Il 50% dei medicinali è inutile: emerge da uno studio francese

1 Commento

medicine_inutili

Questa rivelazione shock è frutto di uno studio francese sul mondo dei medicinali: almeno la metà delle medicine commercializzate non è di nessun beneficio per la salute, e alcune risultano addirittura dannose

I professori Even e Debré hanno passato al setaccio 4.000 farmaci tirando in ballo le Aziende Farmaceutiche. L’articolo è uscito qualche giorno fa in Francia su Le Nouvel Observateur ed è stato ripreso dal prestigioso Le Monde.

Il professor Philippe Even, direttore del prestigioso Necker Institute, e Bernard Debré, medico e parlamentare, incolpano di questo fenomeno le potenti compagnie farmaceutiche, ree di continuare a vendere le loro medicine inutili e dannose a spese del sistema sanitario nazionale e dei contribuenti.

I due professori hanno scritto un libro di 900 pagine, dal titolo “The Guide to the 4.000 Useful, Useless or Dangerous Medicines” (“Guida alle 4000 medicine utili, inutili o pericolose”) in cui hanno accuratamente esaminato l’efficacia, i rischi per il paziente ed i costi dei medicinali disponibili nel quale prendendo in esame anche molti aspetti del mondo dei medicinali come storia, incidenti e  vicoli ciechi.

Partendo da un database di 20.000 referenze di ricerche internazionali, consultabili presso l’Istituto Necker, questo libro tuona contro lo strapotere delle Industrie Farmaceutiche che, con i loro messaggi, spingono le persone a consumare sempre più pillole.

Ma cosa dice il libro? Praticamente che il 50% dei farmaci sono inutili, che il 20% sono mal tollerati e che il 5% arrivano ad essere anche molto pericolosi! Il professor Even se la prende in modo particolare con le “statine”, medicinali contro il colesterolo, “utilizzate ogni anno da 3-5 milioni di francesi e completamente inutili”, secondo l’autore.

Nella lista nera dei 58 medicinali pericolosi per la salute sono invece inclusi antinfiammatori e farmaci prescritti per patologie dell’apparato cardiovascolare, diabete, osteoporosi, dipendenza da nicotina, crampi muscolari e persino contraccettivi.

Il paradosso è che il 75% di tutti questi medicinali viene rimborsato e quindi in Francia (e analogamente negli altri paesi) vengono sprecati ogni anno 10-15 miliardi di euro senza alcun miglioramento per la vita dei pazienti, considerando anche che il Paese spende 1,3 – 2 volte di più in questo settore rispetto alle altre Nazioni europee.

Secondo Even e Debré, eliminando le medicine superflue lo stato risparmierebbe una quantità enorme di denaro da poter usare per i finanziamenti pubblici e si salverebbe la vita di oltre 20.000 persone che ogni anno muoiono per via delle medicine che hanno assunto, senza contare i 100.000 ricoverati che annualmente devono ricorrere alle cure dei sanitari proprio a causa dei farmaci.

Ecco il mondo dei farmaci, non sembra proprio molto interessato al benessere e alla salute!

Per approfondire vedi

Farmaci per Allergia e Insonnia possono causare demenza

La sconvolgente verità sugli psicofarmaci, antidepressivi e ansiolitici VIDEO

DENUNCIA SHOCK: Approvava psicofarmaci pagato dalle case farmaceutiche!

Rischio morte per farmaci da reflusso. Ecco i nomi dei 6 medicinali segnalati

Farmaci cancerogeni, ma ai pazienti viene tenuto nascosto: 9 miliardi di multa

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline