Hai le bacche di goji? Ecco come far crescere la pianta!

6 Commenti

BACCHE DI GOJI DAL SEME

Le bacche di goji sono facili da usare per far crescere la pianta. Dentro le bacche ci sono dei semi che se seguirai la procedura di seguito descritta germoglieranno e daranno frutti. E’ molto semplice e tutto quello che devi fare è avere delle bacche preferibilmente biologiche.

Il potere antiossidante delle bacche di Goji è notevolmente superiore a quello di frutti come arance, fragole, mirtilli, e melograno. Inoltre, le bacche di Goji contengono più betacarotene rispetto alle carote, proteine (circa il 10 per cento), notevoli quantità di ferro (8/9 mg per 100 grammi, molto più degli spinaci, simili alle lenticchie), ben 21 tracce di minerali, 18 aminoacidi, vitamina C in quantità assolutamente superiore a quella delle arance (fino a 400 volte maggiore per unità di peso), vitamina E, vitamine del gruppo B (B1, B2 e B6), oligoelementi.

Insomma tanti buoni motivi per avere la pianta in casa e frutti freschi da mangiare ogni giorno, soprattutto se si considera il prezzo che non è proprio economico!

Le bacche contengono una sostanza chimica che impedisce la germinazione, quindi bisogna separare e lavare i semi, e rimuovere qualsiasi polpa o succo di bacche. Ecco come fare.

goji6-415x311

Passo 1. Immergi le bacche in acqua calda per un giorno o due per farle reidratare. Quando le bacche sono morbide e molli, sono pronte. Aprile con un coltello e ci saranno i semi dentro. Sono molto piccoli. Io uso il coltello per raschiare i semi  e metterli in un colino per il lavaggio.

goji8-415x311

Passo 2. Mettere il colino sotto l’acqua corrente calda e mescolare con le dita per rimuovere i pezzetti di polpa rimasti.

goji fazzoletto

Passo 3. Spargi i semi puliti su un tovagliolo di carta cercando di distanziarli così da farli asciugare bene. Lasciali asciugare almeno una settimana poi puoi usarli subito o metterli in un sacchetto da riporre in un luogo fresco e buio o per dare agli amici.

Metodo più veloce. Alcuni saltano i passaggi 1 2 3 e semplicemente tolgono i semi a mano o con un coltellino.

Passo 4. Prepara un terreno soffice in un contenitore o semenziaio (barattolini di yogurt bucati o un vaso grande e basso vanno bene), bagnalo e poi spargi sopra i semi, poi cospargi un pò di terreno sopra per coprirli, ma non troppo.

Passo 5. Metti il semenziaio in un luogo caldo, mantenendo il terreno leggermente umido. Aiuta a mantenere umido se è coperto con un telo di plastica o un pezzo di cartone.

Dovresti vedere i primi germogli dopo 4 settimane, o anche prima. Ad alcuni impiega anche 5-6 settimane a germogliare, ma perché tenuti vicino alla finestra con gli spifferi del fresco.

germogli di goji

 

Passo 6. Non appena i semi germogliano, sposta il semenziaio in una posizione soleggiata per crescere.

Passo 7. Trapianta la piccola piantina quando sarà alta 6-7 cm, puoi metterla direttamente sul terreno in giardino o in un vaso più grande. Ricorda che ama il sole e che deve essere innaffiata quando vedi che il terreno è asciutto. Aiuta a mantenere il terreno umido un pò di pacciamatura in superficie (puoi usare foglie secche, pezzetti di corteccia di albero, pezzetti di cartone). Puoi anche dargli un pò di concime naturale per favorire la crescita.

Alcuni hanno i primi frutti rossi e dolci già alla prima stagione (da luglio a novembre), ma in generale la pianta comincia ad essere produttiva al terzo anno. E’ infatti una pianta molto forte ma lenta a crescere.

Con tutte queste indicazioni ora puoi creare il tuo bosco di bacche di goji! E’ si infatti possono arrivare fino a 3 metri di altezza e fanno dei bellissimi fiori viola e bianchi!

ACQUISTA LA PIANTINA Vivai Le Georgiche Piante di Goji

ACQUISTA LE SEMENTI Vivai Le Georgiche Goji Lycium Barbarum (Semente)

ACQUISTA SUCCO DI GOJI BIO Succo di Goji Prima Qualità 500ml – Puro al 100%

ACQUISTA BACCHE DI GOJI BIO Bacche di Goji Prima Qualità – 500g

In Italia le bacche di goji crescono benissimo, ci sono moltissime coltivazioni biologiche nel nostro paese. Puoi iniziare anche tu a produrti le tue bacche per il loro piacevole gusto, per gli impagabili benefici e per il piacere di stare a contatto con la terra.

 

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

6 Commenti su questo post

  1. Barbara Ferrari passa a tua mamma

  2. Ma che goji e goji!!!!
    Mangiate la Moringa!!!
    Quello è un vero miracolo!

  3. Kyrra Arena says:

    Grande!! Grazie Massimo Petrucci

  4. Goji e moringa buone entrambe ma la moringa non cresce qui.
    Manca invece in rete come potare i goji che tendenzialmente buttano lunghi rametti come fosse un rampicante e non fanno fiori o frutti

  5. Tiziana says:

    Ciao.Una domanda:io mangio tutti i giorni le bacche bio ma assumo anche un integratore di ginko biloba.Posso continuare o,essendo il gìnko un antiaggregante piastrinico,e’ meglio che non mangi più le bacche?….Mi dispiacerebbe …..
    Grazie,ciao,Tiziana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline