Gli effetti disastrosi dell’erbicida più usato al mondo sul nostro organismo VIDEO

12 Commenti

glifosato effetti negativi salute

Il glifosato, uno degli erbicidi più usati al mondo, ha effetti devastanti e drammatici sulla salute delle persone che sono costrette a vivere in suo contatto. Per non menzionare l’enorme danno ambientale inflitto al Pianeta.

Il seguente report che vi proponiamo è un interessantissimo servizio che mostra tutto l’orrore dietro al glifosato. Mostra infatti alcune zone dell’Argentina dove il glifosato è usato in grandi quantità nella coltivazione di mais, riso, frumento e, soprattutto soia geneticamente modificate. Infatti solo le coltivazioni OGM possono resistere a questo erbicida che altrimenti seccherebbe tutto (infatti viene usato per non far crescere erbe infestanti che possono interferire con le coltivazioni). Questi prodotti geneticamente modificati e tossici vengono poi esportati in tutto il mondo, come in Italia dove finiscono specialmente come mangimi per animali e prodotti industriali.

Si parla tra l’altro di un paese, San Salvador, dove i suoi cittadini ormai vengono chiamati “Il popolo del cancro”, perché una persona su due si ammala di cancro.

E’ così diffuso nelle verdure, nei cereali e nel cotone che è stato trovato nelle birre, nelle donne in gravidanza, nei tamponi ed assorbenti femminili in tutto il mondo.

Ovviamente gli effetti disastrosi sono maggiori quanto maggiore è l’esposizione a questa sostanza che viene usata pesantemente in Italia. Purtroppo è stato stabilito che quasi il 50% delle falde acquifere del nostro bel paese sono contaminate da glifosato.

Si trova in commercio sotto vari nomi (il più famoso è Roundup) ed è in vendita in tutti i negozi per il giardinaggio e viene usato sia dalle aziende agricole che dalla manutenzione stradale per non far crescere le “erbacce” ai bordi delle strade. Oggi è commercializzato in tutto il mondo e il brevetto è scaduto quasi ovunque, Italia compresa dove è uno dei prodotti fitosanitari più venduti. In Europa sono quattordici le aziende che lo producono.

E’ importante oggi diventare consapevoli delle tossine ambientali che ci circondano e che contribuiscono alla crescita esponenziale del cancro, malattie autoimmuni, degenerative e intolleranze alimentari.

La Dr.ssa Patrizia Gentilini, oncologa, che fa anche parte del comitato scientifico dell’ISDE (International Society of Doctors for the Environment), la società internazionale dei medici per l’ambiente: “Ci sono numerosi dati sperimentali condotti su cellule placentari ed embrionali umane che dimostrano come il glifosato induca necrosi e favorisca la morte cellulare programmata. Quindi si tratta di una sostanza genotossica oltre che cancerogena, come ha stabilito la Iarc, non dimenticando che l’erbicida agisce anche come interferente endocrino”.

Prima del servizio una breve introduzione: il dramma argentino ha avuto inizio nel 1996 quando il governo ha deciso di approvare la coltivazione e la commercializzazione di soia transgenica e l’uso del glifosato senza condurre alcuna indagine interna, ma basando la sua decisione solo sulle ricerche pubblicate dalla Monsanto. Da allora, la terra coltivata a OGM è arrivata a coprire il 60 per cento del totale e solo nel 2012 sono stati spruzzati 370 milioni di litri di pesticidi su 21 milioni di ettari di terreno. In quelle stesse terre, i casi di cancro nei bambini sono triplicati in dieci anni, mentre i casi di malformazioni riscontrate nei neonati sono aumentate del 400 per cento. A dir poco incalcolabili i casi di malattie della pelle e i problemi respiratori riscontrati senza motivo apparente nei giovani come negli adulti.

Loading...

Qui il video servizio (immagini forti):

Un terzo degli argentini soffre per colpa del glifosato

Un’indagine recente, sempre secondo quanto riportato da Burn, ha calcolato che 13,4 milioni di argentini (un terzo della popolazione totale) ha subìto gli effetti negativi del glifosato. A fronte di tutto ciò, l’Argentina non ha preso alcuna decisione per bloccare questo dramma, né ha commissionato nuovi studi per capire cosa stia accadendo alla popolazione. Anzi, oggi in Argentina si trovano 22 dei 90 milioni di ettari coltivati a soia ogm nel mondo, secondo quanto riportato dal settimanale tedesco Die Zeit.

Ecco un altro video sconvolgente di un fotografo argentino, Pablo Ernesto Piovano, che ha riportato le immagini degli effetti disastrosi del glifosato sugli esseri umani. E’ incredibile come tutto questo venga permesso… E’ importante condividere queste notizie per far crescere consapevolezza sull’argomento e far finire questa strage.

“Questo lavoro è stato dettato dal mio amore per la natura. Ho lavorato per trovare prove su questa situazione, trascorrendo giorni interminabili da solo con la mia macchina fotografica, viaggiando per oltre seimila chilometri sulla mia auto di vent’anni, per dare il mio contributo affinché tutto questo finisca”
– Pablo Ernesto Piovano

Leggi anche

Glifosato. Tutte le donne incinte analizzate contengono l’erbicida cancerogeno

Il Mondo (In)Sostenibile: Dalla Monsanto alla Macrobiotica al futuro dell’umanità

Sostanza Cancerogena è stata scoperta nel 85% dei prodotti per l’Igiene Femminile!

Disclaimer: Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione vietata senza il consenso scritto dell'autore.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
Loading...

12 Commenti su questo post

  1. Glifosato …..hanno trovato tracce anche nei vaccini!

  2. Mack Ross Mack Ross says:

    io so che nelle agricole qualche anno fa lo davano pure alle vecchiette e mi sa pure adesso… che per tenere pulito il selciato di casa da qualche infestante tipo gramigna lo usano con tranquillita poi calpestano e lo portano in casa.. e poi vorrei sapere che tipo di precauzione usano per l’utilizzo perche il sale sodico di glifosato deve essere diluito 1/20 mi ricordo…adesso non so che altre formule esistano in commercio… ma so che veniva dato a tutti in tranquillita ed ero rimasto sorpreso di cioooo…. infatti avevo chiesto ma non serve un patentino???

  3. E’ dal 2007 che l’uso di questo erbicida nelle risaie mi ha provocato una serie di danni pesanti al sistema endocrino…

    • …e ogni anno è sempre peggio. Quando mi sono accorta da sola che esisteva un collegamento reale tra i problemi di salute che ho è l’erbicida, ho chiamato un notissimo centro antiveleni del nord d’Italia, e mi hanno liquidato dicendomi che dovevo cambiare casa, perche’ sono un caso isolato, sono ipersensibile, ed inoltre i diserbanti non sono tossici, in quanto approvati dalle ASL…Ho cercato di far presente la mia situazione anche all’Arpa, ad un politico “sensibile” a questo problema…ma finora è tutto inutile…io sto sempre peggio…sono ancora giovane e non posso accettare di morire per colpa di un diserbante! Cosa posso fare? A chi mi devo rivolgere? Sono un po’ sul disperato…

    • Dionidream Dionidream says:

      Ciao Andrea, grazie della condivisione anche se ci dispiace davvero sentire in che condizioni ti trovi. Prova a contattare il Dr Montanari che può fare un analisi e scoprire l’eventuale presenza di glifosato nel tuo organismo e quindi avere le prove dell’inquinameto in atto per poi sporre denuncia a chi di competenza

    • Tutti i pesticidi sono NOTI per provocare tossicita ‘ anche gravi, e’ noto in oncologia, epidemiologia e immunologia.
      Andrea Da Bolzano, per la tua salute rivolgiti, a Milano, al Dr. Attilio Speciani (immunologo).
      Tutti gli agricoltori e chi vive in campagna hanno grossi problemi di tossicita’, a meno che si coltivi con metodo biologico o biodinamico.
      Nella coltivazione convenzionale l’uso di pesticidi e’ legale, anche se dannoso.
      Trasferisciti quanto prima.
      Un abbraccio

  4. Bhè…mettere un piace visto il risultato finale..non mi piace!!Mhá data la gravitá di questa situazione..mi piacerebbe dare un bel “morso e calcio del mulo a tt queste maledette lobby che producono unprodotto molto in auge da un bel po’ di tempo: il prodotto così tanto pubblicizzato si chiama:” STERMINIO DI MASSE SU AMPIA SCALA “Il problema è che tt lo comprano ad occhi chiusi…..meditate gente..Haloa!!

  5. Anna Ferraro Anna Ferraro says:

    raccapricciante….

  6. Enzo says:

    Glicofosfato presente in dosi massicce nel grano proveniente dal Canada che adesso grazie al CETA i produttori di pasta italiani saranno praticamente COSTRETTI ad acquistare se vogliono sopravvivere …

  7. Massimo says:

    La cosa allucinante è che il Roundup Monsanto (uno dei peggiori se non il peggiore) lo trovi sugli scaffali di negozi in confezione da 1 litro!!!
    Giusto per avvelenarsi intorno casa!! Tante persone ignorano di che si tratta, sanno solo che l’erbaccia si secca e lo comprano ed utilizzano.

  8. Antonio Pagani says:

    Mi pare ce ne sia abbastanza per dar vita ad una petizione di massa. La firmerei subito.
    Ringrazio la dott.ssa Gentilini per il suo costante impegno. Circa questo veleno vorrei sapere
    se ci sono dati dagli Stati Uniti,il paese dove è nata questa schifezza. Gli americani sono informati
    e se sì come stanno reagendo ??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close