Il sale? Da eliminare: causa il cancro allo stomaco e tanto altro!

3 Commenti

sale

Siamo abituati a consumare sale e prodotti che lo contengono. Ma siamo sicuri che vada bene? Lo troviamo dal pane, agli insaccati agli snack e nei cibi confezionati. Tuttavia ne basta poco per fare danni e secondo molti nutrizionisti è un vero e proprio veleno da evitare. Gli esperti dell’United European Gastroenterology affermano che consumare meno sale ci fa ammalare meno di malattie cardiovascolari e si abbassa anche il rischio di cancro allo stomaco e la comparsa dell’infezione da Helicobacter pilori.

Ecco dieci motivi per evitare il sale

1) Il sale è un potente irritante. Non ci credi? Mettine un granello su una ferita e ti renderai conto di quanto caustico esso sia. Apri gli occhi nell’acqua di mare e vedrai quanto ti brucia.
Il sale ingerito pizzica, punzecchia, pungola e corrode il corpo dall’interno.
2) Il sale sovraccarica di sodio il nostro sistema. E’ calcolato che la persona media normale si avveleni con quantità di sodio 10 volte superiore alla norma.
3) Il sale sballa e rovina i delicati equilibri ormonali tra ipofisi, tiroide, adrenali e reni.
4) Il sale è causa prima di ritenzione idrica. Fa gonfiare gli occhi, l’addome e le caviglie.
5) Il sale è causa di alta pressione e rende la gente vulnerabile a infarti e ictus.
6) Il sale irrita e indurisce le delicate membrane del corpo umano.
7) Il sale trasforma il corpo in un pickle, in un sottaceto, in un organismo in salamoia. Rende il corpo
salato, le lacrime salate, il sangue salato, il sudore salato, le urine salate. Il che è un fatto gravissimo.
8) Il sale sovverte il perfetto equilibrio sodio-potassio che si crea magnificamente nel corpo quando uno
mangia in armonia con la natura, cioè cibi vivi, cibi crudi, cibi pacifici, cibi organicati-vitaminizzati-mineralizzati, cibi carichi della loro acqua biologica ricevuta dalle radici ed elettrizzata dal sole mediante fotosintesi. Siccome non aggiungiamo potassio ai nostri cibi, non si capisce come e perché dovremmo aggiungervi del sodio.
9) Il sale è causa specifica di insufficienza renale e di dialisi, ma anche di uno specifico cancro allo stomaco, chiamato adenocarcinoma anaplastico.
10) Il sale perverte il senso del gusto, e fa sembrare insipidi i cibi naturali anche quando non lo sono, al punto che per qualcuno diventa necessario salare persino la fetta di anguria.

Il sodio, minerale di cui il corpo ha bisogno, è naturalmente prensente negli ortaggi, in modo particolare nel sedano (per questo si usa per fare il dado in casa). Il sodio presente in frutta e verdura è organico e vitale, mentre quello che siamo abituati ad aggiungere per insaporire è inorganico e non può essere usato come nutrimento dalle cellule. E’ interessante notare che man mano che si toglie il sale, il nostro palato ritorno a sentire il vero sapore dei cibi e ci sentiamo più rilassati e meno tesi, con meno peso alla pancia e più energia dopo il pasto. Prova e noterai come questo piccolo dettaglio avrà grandi ripercussioni. 

E’ incredibile come abbiamo accettato un sistema che ci è stato posto come ovvio senza che l’abbiamo mai messo in discussione o indagato. Senza sale si può vivere e le popolazioni centenarie delle Ande o degli Hunza che vivono negli altipiani dove non c’è sale sono le più longeve al mondo.

La Magia del Sale
100 rituali segreti nella pratica delle Arti magiche

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere

Vedi anche
[catlist name=cibo-spazzatura]

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

3 Commenti su questo post

  1. Il sale é da eliminare…zucchero idem…..farina pure…carne peggio che mai…manca solo che smettiamo di scopare e siamo a posto

  2. Hai ragione……

  3. Il sale integrale fa bene

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline