Gerico Sunfire: l'uomo che non mangia

21 Commenti

Genesis-Portrait-lores

Jerico Sunfire è un personal trainer inglese certificato, autore, nutrizionista dello sport e breathariano. Egli ha vissuto una vera e propria evoluzione fisica, mentale e spirituale attraversando il percorso naturale di tutte le diete di transizione come vegetarianismo, veganismo, crudismo, fruttarismo, liquidarismo ed infine la tappa finale: il breatharianismo, ossia la completa indipendenza dai nutrimenti solidi e liquidi. Le ultime notizie che si hanno di lui sono del 2011 dopodiché ha deciso di ritirarsi dalla scena pubblica, cancellare tutti i suoi video e lasciare un unico commento visibile in cui spiega il perché del suo ritiro.

La sua forma fisica perfetta e la sua incredibile efficienza dimostrano definitivamente che queste caratteristiche non sono prerogative esclusive dovute all’introduzione di nutrienti nel proprio corpo, come è stato sempre divulgato dalla cultura imperante, bensì dal processo di purificazione a cui egli si è sottoposto. Infatti, come ha spiegato spesso durante i suoi workshop, descrivendo tutte le fasi depurative relative alla sua transizione, solo un corpo completamente privo di tossine e di muco può funzionare come breathariano.

UNA LUNGA TRANSIZIONE

La sua transizione dal vegetarianesimo, passando per veganesimo, crudismo, fruttarismo, liquidarismo e approdare al bretarianesimo – termine che lui stesso aborrisce – è durata 15 anni (di cui 12 di sola frutta) ed è stato un processo molto lungo e complesso, di vera disintossicazione. Per questo durante i suoi workshop mette sempre in guardia chi vuole ottenere dei risultati immediati, perché si rischia di compromettere il proprio corpo e finire all’ospedale o peggio.

Per questo motivo schernisce i guru dell’alimentazione che sostengono di aver smesso di nutrirsi in poco tempo. Il lavoro da compiere è duro e lungo per adattarsi e ciascuno deve apprendere dal proprio percorso estremamente personale per fare i conti con uno stile di vita del genere.

La vera definizione di Brethariano, secondo Gerico, è “qualcuno che è evoluto al punto da poter vivere liberamente e costantemente delle risorse del proprio corpo e degli elementi della natura”

Ciò che faccio è semplicemente creare uno spazio per il mio corpo per permettergli di riprendersi il suo ruolo di auto sostentamento che di conseguenza sostiene me. Riesce a fare questo creando ciò di cui ha bisogno in collaborazione con gli elementi della natura e la frequenza della Terra. Io sono semplicemente un osservatore e un creatore di spazio in questo processo. Il termine breathariano è incorretto, non esiste ed è stato promosso da falsi brethariani della cultura New Age. Credo ci sia bisogno di un nuovo termine e io propongo che sia “essere umano” perché non abbiamo bisogno di essere definiti da ciò che ingeriamo ma da ciò che siamo e che facciamo.
Siamo UMANI e siamo ESSERI. Quindi io non sono un bretariano ma UN ESSERE UMANO.
Il mondo ha dimenticato il valore del corpo umano e che l’esperienza umana è essenzialmente spirituale, che per me significa amare e prendersi cura della propria famiglia, vivere con il minimo indispensabile e interagire con persone pulite e vitali.

L’idea di diventare indipendenti dal cibo è estremamente pericolosa, specialmente se veicolata da guru che hanno un forte impatto sulle masse. Ma uno dei dettagli su cui non viene mai messo l’accento è la quantità di lavoro, dedizione, intelligenza, impegno e integrità necessari.

Probabilmente sono uno dei pochi o forse l’unico che cerca di mettere in guardia le persone dai messaggi fuorvianti che la New Age ha diffuso. Se ascoltate questi guru fasulli probabilmente vi siete fatti l’idea che ciò di cui avete bisogno per essere brethariani sono esercizi di respirazione e meditazione, cantare canzoni e suonare tamburi mentre si balla intorno a un albero. Dopo 3-8 giorni si crede di aver già superato la transizione e essere diventati bretariani che non hanno più bisogno di cibo. Liberarsi dalla dipendenza del cibo non ha niente a che fare con l’essere spiritualmente intellettuali, conoscere ogni teoria della cospirazione, sapere come è formato un atomo o assumere LSD, DMT o ayahuasca, conoscere i maestri ascesi o sapere tutto dei Maya. Si tratta di conoscere profondamente il vero te, la tua essenza più pura e senza corazza.

Forse Gerico è una delle personalità più oneste e meno mistificate tra chi sostiene di riuscire a vivere senza cibo e la sua scelta di ritirarsi a vita completamente privata è stata la prova di una forte coerenza. Di seguito il suo ultimo messaggio, dove spiega perché non crede nel bretarianismo come normalmente lo si intende ma crede che l’uomo possa essere in grado di vivere senza cibo.

lastpostgerico

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

21 Commenti su questo post

  1. Dieta pranica… Funziona, questa è la traduzione di Gesù che riuscì a dividere pani e pesci per tutti… Era la conoscenza di questa volontà. Possiamo non mangiare, l’acqua ha tutto il potere dell’universo… Bisogna ovviamente mantenere ritmi e pensieri calmi… Ecco l’inganno del mondo, e del perché fanno di tutto per alterare la pace interiore…

  2. Io credo,che si possa vivere ingerendo poco cibo,ma di qualità, che le calorie secondo medici e nutrizionisti,di cui avremmo bisogno sono assai discutibili,io tengo basse le calorie,mangio sano,essenziale e non sono mai stata così forte e lucida,ma non mangiare mai,no,a me non interessa.ci sono altri modi per distaccarsi dal materiale…

  3. Camperà d’amore…

  4. Monica Magri says:

    Condivido pianamente!!! Esiste xó una complicazione…ho due figli e quando mi sono accorta e sentito dentro e fuori di poter vivere senza cibo né acqua mi sono spaventata e ho pensato ai miei figli e a come fosse inevitabilmente impossibile conciliare le cose…ho deciso di rimandare dopo la loro maggiore età xché che piaccia o no siamo parte di un sistema imperante e ottenebrante e io sola non posso allontanare i figli da questo ma solo costruire x loro un esempio di libertà. É cosi e sono convinta che la mela che ha mangiato eva incarna proprio la cacciata dall etere nel senso di avere di conseguenza incatenato i sensi alla materia terrestre limitandone la connessione con Dio/ Prana/Om.

  5. Stiamo attenti…….ci sono già troppi anoressici….vorrei vederlo adesso il signore che si e` ritirato ….

  6. Infatti sembrano tutti estremamente in salute, per favore, si può stare anche 40 giorni senza cibo, ma i danni agli organi sono enormi, non lasciatevi coinvolgere da certe minchiate. Che poi la maggior parte della popolazione occidentale mangi troppo e male è un altro discorso

  7. Siamo super nutriti, a volte mangiamo per noia per nervosismo , per riempire un vuoto interiore. Potremmo vivere con molte meno calorie, ma non so se si può vivere senza cibo e liquidi in assoluto. Aggiungo che sarebbe auspicabile, dato come col tempo ci stanno riducendo in povertà i nostri politici.

  8. angela says:

    dove è possiile trovare maggiori notizie di questo signore??

  9. e senza respirare? s’ha a provà!!!????

    • Madhava says:

      Possibile! Difficile da credere nevvero che uno possa campare senza respirare? Ebbene è totalmente possibile! Chiaramente prima deve avvenire una Trasformazione dell’Essere. Dopo non si respira più con il naso o con la bocca, ma attraverso il Visuddha o chakra della gola.. E’ un processo Yogico avanzato che mette in atto la Vera Respirazione pranica..incredibile ma vero..Abbiamo così tante possibilità..

  10. Insegnasse come si fa a tutti quei poveri bimbi che muoiono di fame!!!!

  11. Una bellissima lezione di umiltà e consapevolezza del proprio essere.

  12. Alma Pagleri says:

    Perchè no? Ci sono dimensioni che non frequentiamo abitualmente ma non per questo vuol dire che non esistano.

  13. …dannata crisi !

  14. Secondo me è morto di fame, per questo è sparito dal 2011!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline