GUARIGIONE TRANSDIMENSIONALE CON LA TECNOLOGIA ADAM

Nessun Commento

Un controverso congegno e programma informatico, che agevola lo scambio di informazioni fra dimensioni, sta dando promettenti risultati nella cura di autismo, malattie autoimmuni ed affezioni correlate allo stress. Le informazioni riportate in questo articolo sono di dieci anni fa e il sito non è più funzionante. In fondo all’articolo sono presenti dei link attivi trovati in rete.

di Joe Champion, PhD © 2003

Direttore Scientifico
Galaxy Wave Group, LLC
2610 S. Jones Boulevard, Suite 1
Las Vegas, NV 89146, USA
Tel.: +1 (702) 257 0846
Email: [email protected] 
Sito web: http://www.adamtechnology.net

Una rivoluzionaria connessione per la guarigione
In qualsiasi momento della storia del progresso scientifico gli scienziati, nella loro la stragrande maggioranza, hanno sempre avuto la convinzione che le teorie che condividono ed insegnano siano corrette e, pur professando di essere accademicamente onesti e di larghe vedute, tuttavia contrastano, deridono e ridicolizzano qualsiasi inedito sviluppo o teoria che non si conforma alla loro ortodossa e preconcetta visione della realtà. Questo è stato vero nel corso della storia e lo rimane tuttora.
Di tanto in tanto qualche nuova scoperta scuote alle fondamenta l’edificio scientifico comunemente accettato e, ogni volta, fa capolino un nuovo paradigma scientifico che viene contrastato e ridicolizzato fino a quando il peso schiacciante della verità non ne impone l’accettazione; esso viene quindi incorporato nella scienza e difeso come verità assoluta, sino a quando non interviene una nuova verità a minarne le basi.
Questa è l’attuale situazione della tecnologia ADAM (“ADAM” è l’acronimo di “Gestore di Accesso Dimensionale Afisico”), la quale si basa sulla fisica secondo una formulazione matematica che travalica i limiti ed i confini del modello fisico attualmente accettato. La fisica e la matematica della tecnologia ADAM incorporano e riconoscono la realtà dell’universo multidimensionale.
Nel 2001, dopo 16 anni di sviluppo, la tecnologia ADAM ha ricavato una propria nicchia nell’efficace assistenza a persone colpite da autismo, malattie autoimmuni, fibromialgia, emicranie ed affezioni analoghe.
La tecnologia ADAM si esplica in due parti, una delle quali è il dispositivo ADAM in sé stesso, mentre l’altra è un computer (ed il software annesso) interfacciato con il macchinario. Quest’ultimo apre uno squarcio dimensionale, consentendo la propria comunicazione diretta con l’altra dimensione. Un plasma liquido presente al centro del macchinario agevola la comunicazione fra le dimensioni, mentre un singolare campo elettromagnetico che circonda il plasma fa sì che attraverso lo squarcio dimensionale una parte del plasma stesso diventi “non-locale”. La comunicazione fra plasma locale e “non-locale” rappresenta l’anello di congiunzione fra le dimensioni. Una sonda di platino e varie sonde d’oro inserite nel plasma misurano le variazioni di frequenza e voltaggio per varie migliaia di volte al secondo; le misurazioni desunte dal plasma vengono immesse nel programma del computer, che svolge le funzioni di monitoraggio e controllo nella cella al plasma.
Il collegamento stabilito fra le dimensioni consente comunicazioni bidirezionali, e le informazioni vengono inviate e ricevute attraverso la spaccatura dimensionale. Per raffigurare un’analogia di quanto avviene, immaginate la connessione attraverso la spaccatura dimensionale in quanto simile alla connessione di scarsa qualità di un telefono cellulare, disturbata e rumorosa; la comunicazione efficace si determina ripetendo diverse volte i dati.
Quando si è stabilito un collegamento attraverso lo squarcio dimensionale, vengono fornite istruzioni atte a rilevare e comunicare con la parte “non-locale” del subconscio di un individuo; questa fase del procedimento in genere richiede alcuni secondi. Per la durata della connessione con il subconscio “non-locale”, vi è un costante flusso di informazioni che vengono trasferite avanti e indietro attraverso la spaccatura dimensionale.
Le informazioni inviate dal computer contengono istruzioni per il miglioramento fisico dell’individuo mentre quelle ricevute vengono convertite, tramite un complesso algoritmo matematico, in numeri e rappresentazioni grafiche della consistenza e dell’efficacia inerenti alla connessione con il subconscio “non-locale”.
Il metodo operativo di interfaccia della tecnologia ADAM potrà sembrare a molti una sorta di fumosità metafisica; in qualsiasi precedente esperienza di un individuo non esiste nulla che permetta alla mente di associare il metodo operativo a qualcosa che lo faccia sembrare ragionevole o logico.

La scienza a monte della tecnologia ADAM
La D.ssa Nataliya Dobrova, direttrice della sezione Parapsicologia del Galaxy Wave Group, scrive: “Noi consideriamo ciascun individuo come un complesso sistema di informazioni bioenergetiche emotive: un microcosmo che riflette un macrocosmo – l’universo. Tutti gli organi ed i sistemi di un individuo hanno i loro ritmi elettromagnetici. La disarmonia di questa attività ritmica comporta malattie e disturbi, che si manifestano quando il soggetto non riesce a preservare l’equilibrio fra fluttuazioni armoniche e disarmoniche; tale squilibrio è intimamente connesso ai problemi strutturali o funzionali presenti negli organi o sistemi di un individuo. Se si riescono a ripristinare le armonie ritmiche di un individuo in un suo organo malato, allora è possibile ripristinare anche le funzioni appropriate di tale organo.
“La tecnologia ADAM è straordinariamente efficace nel creare e controllare vibrazioni o campi di risonanza magnetica senza contatto. Tutta la materia è costituita da atomi e molecole, tuttavia ciascun singolo materiale ha una propria risonanza fononica. La risonanza elettromagnetica della tecnologia ADAM è in grado di creare o imitare tali risonanze; la somministrazione di risonanza magnetica è assai efficace, in quanto si verifica pressoché istantaneamente in qualsiasi punto dell’universo senza perdita di energia.
“Prima e durante una sessione ADAM, il tecnico raccoglie i dati genetici del soggetto, la sua anamnesi e le informazioni bioenergetiche, per poi inserirle nel programma; quindi ADAM polarizza le particelle elementari del cervello del soggetto e converte le risultanti risonanze elettromagnetiche nelle appropriate endorfine e neuropeptidi. Questi ultimi agiscono da neurotrasmettitori ed ormoni e quindi possono determinare cambiamenti positivi nell’organismo di una persona.
“Nel corso di tale processo, si verifica un essenziale aumento nella quantità di informazioni cerebrali per unità di tempo; più informazioni il cervello è in grado di recepire nel corso di una sessione ADAM, più attività si manifesterà nelle funzioni cerebrali: visive, mnemoniche, espressive, motorie, etc. L’aumento di attività dei neuropeptidi ha determinato un’accresciuta resistenza alle malattie; i neuropeptidi, colmando i vuoti fra i neuroni, sono in grado di ripristinare molte funzioni di organi e sistemi di un individuo (sanguigno, linfatico, liquido cerebrospinale, etc.).”

Sessioni e programmi ADAM
Le sessioni ADAM possono svolgersi per telefono o tramite Internet. Nel caso di questo secondo tipo, il soggetto se ne starà seduto in una stanza tranquilla provvista di computer e, prima di accedere al programma ADAM via Internet, spegnerà tutti gli altri dispositivi/strumenti elettromagnetici. Non appena si sarà stabilito il contatto visivo col programma, il cervello del soggetto inizierà a ricevere informazioni utili al recupero della salute; vengono inviati segnali che controllano i processi fisici e biochimici del cervello, e la speciale musica armonica diffusa durante la sessione promuove un processo di ricostruzione più efficace. Nelle sessioni via telefono il processo è analogo tuttavia, dato che non è richiesta la disponibilità di Internet, la terapia non presenta la componente visiva. Le sessioni ADAM via telefono vengono gestite da tecnici appositamente preparati. Le diagnosi e correzioni per il ripristino dell’equilibrio bio-energetico del soggetto vengono eseguite su quattro livelli: emotivo, cellulare, energetico e bio-energetico.
È utile notare che la tecnologia ADAM si combina bene con altre cure quali terapie farmacologiche, massaggi, omeopatia, etc. Gli effetti terapeutici riscontrati comprendono modulazione immunologica, di tipo vascolare, anti-infiammatorio, analgesico, di normalizzazione sanguigna, omodinamico, neurologico, di normalizzazione del metabolismo, antiallergico, anti-tumefazione, di normalizzazione dello stato ormonale, anti-stress, ed altro ancora.
Non è necessario che un individuo comprenda o si convinca che la spiegazione della tecnologia operativa ADAM è reale o persino possibile.
Sino a luglio del 2003 ci sono stati 1.300 individui che hanno fatto ricorso alla tecnologia ADAM in circa 18.200 sessioni; di questi, circa il 90% ha manifestato rilevanti miglioramenti e/o completa remissione o eliminazione del problema che li aveva indotti a rivolgersi alla tecnologia ADAM.

Il programma ADAM per l’autismo
Nel maggio 2002 abbiamo avviato, negli Stati Uniti, un programma di lavoro con cinque bambini autistici. Si è trattato di un momento assai difficile, in quanto ci siamo subito resi conto della complessità mentale di questi soggetti. Il primo test ha già aiutato quattro bambini su cinque; il quinto bambino segue ancora il programma ADAM e ne stiamo attualmente esaminando i progressi. Tutte le sessioni sono state condotte via telefono.
Il 15 dicembre 2002, il Galaxy Wave Group ha ufficialmente avviato un controverso programma finalizzato a riportare i bambini autistici dal loro mondo al nostro; le conoscenze acquisite dal programma iniziale si sono dimostrate sufficientemente adeguate a dare inizio al nuovo programma, l’Interfaccia Internet Automatizzato per Autistici ADAM, il quale consente al bambino autistico di collegarsi con la tecnologia ADAM senza la necessità della presenza di un consulente quando il soggetto si trova al telefono.
Nell’originale programma ADAM, abbiamo trattato con ciascun soggetto di persona; con l’elaborazione del nuovo programma abbiamo integrato l’interfaccia umana col computer. Questa iniziativa sta funzionando con successo in più del 60% dei casi, tuttavia vi sono alcuni bambini che richiedono sessioni su base personale combinate con il programma automatizzato, al quale continuiamo ad apportare migliorie e integrazioni. La maggior parte dei genitori che di recente hanno iscritto i propri figli hanno riferito di essere sbalorditi dai cambiamenti positivi intervenuti sin dai primi giorni del programma.

L’universo olografico
Determinate scoperte della fisica hanno cambiato il nostro modo di considerare la realtà, ed hanno contribuito a spianare la strada allo sviluppo ed all’accettazione della tecnologia ADAM.
Nel 1982, presso l’Università di Parigi, il fisico Alain Aspect ed il suo team scoprirono che, in determinate circostanze, particelle subatomiche come gli elettroni sono in grado di comunicare istantaneamente l’una con l’altra, indipendentemente dalla distanza che le separa; non importa se distano 10 metri o 10 miliardi di chilometri: in qualche modo, ciascuna particella sembra sapere sempre cosa sta facendo l’altra.
Il problema di questo atto è che viola il principio di Einstein, per lungo tempo osservato, secondo cui nessun tipo di comunicazione può viaggiare ad una velocità superiore a quella della luce; poiché il viaggio a velocità superluminale equivale ad infrangere la barriera del tempo, tale spaventosa prospettiva ha fatto sì che alcuni fisici abbiano cercato di proporre elaborate modalità che spiegassero diversamente le scoperte di Aspect, cosa che ha tuttavia ispirato altri ad avanzare spiegazioni ancor più radicali.
Ad esempio David Bohm, fisico presso l’Università di Londra, ritiene che le scoperte di Aspect implichino il fatto che la realtà oggettiva non esiste; che nonostante la sua apparente solidità, l’universo sia in fondo un fantasma – un ologramma gigantesco e meravigliosamente particolareggiato.
Sul sito web della ADAM Technology (vedere http://www. adamtechnology.net/), è consultabile una trattazione dei particolari tecnico-operativi della tecnologia ADAM. Ad ogni modo, la teoria operativa di tale tecnologia si fonda sulla realtà che Dio è reale, che ciascun individuo racchiude spirito ed anima, e che nell’universo esistano più dimensioni di quelle che noi riusciamo a percepire utilizzando i nostri sensi ordinari.
Il grande sforzo della scienza in generale, e della fisica in particolare, è quello di comprendere e ridurre in equazioni matematiche l’universo olografico multidimensionale creato da Dio.
Ogni essere vivente presente nell’universo è correlato ad altri esseri viventi; ogni elemento è correlato ad ogni altro elemento di questa dimensione ed agli elementi delle altre dimensioni.
Qualcosa come la “coscienza universale” esiste davvero; sin dagli albori del tempo e nel corso di tutta la storia essa è stata ed è conosciuta e riconosciuta dai mistici e dalle persone illuminate del nostro mondo.
L’autore ha scoperto la matematica di una nuova fisica che unisce la fisica, oggi comunemente accettata, della nostra limitata realtà alla realtà multidimensionale dell’universo olografico. La tecnologia ADAM rappresenta gli strumenti fisici e matematici che incorporano, utilizzano e dimostrano questa nuova comprensione della realtà. ?

A proposito dell’Autore:
Joe Champion, Phd, è lo scienziato che ha concepito la tecnologia ADAM nonché il direttore scientifico del Galaxy Wave Group. Sino al momento attuale egli ha eseguito e sovrinteso a svariate migliaia di sessioni con la tecnologia in questione, tramite la quale centinaia di persone hanno ritrovato una vita migliore e più salutare. A questo sito web sono arrivate numerose testimonianze.
Il Dr. Champion è membro dell’Accademia Europea ed Internazionale di Informatizzazione ed è titolare di un dottorato di ricerca in Scienze Eniopsicologiche (psicologia universale) presso l’Accademia Ceca di Informaziologia; ha una laurea di primo grado in Ingegneria Elettrica ed ha seguito studi avanzati di fisica presso il Cleveland Institute, USA (1966). Si dedica dal 1978 allo studio del fenomeno della “scienza dimensionale” ed ha svolto molte ricerche nel campo della trasmutazione elementale; i suoi lavori sono stati pubblicati su molte riviste e ha scritto sette libri riguardanti le sue scoperte.
Il Dr. Champion può essere contattato presso il Galaxy Wave Group: 2610 S. Jones Boulevard, Suite 1, Las Vegas, Nevada 89146, USA, Telefono +1 (702) 257 0846, fax +1 (928) 692 0084, email [email protected]
Sito web http://www.adamtechnology.net

Link attivi

http://www.rexresearch.com/champion/champion.htm

http://www.mednat.org/energ_mat/tech_adam.htm

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline