I Poteri e i Segreti dell’Acqua – 2 Energia del vortice

Nessun Commento

 

Viktor Schauberger (1885-1958), che studiò a fondo il movimento a vortice dell’acqua e per primo ne esplorò le potenzialità di uso, ipotizzò che questo movimento, definito implosione, attivasse un’energia del vuoto creatrice e ristrutturante che allineava le molecole dell’acqua, ridandole energia e vitalità ed aumentando le sue capacità inesplorate di memorizzare le informazioni e di risuonare con analoghe forme di movimento presenti nel cosmo. L’implosione è il moto alla base della vita, dall’esterno verso l’interno, secondo una linea spirale-concentrica.

Per Schauberger nell’universo vi sono due forze contrastanti: l’implosione, contraddistinta da un movimento spiraliforme centripeto, che caratterizza i fenomeni vitali, costruttivi, evolutivi. La forza complementare e opposta è quella dell’esplosione, che segue invece una spirale centrifuga, tipica dei fenomeni di distruzione, disgregazione e involuzione.

In natura, ambo le forze sono presenti – espressione della bipolarità – ma predomina l’implosione.

Anche la forza di demolizione ha in natura un carattere positivo: scomposizione degli organismi morti e loro integrazione in nuove forme di vita organiche, una continua azione di riciclo.

La costruzione base di tutti i processi naturali e strutture è in grande o in piccolo basata su una forma a vortice. Questa conoscenza ha un significato importante nel campo delle scienze naturali. Se guardiamo la nebbia a spirale delle galassie nell’universo, i cicloni, la crescita delle piante, la forma delle corna negli animali, l’albume o la struttura DNA, troviamo ovunque quale principio base la forma a spirale. L’intero universo è in movimento, vale a dire in un flusso aperto a spirale. In sé si manifestano due forze: la forza di implosione che attrae, risucchia, forza centripeta. Ogni pianta, ogni animale, ogni uomo e l’acqua assorbono la buona forza vitale.

In natura l’acqua e l’aria si liberano dalle sostanze nocive, dai gas e dalle strutture di informazioni grazie al processo del vortice: ogni fiume libero avanza in natura attraverso la natura con una forma a serpente e costruisce molti piccoli e grandi vortici. Questi vortici fungono da potenti strutture risonanti (trasmettitori e riceventi) e offrono all’acqua e alle particelle colloidali, energia e carica elettrica.

Il vortice è composto da una serie di superfici scorrevoli tenute insieme da una mano invisibile. I margini di queste superfici si muovono a velocità differenti fra di loro, lentamente nelle zone a margine, velocemente nel centro. Le molecole di un livello di velocità si spostano, come in un salto, in un livello più veloce.
Le strutture dei cluster non sono in grado di sopportare le differenti pressioni, unioni complesse di molecole vengono separate in piccole porzioni e iniziano a liberare enormi energie. La natura ricostruisce quotidianamente tali energie.

Inoltre grazie al vortice può entrare nell’acqua una grande quantità di ossigeno il quale essendo un potentissimo ossidante è in grado di ossidare metalli e tossine.

Quindi grazie all’elevata velocità e all’ossigeno, lunghe catene di collegamenti chimici velenosi possono essere scomposte in gruppi molecolari meno nocivi o innocui. Grazie a un forte vortice è possibile sciogliere per un tempo determinato un campo di informazioni di una sostanza materialmente presente e renderlo innocuo biologicamente. Un fiume che scorre nel suo alveo naturale ha una propria forza di pulizia superiore a quella per esempio di un canale.

Forzare l’acqua in canali e condotte cilindriche significa imprigionarla e privarla della sua energia. Nelle centrali idrauliche, a parte il problema delle dighe e del loro impatto ambientale, l’acqua è convogliata in condotte cilindriche in condizioni di enorme pressione e poi scaraventata contro le lame di turbine di acciaio dove è letteralmente frantumata e l’ossigeno dissolto è centrifugato all’esterno. Al termine di questo processo di disintegrazione fisica ed energetica, l’acqua impoverita di ossigeno è immessa nei torrenti o nei fiumi con un impatto sui pesci e la vita acquatica.

Schauberger aveva al riguardo soluzioni alternative meno negative e anche per la purificazione dell’acqua proponeva un approccio ecologico, un impianto per produrre acqua di ottima qualità (“Edelwasser”) con la stessa composizione chimica e biologica delle acque di sorgente, partendo da acqua piovana, fluviale, marina, anche sporca, secondo un metodo molto diverso da quelli tradizionali: “La sterilizzazione secondo tutti i tipi abituali di clorazione avviene con l’ossigeno in status nascendi che col tempo può provocare danni ai tessuti e la formazione di cancri nelle persone, negli animali e nella piante. Con il mio metodo, la sterilizzazione e la depurazione sono effettuate con tubi ad alta tensione oppure con i cosiddetti tubi a capillare doppio a torsione e la rigenerazione avviene in apparecchiature speciali”. L’apparato aveva una camera a sezione ovale dove l’acqua era raffreddata a 4 °C, fatta ruotare in un vortice ad alta velocità con aggiunta di minerali e anidride carbonica.”.

Esperimento

Quella che segue è la descrizione di un esperimento tratto dal forum di Luogocomune.

Quella che segue è una foto di un bicchiere d’acqua bidistillata precedentemente vorticizzata circa 30 volte con “Dejaval” e poi messa in congelatore.

Acqua energizzata a vortice

Come si vede questo esperimento mostra come l’acqua abbia memorizzato la forma del vortice attraverso cui è stata energizzata.

La stessa acqua non energizzata e posta in congelatore ha dato il risultato seguente.

Acqua non energizzata

Viene usata acqua bidistillata perché è pura (senza metalli, cloro e minerali) e quindi i cristalli sono più evidenti senza la necessità di avere un microscopio per analizzare la struttura molecolare. Per avere una certezza della correttezza del risultato, l’esperimento è stato ripetuto diverse volte ed i risultati sono stati identici.

Devajal

Il Devajal è un tubo generatore di vortici con doppia filettatura studiato per dinamizzare l’acqua facendola passare da una bottiglia all’altra.

Tutti coloro che hanno bevuto l’acqua vorticizzata con il Devajal hanno notato un miglioramento del gusto – un’acqua più leggera e più dolce, più “fresca”, molti hanno dichiarato di avvertire un senso di PACE.

In tutte le misurazioni, compiute da più persone con metodi radioestesici (pendolo e scala di Bovis), l’acqua del rubinetto o minerale, vorticizzata con il Devajal, ha evidenziato un aumento vibrazionale: l’acqua dalle iniziali 3-5.000 passa alle 30-35.000 Unità Bovis .

Questo strumento si usa avvitandolo tra due bottiglie di plastica (di cui una piena per 3/4 d’acqua), capovolgendo e poi ruotando genera un vortice al loro interno (maggiori dettagli sono nel foglio illustrativo fornito insieme). E’ possibile acquistarlo online ed è molto economico (circa 10€).

Sulla scheda prodotto di Macrolibrarsi sono presenti numerosi commenti positivi (clicca sull’immagine sotto per leggerli) di persone che l’hanno acquistato ed hanno constatato che l’acqua è effettivamente più leggera, viva e dal sapore migliore. Io stesso posso testimoniare dell’evidenza dell’efficacia, come già lo stesso Schauberger aveva intuito riguardo il potere del vortice.

Devajal - Vitalizzatore per Acqua

E’ inoltre possibile fabbricarsi un dispositivo analogo fatto in casa incollando due tappi di bottiglia delle bottiglie da 2 litri e praticando un foro in mezzo ai due tappi incollati di circa 9mm di diametro.

 

Questo è il secondo capitolo del nostro viaggio alla riscoperta dei segreti e dei poteri di quell’elemento meraviglioso e da cui tutta la nostra vita e quella del mondo intero dipende, ovvero l’acqua. Qui abbiamo analizzato l’importanza del vortice e della sua onnipresenza in natura, del suo potere e del suo utilizzo nella nostra vita quotidiana.

Se non l’hai già letto vedi I Poteri e i Segreti dell’Acqua – 1 Ecco quanto è importante

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline