Gli avevano dato un mese di vita. Dopo 7 anni, è vivo grazie al LIMONE

12 Commenti

Lemons-and-Cancer

Tre medici e un cardiochirurgo mi avevano dato un mese di vita. Sono passati sette anni. Sono vivo grazie al LIMONE. Ho preso per sei mesi antibiotici per curare una cistite. Mi ha curato il LIMONE.

Dopo sei mesi di una cistite devastante, dove a ogni antibiogramma risultava la morte di un batterio ma la vita di altri cinque o sei, dopo aver preso tutti gli antibiotici possibili e immaginabili, senza contare le visite specialistiche fino ad arrivare a un luminare di urologia, in preda alla più cupa disperazione e a bruciori da incubo, ho deciso di provare la “cura” di un amico dietologo, nutrizionista e gastroenterologo. Non gli credevo, ammetto. Non gli ho proprio dato credito convinta che – parliamo di quasi vent’anni fa – solo la medicina “ufficiale” avesse la risposta.

Quando poi arrivi “alla frutta”, in questo caso di nome e di fatto, ti arrendi e provi anche i rimedi…cui non credi. Tanto per non aver rimpianti.

Una spremuta di tre limoni succosi, seguiti da tre bicchieri d’acqua la sera prima di andare a dormire, con l’ordine tassativo di “tener duro” fino al mattino seguente. Convinzione, zero. Disperazione, diecimila. Immaginate la sorpresa quando, dopo solo qualche giorno, non sentivo più bruciore, il sanguinamento era scomparso, e all’ennesimo antibiogramma i valori erano perfetti?

Ma se il limone è riuscito a curare un disturbo come la cistite, forse possiede altre doti nascoste? [Vedi Bicarbonato e Limone- La ricetta della longevità]

Comincia così, una ricerca lunga e laboriosa. Sapete che ricerche diverse hanno dimostrato che Il limone è in grado di uccidere le cellule tumorali, dimostrando un’efficacia 10.000 volte più forte della chemioterapia? Poi t’imbatti nelle dichiarazioni rilasciate a Ok Salute – di cui è garante scientifico – da Umberto Veronesi: “Una bella limonata fa da scudo contro il cancro. La ricerca ha evidenziato per questo frutto un ruolo speciale nella prevenzione, sebbene nessun alimento da solo possa essere uno scudo efficace se non è inserito in una dieta e in uno stile di vita salutare. Nei limoni ci sono molecole con notevoli proprietà antiossidanti, capaci di contrastare l’azione dei radicali liberi, che possono alterare la struttura delle membrane cellulari e del materiale genetico (DNA) e quindi aprire la strada ai processi di formazione della neoplasia. Sono i flavonoidi, presenti ad alte concentrazioni, e i limonoidi (che si ritrovano soprattutto nella buccia e che contribuiscono a fornire il tipico sapore agro). In più, hanno il potere di limitare le infiammazioni croniche, che a loro volta sono alla base, spesso, della trasformazione neoplastica dei tessuti. I limonoidi, dal canto loro, mostrano una diretta capacità di frenare alcuni tipi di cellule cancerose, come quelle del neuroblastoma: l’hanno verificato, per ora solo in provetta, i ricercatori della Texas Agriculture Experiment Station di Chillicothe (Stati Uniti).  L’ideale è una spremuta di un limone il giorno. E una spruzzata di limone sull’insalata, è un gesto che bisognerebbe ricordarsi di fare più spesso”.

Ulteriori ricerche confermano che il limone è un rimedio provato contro praticamente tutti i tipi di tumore. Non solo, è uno spettro anti-microbico contro le infezioni batteriche e i funghi, funziona come antidepressivo, utile contro stress e disturbi nervosi, regolatore di pressione alta, combattente naturale di parassiti interni e vermi.

Secondo uno studio statunitense, il limonene, sostanza contenuta nel limone, pare sia impiegata con successo nella distruzione dei calcoli nella cistifellea, e nella cura di tumori a pancreas, stomaco e intestino.

Ma torniamo ai flavonoidi: uno studio pubblicato su Journal of Agricultural and Food Chemistry rivela che queste sostanze sono in grado di limitare l’azione di particolari molecole con alto potenziale cancerogeno. Un’altra ricerca, pubblicata su Current Cancer Drug Targets, afferma che i flavonoidi hanno il potere di rallentare il processo di duplicazione delle cellule tumorali.

Allora perché siamo costretti ad assumere versioni sintetiche di sostanze naturali?

Un nostro lettore scrive che il limone gli ha salvato la vita. “Tre medici, un cardiochirurgo…un mese di vita…storia lunga ma sono vivo dopo più di sette anni, non assumo più alcun farmaco”. Come, scusa? “In poche parole dopo il ricovero, dopo aver fatto tre volte l’Ecocolordoppler (metodica diagnostica non invasiva, che permette la visualizzazione ecografica dei principali vasi sanguigni e lo studio del flusso ematico al loro interno nda) tre medici diversi e un cardiochirurgo mi danno da un mese a una settimana di vita. Diagnosi: una necrosi ha compromesso già più del 25 % del cuore…Non si può più fare molto … Arrivederci e grazie! Una mia carissima zia mi consiglia “metti il Limone”. Così ho fatto, direttamente sul cuore: piano piano ho avuto miglioramenti fino alla completa guarigione” (qui l’intervista esclusiva).

Il succo di limone è utile nel prevenire e curare la malattia? Pare proprio di sì. Ha un sapore abbastanza gradevole e soprattutto non produce gli effetti terribili della chemioterapia. Ma interessante è l’effetto che produce su cisti e tumori.

Inevitabile continuare a cercare, il WEB e i libri sono fonte inesauribile di bufale, certo, ma anche di notizie.

Come diceva Agatha Christie: “Una coincidenza è una coincidenza, due coincidenze fanno un indizio, tre coincidenze fanno una prova”.

Una delle fonti sulle proprietà anticancerogene del limone ha dell’incredibile, perché arriva nientemeno che da uno dei più grandi produttori di droga al mondo: dal 1970, dopo più di venti test di laboratorio, si rileva che distrugge le cellule maligne in dodici tipi di cancro, incluso quello del colon, del seno, della prostata, polmone e pancreas.

Addirittura, secondo l’Istituto di Scienze della Salute di Baltimora, i composti dell’albero di limone hanno dimostrato un’efficacia 10.000 volte superiore di uno dei più usati farmaci chemioterapici. Non bastasse, pare che questo tipo di terapia a base di estratto di limone abbia la capacità di distruggere solo le cellule tumorali maligne senza influire su quelle sane.

Gli studi sul limone davvero si sprecano, così scopriamo che il limone è un valido aiuto anche per chi ha poche difese immunitarie perché può “aumentare” la produzione dei globuli bianchi. Anche per quanto riguarda il trattamento del diabete, questo frutto si è dimostrato un ottimo deterrente.

Studi scientifici in fase ancora embrionale, hanno individuato nella tangeritina, elemento presente nella buccia del limone, la possibilità di controllare i livelli di colesterolo nel sangue. Allo stesso tempo, sono all’esame i suoi effetti positivi nella cura del morbo di Parkinson.

Secondo la Reams Biological Ionization Theory, il limone sarebbe l’unico alimento anionico al mondo, caratteristica che lo renderebbe particolarmente benefico per la salute, grazie al contributo dato nell’interazione tra cationi e anioni, necessaria per la produzione di energia a livello cellulare.

Per le proprietà depurative e disintossicanti, sarebbe opportuno bere una spremuta di limone il mattino a digiuno. Tutti siamo convinti delle sue proprietà astringenti? Ebbene, bevuto il mattino, il limone aiuta a regolare l’intestino…e combatte la cellulite.

Ma l’uso del limone è davvero infinito: tarmicida naturale, è sufficiente appendere negli armadi qualche sacchetto di tela contenente scorze di limone secche per tenere alla larga le tarme.

Gli antichi Egizi ne usavano il succo per curare le dermatiti. Potremmo andare avanti all’infinito, ma se gli antichi usavano il limone come vera e propria medicina naturale in grado di curare e prevenire malattie, dov’è finita tutta questa conoscenza?

Concludiamo con una breve sintesi, una sorta di “Bignami” dei benefici effetti del limone:

  • Ostacola l’insorgere dell’osteoporosi
  • Riequilibra il Ph del corpo
  • Migliora la digestione
  • Favorisce il riposo
  • Previene raffreddore e influenze
  • Depura il fegato
  • Elimina gli acidi urici
  • Favorisce l’attività intestinale
  • Dissolve i calcoli biliari, renali e i depositi di calcio che si accumulano nei reni
  • Previene la calcolosi urinaria
  • Contrasta i radicali liberi
  • Previene l’invecchiamento cellulare dell’organismo
  • Abbassa il colesterolo
  • Favorisce la digestione
  • Ha proprietà antibatteriche
  • Elimina i parassiti intestinali
  • Rafforza i vasi sanguigni
  • Regola la pressione del sangue
  • Ha proprietà anticancro
  • Favorisce la produzione di energia

Se una mela il giorno toglie il medico di torno, cosa ci costa aumentare l’utilizzo del limone nella nostra vita quotidiana, partendo dal famoso bicchiere il mattino?

Dedicato a mio padre, che del limone non sapeva nulla…agli amici persi per la via, e a quelli che ancora stanno male…la cui vita, probabilmente, grazie al limone avrebbe potuto avere un sapore diverso.

Cristina Colombera

Riadattato con qualche aggiunta da Dioni


 

Tutte le informazioni contenute in questo articolo sono state raccolte da varie fonti: libri, Internet, documenti stilati da persone che cercano ogni giorno di aiutare altre persone con rimedi naturali, confronti con medici cui ho garantito l’anonimato. Questo articolo non vuole dare una soluzione contro il cancro, ma fornire un panorama sulle alternative naturali che potrebbero aiutare, affiancare, o comunque potrebbero far sì che le persone cerchino risposte alternative, come ho fatto io. E se leggete bene, ho fatto indigestione di antibiotici prima di curare la mia cistite col limone. Il paradosso è che me l’ha consigliato un medico, della medicina ufficiale, che opera in una clinica.

Alcune delle fonti
“The Health Benefits of Citrus Fruits – Report to Horticulture Australia, Ltd.” Commonwealth Scientific and Industrial Research Organization, June 2003,
austcitrus.org.au
“An Orange a Day May Keep Some Cancers Away” Reuters Health, 12/3/03, reutershealth.com
“Health Benefits Boost Citrus Sales” NutraIngredients.com, 12/4/03, nutraingredients.com
“Flavonoid Intake and Risk of Chronic Diseases” American Journal of Clinical Nutrition, vol. 76, no. 3, September 2002, ajcn.org
“Dietary Fiber Intake and Reduced Risk of Coronary Heart Disease in US Men and Women” Archives of Internal Medicine, Vol. 163, No. 16, 9/8/03, archinte.ama-assn.org
Glinksy Vladislav and Avraham Raz. (2009). Modified citrus pectin anti-metastatic properties: one bullet, multiple targets. Carbohydrates Research. 28;344(14):1788-91
BW Guess et. al (2003). Modified citrus pectin (MCP) increases the prostate-specific antigen doubling time in men with prostate cancer: phase ll pilot study. Prostate Cancer and Prostatic Diseases. 6, 301-304
Polouse SM, Harries ED, and Patil BS. (2005) Citrus limonoids induce apoptosis in human neuroblastoma cells and have radical scavenging activity. Journal of Nutrition. 135(4): 870-7
http://hsionline.com/
Lemons and Cancer: Is Lemon a Cancer Cure?
http://hsionline.com/2003/12/17/eating-citrus-fruits-may-dramatically-decrease-some-cancer-risks/
http://naturalhealingplants.com/lemon-10-000-times-more-powerful-than-chemotherapy/
Bicarbonato e Limone- La ricetta della longevità

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

12 Commenti su questo post

  1. Mangiare troppo salame fa venire sete, quindi basta bere molta acqua, ecco che il salame fa venire sete ma allo stesso tempo disseta. Dionidream vi auguro tanta salute, ma l’informazione, soprattutto quando si parla di “vita e malattie gravi” non va fatta con questi presupposti.

    • Rodolfo Guglielmi says:

      Ha prodotto il famoso & falso sillogismo delle acciughe salate. E’ possibile che sia pertinente a quanto detto nell’articolo, ma se non lo colleghi logicamente alle affermazioni presenti nell’articolo, allora è senza senso alcuno. Sarebbe il caso che tu spiegassi meglio la sua pertinenza. Grazie.

  2. Mangiare troppo salame fa venire sete, quindi basta bere molta acqua, ecco che il salame fa venire sete ma allo stesso tempo disseta. Dionidream vi auguro tanta salute, ma l’informazione, soprattutto quando si parla di “vita e malattie gravi” non va fatta con questi presupposti.

  3. si e de li mortacci di chi non te lo dice..

  4. si e de li mortacci di chi non te lo dice..

  5. Sono scemi gli altri allora! !!!

  6. Luca says:

    Grazie interessante
    ottimo articolo

  7. Stefano says:

    Non credo si tratti di business… non c’è alcuna importante casa farmaceutica sulla coltivazione e la vendita dei limoni. Gli esseri umani hanno vissuto e si sono curati per migliaia di anni con quello che trovavano in natura, la vita media era più bassa, ma c’erano malattie e malnutrizione, oltre che molta ignoranza sulle proprietà curative di certi alimenti. Di certo il business della chemioterapia e dei farmaci deve continuare nel tempo, pertanto è necessario che le persone non smettano di ammalarsi. Più che di cure dovremmo parlare di prevenzione, meno zuccheri, niente alcol, niente fumo, meno inquinamento, meno cibi spazzatura, più verdura, più vitamine, più sali minerali, meno stress…

  8. Rodolfo Guglielmi says:

    Ottimo articolo, ma vorrei sapere a chi si deve quella notizia per cui pure gli Antichi Egizi avrebbero usato il limone. Non c’era ancora il limone nell’Antico Egitto – un errore, questo, che ha fatto pure un famoso e prolifico autore di romanzi ambientati in quell’epoca in Egitto – dato che fu poi portato dalla Cina ad opera di Marco Polo.

  9. Claire says:

    Vorrei sapere se per chi soffre di gastrite e reflusso va bene bere il succo di limone al giorno. Dicono che per chi soffre di questao disturbo gli agrumi non devono essere assunti. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline