Geoingegneria: Cosa sta accadendo sopra le nostre teste

21 Commenti

geoingegneria mirko busto

di Mirko Busto, Ingegnere Ambientale

Avete mai sentito parlare di Geoingegneria?

Il concetto di geoingegneria è stato introdotto nel 2013 nel quinto rapporto IPCC: non è altro che l’ingegneria climatica, ovvero la scienza che studia come modificare il clima su larga scala per tentare di sottrarsi alle conseguenze del cambiamento climatico.
Secondo gli scienziati dell’IPCC il riscaldamento globale è infatti ormai incontrovertibile e il fattore predominante che lo sta causando è l’azione umana.Le temperature sono aumentate e continueranno a farlo a causa delle nostre emissioni di gas serra, cresciute a dismisura da quando siamo entrati nell’era industriale alimentata dalle fonti energetiche fossili.

Ormai l’obiettivo dei negoziati internazionali sul clima è solo quello di limitare i danni, cercando di mantenere l’aumento della temperatura terrestre entro i 2 °C (anche se potrebbero essere già troppi).
Gli altri effetti del cambiamento climatico li abbiamo sentiti descrivere spesso: vanno dall’aumento degli eventi meteorologici estremi (alluvioni, nubifragi, tempeste, intense ondate di freddo e di caldo, siccità) all’innalzamento del livello dei mari, fino all’arrivo di nuove malattie infettive. La soluzione è tanto semplice quanto allo stesso tempo critica: cambiare radicalmente il nostro sistema produttivo. E per farlo, probabilmente, cambiare anche il credo dominante del nostro secolo: il paradigma della crescita economica infinita e il dogma del libero mercato. Non a caso la storia dei trattati internazionali per ridurre le emissioni di gas serra è stata finora alquanto fallimentare…

Ecco che allora si cercano vie alternative…. la geoingegneria! Ovvero, in una frase, “business as usual”, continuare a fare affari come se nulla fosse. Bruciare quel che resta dei combustibili fossili e, magari, passare gradualmente ad altre fonti sempre pericolose e inquinanti ma che emettano teoricamente meno CO2 (metano, carbone “pulito” o nucleare!) cercando di mantenere nelle stesse mani le posizioni di potere. Come fare però a tentare di schivare gli effetti negativi del cambiamento climatico? La geoingegneria propone di usare metodi come lo spargimento di particelle di biossido di zolfo nell’atmosfera per riflettere la luce solare, oppure “fertilizzare” gli oceani con limatura di ferro per incoraggiare la crescita di alghe capaci di assorbire i gas serra. Oppure, ancora, spendere quantitativi enormi di energia per rimuovere la CO2 dall’atmosfera “sequestrandola” nelle profondità della terra.

Ovviamente gli effetti a lungo termine di queste tecnologie sono largamente sconosciuti e diversi esperti hanno mostrato preoccupazione sui loro rischi. Giusto un esempio: uno studio nel Journal of Geophysical Research, suggerisce che la geoingegneria ridurrebbe considerevolmente le precipitazioni, fino a impattare i raccolti e l’acqua potabile. Inoltre, queste tecnologie rimuoverebbero soltanto il sintomo della febbre climatica, senza intaccarne le cause; vale a dire la concentrazione di gas serra, che continuerebbe a crescere rendendoci sempre più dipendenti dagli interventi tecnologici di raffreddamento del pianeta.

La scorsa settimana, la National Academy of Sciences ha pubblicato un rapporto dove si citano i rischi e i limiti di queste tecnologie e si arriva alla seguente conclusione: “La riduzione delle emissioni è di gran lunga il modo migliore di affrontare il problema”. E ancora: “Gli effetti collaterali sono sconosciuti. La sperimentazione di alcuni paesi potrebbe avere effetti devastanti su altri paesi e sul sistema climatico globale”.

Basti dire che si spendono 548 miliardi di dollari (fonte IEA 2013) per finanziare le fonti fossili e molto di più si investe per fare ricerca ed estrarre le fonti fossili non convenzionali. (shale oil e gas, sabbie bituminose).
Il punto è che il sistema non pare avere serie intenzioni di cambiare rotta e, in questo quadro, il fatto che si investa in geoingegneria mi appare preoccupante.
Come ampiamente spiegato nel mio ultimo post, le mie fonti principali sono i report IPCC e NAS, non quelle che lei cita. Capisco la volontà di attacco politico. Ma dovreste informarvi maggiormente sui temi che trattate e sui CV delle persone che cercate di ridicolizzare. Ricordo che stiamo parlando di un tema importantissimo che ha a che vedere con il futuro della nostra civiltà. Non certo da usare come strumento di battaglia politica per ridicolizzare un deputato o una forza politica.”

E poi c’è un rischio ulteriore, ancora più preoccupante.
Secondo le dichiarazioni di un illustre climatologo dell’IPCC, Alan Robock, la CIA, l’agenzia di spionaggio per l’estero degli Stati Uniti, starebbe finanziando gli studi sulla geoingegneria con la prospettiva di usare questa tecnologia per fini militari.
In quale senso ce lo può dire già ora la storia. Modificare il clima per mettere in difficoltà Paesi nemici causando danni e morti con alluvioni, come si fece in Vietnam, oppure distruggere i raccolti causando estreme siccità, come successo a Cuba. Per questo, l’uso del tempo come arma è stato vietato nel 1978 in base all’ENMOD (Environmental Modification Convention).
Insomma c’è da tenere alta la guardia. Anche perché, secondo l’American Association for the Advancement of Science,sarebbe ora di superare la fase sperimentale usando modelli matematici e passare invece a testare queste tecnologie “sul campo”, sulle nostre teste quindi.
Ammesso che, come sostengono alcuni, questo non avvenga di già…

P.S. Poche settimane fa è uscito su Repubblica un altro articolo a riguardo L’ingegneria climatica è utile o dannosa?

Per approfondire

Scie Chimiche - La Guerra Segreta
Il controllo del clima, un “sogno” diventato un’atroce realtà
Cosa Nascondono i Nostri Governi?
Scie chimiche (chemtrails), haarp, ufo, ebani, codice alieno
Il Pianeta Impolverato
Polveri sottili che innescano Malattie, nanopatologie, scie chimiche, trattamento dei rifiuti, uranio impoverito… ci hanno avvelenati

[catlist name=geoingegneria]

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

21 Commenti su questo post

  1. Pura disinformazione….

  2. Non è una novità….

  3. Caro Dioni anche il surriscaldamento globale è una bufala colossale. La geoingegneria è in atto da moltissimi anni e le intenzioni sono ben altre. Ti seguo da sempre e ti stimo, questo articolo fa malainformaziome.
    Saluti

  4. Ale Dima says:

    X chi è scettico.. siete proprio sicuri che sia una bufala? Cento x cento?! Va beh..

  5. Su questo argomento non arriveremo mai a sapere la verità, stanno sperimentando, non solo sulla nostra salute e su quella del pianeta, ma probabilmente stanno spargendo morte a piene mani, per manipolare la Natura e gli Eventi connessi, in diretta competizione con il Creatore! E’ una bufala, non è una bufala, e intanto “loro” continuano indisturbati e a te magari viene l’orticaria senza neanche aver mangiato le fragole…!

  6. In sintesi il vero problema per il nostro pianeta è l’essere umano!

    • Raffaele da Napoli says:

      Proprio così, è sempre stata tutta colpa dell’uomo che pensa al business e che detta leggi subliminali attraverso la pubblicità.
      Allora per evitare di essere condizionati dalla pubblicità 2 opzioni: se stiamo per strada la ignoriamo guardando altrove, oppure se stiamo in casa cambiamo canale oppure meglio, spegniamo tv e/o radio. Impariamo a ragionare con la nostra testa e informiamoci leggendo sui siti internet giusti riguardo manipolazioni climatiche e mentali.
      Facilissimo.

  7. roberto says:

    Fatevi un mineralogramma per ricerca di metalli pesanti:analisi per ricerca di alluminio,bario,torio,cesio e cadmio,rimarrete sconvolti per i risultati.Nei giorni che vedete nel cielo passaggi continui di aerei che rilasciano scie corte osservate cosa cade dal cielo e sopratutto cosa inaliamo,qualche esempio qui nei video:https://www.youtube.com/watch?v=VLPsAdRXbOU https://www.youtube.com/watch?v=nHuCTpKrHjI https://www.youtube.com/watch?v=Mls0q906gPU…e usate prodotti naturali per ripulirvi da metalli pesanti,io uso clorella e argento colloidale,ma sono anche ottimi il glutatione e la zeolite organica.

  8. Il cielo stasera..respirate a pieni polmoni le particelle di alluminio..vedrete tra 10 anni quanta gente con l’alzheimer

  9. Il cielo stasera..respirate a pieni polmoni le particelle di alluminio..vedrete tra 10 anni quanta gente con l’alzheimer

  10. Rosario Marcianò

  11. Rosario Marcianò

  12. Raffaele da Napoli says:

    DA DECENNI senza che ce ne accorgiamo, Loro ci avvelenano dall’alto SILENZIOSAMENTE! “Loro” = i Potenti dei governi.

  13. Raffaele da Napoli says:

    I BAMBINI, le future generazioni. E’ nostro dovere umano preservarli da questi avvelenamenti silenziosi e impercettibili! Teniamoli lontani da quelle zone di “cielo bianco” coperte dalle scie chimiche! Portiamoli via da quelle zone a rischio! Qualunque sia il motivo per cui ci troviamo lì. Non ce ne deve fregare, portiamoli via dal posto oppure li facciamo rifugiare all’interno di negozio o locale E aspettiamo che quelle maledette scie si siano dissipate e il cielo sia tornato azzurro.

    • roberto says:

      Raffaele scusa,ma qundo hai visto l’ultima volta il cielo azzurro?
      Hai visto i video postati sopra?
      Sai che le scie corte,quelle che passano “nel cielo azzurro” rilasciano particolati di ricaduta che sono ancora più dannosi delle scie lunghe?
      Io dove vivo da un’anno a q oggi non ho ancora visto un giorno senza scie,lunghe o corte che siano,e sappi che dal primo di aprile in Europa non hanno smesso un giorno e continuano anche di notte!!
      Sono anni che seguo e denuncio il problema,ma io non conto niente e quelli che contano quando provano a fare qualcosa vengono messi a tacere o minacciati e loro,i criminali vanno avanti imperterriti!
      Dobbiamo muoverci,non basta più stare al pc a postare foto e video dei cieli infestati da questa tossicità,bisogna presentare denunce ai procuratori della repubblica con tanto di risultati di analisi del sangue o mineralogramma alla mano.
      Il progetto è iniziato nel 1995 in Canada e Usa e poi nel 2001 in Europa e resto del mondo e dovrebbero arrivare al loro scopo finale nel 2025,ci restano poco meno di 10 anni,ma sono andati troppo oltre,e spero ci rimanga il tempo per una grande presa di coscienza globale,anche se ho pochissime speranze visto cha alla gente in maggioranza non interessa la cosa o sono troppo applicati a stare sui loro smartphone invece di osservare il cielo e rendersi conto.
      Non ci sono crisi,guerre,migranti o quantaltro che tengano,questo è il più grande crimine commesso contro l’umanità e non resta che agire o sarà la fine della Natura,umanità compresa.

  14. rino says:

    articoli molto interessanti ma per farli smettere di irrorarci di veleno con quale procura dobbiamo parlare.

  15. roberto says:

    Per Riccardo di Dionidream.
    Saresti daccordo ad una raccolta di firme per formalizzare denuncia alla Procura della repubblica?
    Denuncia alla Procura della Repubblica di Milano,Invito tutti ad intraprendere la medesima iniziativa. E’ un nostro diritto/dovere di cittadini! (articolo 32 della Costituzione italiana)
    Una denuncia-querela contro ignoti per chiedere certezze e tutela della salute,un esposto nel quale chiedere analisi e accertamenti sul fenomeno delle “scie chimiche“ che depositerebbero sostanze nocive e cancerogene nell`atmosfera e di conseguenze nei terreni.

    L’indirizzo:

    Procura Della Repubblica – Milano
    20121 Milano (MI) – Via Fatebenefratelli, 11

  16. roberto says:

    Costituzione della Repubblica italiana

    Art. 32

    La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.

    Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.

    __________________

    La salute, in quanto indispensabile presupposto per il godimento di tutti gli altri diritti costituzionali, costituisce un diritto fondamentale, la cui lesione impone il risarcimento del danno: tutti hanno diritto ad essere curati, anche se non tutti hanno diritto a cure gratuite, destinate esclusivamente agli indigenti, cioè a coloro che non sono in grado di far fronte economicamente alle cure indispensabili per la proprie salute (il termine “indigenti” non viene qui adoperato come sinonimo di “poveri”).

    Viene escluso qualsiasi obbligo a curarsi, viene, al contrario, affermato il diritto a non essere curati, se non nei casi previsti dalla legge (ad esempio, vaccinazioni obbligatorie per prevenire malattie infettive, oppure provvedimenti di cura e di isolamento per soggetti portatori di malattie contagiose). Va, quindi, considerata lecita l’eutanasia passiva consensuale, cioè il rifiuto espresso dal paziente, capace di intendere e di volere e adeguatamente informato, di prolungare le cure mediche, lasciando che la malattia prosegua nel suo decorso naturale. Più complesso è il caso in cui il paziente non sia più in grado di intendere e di volere e, quindi, in grado di pronunciarsi sul suo diritto ad essere curato. Tuttavia, anche recenti sentenze della Magistratura hanno precisato che il giudice può autorizzare la disattivazione di apparecchi che tengono in vita il paziente in coma quando vi sia la prova certa che il malato abbia o avrebbe dato il proprio consenso e quando la condizione di stato vegetativo sia irreversibile.

    Il diritto alla salute coincide, tradizionalmente, col diritto al rispetto dell’integrità fisica dell’individuo; ma nella concezione solidaristica della Costituzione esso comporta anche il diritto all’assistenza sanitaria: infatti, con la riforma sanitaria del 1978, l’istituzione del servizio sanitario nazionale ha esteso l’obbligo dello Stato di assicurare le prestazioni sanitarie e farmaceutiche non solo agli indigenti, ma anche a tutta la popolazione.

    La protezione della salute, intesa come diritto di accedere alla prevenzione sanitaria e di ottenere cure mediche, è stata inserita anche nella Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea.

    Va infine osservato che il diritto alla salute comporta anche il diritto alla salubrità dell’ambiente, poiché la prevenzione di varie patologie impone di eliminare le cause dell’inquinamento ambientale.

  17. Gius says:

    Guaradate un video su you tube si intitola biologa scomparsa all inizio è lento e non si capisce dove vuole arrivare ,dopo rimarrete sconvolti da cosa c’è dentro le scie chimiche e quali possono essere gli scopi … anche se raccogliete le firme verranno messe in un cassetto a prendere polvere ,i cieli italiani sono degli americani e fanno quello che vogliono come al solito!!! i veri terroristi sono i governi occidentali!

    • roberto says:

      Prendete 24 minuti della vostra vita per vedere questo video e capire uno dei veri scopi del progetto HAARP.

      PURTROPPO QUESTO E’ IL VERO REALE SCENARIO SULLE SCIE CHIMICHE , e lo metto ben chiaro per tutti non per allarmare ma per informarvi e prepararvi a decidervi attivamente ad agire in larga scala su questo crimine globale che stanno implementando sulla vostra vita e di quella delle nostre future generazioni = se’ prima hanno creato l’olocausto ora ne stanno continuando l’effetto molto silenziosamente credendo di potercela fare in completo SILENZIO Occultando ogni loro coinvolgimento governativo . . . !!!

  18. roberto says:

    LA GUERRA DELLA NUOVA ERA E’ PSICHICA e la tecnologia che la supporta e’ molto molto molto oltre la vostra piu’ alta immaginazione… e ricordatevi che LA VERITA’ ve la mettono proprio sotto i vostri occhi…mescolandovela nei film , tv e pubblicita’ varie …e lo fanno per aver ancor piuì potere su di voi…perche’ oltre a manipolarvi, condizionarvi e controllarvi poi inconsciamente ve lo fanno anche sapere… e vi fanno doppiamente prigionieri e schiavi della loro SETTA …..https://www.youtube.com/watch?v=ns43NR1sDh8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline