato di questo fungo risale a oltre 4.000 anni fa e da sempre nella cultura cinese e giapponese viene associato con la regalità, la salute, il recupero, il potere sessuale e la longevità. Fino a qualche anno fa il fungo era disponibile in minime quantità e consumato solo dai nobili. Solo negli ultimi anni in Giappone e in Cina si è cominciato a coltivarlo su larga scala, ed è quindi arrivato sul mercato occidentale.

Numerose sono le testimonianze che riportano come consumando quotidianamente questo fungo chiamato anche Reishi in Giappone e Ling Zhi in Cina, è possibile sentire nettamente dei cambiamenti positivi nel corpo.

I ricercatori hanno iniziato a studiarlo e sono rimasti attoniti nello scoprire quanto davvero possa essere utile assumerlo: sono più di 1100 gli studi scientifici che confermano i numerosi benefici del Ganoderma Lucidum!

Previene e tratta una miriade di disturbi dall’influenza al cancro e rafforza il sistema immunitario migliorando anche le prestazioni fisiche e mentali.

Ottimo quindi per gli sportivi ma anche per chi fa un lavoro intellettuale, per gli anziani e tutti coloro che vogliono prevenire l’influenza e far scomparire numerosi fastidi. Le proprietà sono davvero molte e sono state anche riconosciute dal Ministero della Salute Italiano che ne riconosce la capacità di potenziare il nostro sistema immunitario.

Il Reishi è in grado di curare e trattare tantissime malattie come: allergie, disturbi legati all’età, stati di panico e depressione, artrite, asma, pressione alta, effetti collaterali di chemioterapia e radioterapia, previene l’infarto, cancro e altre malattie tumorali, reumatismiinfiammazioni articolari. 

Chi ogni inverno prendeva l’influenza o soffriva di allergia ed intolleranze, stanchezza cronica e stress, ha potuto osservare come il Ganoderma Lucidum sia stato in grado di fargli dimenticare o almeno alleggerire tutti questi sintomi.

Secondo le ricerche più recenti, il Reishi è il rimedio naturale più efficace contro l’indebolimento del sistema immunitario. Questo spiega molti degli effetti che, per tradizione, sono attribuiti al fungo: ha azione curativa sulla guarigione delle ferite, è efficace come disintossicante e viene impiegato anche nella cura del cancro.

Esistono tantissimi integratori di Ganoderma Lucidum in commercio ma non tutti hanno la stessa qualità: il metodo di coltivazione e il processo di lavorare sono fasi delicatissime che cambiano notevolmente il contenuto terapeutico del prodotto.

Facendo delle ricerche ho scoperto il Reishi Elisir, un estratto liquido puro al 100% di Ganoderma Lucidum coltivato in modo naturale biologico senza pesticidi ed usando un metodo innovativo che permette al fungo di avere più spore e il doppio dei principi attivi rispetto ad una coltivazione classica. Inoltre è l’unico metodo di coltivazione che usa acqua purissima estratta a 80 metri sotto terra, non prevede l’abbattimento di alberi (dove invece di solito vengono coltivati i funghi) e concimi artificiali, ma solo l’utilizzo di erbe mediche per far crescere il fungo.

Una confezione da 30ml di Reishi Elisir contiene il potere concentrato di 800 funghi! E’ stato osservato che ha oltre il 99% di assorbimento nel corpo (mentre le normale capsule hanno il 70% massimo) e contiene il 33% in più di triterpeni (rispetto agli altri integratori di reishi) che sono le sostanze terapeutiche e farmacologiche ad alto potere curativo.

Per questo il costo di questo prodotto è maggiore rispetto agli altri, ma l’efficacia è concentrata in poche gocce e l’effetto l’ho sentito nel giro di qualche minuto: maggiore lucidità mentale ed energia fisica. E’ sicuramente un prodotto che consiglio a tutti di tenere in casa, per superare i momenti più difficili, quando ci si sente stressati o che l’influenza sta mettendo piede nel corpo.

Consiglio quindi a tutti di provarlo per due mesi assumendo alcune gocce quotidianamente. Il costo è di circa un paio di caffè al giorno e i miglioramenti valgono molto di più.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

4 Commenti su questo post

  1. gianni says:

    interessante i suoi articoli e vi ringrazio, solo ho una perplessità circa questo prodotto del ganoderma.
    da quanto mi risulta dall’ inquinamento radioattivo subito da quel Paese non ci sono noti seri rischi per la salute visto il drammatico disastro che ha colpito tale nazione con conseguenze radiazioni atomiche?…… chiedo a Lei ulteriori informazioni sulla SICUREZZA del prodotto e sui probabili benefici, grazie per l’ attenzione.

  2. mi interessa il prodotto…qualcuno può aiutarmi…grazie

  3. valter ottello says:

    è sempre l’attività enzymatica ke rallegra la nostra salute il problema è MANTERE la loro EFFICIENZA ……..

  4. Brembo says:

    “Fino a qualche anno fa il fungo era disponibile in minime quantità e consumato solo dai nobili.”
    Anche oggi è così, come ben sai visto che lo usi in estratto.
    Un utilizzo in pianta stabile, come richiederebbe il disinquinamento e l’allungamento della vita, è accessibile solo a chi ha delle entrate discrete, altrimenti diventa una tassa.
    Inoltre, come riporti tu stesso in numerosi altri articoli, gli estratti non sono mai bilanciati come la sorgente originale, e nutrirsi del fungo era e continua ad essere una cosa per privilegiati.
    Niente di nuovo sotto il sole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline