Il Supertanker della Evergreen, un aereo per la manipolazione climatica

4 Commenti

 

La grossa compagnia aerea americana Evergreen oltre a gestire voli di linea, dichiara apertamente sul suo sito che il nuovo aereo Supertanker oltre che per spegnere gli incendi è stato equipaggiato per svolgere missioni di modificazione ambientale, nonché per disperdere agenti chimici per la decontaminazione ambientale e per il contenimento delle fuoriuscite di petrolio.

In maniera per niente ambigua infatti, nel riferire i possibili usi commerciali di tale aereo vengono elencate tutte queste eventualità:

Il Supertanker Evergreen non si limita allo spegnimento degli incendi. Esso è un aereo davvero molto funzionale con la capacità di essere configurato per diverse applicazioni con breve preavviso. Questo aereo multi-missione può compiere missioni delicate e di intervento ambientale. Le eccezionali capacità di dispersione [delle sostanze da irrorare], di tempo di sorvolo e le sue grandi dimensioni ne fanno uno strumento ideale per espletare missioni impegnative a difesa della sicurezza nazionale, capace di neutralizzare attacchi chimici su installazioni militari o su centri densamente popolati, ed aiutare a controllare grandi fuoriuscite di petrolio, disastrose per l’ambiente.

Inoltre il ponte superiore del Boeing 747 offre oltre 200 piedi quadrati di spazio (circa 70 m2) che potrebbero fungere da centro di comando e di controllo. EIA vanta un’esenzione numero 1870C dall’Amministrazione federale per l’aviazione che consente il trasporto di un massimo di cinque persone che non fanno parte dell’equipaggio al piano superiore. Questa zona è capace di fornire lo spazio per componenti di comando e di controllo destinati ad assistere nella mappatura sofisticata, nel monitoraggio degli incidenti, e nella comunicazione video per relé discendente che potrebbe richiedere personale supplementare oltre ai membri dell’equipaggio richiesti.

E’ difficile pensare che tutto questo lavoro e questo investimento di soldi e di risorse sia stato fatto inutilmente, e quindi ci si immagina che chi ha deciso di realizzare il Supertanker abbia constatato  l’esistenza di un mercato per tale costoso velivolo.

Interessanti sono anche le notizie che compaiono alla pagina delle FAQs dell’Evergreen Supertanker:

Quali aeroporti possono permettere l’operatività del Supertanker Evergreen?
La compagnia Evergreen può operare con tale aereo da qualsiasi aeroporto abbastanza grande da avere nella pista spazio sufficiente per caricare l’aereo. Sono quindi inclusi gli aeroporti civili, quelli ad amministrazione congiunta civile/militare e gli aeroporti militari accessibili. Generalmente la lunghezza della pista di decollo del Supertanker Evergreen deve essere di 8000 piedi [2.856 metri].

Il Supertanker può combattere gli incendi di notte, quando essi sono più vulnerabili?
Il Supertanker utilizza avionica avanzata e vola a quote maggiori e più sicure, che permetterà a chi deve spegnere gli incendi di combatterli di notte, quando essi sono decrescono di intensità.
Ci sono altri mercati per il Supertanker Evergreen ? Può essere operativo in ogni parte del globo?
La Evergreen sta studiando altre applicazioni per il Supertanker. Contenimento delle fuoriuscite di petrolio, decontaminazione chimica e modificazione climatica sono tutti mercati potenziali per questo aereo. Siccome l’aereo è pressurizzato, il Supertanker Evergreen ha le potenzialità di un qualsiasi Boeing 747 passeggeri per lunghe tratte. Questo permette all’aereo di essere dislocato in qualsiasi località internazionale.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

4 Commenti su questo post

  1. dino says:

    Ormai lo dicono apertamente. Dato che non riescono piu a nascondere il problema delle irrorazioni clandestine con questa storia ora sanno ch cavolo dire quando gli viene contestato il fenomeno scie.

  2. Alberto Giorgis guarda miscredente

  3. Controlleranno tutti i reumatismi e dolori alle giunture dell intera popolazione over 70. Controlla gli anziani e controllerai la forza lavoro. Cuore e mente matte, bastone e carota. Stai attento

  4. a te serve un po’ di bastone, e sai bene dove…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline