Il Libro che il Vaticano non ti farebbe mai Leggere

13 Commenti
nag hammadi

Manoscritti di Nag Hammadi

John Lamb Lash è l’unico studioso gnostico ad avere ricostruito e divulgato l’autentica missione e il messaggio degli Gnostici, cioè di coloro che attraverso i millenni hanno assecondato e favorito il sano e naturale sviluppo della specie umana sul pianeta Terra. Fin dall’alba dei tempi Sophia, la Dea della saggezza, incarnatasi nel pianeta Terra, è stata sempre riverita e a Lei si rivolgevano le persone con rispetto e fiducia.

Con la brutale e violenta imposizione delle religioni monoteiste e patriarcali da parte degli ideologi religiosi, il rapporto empatico con Madre Natura è stato a lungo soppresso, proibito e occultato. Il libro di John Lamb Lash pubblicato anche in Italia dal titolo “Il Libro che il Vaticano non ti farebbe mai Leggere – Non a sua immagine. Visione gnostica, ecologia sacra, e il futuro della fede” ricostruisce puntualmente pagine di storia che sono state eliminate e che mostrano gli Gnostici come i sostenitori del prospero fiorire della specie umana in armonia con le altre specie viventi sul pianeta e con il pianeta stesso.

«Se gli Gnostici avessero sconfitto la dottrina salvifica sul proprio campo nel Vicino Oriente non si sarebbe mai diffusa in Europa, ma l’imperialismo proto-cristiano era purtroppo già ben radicato nella Roma del 200 E.V.»

«Quando nel 1971 venne pubblicato Seppellite il mio cuore a Wounded Knee, il termine “genocidio” non era comunemente usato per descrivere ciò che gli europei, giunti dopo il 1492, fecero alle culture tribali del Nord America. Il rivoluzionario libro di Dee Brown si focalizzava sul tradimento e il massacro delle tribù indigene a Ovest del Mississippi, portando all’attenzione mondiale la condizione di tutti i Nativi Americani.

Questo testo introdusse l’ipotesi che il genocidio, “il deliberato omicidio di un gruppo razziale o culturale” (The Penguin Concise English Dictionary, 2002), potesse davvero riferirsi alla politica e alle azioni degli europei stabilitisi nel Nord America e, per estensione, a politiche e azioni simili in Centro e Sud America, come la conversione forzata delle tribù Messicane (Aztechi, Maya, Zapotechi e decine di altri), e la distruzione di massa della loro letteratura sacra. Oggigiorno “genocidio” è generalmente identificato come il termine corretto e accurato per descrivere alcuni aspetti di quella che a lungo è stata definita, spesso in termini piuttosto elogiativi, “la conquista del Nuovo Mondo”.

Nella sua prefazione, Dee Brown avverte che il suo ritratto dei Nativi Americani e delle loro relative culture potrebbe non conformarsi alle credenze comuni:

[I lettori] potrebbero stupirsi di sentire parole di garbata ragionevolezza provenire dalle bocche degli indiani stereotipati nel mito americano come selvaggi spietati. Potrebbero imparare qualcosa sul proprio rapporto con il mondo da quei popoli che erano veri ambientalisti. Gli indiani sapevano che la vita era alla pari della terra e delle sue risorse, che l’America era un paradiso, e non riuscivano a capire perché gli intrusi dell’Est fossero così determinati a distruggere tutto ciò che era indiano, perfino l’America stessa.

Per quanto riguarda gli indigeni d’Europa – “Nativi Europei”, come potremmo definirli – oggi non siamo forse più informati di molti dei lettori di Brown nel 1971.

Egli affrontò la questione degli “Indiani stereotipati nel mito americano”, mentre noi dobbiamo ancora affrontare il caso dei pagani stereotipati nella storia giudeo-cristiana. Il mito americano è una creazione culturale piuttosto recente, il copione auto-celebrativo di una nazione che non aveva ancora duecento anni, al momento della pubblicazione del libro di Brown. Paragonata alla storia americana, la storia sacra del Cristianesimo giudaico è quindici volte più vecchia e molto più profondamente radicata nella psiche collettiva della razza umana. In quest’epoca così tarda, siamo costretti a domandarci se sia ancora possibile raschiare via lo strato di stereotipi e spezzare la crosta densa della disinformazione che ostacola la nostra conoscenza dei Nativi Europei.»

«Il patriarcato persiste perché ha prodotto generazioni di persone la cui umanità ferita e compromessa la costringe a rimanere attaccata al suo programma e a reclutare altre persone per la sua causa. Chi ha realmente bisogno di farsi dettare la propria morale da un dio esterno al pianeta, deve aver già tradito il proprio legame con la rete della simbiosi che gli poteva insegnare la morale della reciprocità, del rispetto e dell’autoregolamentazione. L’alternativa a “Fatti a Sua Immagine” non è comunque difficile da immaginare.»

«Per quanto riguarda la profondamente radicata malattia dell’anima della civiltà occidentale, le cattive notizie si trasformano in buone notizie. Sapere come ci siamo allontanati potrebbe essere la verità stessa – l’educazione più profonda a cui resistiamo – che ci porta a partecipare alla correzione di Sophia. Potrebbe essere il sapere che salva la società globale dal suo disturbo patologico dominante, la religione dei carnefici. L’eredità del paternalismo divino rappresenta mille generazioni di ruolo genitoriale malato e di maltrattamenti. Ciò implica un sacco di disfunzioni da superare! Ma l’illuminazione degli ultimi trent’anni sembra assai promettente. E ancora, la rinascita dei Misteri non è una questione di pensiero magico. Non un sogno utopico, né una fantasia mistica, ma una richiesta di consacrazione autentica della vita reale. I Secoli Bui che iniziarono con l’assassinio di Ipazia non sono mai realmente terminati. Viviamo infatti gli ultimi giorni dell’Era dei Pesci, la Kali Yuga della mitologia indù. Questo è un periodo, come narra la leggenda, in cui sono possibili eccezionali progressi nella vita spirituale individuale, che però si verificano su uno scenario di declino estremo e di degenerazione per la società in generale. Resta da vedere chi possa e voglia rispondere direttamente alla voce della dea della saggezza. Chi ascolterà nel rapimento chiaroudente del sapere silenzioso, prendendo istruzioni dalla sorgente di Luce Organica? Chi tra noi sarà attento alla terra vivente come i mystes che lasciarono la sublime ed enigmatica rivelazione del Tuono, Mente Perfetta (Codici di Nag Hammadi, VI, 2)?

Io sono l’incomprensibile silenzio e il pensiero sovente
richiamato alla memoria
Io sono la voce di molti suoni e l’espressione di molti disegni
Io sono l’espressione del mio stesso nome
Perché io sono la Sophia dei greci
E la gnosi dei barbari
Colei che è stata odiata e amata ovunque
Io sono senza dio e sono colei la cui divinità è multipla
Io sono colei che avete tenuto in considerazione e colei
che avete disdegnato
Io sono priva d’istruzione ed è grazie a me che
imparate
Io sono la gnosi del mio cercare,
e la scoperta di coloro che sono alla mia ricerca.»

In conclusione, il libro di Lash descrive il ricco mondo spirituale dell’Europa classica precristiana – i Misteri pagani, la Grande Dea, la Gnosi, i miti di Sophia e Gaia –  e il suo futuro come forza per riconnettersi alla terra. Il resoconto puntuale dell’autore descrive l’arco decisivo della storia dall’alba dell’era cristiana fino all’attuale periodo di terrore globale, una traiettoria guidata dalla violenza fondata sulla fede e la politica fondamentalista. Opponendo alla patriarchia delle religioni monoteiste la storia gnostica della Dea della saggezza, Sophia, questo libro ci restituisce la nostra eredità e ci guida oltre il caos sociale distruttivo verso un percorso ecologico sacro.


John Lamb Lash è il massimo esperto di Gnosticismo, insegnante autodidatta ed esperto di livello mondiale in mitologia comparata, acuto studioso multidisciplinare, e autore di libri. Il suo sito è www.metahistory.org.

Articolo a cura di Luciano Melluso. Ogni diritto riservato a John Lamb Lash.

Il Libro che il Vaticano non ti farebbe mai Leggere
Non a sua immagine – Visione gnostica, ecologia sacra, e il futuro della fede
Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

“Il libro che il vaticano non ti farebbe mai leggere di John Lamb Lash è una impresa superlativa, che combina impeccabile erudizione con intuizione visionaria ragguardevole. In un tour de force mozzafiato, l’autore fornisce un’analisi profonda della storia di Giudaismo, Cristianesimo e Islam e le loro connessioni con il sistema patriarcale. Identifica le radici profonde dei problemi intrinsechi di queste tre religioni – l’enfasi su carnefice e vittima e l’ideologia salvifica – e sottolinea la loro relazione con l’alienazione e l’agonia dell’umanità moderna. Questo libro è un must per chiunque stia cercando di comprendere le correnti psicospirituali sottostanti l’attuale crisi globale.”

“John Lamb Lash spiega come una poco nota setta messianica si sospinse fino a diventare un potere dominante mondiale, sistematicamente eliminando i grandi maestri spirituali gnostici, i sacerdoti druidi, e i guaritori sciamanici dell’Europa e del Nord Africa. Essi bruciarono biblioteche e distrussero templi in un tentativo di mettere a tacere gli antichi narratori della verità e serbare i loro stessi segreti. Introdussero la società patriarcale che represse il femminile e cominciò a distruggere Gaia.”

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

13 Commenti su questo post

  1. Non diciamo eresie solo x quattro scritture pagane antiche misto a testi apocrifi trovate e uscite da chissà quale cantina….la verità ce ed è scritta sulla Bibbia. Dalle scritture greco romane a i vangeli …il problema dell’uomo sta nella debolezza di molti a non interessarsi e approfondire l’argomento….li si che c’è la vera legge….siamo ancora immersi marci nel paganesimo vedi Halloween vedi venerare statue colme di oro che mai parleranno e che il Vaticano la spoglia puntualmente….anche l’islam non è da meno con leggi mosaiche superate con l’avvenuta di Gesù ma che continuano a praticare….. okkio

    • Si è non ci vuole tanto a capire che si venerano idoli con pratiche pagane e il cattolico ne è intriso

    • Attenzione quando si parla di bibbia!! non siamo piu’ i boccaloni del medioevo!!! leggerla attentamente,con giusta traduzione e interpretazione ESCLUSIVAMENTE in ebraico con tutti i dizionari affianco. E’ CAPIRETE COME IL CATTOLICESIMO IMPERIALISTA TE LO HA RIDOTTO QUEL LIBRO. IO DA EBREO CHIEDEREI I DANNI!!!!.

    • Ma sai perché chiedo se l hai letta? Perché in gran parte della Bibbia (apparte i racconti delle vicende del popolo ebraico: racconti spesso pieni di violenza e che contraddicono l insegnamento evangelico e che quindi non vanno presi come modello) ci sono delle regole o leggi che grazie a Dio oggi non siamo tenuti a rispettare. Se leggendola ( la Bibbia) non trovi alcuna di queste cose di cui ti ho accennato proverò a farti qualche esempio.

    • Yahweh della bibbia era un condottiero che gli affidarono la famiglia di Giacobbe uno dei figli di abramo, a conquistare terre. PERPRETARE GENOCIDI E SACCHEGGI, SU DONNE UOMINI E’ BAMBINI. Leggere la guerra sugli madianiti, e la spartizione del bottino di guerra.Numeri 31:1-54.

    • Pingrana’ Bio dai fammi qualche esempio

  2. cevapcici says:

    Le masse hanno bisogno di una religione per poter manifestare l’intimo desiderio di spiritualità insito negli umani e per contenere la paura della morte.
    I governanti hanno bisogno della religione per controllare le masse.
    Le religioni sono una forma “romanzata” e romanticizzata della spiritualità, che per definizione non ha alcuna forma, ed è quindi difficile da capire.
    La storia, anche attuale, ci mostra chiaramente che le religioni dividono, al posto di unire, e sono uno dei motivi principali per tutte le guerre dell’umanità; le religioni ebraica, musulmana e cristiana, poi, sono stata (e sono) una vera e propria nemesi per una parte importante dell’umanità. Si potrebbero chiamare religioni staniche, se non fosse che la parola e relativo concetto sarebbero autoriferiti.
    Ma nessuna osservazione ragionevole e nessuna esposizione di fatti può servire in una discussione con una persona religiosa, proprio perché le religioni aiutano a dare un senso alla vita e a contenere le paure più profonde.
    E’ per questo motivo che libri, film, conferenze e quant’altro, non servono a scalfire nessuna credenza, mentre servono a gonfiare il portafogli del ‘dimostratore’ di turno.

  3. claude says:

    Ciao Riccardo! La parte più interessante dei studi di Lash riguarda gli Archonti…

  4. Il mio parere è, che qualsiasi religione, oppure, altre derivazione, sette, guru, lavorino sull’accoglierti nel momento del bisogno, facendoti sentire come una grande famiglia, sei protetto, qualcuno… ha ragionato per te, e ha dato risposte alle tue domande più profonde, ecco… non devi più pensare ci siamo noi, addirittura ti cambiano il nome, a ribadire il loro possesso su di te..

  5. tiziana perricone says:

    Ho già letto il libro nell’edizione precedente, ” Non a sua immagine”, anni fa, ed è un testo e un lavoro che supporto tuttora.
    Apprezzo molto John Lamb Lash e lo definisco l’unico capace di rivelare la verità. Una Verità che ho già Visto.
    L’Eredità non è stata mai perduta. E continua occulta nello spazio e nel tempo.

  6. ne hanno cose da nascondere

    • Fiorenza says:

      Ottimo libro per liberare l’essere vivente da sovrastrutture di sensi di colpa che tante repressioni emotive creano nell’uomo dissolventi ogni tentativo di crescita emotiva e intellettiva. La cultura dell’espiazione autorizza il carnefice, ma il carnefice per sua scelta o scelta imposta, istruisce la vittima da secoli ormai…la Bibbia controlla che l’uomo è la donna siano convinti di dover vivere esclusivamente sopportando dolori, la Bibbia nn fa altro che inculcare l’idea che il dolore esiste, la Bibbia enfatizza il male, la Bibbia mai descrive il bene e la pace ….mi chiedo quante e quali persone siano consapevoli che noi esseri semplicemente umani siamo manipolati e programmati attraverso ben oculato condizionamento cognitivi continui e costanti, dove la prassi è descrivere guerre e violenze, dapprima con la Bibbia, oggi con i telegiornali e le telenovelas. Ma chiediamoci una buona volta se la vita ,,è tutta qui,, oppure abbiamo dimenticato gli insegnamenti gnostici che per primi hanno collegato il pensiero all’universo . Gran libro scorrevole scrittura meditata lettura. Grazie Lamb

  7. piero says:

    Usare un termine come ‘pagano’ è già un implicito riconoscimento della pietra di paragone, cioè il cristianesimo/cattolicesimo.
    E poi c’è una cosa che le masse accecate dagli untori in tonaca trascurano, e cioè che quando il dito indica la Luna, lo stolto guarda il dito.

    Ed il mondo è composto in massima parte di stolti, e la dimostrazione è la quantità di gente che discute e perfino si ammazza per tessere le qualità di un dito rispetto a quelle di un altro dito.

    Il Kali Yuga, secondo Yukteswar, è terminato nel 1894, ed ora siamo nel Dwapara Yuga, ma solo all’inizio; ci vorranno millenni prima che le masse raggiungano un livello spirituale paragonabile a quello necessario ad uscire dalle stolte dispute sulla bontà o meno di ogni dito e inizino a guardare la Luna.
    Millenni di sofferenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline