I cicli di guerra e pace possono essere legati ai cicli solari?

1 Commento

campo magnetico

Il declino nel campo magnetico sta aprendo anche l’atmosfera superiore ad una radiazione intensa di particelle cariche. Dal 1901 il campo magnetico generale del Sole si è rinforzato del 230%. Secondo alcuni una continua espansione della eliosfera ci porterà in un nuovo livello di energia, che probabilmente ci sarà una improvvisa espansione delle lunghezze d’onda armoniche che il Sole emette nell’emanare energia e che questo aumento di emissione energetica cambierà la natura di base di tutta la materia nel Sistema Solare.

TV, torri per i cellulari, linee elettriche e apparecchiature varie, mentre rendono le nostre vite più comode per alcuni, contribuiscono anche a inquinare la nostra atmosfera elettromagnetica.
Un numero crescente di scienziati, professionisti della salute e cittadini preoccupati, ipotizzano che queste frequenze invisibili siano responsabili per vari problemi di salute. Nel frattempo, la più grande fonte di inquinamento non viene notata: il sole. In certi momenti, l’attività del sole può anche aggravare problemi di salute mentale.

Ogni 10-11 anni, il numero di macchie solari trovate sulla nostra stella vanno da 0 (come nel 2008) fino a oltre 400. Mentre le stesse macchie non influenzano la Terra, le eruzioni solari e altri disturbi emanati dal nostro sole durante un aumento di attività delle macchie producono un aumento del numero di particelle (elettroni e protoni) e una radiazione dannosa (ultravioletti e raggi-x), conosciuta come vento solare. Se non fosse per il campo magnetico della Terra e per l’atmosfera, questo bombardamento di particelle ci cuocerebbe!

Queste tempeste, anche se minute, influenzano le onde cerebrali e livelli ormonali, causando una serie di reazioni diverse, prevalentemente nei maschi. Mentre poche donne possono sperimentare cambiamenti durante queste tempeste, generalmente sembrano meno influenzate dal comportamento del sole.

Reagendo a livelli ormonali in cambiamento, alcuni possono divenire più irritabili e aggressivi, mentre altri più creativi.
Si è scoperto che un aumento nell’attività solare può aumentare gli episodi psicotici in individui che soffrono già di stati psicologici instabili. Mentre possiamo legare tale comportamento alla luna piena, nel 1963 il Dr.Robert Becker e il suo collega, il Dr.Freedman, hanno dimostrato che i cambiamenti solari portano a notevole aumento dell’attività psicotica.

Queste reazioni non sono semplicemente isolare a pochi sensibili o individui sfortunati. Le evidenze mostrano che le guerre e i conflitti internazionali spesso partono con una rapida formazione o diminuzione delle macchie solari, in quanto questi sono momenti per maggiori tempeste geomagnetiche.

Inoltre, questo aumento nell’attività solare si collega a periodi di maggiori incidenti e malattie, così come crimini e uccisioni. L’intera biosfera viene influenzata da qeusto inquinamento elettromagnetico e il comportamento umano sembra reagire in accordo.

Per fortuna, non tutte le tempeste geomagnetiche sono distruttive. Però nel tempo, questa estrema attività solare può influenzare periodi di conflitti terrestri. Le date dei cicli di guerra pace si estendono per 2.500 anni. (Alcuni credono di poterli tracciare oltre, ma i dati non sono così affidabili). Benchè alcuni possono pensare che sembra che ci sia sempre guerra da qualche parte, i dati mostrano che i periodi di conflitto aumentano e diminuiscono in cicli quasi regolari.

Investigazioni scientifiche nell’attività solare e possibile effetto sulla società

Dal 1915, alcuni scienziati stanno riconoscendo connessioni tra l’attività solare e il comportamento umano. Questo lavoro è iniziato con lo scienziato Russo Alexander Chizhevsky, che ha osservato che i cambiamenti di massa del comportamento umano è correlato ai cicli di macchie solari.

Negli anni ’30, il Prof.Raymond Wheeler, uno storico dell’Università del Kansas, ha superato questa osservazione. La sua ricerca porta a gradi numerici sulla severità delle battaglie individuali correlate ai cicli solari.

I suoi dati sono stati analizzati statisticamente da Edward Dewey, che ha validato l’esistenza di questi cicli di guerra. Non è riuscito a creare una connessione definita con i cicli di macchie solari, perchè i dati al tempo erano insufficienti. Negli anni ’80, con analisi più dettagliata dei dati di Wheeler, la connessione è divenuta chiara.

Con una precisa esaminazione dei dati, sembra che stiamo iniziando a scoprire uno schema che emerge in cui le guerre iniziano in punti chiave del ciclo di macchie solari. Questo si trova quando l’attività geomagnetica cambia rapidamente con il risveglio dell’attività solare, o nella parte discendente del ciclo, quando le macchie solari diminuiscono rapidamente. In aggiunta possiamo vedere come questo influenzi i meccanismi fisiologici, come ritmi cerebrali alterati e anormali livelli ormonali. In altre parole, le guerre possono essere un tipo di psicosi di massa.

Quando vediamo la connessione ai meccanismi fisici (inquinamento elettromagnetico), questo ci da un approfondimento predittivo per quando possono partire delle aggressioni.

Come per ogni malattia, se siamo consapevoli della causa, possiamo prendere precauzioni per ridurre i sintomi. Negli scritti precedenti su questo argomento, ho suggerito che la meditazione potrebbe essere una tattica per guidare questo ciclo aggressivo in un altro modo.

Immaginate quanto sarebbe importante per l’umanità e l’individuo, se fossimo in grado di affrontare una situazione potenzialmente instabile studiando attentamente il modello nella storia. Come potrebbe questo influenzare le nostre decisioni e azioni, e come potrebbe questo cambiare il nostro destino?

Autore

Buryl Payne ha un dottorato di ricerca in psicologia e un M.S. in fisica e ha scritto numerosi libri e articoli su una varietà di argomenti. Attualmente sta lavorando ad un libro su esplorare la coscienza di quinta dimensione.

Riferimenti Bibliografici

Battros M. & Stubbs T. 2005. “Solar Rain: The Earth Changes Have Begun.” Earth Changes Press.

Becker, R. 0. and Marino, A. A., “Electromagnetism and Life,” State University of New York Press, P.O. Box 978, Edison, N. J. 08808

Friedman, H. and Becker, R.O., “Geomagnetic parameters and Psychiatric Hospital Admissions,” Nature, V. 200, pp 626–628, 1963.

Hundhausen, A. J., “Solar activity and the solar wind,” Rev, of Geophysics and Space Physics, 17 (8), 20314–2011.8, 1979.

Payne, B. 1986. “The Power of Thought to Influence the Sun, Interim Report.” National Council on Geocosmic Research, Winter-Spring.

Fonte http://www.theepochtimes.com – Traduzione di Dioni per Dionidream

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Commento su questo post

  1. Non credo, anche perchè le guerre nel mondo non sono cicliche, ma continue!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline