Il reattore 4 di Fukushima rischia di crollare!

Nessun Commento

 

Sebbene i principali media hanno da molto tempo abbandonato la questione, la precaria situazione dell’impianto nucleare di Fukushima Daiichi in Giappone sta solo continuando a peggiorare, secondo un importante funzionario giapponese. Nel corso di una recente intervista, Mitsuhei Murata, l’ex ambasciatore giapponese in Svizzera e Senegal, ha spiegato che il terreno su cui erge l’Unità 4 sta gradualmente affondando, e che l’intera struttura potrebbe essere sull’orlo del collasso.

Questo è molto preoccupante, infatti l’Unità 4 contiene attualmente più di 1.500 barre di combustibile nucleare esaurito ed un ammontare di 37 milioni di curie (!!!) di radiazioni mortali che, se rilasciate, renderebbero la maggior parte del mondo completamente inabitabile. L’Unità 4 contiene la famigerata piscina sopraelevata di raffreddamento che è stata gravemente danneggiata a seguito del catastrofico terremoto e lo tsunami che ha colpito l’11 marzo 2011.

Secondo il segretario dell’ex primo ministro giapponese Naoto Kan, il terreno sotto l’Unità 4 è già affondata di circa 80 centimetri dopo il disastro, e questo affondamento è avvenuto in modo non uniforme. Se il terreno continua ad affondare, come si prevede che accada, oppure se un altro terremoto anche molto più debole avviene nella regione, l’intera struttura potrebbe collassare, e svuoterebbe completamente la piscina di raffreddamento e causare una catastrofe globale.

“Se l’Unità 4 crolla, lo scenario peggiore sarà una fusione, e un conseguente fuoco nell’atmosfera. Questa sarà la più grande crisi senza precedenti che l’uomo abbia mai sperimentato. Nessuno sarà in grado di avvicinarsi agli impianti … dato che tutto sarà fuso e aavrà causato un grande fuoco “, ha detto Murata durante l’intervista. “Molti scienziati affermano che se l’Unità 4 crolla, non solo il Giappone andrà in rovina, ma il mondo intero dovrà affrontare seri danni.

Negli Stati Uniti ci sono 31 Unità nucleari di questo tipo, ma il governo non ha parlato della scala reale della catastrofe per proteggere la propria reputazione”, ha aggiunto Murata. “Questa è la ragione principale per cui ci sono così poche informazioni sulla gravità della situazione dopo il disastro di Fukushima”.

L’impero americano, in altre parole, non vuole che il mondo, né il popolo americano, sappiano che c’è la possibilità che letteralmente si possano verificare dozzine di situazioni come Fukushima sul suolo americano, qualora si presentino situazioni di emergenza analoghe.

Nel seguente link l’intervista completa di 3.51 minuti a Murata

http://youtu.be/-LCTv65aqgA

Fonte http://www.naturalnews.com

Tradotto da Dioni

Per approfondire Dossier Fukushima – La verità rivelata

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline