mente guarigione corpo
La mente ha il potere di creare la malattia o di favorirne la guarigione, per la ragione che i nostri pensieri ed emozioni influenzano l’espressione dei geni del DNA, la composizione del microbiota e la risposta allo stress organico (e quindi l’infiammazione).

“1. I pazienti sottoposti a chirurgia cardiaca, che abbiano una forte rete di sostegno sociale ed una pratica spirituale hanno un tasso di mortalità di 1/7 rispetto a quelli che non hanno queste caratteristiche.
2. Delle ricerche hanno mostrato che la meditazione per 30 minuti al giorno può attivare l’umore tanto quanto gli antidepressivi.
3. Le persone anziane con atteggiamenti positivi hanno il 23 percento in meno di rischio di morte da malattie cardiovascolari ed il 55 percento in meno per tutte le altre cause.
E’ evidente che le vostre credenze, pensieri, intenzioni hanno un effetto molto maggiore sulla vostra vita che i vostri geni”.
Dawson Church, autore del libro Medicina Epigenetica

Il Maestro Ryuho Okawa ci guida indirizzandoci verso una vita in cui la malattia è bandita e tramite l’autoguarigione può essere resa impotente. I miracoli della guarigione vengono insegnati per liberarci dalle malattie, imparando ad essere grati, il non attaccamento e la strada verso il vero sé. Di seguito è riportato un estratto del capitolo 1 del libro The Healing Power“.

1. Creiamo le nostre malattie

Dobbiamo tenere a mente questo punto importante; fondamentalmente, siamo in grado di creare le malattie. Come ho menzionato nel “Miraculous Ways to Conquer Cancer” e in altri libri, tutte le parti del corpo umano si rigenerano entro un anno circa. I capelli, il cranio, gli organi interni e persino le punte delle unghie. In realtà, ci vogliono solo sei mesi per rinnovare molte parti del corpo. Pertanto, se soffriamo di alcune malattie che riguardano organi interni rimasti incurabili per oltre un anno, questo significa che abbiamo continuato a creare le nostre malattie. Spiritualmente parlando, quando ci ammaliamo, abbiamo lavorato per creare la nostra malattia.

Come indica l’insegnamento dell’impermanenza di tutte le cose, il corpo fisico cambia continuamente. È proprio come un fiume che scorre. L’acqua del fiume non è mai la stessa. È in costante movimento, quindi non è mai lo stesso fiume. Allo stesso modo, il corpo umano sta fondamentalmente fluendo e cambiando.

2. Il corpo astrale disegna il corpo fisico

Ogni parte del nostro corpo cerca fondamentalmente di creare cellule o organi secondo i progetti elaborati dai nostri pensieri che definiscono ciò che siamo. Anche se la malattia non è stata concepita inizialmente, il “piano di malattia” a volte entra nelle nostre vite. Questo progetto è in effetti il “corpo astrale” il quale viene modellato come il corpo fisico. Il corpo astrale è lo strato più esterno del corpo spirituale e porta ad una consapevolezza degli organi che corrispondono a ciascuna parte del corpo fisico.

Questo corpo astrale costruisce il corpo usando proteine, ossa e altri costituenti.

Pertanto, quando ci ammaliamo, si presentano delle anomalie patologiche nei nostri corpi astrali. Qualcosa di negativo, cioè, pensieri o zone oscure cominciano ad apparire nei nostri corpi astrali prima che si manifestino nei nostri corpi fisici. Quando la negatività colpisce una parte dei nostri corpi astrali, di solito inviamo ripetutamente pensieri distruttivi o pensieri auto-punitivi a livello della coscienza superficiale. Avere sentimenti di aggressività, odio forte e rancore nei confronti degli altri può anche farci ammalare perché quei pensieri distruttivi si riflettono su di noi e ci influenzano, invece di influenzare gli oggetti del nostro odio.

Con la vista spirituale, possiamo localizzare alcune anomalie che appaiono nel corpo astrale. Quando si manifestano nel corpo fisico, provocano la creazione di malattie rare.

Nel tentativo di guarire una malattia, la scienza medica la guarisce dall’esterno (il corpo fisico), mentre la religione cerca di curarla dall’interno (il corpo spirituale). In altre parole, la spiritualità cerca di scoprire cosa sta causando anomalie nel corpo sottile e cerca di eliminarlo. Quindi, quando soffriamo di qualche malattia, è probabilmente il risultato di certi atteggiamenti mentali che abbiamo sviluppato o un modo di pensare che non dovremmo avere. In altri termini, è “attaccamento” in un certo senso. Quando le nostre menti si attaccano fortemente a qualcosa, questo attaccamento nella nostra mente inizia ad apparire come forma di malattia.

3. L’atteggiamento mentale che cura la malattia: autoriflessione e gratitudine

Se vogliamo curare le nostre malattie, dobbiamo prima cambiare la percezione di noi stessi. Se pensiamo ai corpi umani come a delle macchine, potremmo pensare che l’unico modo per riparare il guasto sia la sostituzione delle parti danneggiate. Ma questa non è la via dei nostri corpi umani. I nostri corpi fisici cambiano continuamente. Rimodellando le vecchie cellule. Con questa consapevolezza in mente, dobbiamo dare una chiara direzione alle nostre menti in modo che possiamo trasformare i nostri corpi. Certo, questa direzione dovrebbe essere positiva, non negativa.

Spesso non ci rendiamo conto che le nostre menti stanno creando qualcosa di negativo. Non è facile guardare se stessi, come facciamo quando guardiamo i nostri riflessi nello specchio, quindi non siamo consapevoli delle distorsioni nella nostra mente e negli stili di vita. Quindi, è importante avere cuori grati e praticare l’auto-riflessione. Coloro che si ammalano di solito hanno un forte senso di auto-giustificazione o autoconservazione, e nonostante le loro auto-difese, si ammalano. Giustificano se stessi insistendo: “Non ho colpa”. O piuttosto incolpano gli altri o i fattori esterni. Queste tipologie di persone si ammalano, quindi è importante avere gratitudine nei nostri cuori e praticare l’auto-riflessione.

Metti in pratica amore, gratitudine e apprezzamento

Quando riflettiamo su noi stessi e ci sentiamo grati, scopriamo la gioia di ricevere la vita in questo mondo. Quando ci sentiamo grati per essere stati autorizzati a vivere fino ad oggi, dobbiamo mettere in pratica “l’amore per gli altri”. Esprimendo l’amore, la gratitudine e l’apprezzamento attraverso i nostri comportamenti, siamo in grado di trasformare gli “stampi” stessi che abbiamo creato nella nostra mente. Quindi è importante mettere in pratica l’amore per gli altri o l’altruismo.

Le persone malate di solito pensano solo a se stesse. Anche le brave persone possono diventare egocentriche quando si ammalano. Tuttavia, per evitare che noi stessi ci ammaliamo, dobbiamo sforzarci di formare le nostre immagini di fronte alle persone che hanno atteggiamenti così egoistici.

Dobbiamo cercare di riflettere su noi stessi ogni giorno e correggere gli errori nei nostri pensieri e azioni. Potremmo trovarci pieni di malcontento e di lamentele nei confronti degli altri. Tuttavia, dovremmo cercare di trovare negli altri qualcosa di cui essere grati, e se la troviamo, dovremmo essere grati per questo. Quindi, dovremmo esprimere la nostra gratitudine con le parole.

Inoltre, dovremmo smettere di essere egoisti, e invece pensare se c’è qualcosa che possiamo fare per aiutare chi è nel bisogno. È importante capire i dolori e le sofferenze degli altri e alleviarli.

Usa il potere del subconscio per guarire le malattie

Quando ci ammaliamo, spesso diventiamo egocentrici, quindi dobbiamo visualizzare immagini che sono l’esatto opposto dei nostri sé egoisti e miserabili, e cercare di diventare ciò che immaginiamo nella nostra mente.

Anche se le nostre malattie non possono essere curate in una volta, dobbiamo continuare a dirci che stiamo cambiando per il meglio a poco a poco. Nel fare ciò, stiamo piantando certi atteggiamenti della mente nel subconscio. Per guarire le malattie, è importante sviluppare determinati modelli di pensiero e inciderli nel nostro subconscio ogni giorno.

Lo stesso vale per i muscoli involontari. Gli organi interni sono costituiti da muscoli involontari e varie malattie si verificano principalmente in questi muscoli. Potremmo pensare di non poterli controllare, ma in effetti possiamo influenzarli. Il motivo è che i muscoli involontari sono fortemente influenzati dal subconscio. Il subconscio contiene le tendenze della nostra mente, quindi se manteniamo certi pensieri nella nostra mente per lunghi periodi di tempo, si immergeranno profondamente nei nostri organi interni e li influenzeranno.

Smetti di scusarti e scegli pensieri positivi

I pensieri negativi emergono in fretta nei nostri cuori, quindi dovremmo cercare di non lasciare che le nostre lamentele distruggano i pensieri positivi o le immagini positive di noi stessi. Alcune persone si ammalano per cercare di evitare le loro responsabilità. Quindi, se abbiamo la tendenza a giustificarci o a sfuggire alle nostre responsabilità, dobbiamo correggere questi aspetti. Dobbiamo sforzarci di piantare “chiodi positivi” nella nostra mente ogni giorno.

Dicono che gli esseri umani non possono pensare a due cose diverse allo stesso tempo, quindi non possiamo mantenere contemporaneamente pensieri sia positivi che negativi. Pertanto, dobbiamo scegliere di creare visioni positive o immaginare immagini positive di noi stessi nella nostra mente, e provare a rendere quelle visioni o immagini realtà.

4. La meditazione combatte tutti i tipi di malattie

Per favore, sii cosciente del fatto che siamo essenzialmente esseri spirituali. Credi fermamente che i nostri corpi spirituali sono il nostro vero sé e concentrati meno sul fisico.

Inoltre, è utile meditare su un’immagine del nostro corpo spirituale immaginando una forma sferica dorata ogni sera prima di andare a letto. Un “globo dorato” che significa “perfezione assoluta”.

È importante mantenere l’immagine dei nostri corpi spirituali, a forma di sfere d’oro perfettamente rotonde, e riflettere su come Dio o Buddha ci abbia dato una vita preziosa.

Tenere una tale immagine nella nostra mente può combattere ogni tipo di malattia che si verifica dalle nostre teste alle anime, arrivando fino ai nostri piedi. Questa immagine del sé, che splende come lingotti d’oro, riflette la vera natura dei nostri corpi spirituali.

Quando gli esseri umani muoiono e diventano corpi spirituali, all’inizio conservano le stesse forme che possedevano mentre erano vivi sulla terra. Quando ci rendiamo conto che non sono le nostre vere forme e torniamo al mondo celeste, scopriremo che non siamo nient’altro che corpi energetici che brillano come sfere dorate. Queste forme assomigliano alla nostra vera essenza.

Alleniamoci ad immaginare il nostro vero io nella mente, e questo ci aiuterà ad aumentare i nostri poteri di recupero e resistenza alle malattie. Praticare la “meditazione sul vero sé che brilla come una sfera dorata” ogni giorno ci aiuterà anche ad eliminare i virus nocivi dai nostri corpi.

Leggi anche

L’esercizio di autoguarigione del “pesce d’oro” del maestro Katsuzo Nishi

Il potere della Terapia Epigenetica. Come puoi riprogrammare il tuo DNA per guarire e prevenire

Come la tua Mente può guarire la malattia. Ecco la connessione psicosomatica che innesca i disturbi

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni