Gynura

di Walter Nardari

Gynura procumbens è il nome scientifico di una pianta perenne sempreverde originaria Sud-Est asiatico, con steli che possono estendersi a un metro e mezzo di altezza se lasciata crescere e legata a tutori, oppure lasciata libera, si estende strisciando. La pianta ha molti nomi data la sua diffusione geografica, in Indonesia viene chiamata Sambung Nyawa, in Cina Bai bing cao (significa pianta “contro cento malattie”), Malesia Dewa raja, Vietnam Kim That Tai, in inglese viene tradotta e conosciuta come “spinacio della longevità”.

Le foglie sono di spessore, carnose di colore verde brillante con sapore gradevole se sono fresche e giovani. Le foglie più vecchie possono essere essiccate per preparare e consumare degli infusi. In molti paesi asiatici, le foglie sono mangiate cotte; aggiunte ad insalate o usata per salse, come aroma. Per le numerose proprietà alimentari e medicinali si può definire un superfood.

La Gynura come pianta medicinale si è dimostrata un ottimo regolatore dello zucchero nel sangue e quindi protettiva dei reni e retine, provocati da danni causati dalla glicemia alta.  Inoltre la pianta abbassa il colesterolo nel sangue, trigliceridi e la pressione sanguigna. Il dosaggio quotidiano nella medicina tradizionale tailandese è di 3 – 6 foglie al giorno masticandole bene, da assumere al mattino prima di colazione. Una volta ottenuto un miglioramento si può prendere ad intervalli di tre volte la settimana.

Oltre alle proprietà medicinali di cui sopra, la pianta è utilizzata anche in Africa, dove le foglie bollite sono applicate esternamente per alleviare i dolori del corpo in generale, mentre le foglie fresche per i dolori reumatici.

Contenuti chimici delle foglie: flavonoidi, astragalin, acido clorogenicono, kaempferol-3-O-rutinoside, kaempferol-3 -O-neoesperidoside, β-sitosterolo, stigmasterolo, miricetina, glicosidi sterolici (3-O-β-D-glucopiranosil β-sitosterolo, 3-O-β-D-glucopiranosil stigmasterolo), fitil valerato, adenosina, quercetina, metil esadecanoato, metil 9-ottadecenoato, 4-idrossi-4-metil-2-pentanone, stigmasterolo acetato, acido quercetina-O-caffeilchinico, 1, 2-bisdodecanoil-3-α-OD-glucopiranosile sn-glicerolo, tannini.

La Gynura negli ultimi studi ha dimostrato di avere possibili attività contro il cancro, in particolare contro il cancro al seno, polmoni, utero, lingua, e leucemia. Il kaempferolo, la quercetina, la miricetina, la rutina e l’astragalin (l’astragalin è un 3-O-glucoside del kaempferolo) sono i componenti più rilevanti.

gynura

Proprietà medicinali: anti-ipertensiva, antibatterica, antiallergica, ipoglicemizzante, antivirale, anti-infiammatoria, antidiabetica, antiossidante, alcalinizzante, anti-herpes simplex, disintossicante.

Gynura Procumbens nella medicina tradizionale viene utilizzata per il trattamento della febbre, eruzioni cutanee, malattie renali, calcoli renali, emicrania, costipazione, febbre, ipertensione, alcalinizzante, insonnia, iperlipidemia, anti-ulcera, colesterolo alto, diabete mellito, gotta, sinusite, bruciore di stomaco, verruche, tetano, morsi di animali, ferite superficiali, punture d’insetto, malattie del sistema linfatico, ritenzione idrica e cancro. Un rimedio facile per togliere infiammazioni a gengive e gola è masticare alcune foglie e tenerle in bocca prima di deglutirle.

Coltivazione: facile se il terriccio è ben drenante, fertile e mantenuto un po’ umido, la crescita è veloce. Una locazione in semiombra è preferita, anche se lentamente può essere adattata a crescere in pieno sole, purché l’impianto non si secchi alle radici. Viene coltivata preferibilmente in vasi sospesi utilizzando un substrato drenante e arieggiato che può essere costituito da un terriccio torboso e agriperlite in parti uguali. Va collocata in posizione molto luminosa dove può ricevere alcune ore di sole preferibilmente al mattino, essenziali per mantenerla compatta e per intensificarne il colore delle foglie. Potatura: al fine di evitare che la pianta si allunghi troppo, è bene cimare due o tre volte le piante giovani. Mantenere la pianta lontano dal freddo (sotto i 15°C) e gelo. Evitare di bagnare le foglie che possono facilmente macchiarsi e poi marcire. I semi non sono disponibili in commercio, ma solamente la talea o pianta.

NB: La Gynura può abbassare la pressione del sangue, se presa in eccesso. Non si conosce o si evidenza alcuna interazione con i farmaci. Si consiglia di chiedere ai professionisti del settore per il trattamento di malattie o disturbi fisici. Si consiglia sempre la consultazione con il medico o lo specialista in grado di valutare l’utilità nell’utilizzare rimedi di medicina alternativa.

Walter Nardari

Riferimenti Scientifici

Gynura procumbens: An Overview of the Biological Activities

– Iskander MN et al. Antiinflammatory screening of the medicinal plant Gynura procumbens. Plant Foods Hum Nutr. 2002 Fall;57(3-4):233-44.

– Keita Takanashi et al. The Cancer Cell Killing Effects of Gynura procumbens, Toleaf Are Associated with CD4+ T Lymphocyte Activation. Pharm Front. 2019;1:e190004.

– Kanzil Mowla Mou and Pritesh Ranjan Dash. A COMPREHENSIVE REVIEW ON GYNURA PROCUMBENS LEAVES. INTERNATIONAL JOURNAL OF PHARMACOGNOSY

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni