Il cibo adatto all'elevazione spirituale

6 Commenti

yoga-alimentazione-vegetariana

L’esperienza tantrica e yogica ha portato a suddividere il cibo in tre categorie a seconda delle influenze che essi hanno sull’organismo umano. Il primo gruppo è rappresentato dal cibo definito statico che risulta essere dannoso sia per la mente che per il corpo, il secondo è quello mutativo che non fa male alla mente e se assunto in quantità moderate va bene anche per il corpo ed infine quello così detto senziente che aiuta a sviluppare l’espressione delle Vritti (tendenze mentali) più sottili. Capiamo quindi che il cibo senziente, per le sue qualità fa bene sia alla mente che al corpo.

I cibi Rajasici e Tamasici  sono sconsigliati a chi pratica lo Yoga e la meditazione in quanto influenzano direttamente o indirettamente le espressioni (Vritti) grossolane. Sono cibi portatori d’energia inerte che rendono statici sia fisicamente che mentalmente, ostacolando la concentrazione e il progresso spirituale. Il cibo tamasico stimola tendenze come il piacere dato dal godimento materiale (Kama), l’indifferenza, l’apatia, il pessimismo, la depressione, la paura della morte, la mancanza di fiducia, la staticità mentale e psicospirituale. Quando ci nutriamo con questi cibi si attivano in noi tendenze mentali grossolane (intese come istintive e talvolta anche crudeli) in quanto le cellule e le molecole del cibo statico emettono vibrazioni grossolane. Con l’assorbimento di vibrazioni tamasiche si potenziano le caratteristiche dei chakra o plessi tamasici (il primo e il secondo); questi centri energetici aumentano la loro forza statica e così facendo, trattengono l’energia vitale e con lei l’espressione psicologica e neuroendocrina. Se c’è troppa energia nei chakra più bassi (il primo e il secondo) ne viene sottratta troppa ai centri più alti quelli più psichici e psicospirituali e così viene sviluppato lo sviluppo di ghiandole importanti come il timo, la tiroide, le paratiroidi, l’ipofisi, l’epifisi.

Questi sono i cibi da evitare per chi ha deciso di intraprendere l’espansione mentale e la crescita spirituale (tamasici):

– carne e derivati

– pesce

– latte e latticini

– uova

– aglio e cipolla

– funghi

Nella categoria rajasica sono compresi:

–  caffè

– the

– cacao

– ginseng

– guaranà

– Le lenticchie mangiate di giorno

– miso

– aceto di mele

– spezie piccanti

Il cibo senziente o sattvico è il cibo che permette di avere un’elevazione spirituale e che aiuta la mente ad immergersi in pratiche spirituali. Cibarsi di alimenti sattvici apporta notevoli benefici in quanto essi permettono alla forza Vitale di scorrere liberamente attraverso l’organismo e questo contribuisce a generare energia ed entusiasmi. I cibi sattvici producono chiarezza, calma, leggerezza armonia ed equilibrio. Tra questi cibi troviamo frutta e verdure fresche, frutta secca e olii, cereali, alghe e germogli. Tutti questi cibi, se freschi coltivati senza sostanze chimiche, fanno bene al corpo donando energia e lasciano libera la mente di indirizzarsi verso pratiche spirituali elevate.

Alimentazione Yoga
Per il benessere di corpo, mente e anima con più di 400 ricette
Yoga Tantrico
Asana e Pranayama del Kashmir
Yoga-Terapia
Sapienza yogica e scienza medica per la tua salute

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere

Manuale dei Cibi Fermentati
Come preparare olive in salamoia, sidro,
kefir, dosa, insalatini, formaggio di mandorle
e tanti altri alimenti fermentati
dalle elevate proprietà nutrizionali

Voto medio su 11 recensioni: Da non perdere

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

6 Commenti su questo post

  1. Ultima notizia, un punto a favore per i vegani: http://gazzaweb.altervista.org/carne-bovina-infettata-da-aids-sequestri-in-tutta-italia-e-allarme/
    (Anche se in realtà non esiste il virus, come dice Daniele Penna in un suo video, e non solo lui.)

  2. Un po troppo esagerato,sono d’accordo sul primo che toglie carne pesce e derivati, ma il secondo e il terzo ho i miei dubbi

  3. Così meno persone mangeranno la carne.

  4. Rocco,kiep says:

    l uovo fa molto bene, almeno alternando, giorni si e giorni no.
    non da prendere tutti i giorni ovviamente,
    la verdura fresca dove la trovi ormai, nelle foreste indiane??

  5. sabrina says:

    Utile e interessante spunto per approfondire grazie!

  6. Il non mangiar carne, al di la degli schemi, delle definizoni e dei mille significati, dovrebbe far parte del buon senso di ognuno, sopratutto di chi rmcrede di seguire una via “spirituale” – dal momento che nel nostro essere insorge la ricerca , inevitabilmente certe domande richiedono scelte consapevoli.
    Dal momento in cui ci si rende conto che tutto è uno e che quindi è collegato da una rete invisibile ( il significato di yoga), porre fine a qualsiasi forma sofferenza diventa il requisito base da cui partire.
    Che poi a questa scelta si aggiungano benefici salutistici, ambientali e sociali, questo è il “contorno” (chiamalo contorno…) che rende la scelta ancor più importante e fondamentale 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline