Helicobacter pylori. La miscela a base di miele e semi di cumino nero lo cura

Nessun Commento

helicobacter pylori miele cumino nero

Uno studio scientifico ha dimostrato che la combinazione di due antichissimi rimedi naturali, il miele e i semi di cumino nero, possono eliminare l’infezione di Helicobacter pylori nel 57% dei casi.

L’Helicobacter pylore è un batterio molto diffuso che attecchisce nello stomaco danneggiando la mucosa gastrica e causando:

  • acidità
  • reflusso
  • bruciore di pancia
  • eruttazione frequente
  • alitosi
  • gonfiore
  • gastrite
  • ulcera
  • cancro

Gli scienziati sono molto attenti alla questione dell’H. pylori e la ricerca di soluzioni naturali sta guadagnando maggiore attenzione a causa del fallimento degli antibiotici convenzionali nella risoluzione permanente della malattia senza produrre effetti collaterali. In un precedente articolo dal titolo Helicobacter pylori. I rimedi naturali dimostrati che curano il nostro stomaco abbiamo riportato alcuni rimedi naturali efficaci. Ora, un nuovo studio pubblicato sulla rivista International Journal of Antimicrobial Agents rivela che il millenario cumino nero in combinazione con il miele garantisce la guarigione dello stomaco e l’eliminazione del batterio dell’Helicobacter pylori in più di un caso su due.

Per molti probabilmente il cumino nero (il cui nome botanico è Nigella Sativa) è una novità e non ne hanno mai sentito parlare. In realtà è considerato uno dei rimedi fitoterapici più curativi al mondo con più di 630 articoli scientifici peer-reviewed che sono stati pubblicati sui benefici che apporta al nostro organismo e informandosi è chiaro che sono pochissimi i problemi di salute che non può aiutare il corpo a superare. Praticamente senza effetti collaterali, la prodezza di guarigione del cumino nero è in realtà abbastanza nota anche nella storia della medicina tradizionale tanto che Maometto stesso dichiarò che esso è “il rimedio a tutto tranne la morte“.

In sintesi possiamo dire che i numerosi principi attivi del cumino nero agiscono come segue

  • Antivirale, antifungino e antibatterico (HIV, H. pylori, stafilococco, tubercolosi, influenza, gonorrea, candida, malaria e stafilococco aureo (MRSA))
  • Anticancro (colon, seno, ecc.)
  • Depura e guarisce il fegato
  • Contrasta il diabete
  • Alzheimer
  • Demenza
  • Schizofrenia
  • Parkinson
  • Cura pelle e capelli
  • Epilessia
  • Asma
  • Psoriasi
  • Protegge il cuore

Quindi già ci sono tante ragioni per consumarlo quotidianamente mettendo i semi come condimento nei vari piatti, facendoci una tisana oppure assumendo direttamente l’olio di cumino nero che è un concentrato di tutti i suoi effetti benefici.

Per rendere onore anche al miele, usato nello studio, dobbiamo ricordarci che è uno dei rimedi medicinali usati fin dagli albori della storia e presente in moltissime preparazioni mediche antiche migliaia di anni fa. Oggi molto del miele in commercio è di qualità scadente e perciò dobbiamo affidarci a miele biologici o andare direttamente dal piccolo produttore di campagna se vogliamo usarlo a scopo curativo. Il miele è ottimo per rigenerare le ferite, eliminare l’herpes, potenziare il sistema immunitario, dare energia, elimina i sintomi dell’allergia ed è eccezionale contro tosse e mal di gola.

Miele e Cumino Nero eradicano l’Helicobacter pylori

Lo studio intitolato Combination of Nigella sativa and Honey in Eradication of Gastric Helicobacter pylori Infection spiega il crescente problema grave dell’antibiotico resistenza comunemente ignorato dalla popolazione e quindi di come l’eradicazione del batterio H. pylori rimane una sfida globale. A causa dello stato attuale del trattamento farmacologico convenzionale, gli autori dello studio hanno cercato di testare “nuove alternative sicure, praticabili e accessibili.”

Diciannove pazienti che hanno avuto esito positivo al test dell’infezione da H. pylori hanno assunto un cucchiaino della miscela formata da 2 grammi di semi di nigella sativa macinati e e 4 grammi di miele, per 3 volte al giorno dopo i pasti per due settimane. Dopo un mese dalla fine della cura è stato eseguito nuovamente il test che ha scoperto come il 57,1% (8 su 14) dei partecipanti non aveva più alcuna traccia del fastidioso batterio H. pylori.

Questi risultati sono di enorme importanza se si considera che due studi precedenti utilizzando antibiotici convenzionali hanno portato a tassi inferiori di eradicazione e più effetti collaterali avversi. Il primo che ha coinvolto l’uso di 4 farmaci (omeprazolo, amoxicillina, ciascuno somministrati due volte al giorno per i primi cinque giorni, seguiti da omeprazolo, claritromicina e furazolidone, due volte al giorno per i rimanenti nove giorni) ha determinato eradicazione 50,9% dei pazienti. Il secondo studio, che ha utilizzato 4 farmaci, (omeprazolo, claritromicina, amoxicillina e bismuto due volte al giorno per 14 giorni) ha determinato la riduzione del 49,1%.

Inoltre chi ci segue conosce l’importanze vitale della flora intestinale e di come un ciclo di antibiotico (in questo caso addirittura 4 farmaci sono somministrati!) può portare a pesanti conseguenze per i batteri intestinali con danni evidenti alla digestione, all’umore, alla protezione dal cancro, all’insonnia al peggioramento della salute mentale.

Quindi miele con l’aggiunta di semi di cumino nero macinati (o ancora più efficace è l’olio di cumino nero) è più efficace dei farmaci convenzionali nel trattamento dell’H. pylori e non ha gli stessi effetti collaterali gravi per l’organismo. E’ quindi una soluzione naturale da provare per chi soffre di questa patologia soprattutto qualora gli antibiotici avessero fallito o si vuole evitare di assumerli.


Leggi anche

Helicobacter pylori. I rimedi naturali dimostrati che curano il nostro stomaco

Cumino Nero “Il Rimedio per Tutto tranne la Morte”

Scienziati: I batteri intestinali possono fermare lo sviluppo del cancro

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione vietata senza il consenso scritto dell'autore.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline