I danni dell'Alluminio: dove si trova, effetti e rimedi naturali

6 Commenti

L’alluminio è presente nel nostro cibo (vedi quiqui e qui), nell’approvvigionamento idrico e del suolo (vedi qui), e in numerose altre fonti di uso quotidiano per cui la maggioranza delle persone soffre di un certo grado di tossicità da alluminio. Dopo anni di esposizione accumulata e del suo deposito nei tessuti del corpo, questo veleno può avere risultati che vanno da unadegenerazione del cervello a deformità. Secondo le statistiche del laboratorio Mineral Test, nelle Marche che è una tra le regioni a più basso inquinamento di metalli pesantiil livello di alluminio nella popolazione è il doppio rispetto al limite massimo consentito.

Fegato, ossa polmoni, tiroide e cervello sono i siti in cui si immagazzina l’Al nel nostro organismo. La percentuale di Al nel capello è in stretta relazione alla percentuale presente nelle ossa.

E’ accertato che il morbo di Alzheimer è correlato anche ad alte quantità di Al nel tessuto cerebrale.

Una ricerca dell’autunno 2000 del dott. R. Chinellato, chimico, svolta tramite spettrofotometro presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, avente per obiettivo l’aranciata in lattine, rivela che anche in presenza di un degrado del rivestimento interno apparentemente non degno d’interesse, l’Al della lattina viene ceduto alla bibita fino ad una concentrazione di 0,5 mg/lt, equivalente ad oltre il doppio della concentrazione massima prevista dalle normative nazionali

I pericoli dell’avvelenamento da alluminio

L’esposizione ad elevate concentrazioni può causare problemi di salute. La forma ionica di alluminio solubile in acqua ha particolari effetti nocivi. Si trova solitamente in soluzione assieme ad altri ioni, come nel cloruro di alluminio. L’assunzione di alluminio può avvenire attraverso il cibo, attraverso la respirazione e tramite il contatto con la pelle. 

  • L’alluminio è particolarmente tossico per il sistema nervoso, con una serie di sintomi che possono includere disturbi del sonno, nervosismo, instabilità emotiva, perdita di memoria, mal di testa, e compromissione intellettiva.
  • Esso può fermare la capacità del corpo di digerire e fare uso di calcio, fosforo e fluoro. Questo impedisce la crescita ossea e riduce la densità delle ossa. L’alluminio può anche causare condizioni che effettivamente scacciano il calcio dalle ossa. Ciascuna di queste situazioni può portare a debolezza e a deformazione della struttura ossea, con effetti paralizzanti.
  • L’avvelenamento può anche provocare dolori muscolari, disturbi del linguaggio, anemia, problemi digestivi, diminuzione della funzionalità epatica, coliche renali e compromissione della funzionalità renale.

Fonti di Alluminio

  • I farmaci da banco possono essere una delle maggiori fonti di alluminio: coloro che assumono spesso aspirina tamponata, come le persone con artrite, possono assumere fino a 700 mg di questo metallo ogni giorno. Ma dal momento che l’alluminio contribuisce al danno osseo, l’aspirina aumenta effettivamente l’artrite.
  • medicinali per l’apparato digerente, come i farmaci contro la diarrea, gli antiacidi e quelli per le emorroidi, possono contenere anche alluminio. Una dose tipica di antiacidi contenenti alluminio può contenerne fino a 200 mg., e l’uso di un’intera giornata può fornire 800-5000 mg. di alluminio.
  • L’alluminio è spesso aggiunto ai prodotti per l’igiene, come gli antitraspiranti e i bagnoschiuma.
  • I cibi che sono stati cotti o conservati in pentole di alluminio e in fogli di alluminio sono un’altra fonte. Le stime dicono che fino a 4 milligrammi di alluminio possono essere trasferiti ad ogni porzione di alimenti acidi come i pomodori o gli agrumi che sono stati riscaldati o conservati con alluminio.
  • Anche le pentole in acciaio inossidabile possono essere una fonte, in quanto vengono prodotte saldando l’acciaio inox con strati di alluminio. Il mio test e l’esperienza dimostrano che, dopo che il pentolame in acciaio inox è stato utilizzato per un breve periodo di tempo, tracce di alluminio iniziano a passare nel cibo.
  • Ci sono sei sali di alluminio che sono stati approvati come additivi alimentari negli Stati Uniti. I sali più comunemente usati sono i fosfati di sodio e alluminio.  Essi si aggiungono a torte, minestre, pasta surgelata, pancake mix, farine autolievitanti, formaggio fuso, cibi a base di formaggio e birra (in lattine di alluminio).  Una singola fetta di formaggio fuso confezionata singolarmente può contenere fino a 50 mg di alluminio. Si pensa che il cheeseburger possa avere uno dei contenuti più alti di alluminio rispetto a qualsiasi alimento. I prodotti da forno hanno circa 5-15 mg per porzione.
  • Un sottaceto media grandezza contiene da 5 a 10 mg se è stato trattato in una soluzione di allume, come comunemente avviene. L’allume è una forma di solfato di alluminio che viene utilizzata nella soluzione di decapaggio per rassodare i cetrioli.
  • Vaccini: il Dr. Hugh Fudenberg, uno dei leader mondiali in immunologia e genetica, ha affermato che i pericoli dei vaccini sono dovuti tra l’altro  “all’alluminio e al mercurio che quasi ogni vaccino anti-nfluenzale contiene. Il graduale accumulo di alluminio e mercurio nel cervello porta a disfunzioni cognitive”.
  • Le Scie Chimiche spruzzate nel cielo contengono alluminio: il il Dottore e Professore Russel L.Blaylock della National Health Federation in un articolo parla specificatamente delle particelle dei composti di alluminio di dimensioni nanometriche, affermando come sia dimostrato scientificamente che tali particelle siano infinitamente più reattive e che inducano ad intense infiammazioni in uno svariato numero di tessuti. Il professore prosegue affermando quanto queste nanoparticelle di alluminio stiano aumentando le malattie neurodegenerative del cervello, tra cui cita demenza di Alzheimer, il morbo di Parkinson e la malattia di Lou Gehrig (S.L.A.) e di come queste malattie sia scientificamente correlate all’esposizione all’alluminio ambientale. 

Evitare di assumere Alluminio

Il primo passo per liberare il nostro corpo da questo veleno è evitare l’assunzione di alluminio, per quanto possibile, quello successivo consiste nel fornire al vostro corpo dei supporti nutritivi per dare ad esso la forza necessaria per disintossicarsi da questo metallo. Esistono vari supplementi che possono aiutarvi in questo processo.

  • Sostituire le pentole in alluminio. Su quali sono le pentole più salutari e quali da evitare pubblicherò a breve un articolo.
  • Evitare di usare Caffettiere in alluminio che possono essere lentamente corrosi, favorendo la dissoluzione di alluminio negli alimenti
  • Non cucinare con foglio di alluminio, e ridurne al minimo l’uso per la conservazione degli alimenti. Non usarlo mai per avvolgere cibi acidi (arance, limoni, pomodori, ecc) o cibi cotti ancora caldi.
  • Evitare di bere bibite in lattina.
  • Usate cestelli per cottura al vapore in bamboo invece che di metallo.
  • Controllate le etichette di tutti i prodotti alimentari, medicinali ed igienici che acquisti, evitando quelli che contengono alluminio.
  • Ridurre al minimo il consumo di formaggio, in particolare dei formaggi fusi.
  • Ridurre al minimo l’assunzione di eventuali prodotti da forno che non sono fatti in casa senza additivi alluminio.
  • Alcuni Lieviti Artificiali e Cosmetici contengono alluminio.

Effetti ambientali dell’alluminio

[Disperso in atmosfera sotto forma di particolato viene usato per creare un plasma elettroconduttivo ad usi militari ed uno schermo ai raggi solari. Alte concentrazioni di alluminio causano non soltanto effetti sui pesci, ma anche su uccelli e su altri animali che mangiano i pesci e gli insetti contaminati e sugli animali che respirano alluminio attraverso l’aria. Le conseguenze sugli uccelli che mangiano i pesci contaminati consistono nell’assottigliamento dei gusci delle uova e nella nascita di pulcini sotto peso. Le conseguenze sugli animali che respirano alluminio attraverso l’aria possono essere problemi ai polmoni, perdita di peso e diminuzione dell’attività.Un altro effetto negativo per l’ambiente dell’alluminio è che i suoi ioni possono reagire con i fosfati e ciò li induce ad essere meno disponibili per gli organismi acquatici. Alte concentrazioni di alluminio possono essere presenti non soltanto inegli ecosistemi e nell’aria soprattutto a seguito di intense irrorazioni aeree, ma anche nell’acqua freatica. Ci sono consistenti prove infatti sulla capacità dell’alluminio di danneggiare le radici degli alberi, quando gli alberi, attraverso l’apparato radicale, si approvvigionano di acque di falda.

Rimuovere naturalmente l’Alluminio dal corpo

Nella pagina Come disintossicarsi dai metalli pesanti ho discusso di numerosi rimedi naturali che possono essere facilmente messi in atto per rimuovere dal corpo i metalli tossici tra cui l’alluminio.

Quello che segue è un breve riepilogo di alcuni rimedi. Per approfondimento rimando alla pagina di cui sopra.

Zeolite – La Zeolite è un minerale di origine vulcanica che protegge e disintossica i nostri organi dalle tossine che invadono quotidianamente il nostro corpo (pesticidi, smog, etc.), combattere i radicali liberi, espellere i metalli pesanti ed altre sostanze dannose come i radionuclidi e lo ione ammonio. E’ il minerale con il più alto valore di scambio cationico che esista. La clinoptilolite, un tipo di zeolite,  ha una struttura cristallina costituita da due tetraedri di SiO4 ed AlO4 legati mediante ponti ossigeno che genera ampi spazi liberi e canali a carica negativa nei quali possono essere accolti i cationi dei metalli pesanti. La Zeolite viene poi espulsa con le feci insieme a tutte le sostanze che ha catturato, senza quindi affatticare i reni. Per approfondire leggi la pagina Zeolite Clinoptilolite.

Clorella – La Clorella è uno degli alimenti più ricercati. Siccome è un alimento, è difficile assumerne troppo. E’ considerato uno dei migliori disintossicanti ed è in grado di eliminare l’alcol dal fegato, e i metalli pesanti, i pesticidi e i PCB nei tessuti dell’organismo. La clorella può anche assorbire le tossine dall’intestino, alterare la flora batterica intestinale (in meglio), eliminare i gas intestinali e contribuire ad alleviare la costipazione cronica. Circa un terzo di coloro che provano la clorella la tollerano.

Coriandolo – Il coriandolo mobilita mercurio, cadmio, piombo e alluminio nel cervello e nel sistema nervoso centrale. Probabilmente è l’unico integratore in grado di mobilitare il mercurio immagazzinato negli spazi intracellulari e nel nucleo della cellula. Esso, tuttavia, può mobilitare più tossine di quante non possa espellerne dal corpo, e quindi può solo spostare i metalli pesanti in un’altra parte del corpo. A causa della incapacità del coriandolo di rimuovere il mercurio dal corpo dopo che esso è stato mobilitato, non dovrebbe mai essere assunto da solo. E’ stato accertato che la Zeolite e la Clorella lavorano in sinergia con il coriandolo in quanto essi riescono ad intrappolare i metalli mobilitati dal coriandolo.

Aglio – L’aglio contiene zolfo, che ossida il mercurio, il cadmio e il piombo e li rende solubili in acqua. E’ anche un potente antimicrobico e antimicotico, il che rende lo efficace contro la Candida albicans e i parassiti. L’aglio contiene un minerale che protegge il corpo dalla tossicità del mercurio. Si chiama selenio bioattivo. Il selenio contenuto nell’aglio è la migliore forma di selenio disponibile. L’aglio crudo, ovviamente, sarebbe il migliore. Ma se non ti piace crudo, la forma migliore immediatamente successiva sarebbe l’estratto di aglio invecchiato come il marchio Kyolic. Poiché lo zolfo che si trova nell’aglio è la ragione principale per cui esso è in grado di ossidare i metalli pesanti, potrebbe anche essere utile integrare con MSM, in quanto è una forma di zolfo.

Clorofilla – La clorofilla è un pigmento che si trova in piante a foglia verde intenso e che è importante per il processo fotosintetico. Questo pigmento, tuttavia, fa qualcosa di più che agevolare la produzione di energia nelle piante. La Chlorella prende il suo nome per l’elevato contenuto di clorofilla. Spinaci, fagiolini verdi, porro, cavolo verde e altri vegetali a foglia molto verde sono una buona fonte di clorofilla.

Acido Malico – L’acido malico è uno dei più potenti disintossicanti dall’alluminio. Aiuta a ridurre la tossicità di alluminio per il cervello, e per questo motivo potrebbe essere utilizzato per aiutare nei casi di morbo di Alzheimer. L’acido malico ha dimostrato di aumentare l’escrezione fecale e urinaria di alluminio. Può anche ridurre la quantità di alluminio che si trova negli organi e nei tessuti del corpo. L’acido Malico si trova in natura, soprattutto nel rabarbaro, nell’aceto di mele e nel vino.

 

Sintomi della Disintossicazione

Quando l’alluminio fuoriesce dalle parti del vostro corpo nelle quali è immagazzinato può agire come irritante. Per esempio, esso ha una tendenza ad irritare le terminazioni nervose, il che può irritare i muscoli. Perciò, quando qualcuno si disintossica dall’alluminio, questo può provocargli un disagio. E, dal momento che i reni sono gli organi che gestiscono questo disintossicazione, ci può essere anche dolore alla schiena, ai reni.

Poiché l’alluminio tende a concentrarsi nel cervello, il processo di disintossicazione può essere accompagnato da confusione mentale.

Esso può anche causare sintomi simil-influenzali con febbre, brividi e scarico delle mucose. La disintossicazione farà il suo corso ed i sintomi scompariranno. Poiché ogni secrezione nasale è tossica, sputatela invece di inghiottirla.

 

Riguardo l’Alluminio

Applicazioni

L’alluminio è importante per la sua resistenza all’ossidazione e per la leggerezza delle sue leghe. L’alluminio è, infatti, usato in molte industrie per realizzare i manufatti più svariati e riveste quindi una grossa importanza nell’economia mondiale. I componenti strutturali costruiti in leghe d’alluminio sono fondamentali per l’industria aerospaziale e molto importanti in altre aree di trasporto e costruzione in cui sono richieste leggerezza, durevolezza e resistenza.

L’uso dell’alluminio è secondo solo a quello del ferro. Puro, forma facilmente leghe con molti elementi quale rame, zinco, magnesio, manganese e silicio.

Quasi tutti gli specchi moderni, compresi quelli dei telescopi, sono costituiti da un rivestimento riflettente sottile di alluminio posto sulla superficie posteriore di un vetro.

Altre applicazioni riguardano circuiti elettrici e rivestimenti atermici. A causa della sua alta conducibilità e del prezzo relativamente basso, se confrontato con quello del rame, l’alluminio era ampiamente usato negli Stati Uniti per le linee elettriche domestiche negli anni ‘60. Si manifestarono, però, problemi di funzionamento a causa del più alto coefficiente di dilatazione termica e della sua tendenza a creparsi sotto una pressione stabile e continua, entrambi eventuali cause d’allentamento del contatto. La corrosione galvanica, infine, ne aumenta la resistenza elettrica.

Lo sviluppo più recente nella tecnologia dell’alluminio è la produzione di schiuma di alluminio attraverso l’aggiunta di un composto metallico fuso (un metallo ibrido) in grado di rilasciare un gas di idrogeno. L’alluminio fuso deve prima essere ispessito ed a tale scopo vengono aggiunti ossido di alluminio o fibre di carburo di silicio. Il risultato è una schiuma solida che è usata nei tunnel stradali e nelle navicelle spaziali.

L’alluminio nell’ambiente

Anche se l’alluminio è un elemento molto abbondante nella crosta terrestre, stimato in percentuali attorno all’8%, è molto raro nella sua forma pura, mentre è facilmente reperibile come minerale di bauxite. Sotto forma di idrossido non solubile, caratterizza fortemente i terreni che lo contengono.
L’alluminio è fra i metalli più difficili da raffinare esistenti sulla terra: il motivo è che esso si ossida molto velocemente ed il suo ossido è un composto estremamente stabile che, a differenza della ruggine sul ferro, non si sfalda via. La ragione stessa per cui l’alluminio è usato in molte applicazioni spiega perché è così difficile da produrre.

Parecchie gemme sono composte da cristalli chiari di ossido di alluminio, noti come corindone. La presenza di tracce di altri metalli genera i vari colori: il cobalto forma gli zaffiri azzurri, il cromo forma i rubini rossi. Entrambe le gemme sono oggi facili ed economici da produrre artificialmente.

Il recupero del metallo dai rottami riciclati è diventato una componente importante dell’industria di alluminio. La produzione industriale mondiale del metallo nuovo si aggira intorno alle 20 tonnellate per anno ed una simile quantità viene riciclata. Le riserve note sono pari a 6 miliardi di tonnellate.

Fonti

http://it.wikipedia.org/wiki/Alluminio

http://www.natural-cure-remedy.com/heavy-metal-detox.html

http://www.drpepi.com/aluminum-poisoning.php

http://scieneicieli.wordpress.com

http://heymotard.blogspot.it

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

6 Commenti su questo post

  1. Ciro Natalino says:

    Mi piacerebbe sapere quali pentole,composte da quale materiale,dovremmo usare per cucinare con tranquillità,grazie.

  2. Vittorio says:

    Buonasera. Lavoro certosino. Potrei sapere cos’é l’ MSM trarrato (aglio) nei rimedi per l espulsione dell allumino? Grazie.

    • Dioni says:

      MSM è zolfo organico, lo puoi trovare in farmacia, erboristeria, negozi online

  3. grazie anche alle scie chimiche e confezionamento con alluminmio…

  4. 30 giugno 2014 alle ore 23.29

    Con le ultime forze e un po’ di corrente vi spiego quello che è successo questa notte e questa mattina:

    Ho passato quasi tutta la notte senza chiudere occhio, non ho mai visto un temporale di questa portata, ma soprattutto non l’ho mai visto dal di dentro. La mia tenda di fortuna sembrava costantemente illuminata a giorno dai fulmini, l’acqua scendeva così fitta che si faceva difficoltà a vedere a più di tre metri e le raffiche di vento arrivavano da tutti le parti, mosse probabilmente dallo spostamento d’aria creato dai tuoni che si portavano via anche i miei timpani. Ho avuto davvero molta, tanta, troppa paura, sembrava di essere davvero sotto ai bombardamenti. Pregavo che non cadessero proprio su di me, che l’Ursus e io con lui fossimo risparmiati. Li sentivo sempre più vicini, sempre più minacciosi, erano tutti attorno a me come impazziti. In quelle ore, con la faccia tra le ginocchia e le mani sulle orecchie pensavo:”il prossimo è quello buono, speriamo di non provare troppo dolore, speriamo che sia solo un’attimo, speriamo di non rimanere vivi e magari lesionati, no, no, questo non mi piacerebbe per niente, meglio un colpo secco e via…… “. Forse i nostri nonni e alcuni nostri padri hanno provato proprio questo, e per gli stessi motivi,anche loro hanno combattuto perchè speravano in un modo migliore, speravano di difendere le loro case e il loro lavoro, speravano di difendere la democrazia, diritti inviolabili, non negoziabili, da difendere con le unghie e con i denti, con la vita e con la morte.

    Questa mattina, ho avuto presto la pessima notizia che l’avvocato Piccolo di Portoguaro, l’uomo che si è comprato per quattro soldi la mia casa, la quale era stata messa all’asta dalle banche, perché, ovviamente, dopo la paralisi della mia azienda dovuta alla famigerata “direttiva Bolkestein” (una delle tante direttive europee che stanno paralizzando e mettendo in ginocchio tutto il paese) non riuscivo più a far ripartire la mia impresa e di conseguenza neppure a pagare i mutui che avevo acceso per ricostruire “La Voce della luna” e Equitalia. L’uomo si è presentato a casa mia con un ufficiale giudiziario, un altro avvocato donna e due fabbri per cambiare la serratura, impossessarsi della mia casa e di tutte le cose personali di una vita. Sì, purtroppo lui è uno dei tanti che in questo periodo di crisi dove le aziende chiudono, la gente perde il lavoro, le famiglie non sanno più dove sbattere la testa, gli imprenditori si suicidano, personaggi come questo insieme alle banche sono pronti ad approfittare della situazione per sbranare tutto quello che possono. Sì, ci sono molti come lui che in periodi così bui… vanno a caccia di buoni affari, e lo fanno sulla pelle dei loro connazionali.

    Davanti a una notizia inaspettata di questo tipo, immaginatevi la mia reazione, immaginate che un personaggio di questo tipo, un avvocato piccolo di nome e di fatto, vecchio striminzito con gli occhialetti e ridacchiante (così mi è stato descritto da quelli che erano presenti), entrasse a casa vostra e si impossessasse di tutte le vostre cose, dei vostri ricordi, le vostra intimità. No, questo non si può tollerare! Io ho semplicemente preso una corda, me la sono legata attorno al collo e sono salito fino all’ultimo gradino dell’Ursus, e sono rimasto in piedi, in bilico a settantacinque metri d’altezza, e sarei rimasto in quella posizione finchè le gambe e le forze mi avrebbero sorretto, sotto la pioggia e il vento. No, io non mi sarei mai gettato, sarei caduto per sfinimento, che è esattamente quello che loro stanno facendo con gli italiani, li ammazzano per sfinimento. Ecco, questo è quello che tenevo a dire, se fossi caduto, scivolato, svenuto dalla stanchezza… non sarebbe stato un suicidio, ma un omicidio premeditato con l’aggravante della crudeltà. Sarebbe stato solo una questione di tempo, è solo questione di tempo, ma la leva del boia è nelle loro mani, non nelle mie.

    Per il momento sono riusciti a posticipare questa cosa. Vediamo come si evolveranno le cose nei prossimi giorni, ma se loro alzeranno l’asticella della violenza, degli abusi, anch’io dovrò alzare l’asticella della mia dignità, e non sarà un suicidio, ma dopo giorni e giorni di vessazioni, condizioni di vita estrema sarà omicidio per sfiancamento.

    Marcello Di Finizio La Voce della Luna https://www.facebook.com/notes/la-voce-della-luna/lunedi-30-giugno-2014-la-protesta-di-un-piccolo-imprenditore-39-giorno-di-perman/10152245469513233

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline