Intestino Sano con la Dieta dei Carboidrati Specifici – Recensione Libro

Nessun Commento

L’alimentazione ottimale per: autismo, celiachia, colite ulcerosa, diarrea, diverticolite, fibrosi cistica, malattia di Crohn – 100 squisite ricette

La “dieta dei carboidrati specifici”, presentata in maniera chiara e dettagliata in questa straordinaria opera, sta aiutando tanti pazienti a superare diverse patologie: dalla malattia di Crohn alla colite ulcerosa, dalla diverticolite alla diarrea cronica, dalla celiachia all’autismo, …

La biologa ed esperta in nutrizione Elaine Gottschall, ci rivela il ciclo di eventi che si verificano nell’intestino delle persone colpite da questi disturbi e del modo in cui la dieta dei carboidrati specifici può spezzare questo circolo vizioso che porta alla malattia permettendo all’organismo di riprendere a funzionare normalmente.

Dopo una prima parte di introduzione dei disturbi e delle prove scientifiche a supporto, nella seconda parte vengono presentati i principi della dieta (principalmente vegetariana, ma con aperture a pesce, carne e latticini):

  • quali cibi e bevande consumare e quali evitare
  •  le combinazioni e quantità per ogni pasto
  • consigli pratici sui contenuti dei vari alimenti

Il libro si conclude con una sezione con oltre 100 deliziose ricette, semplici e veloci da preparare , per seguire la dieta dei carboidrati specifici senza dimenticare il piacere del buon cibo.

Il testo seguente è stato tratto dal sito www.breakingtheviciouscycle.info basato sul lavoro diElaine Gottschall, dove potete trovare anche una lista complete delle referenze. La Dieta dei Carboidrati Specifici, ideata dal dottor Haas per curarei pazienti sofferenti di celiachia ed altri problemi intestinali, ha fornito la base alla dottoressa Campbell-McBride per formulare la sua dieta GAPS con la quale ha guarito molti casi di autismo, dilsessia, iperattività, depressione, epilessia etc.

La Dieta dei Carboidrati Specifici™ ha aiutato molte migliaia di persone con varie forme di disturbi intestinali ed altre malattie a migliorare notevolmente la qualità della propria vita. In molti casi le persone si sono ritenute curate. È una dieta specifica soprattutto per il morbo di Crohn’s, la colite ulcerativa, la celiachia, la diverticolite, la fibrosi cistica e la diarrea cronica. Tuttavia è una dieta molto salutare, bilanciata e sicura che apporta benefici per la salute di tutti. La scelta dei cibi che sono permessi dalla Dieta dei Carboidrati Specifici ™ dipende dalla loro struttura chimica. I carboidrati sono classificati in base alla propria struttura molecolare..

I carboidrati permessi sono monosaccaridi ed hanno la struttura di una singola molecola che permette loro di essere facilmente assorbiti dalle pareti intestinali. I carboidrati complessi che soni disaccaridi (molecole doppie) e polisaccaridi (catene di molecole) non sono permessi. I carboidrati complessi che non vengono facilmente digeriti nutriscono i batteri patogeni nel nostro intestino facendoli proliferare con conseguente produzione di tossine ed infiammazione della parete intestinale. La dieta funziona facendo morire di fame questi batteri e restaurando l’equilibrio dei batteri nell’intestino.

Autismo e problemi gastrointestinali 

Una permeabilità intestinale alterata è stata trovata nel 43% dei pazienti autistici,ma non è stata trovata in nessuna delle persone del gruppo di controllo (Harvard University). La permeabilità intestinale, comunemente detta “intestine poroso”, significa che ci sono spazi più larghi del normale tra le cellule delle pareti intestinali. Quando ci sono questi spazi nel piccolo intestine, cibo maldigerito ed altre tossine possono penetrare nel circolo sanguigno. Quando cibi incompletamente digeriti arrivano nel corpo, il sistema immunitario lancia un attacco contro questi “stranieri” causando a sua volta sensitività ed allergie. Il rilascio di anticorpi scatena le reazioni di infiammazione quando i cibi vengono mangiati nuovamente. L’infiammazione cronica abbassa i livelli di IgA. Livelli sufficient di IgA sono necessari  per proteggere il tratto intestinale dai clostridi e dai lieviti. La diminuzione dei livelli di IgA permette un’ulteriore proliferazione microbica nel tratto intestinale. A causa dell’intestino poroso si sono osservate anche carenze di vitamine e minerali.

In un sistema digestive sano il piccolo intestine e lo stomaco non sono abitati da batteri. Quando equilibrio della microflora del colon non è più equilibrata, i microbi possono migrare nel piccolo intestino  e nello stomaco, la qual cosa ostacola la digestione. I microbi competono per le sostanze nutritive ed i loro prodotti di scarto invadono il canale digestivo. Una delle tossine prodotte dal lievito è in realtà un enzima che permette al lievito di forare nella parete intestinale.

Il lievito produce anche altre tossine come alcuni acidi organici, che possono anch’essi danneggiare la parete intestinale. La crescita dei batteri nel piccolo intestino distrugge gli enzimi sulla superficie delle cellule intestinali, impedendo la digestione e l’assorbimento dei carboidrati. L’ultimo stadio della digestione dei carboidrati avviene in corrispondenza delle minuscole protuberanze dei microvilli. I carboidrati complessi che sono stati scissi dagli enzimi che si trovano nei microvilli possono essere assorbiti correttamente ed entrare nel circolo sanguigno. Ma quando i microvilli sono danneggiati, l’ultimo stadio della digestione non può avere luogo. A questo punto solo i monosaccaridi possono essere assorbiti a causa della loro struttura mono-molecolare.

Nel piccolo intestino, il corpo dovrebbe assorbire le sostanze nutritive necessarie presenti nei cibi che sono stati mangiati. Ma in caso di malassorbimento, i carboidrati non digeriti che rimangono nel piccolo intestine fanno sì che il corpo attiri  apporti acqua nel canale digestivo. Questo spinge i carboidrati non digeriti nel colon, dove i microbi se ne saziano. Questo permette una ulteriore proliferazione dei microbi indesiderati e continua ad aumentare i problemi di malassorbimento.

Una bassa attività dell’enzima che digerisce i carboidrati è stata riscontrata nel 43% dei pazienti autistici. (Horvath) Recenti studi mostrano che il continuo malassorbimento dei carboidrati causa a sua volta un costante indebolimento del sistema digestivo, causando malattie a livello sistemico. Un sospetto malassorbimento dei carboidrati dovrebbe essere trattato per prevenire ulteriore danno al sistema digestivo dell’organismo. (GSDL) La maggior parte dei microbi intestinali prendono l’energia dai carboidrati, di cui hanno bisogno. La Dieta dei Carboidrati Specifici™ limita la disponibilità dei carboidrati. Privando questi microbi della loro fonte di cibo, essi gradualmente diminuiscono di numero. Quando il numero dei microbi diminuisce, diminuiscono anche i loro sottoprodotti tossici.

La Dieta dei Carboidrati Specifici ™ (SCD™) ha la finalità di spezzare il circolo vizioso del malassorbimento e della crescita dei microbi rimuovendo la fonte di energia dei microbi. La dieta SCD™ permette l’assunzione di monosaccaridi che non hanno bisogno di essere scissi per essere assorbiti. Seguendo la SCD™, il malassorbimento cede il passo al corretto assorbimento. L’infiammazione diminuisce ed il sistema immunitario può ritornare normale.

Una volta che il sistema immunitario è ritornato a livelli accettabili, può iniziare a mantenere nell’intestino i microbi nel corretto equilibrio. La SCD™ permette i carboidrati semplici, ma proibisce quelli complessi. La dieta si inizia seguendo una fase introduttiva, ovvero una dieta che consiste di un numero limitato di cibi. Dopo la dieta introduttiva, il passo successivo della dieta permette più cibi, ma richiede che tutta la frutta e la verdura sia sbucciata, privata dei semi e cucinata per renderla più digeribile. Frutta cruda, verdura, noci e semi vari vanno aggiunti alla dieta successivamente.

Per seguire correttamente questa dieta è imperativo leggere il libro Breaking the vicious cycle  (tradotto in italiano col titoloIntestino sano con la dieta dei carboidrati specifici) di Elaine Gottschall. Il libro spiega in dettaglio la progressione dei cibi permessi e fornisce anche molte deliziose ricette.

La Dieta dei Carboidrati Specifici™ è biolgicamente corretta perché è appropriata per la nostra specie. I cibi permessi sono principalmente quelli che gli uomini primitivi hanno mangiato prima dell’introduzione dell’agricoltura.

Intestino Sano con la Dieta dei Carboidrati Specifici (SCD) - Libro

Voto medio su 7 recensioni: Buono

€ 14.5

Fonti 

http://scienzamarcia.blogspot.it/2014/03/la-dieta-dei-carboidrati-specifici.html

http://www.macrolibrarsi.it/libri/__intestino-sano-la-dieta-dei-carboidrati-specifici-scd-libro.php?pn=2738

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline