La frutta va mangiata in modo corretto. Ecco come

25 Commenti

frutta Combinazioni alimentari

Sei uno di quelli che dice che la frutta gonfia o fermenta? Ecco come dimenticarsi per sempre di questi fastidi ed ottenere tutta l’incredibile energia, vitamine e minerali VIVE dalla frutta, l’alimento principe e più naturale per l’essere umano.

Imparare a mangiare tanta frutta, e a farlo nel modo corretto, gioca un ruolo basilare nella detossificazione del nostro organismo e mette a disposizione una enorme quantità di energia utile a livello fisico e mentale. Nessun cibo è così perfetto e bilanciato per l’uomo come la frutta, ed è davvero scioccante che nell’alimentazione “moderna” esso abbia un ruolo così marginale.

Occorre evitare che la frutta trovi sul suo cammino cibo indigerito e residui putrefattivi di pasti precedenti e di digestioni prolungate oltremisura, mandando se stessa e il resto in putrefazione, e creando gas e rigonfiamenti intestinali. Se mangi due fette di pane e poi una porzione di frutta, rovini un meccanismo perfetto. La porzione di frutta è pronta per andare direttamente nell’intestino tenue, nel duodeno, ma viene impedita di fare quel percorso e viene trattenuta nello stomaco da quelle fette di pane, per cui l’intero pasto, sia il pane che la frutta, si trasforma in un bolo acido carico di fermentazione, per cui tutto è da considerarsi compromesso e rovinato.

Capelli bianchi, perdita di capelli, crisi di nervosismo, circoli scuri sotto gli occhi, e altre cose del genere non succederebbero se imparassimo a consumare il nostro cibo elettivo nelle giuste modalità, cioè a stomaco libero.

Non esiste al mondo alcun frutto capace di acidificare il corpo umano, tantomeno limoni e arance, che al contrario rappresentano quanto di meglio esiste per alcalinizzare il nostro sistema ed evitare il ricorso ai tamponi antiacidi, assai costosi in termini di enzimi e di energia interna. [Vedi L’equilibrio acido-base è uno degli equilibri più importanti per la vita dell’uomo]

Secondo il maggiore studioso mondiale di alimentazione di tutti i tempi, che rimane senza dubbio il dr Herbert Shelton, se imparate il corretto modo di alimentarvi con la frutta, avrete automaticamente a vostra disposizione il segreto della bellezza, della longevità, della salute, dell’energia, della felicità e del peso-forma costante e senza sbalzi.

Le combinazioni alimentari sono regole fondate sulla fisiologia della digestione e sulle ricerche ed esperienze di molti studiosi. Non tutti i cibi vengono digeriti allo stesso modo e con gli stessi tempi. È questa la regola fondamentale che sta alla base delle combinazioni alimentari. La digestione avviene ad opera di sostanze particolari, chiamate enzimi, che scindono gli alimenti nei loro costituenti fondamentali. Nell’organismo ci sono numerosi enzimi ed ognuno specifico per ogni sostanza. Questo schema, seppur limitato, può aiutare a comprendere la complessità del processo digestivo. Ciascun enzima necessità di specifiche condizioni di acidità (pH) per poter agire al meglio: ad es. la ptialina funziona meglio in ambiente alcalino, la pepsina meglio in uno acido. Quando viene ingerito un alimento si dovrebbero creare le condizioni ideali di acidità affinché l’ambiente sia il più idoneo possibile per favorire l’attività enzimatica. Ma se si associano nel pasto alimenti che hanno esigenze digestive diverse, se non addirittura opposte, questo non può avvenire con il risultato che la digestione è più lenta e difficoltosa e con una serie di sequele a ciò connesse: sonnolenza post-prandiale, bruciore gastrico, senso di pesantezza, gonfiore, meteorismo e più grave produzione di scorie tossiche.

Ecco allora le regole per mangiare correttamente la frutta!

1) Mangiare la frutta a stomaco vuoto o 20-30 minuti prima di mangiare. L’unica eccezione è l’ananas, mela, kiwi e papaya che hanno degli enzimi digestivi che facilitano la digestione e che gli permettono di essere mangiati a fine pasto favorendo l’assimilazione del pasto. Per mia esperienza l’ananas è il migliore a fine pasto.

2) La frutta può essere divisa in frutta dolce, frutta semiacida e frutta acida.
Frutta acida: ananas, arance, clementine, limoni, mandarini, melagrane, pompelmi, ribes.
Frutta semiacida: albicocche, ciliegie, fragole, mele, pere, pesche, prugne, uva.
Frutta dolce: banane, datteri, fichi, mele dolci, uva dolce.
Melone e anguria.

3) Possiamo mangiare diversi tipi di frutta insieme rispettando la combinazione: Frutta acida + semiacida; Frutta dolce + semiacida. Evitare invece di mescolare frutta dolce con frutta acida. 

4) Il melone e l’anguria vanno mangiati da soli altrimenti fermentano con grossa facilità dato l’elevato contenuto di glucidi (zuccheri). Ma c’è un lato positivo: impiegano solo 10 minuti per essere digeriti quindi l’ideale è mangiarli prima di iniziare il pasto.

5) Non esiste una “simpatia” totale tra frutta e verdura in quanto richiedono enzimi diversi per la loro elaborazione e assimilazione. Il frutto più adatto a eventuali miscele è la mela. Tuttavia piuttosto che combinare queste due categorie di alimenti è meglio mangiare prima la frutta, poi la verdura.

Seguendo questi semplici regole che si basano sul funzionamento digestivo avremo due vantaggi: nessun fastidio nel mangiare frutta e l’enorme beneficio delle proprietà del cibo elettivo per l’uomo.

Guida alle Combinazioni Alimentari - Libro
Il manuale più semplice e pratico per scegliere cosa mangiare
Cibo per la Mente - Libro
L’Alimentazione intelligente per dare equilibrio alla dieta e alla vita

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

25 Commenti su questo post

  1. Finalmente qualcuno che lo ricorda! Grazie 😉

  2. Finalmente qualcuno che lo ricorda! Grazie 😉

  3. è un concetto un po’ vecchio che deriva dai padri dell’igienismo che adesso è superato. Comunque può andare ancora bene per chi si approccia la prima volta all’alimentazione naturale

  4. Qualche link alle nuove teorie?

  5. ….e per le centrifughe o estratti vale la stessa regola? si vede molto spesso l’abbinamento della mela a verdure dal sapore particolarmente “forte”….

  6. Ma non ho capito quindi uno dovrebbe mangiare Frutta dolce, semi acida e acida da sola senza verdura e solo proteine e amidacei insieme alla verdura, non ho capito…

    • Dioni says:

      La frutta va mangiata da sola tranne alcuni frutti che puoi mangiare combinati con tutto.
      La verdura puoi mangiarla con proteine e carboidrati.

  7. Laura Ghita says:

    Ma combinare nel estrattore frutta e verdura va be

    • dioni says:

      Sì certo

      • Giampi says:

        Tutto insieme nell estrattore va bene in base a quale principio?

        • dioni says:

          Che i succhi non si fermano nello stomaco ma vanno diretti nell’intestino, quindi non c’è bisogno di pH diversi nello stomaco

          • Giampi says:

            Ok, grazie.
            Ho iniziato da ieri a mangiare frutta a stomaco vuoto e devo dire che mi sento meglio, anche di stomaco! Grazie

            • dioni says:

              Grazie della condivisione Giampi!

              • Giampi says:

                Ma grazie a te che mi hai spiegato come mangiare la frutta! Ho sempre avuto la sensazione che sia meglio mangiarla a stomaco vuoto, ma come un pecorone osservavo la regola del mangiarla dopo i pasti, e mi ha sempre dato problemi di stomaco, ma mi sono bastati questi ultimi due giorni di prova per essere entusiasta e sicuro che mangiandola così mi dia energia, il mio stomaco ringrazia, non mi sento pesante, non ho avuto ancora dei saltuari problemi di alito. E mi tengo il link a portata di mano per imparare l’acidità della frutta, che a occhio e croce se ascolto il mio corpo mi consiglia le stesse cose, bisogna ascoltarsi di più, il mio cane sempre libero sa cosa poter mangiare, non mangia neanche una fetta di prosciutto a volte, e cerca erbe diverse a seconda del suo stato, ho divagato un po, scusate, grazie ancora

  8. Mirko says:

    Qui ancora una volta si parla di alcalinizzazione. Si potrebbero cortesemente avere studi o evidenze scientifiche in merito? Purtroppo già da tempo (scientificamente) l’argomento é stato etichettato come bufala in quanto fisiologicamente impossibile, non esisterebbe quindi nessun alimento acidificante o alcalinizzante. Ringrazio in anticipo.

    • dioni says:

      Ecco una prova che è possibile cambiare il pH con la dieta http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25491498
      Comunque se ascolti il tuo corpo te ne accorgi, la conoscenza intellettuale è sterile.

      • Mirko says:

        Tale teoria é stata smontata da molti esponenti del mondo scientifico perché a detta loro é fisiologicamente impossibile e lo hanno dimostrato. Stanno raccontando frottole in nome della scienza secondo lei? Su questo argomento sto facendo una ricerca personale. Ringrazio vivamente. [Medbunker – Dieta alcalina alla base della bufala]

        • dioni says:

          Ciao Mirko, si avevo già letto quell’articolo ma non mi sembra per nulla scientifico dato che non da alcuna prova ma solo considerazioni di opinioni comuni, se così non fosse correggimi con quale prova scientifica (come ho fatto nel commento precedente che dal tuo commento non sembra tu abbia letto).

  9. Mirko says:

    Si l’ho letto, interessante… ne ho trovati molti di studi che confutano l’articolo di medbunker, soprattutto nuovi studi sul PRAL, ma ogni qualvolta ho provato a portarli sono stati smontati con “non é uno studio che confuta la fisiologia” o “non é così che si fa la scienza” oppure “su pubmed si trova tutto e niente, devono esserci le revisioni degli esperti prima” o anche “se non sei medico cosa vuoi capirne” … Infine mi ha bannato dalla sua pagina e minacciato di aver avvisato i legali in quanto personaggio pubblico scientifico e si era offeso che lo mettessi in discussione()…diciamo che con lui ho abbandonato il confronto perché parte dall’assunto che ha sempre ragione. Purtroppo questo non basta per smontare la sua tesi definitivamente. Ti ringrazio per la disponibilità, io sto facendo una ricerca che é più un lavoro di divulgazione, per mettere a confronto idee e pensieri contrastanti e fare un po’ di chiarezza su questo argomento. Ho cercato anche di dare voce a ricercatori ed esponenti scientifici che reputano Il principio dell’alcalinizzazione fondato ma al nome di medbunker sono spariti e non hanno più voluto commentare e proseguire con le argomentazioni… Mah! Ti lascio il link del mio articolo che cerca di spiegare la diatriba agli occhi di un utente esterno, per ora grazie della disponibilità, magari in futuro salta fuori qualcosa di più. Complimenti per il sito lo leggo da poco ma merita. http://www.mirkotoller-medicinaenutrizione.it/2015/10/dieta-alcalina-una-bufala-meta-la.html?m=1

    • dioni says:

      Grazie lo leggerò! Io sono un ricercatore (non uno che è arrivato a conclusioni e se le porta tutta la vita) quindi se dalle tue ricerche scopri qualcosa facci sapere.
      Sì questi siti di bufale sono completamente anti-scientifici e lavorano sul piano emotivo coinvolgendo le persone a difendersi dalle truffe e purtroppo a soccombere alle proprie malattie.
      Buona ricerca!

      • Mirko says:

        Si corretto, purtroppo però é da osservare che il dott. Di grazia, in arte medbunker é considerato uno dei più attivi esperti scientifici anti-bufala in Italia; fa quantomeno riflettere che sul suo sito egli stesso argomenti con delle bufale. Grazie nuovamente per la disponibilità, sarebbe bello mettere assieme tutti gli studi, magari col tempo… chissà… Saluti.

        • dioni says:

          Sì purtroppo il fatto che uno sia medico ed apre un sito di bufale lo rende un esperto scientifico…
          Se il Dott. Valter Longo, con tutte le scoperte che sta facendo sul legame tra alimentazione e malattie, aprisse un sito con i suoi articoli sarei il primo a condividerli, come faccio con altri medici d’altronde.. ma purtroppo molti medici (la maggioranza) è quella che ci ritroviamo in giro, come quello del sito medbunker di cui la competenza si commenta da sé…

          • Mirko says:

            Non mi piace giudicare Tizio o Caio, non ne vale la pena, tutti possono sbagliare per le loro ragioni; sinceramente mi sono appassionato in modo particolare a questo tema per il semplice fatto che ho potuto notare fin da subito grosse incongruenze nell’analisi e nelle argomentazioni, soprattutto per il parere contrastante di molti altri medici e di vari studi scientifici. Fare chiarezza é però più dura del previsto. Basta per ora, altrimenti passo la giornata sul web! Il troppo storpia! 🙂

  10. Mirko says:

    P.S.: non vorrei apparire scortese; non sono qui per fare pubblicità al mio blog e tanto meno a quello di medbunker, se lo reputi corretto cancella pure i link e i commenti. Altrimenti lasciali pure. M’interessano solo i chiarimenti e le informazioni, vista la disponibilità. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline