Il dr Rife guarì il cancro con le frequenze. Ma nessuno lo sa nè se ne parla

15 Commenti

rife

Secondo il dr Royal R. Rife, ogni malattia ha una frequenza. Egli trovò che certe frequenze possono prevenire lo sviluppo di una malattia, mentre altre invece la distruggono. Sostanze di piu’ alta frequenza,  distruggono le malattie di una bassa frequenza. 

L’inventore Nikola Tesla (1856 – 1943), un pioniere per la tecnologia elettrica, disse che se si potessero eliminare certe frequenze esterne che interferiscono con i nostri corpi, avremmo maggiore resistenza verso la malattia.

Ogni olio essenziale, per esempio, ha una frequenza, cosi come ogni organo e parte del nostro corpo.  La frequenza di un olio essenziale, attrarrà una frequenza simile nel corpo. Frequenze basse diventano una spugna  per l’energia negativa. La frequenza è cio’ che resta nel corpo, per mantenere gli effetti dell’olio , a lungo tempo.

Le basse frequenze operano dei cambiamenti fisici nel corpo. Le frequenze medie operano cambiamenti emozionali. Alte frequenze, nel corpo operano cambiamenti spirituali.

Le frequenze spirituali, spaziano da 92 a 360 Hz. (per esempio la frequenza delle ossa è 38-43). Il Dr. Robert O. Becker, nel suo libro
The Body Electric, spiega che la salute dell’individuo  puo’ essere determinata dalla frequenza nel corpo della persona.

Un altro medico e scienziato, la cui ricerca  è stata sepolta per un certo tempo ma che per fortuna è riuscita a ritornare in superficie grazie al lavoro di operosi sostenitori, è il dr Royal Raymond Rife, che sviluppo’ un generatore di frequenze a fine anni ’20 .

rifes equipment

Rife trattò con successo 1000 pazienti a cui fu diagnosticato un cancro incurabile negli anni ’30. Gli vennero conferiti 14 premi ed un dottorato ad honorem. Dopo che alcun case farmaceutiche non riuscirono a comprare la sua ricerca  ed attrezzatura, il suo ufficio venne messo a soqquadro, la sua ricerca e documentazioni vennero rubate e la macchina che guarì tutti i 1000 pazienti malati di cancro “incurabile”, venne distrutta.

Nel 1934, prima che avvenisse la distruzione, la University of Southern California nominò un comitato speciale di ricerca medica, il Special Medical Research Committee, per portare pazienti malati di cancro terminale  dal Pasadena County Hospital al laboratorio e clinica di Rife a San Diego, per  terapia. Il team includeva medici e patologi che erano incaricati di esaminare i pazienti per 90 giorni, se fossero stati ancora in vita.

Dopo 90 giorni di trattamento, il Comitato concluse che l’86.5% dei pazienti era stato completamente curato.

Fu cosi trovata una modalità di trattamento ed anche il restante 13.5% dei pazienti risposte positivamente nelle successive 4 settimane. Quindi il tasso di guarigione totale con l’uso della tecnologia Rife, raggiunse il 100%. ( http://www.rife.org/ )

Cio’ che Rife aveva sviluppato, fu una cura efficace al 100% per molte forme di cancro. Dunque perchè non ne sappiamo niente e perchè esistono così tante fondazioni di ricerca per il cancro?

Detta in parole povere, il perchè è per motivi economici della comunità medica ortodossa, che si appoggia sui fondi della ricerca contro il cancro. Tali fondi spesso giungono da aziende farmaceutiche, le cui fortune sarebbero danneggiate se fosse trovata una cura contro il cancro. (Va bene “cercare “ una cura, ma non bisogna trovarne una!)

Questa è una storia che illustra un altro grande tentativo da parte della comunità medica mainstream, di controllare oggidì le vite e le morti di cosi tanti milioni di persone.

“In tutte le culture ed in ogni tradizione medica prima della nostra, la guarigione era accompagnata dal muovere energia”
cosi disse  Albert Szent-Gyorgyi, Nobel per la Medicina (1937) .

Cio’ che Rife dimostrò è che ogni disturbo salutistico ha una frequenza, che per contro risponde  (va in risonanza) ad una specifica frequenza, ottimale per la sua guarigione-dissoluzione nel corpo.

Le persone che mantengono la loro frequenza ottimale, almeno del loro sistema immunitario, potranno prevenire lo sviluppo  di sintomi e malattie Ovviamente va considerato che la maggior parte di noi, vive quotidianamente molto stress e difficoltà emotive, che abbassano la frequenza del corpo.

Tuttavia dovremmo regolarmente alzare la frequenza del corpo, con le giuste sostanze, compatibili a livello cellulare/energetico con il nostro essere, piuttosto che aspettare che scenda la frequenza del corpo  ad un livello cosi basso, da diventare un ospitante gradevole per invasori microscopici…

Fonte: http://justalist.blogspot.it/2008/03/vibrational-frequency-list.html

Traduzione: Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net 

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

15 Commenti su questo post

  1. Max Gamb says:

    Chiaramente e inesorabilmente le case farmaceutiche non sono d’accordo.

  2. Max Gamb says:

    Chiaramente e inesorabilmente le case farmaceutiche non sono d’accordo.

  3. Max Gamb says:

    Chiaramente e inesorabilmente le case farmaceutiche non sono d’accordo.

  4. Anna Mazzoli says:

    Ovviamente le cure che fanno guarire non interessano a nessuno … Neanche ai pazienti … altrimenti si informerebbero e non si metterebbero in mano ai mercanti di
    Morte!!!

  5. Anna Mazzoli says:

    Ovviamente le cure che fanno guarire non interessano a nessuno … Neanche ai pazienti … altrimenti si informerebbero e non si metterebbero in mano ai mercanti di
    Morte!!!

  6. Crippy Ghi says:

    dopo di lui qualcuno ha continuato?

  7. La stragrande maggioranza delle persone vuole essere curata e non guarire. E per questo motivo non si informa perché scettica e succube

  8. Italo, non scherziamo su questi argomenti serissimi. Purtroppo mi sono dovuto fare una “cultura enciclopedica” su questo argomento.il populismo e il qualunquismo, sempre in agguato su queste tragedie contemporaneamente illudono e, a volte danno false speranze. dal siero Bonifacio (tu NON eri neanche nato) al metodo stamina. Ma sono fiducioso che un giorno si troverà qualcosa.

  9. Sergio says:

    Purtroppo il sito di Rife è “ammuffito” come si dice in gergo tecnico, cioè non riceve più upgrades dal 2004.

  10. elena says:

    ma una macchina o una copia di quella costruita da rife esiste?, qualcuno la conosce e sa se è complicata o meno?

  11. Manuela says:

    Io uso il materassino della M.A.S. Bio Medical Iberica cha va da 1 a 9999 Hz nei programmi per rinforzare il sistema immunitario da 1- 10 Hz intensitá 50/99% (che non so che significa) o 1Hz intensitá 9/40% nord-sud (campo continuo)
    Quando la usavo ogni giorno non ho mai avuto neanche un raffreddore, ora ho ripreso ma non avendo patologie particolari non é che veda risultati eclatanti ma sto bene quindi sta lavorando per prevenire

  12. Manuela says:

    mi ero dimenticata di aggiungere il modello che uso io … che é similare a questo, ma il mio ha piú di 16 anni e l’ho comprato a Barcellona
    http://www.mas.at/products/4718-2/4731-2/?lang=en

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline