La storia incredibile dell'uomo vissuto 256 anni!

19 Commenti

256 Year Old Man

Parliamo di Li ching yuen, un uomo che ha vissuto un’incredibile vita di 256 anni! E no, non è un mito o una storia inventata. Secondo un articolo del New York Times del 1930, WuChung-chien, un professore dell’Università di Chengdu ha scoperto negli archivi del Governo Imperiale Cinese dei documenti del 1827 con gli auguri del Governo cinesea LiChing-Yuen per il suo 150° compleanno e ulteriori documenti datati 1877 con gli auguri per il 200° compleanno.

Nel 1928 un corrispondente del New York Times scrisse che molti tra gli anziani del vicinato di Li assicuravano che i loro nonni lo avevano conosciuto quando erano ragazzi e lui a quei tempi era già un adulto.

Li Ching Yuen secondo varie fonti incominciò la sua carriera come erborista all’età di 10 anni quando raccoglieva erbe sulle montagne ed apprendeva il loro utilizzo per assicurarsi la longevità.

Per circa 40 anni, la sua dieta si basò sull’alimentarsi con erbe quali il fungo Reishi (noto anche come Ganoderma lucidum lingzhi), le bacche di goji, il ginseng selvatico, l’he shou wu, la centella asiatica (gotukola) e sul bere vino di riso.

Nel 1749, all’età di 71 anni, si unì all’esercito cinese come insegnante di arti marziali. Li era una figura molto amata nella sua comunità, si sposò 23 volte ed ebbe oltre 200 figli.

Secondo leggende generalmente riconosciute come veritiere e narrate nella sua provincia, Li era capace di leggere e scrivere già da bambino piccolo ed entro il suo decimo compleanno aveva già visitato le terre del Kansu, Shansi, Tibet, Annam, Siam e Manciuria raccogliendo erbe. Nei suoi primi 100 anni continuò con questa occupazione. Successivamente cominciò a vendere erbe raccolte da altri. Vendeva funghi Reishi, bacche di goji, ginseng selvatico, he shou wu e centella asiatica unitamente ad altre erbe cinesi, e continuò a basare la propria dieta su tali erbe e sul vino di riso.

QUESTO FU IL SUO SEGRETO

Quando qualcuno gli si chiedeva quale fosse il segreto della sua longevità, questa era la sua risposta: “Avere un cuore in pace, sedere come una tartaruga, camminare vivacemente come un piccione e dormire come un cane.” Queste furono i consigli che Li diede al generale Wu Pei-fuche lo accolse nella sua casa per apprendere il segreto della sua longevità.

Li gli assicurò che la calma interiore e la pace mentale combinate con particolari tecniche di respirazione erano il segreto della sua estrema longevità. Ovviamente anche la dieta aveva giocato un ruolo molto importante. Ma è sorprendente che la persona più vecchia del mondo abbia attribuito la sua longevità ad un particolare stato mentale.

PERCHE’ E’ COSI’ DIFFICILE DA CREDERE?

Con una aspettativa di vita media in occidente di circa 70-85 anni, il pensiero di qualcuno che vive oltre 100 anni sembra molto credibile.  L’idea di qualcuno che vive oltre 200 anni è invece estremamente sospettoso. Ma perché facciamo fatica a credere che qualcuno possa vivere così a lungo?

Dobbiamo tenere a mente che alcune persone al mondo non hanno stili di vita estenuanti, non hanno a che fare con lo stress di dover onorare debiti, non vivono in città dall’aria inquinata e praticano regolarmente esercizio fisico.

Non mangiano zuccheri e farine raffinate o altri cibi pieni di pesticidi. Non mangiano carni grasse, dolci zuccherati e cibi OGM. Non assumono antibiotici, alcol e non fumano. Le loro diete escludono cibi spazzatura su cui spesso noi indulgiamo, ma anzi includono i cosiddetti supercibi e le erbe che rafforzano i nostri organi e il nostro sistema immunitario. Passano il loro tempo libero immerse nella natura praticando tecniche di respirazione e meditando, cose che è stato dimostrato migliorano la salute mentale, fisica ed emozionale.

Io non dubito neanche per un minuto che se tutti facessero tutte queste cose vivere oltre 100 anni sarebbe una cosa normale. Chissà quanto potremmo vivere a lungo se cominciassimo a trattare bene il nostro corpo?

Sibilla Vecchiarino

Reishi - Il Fungo dell'Immortalità
Un rimedio straordinario dalle incredibili proprietà terapeutiche
Voto medio su 20 recensioni: Da non perdere
Reishi Bio - 90 Capsule
Agisce favorevolmente sulla capacità dell’organismo
di conservare il livello delle difese immunitarie

Voto medio su 22 recensioni: Da non perdere

Goji
La bacca dalle miracolose virtù terapeutiche

Voto medio su 20 recensioni: Da non perdere

Ginseng
La radice della vitalità

Voto medio su 20 recensioni: Da non perdere

Per approfondire

Hai le bacche di goji? Ecco come far crescere la pianta!

Ganoderma Lucidum, il Fungo dell’Immortalità

Il Ganoderma Lucidum contiene Germanio Organico ANTICANRO

Kefir: La bevanda millenaria della longevità arriva dal Caucaso

Gli Hunza, la popolazione più longeva al mondo

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

19 Commenti su questo post

  1. Valen Miller says:

    Tiene in mano una meravigliosa radice di ginseng !

  2. Valen Miller says:

    Tiene in mano una meravigliosa radice di ginseng !

  3. Emme Bi says:

    Mi basta arrivarea a 150! 😉

  4. Mi basta vivere senza medici e ospedali 🙂

  5. Sara Nava says:

    voglio andarmene ancora giovane

  6. Luca Birri says:

    Non era sposato…

  7. Tutto sto articolo per publicizare funghi, bacche ed erde, vi facevo piu’ seri.

  8. Andrea says:

    Più che una vita, una palla. Vivere 250 anni?!. No grazie, ci farebbero lavorare fino a 200. Questo mondo è già fin troppo affollato, figuriamoci cosa accadrebbe se le aspettative di vita raggiungessero questi numeri, e per la maggior parte della popolazione mondiale. 70/80 anni bastano, poi mi sembra giusto togliere il disturbo. Fatevene una ragione.

  9. e cosa c’è di più serio della natura quindi anche di funghi, bacche ed erbe

  10. e cosa c’è di più serio della natura quindi anche di funghi, bacche ed erbe

  11. e cosa c’è di più serio della natura quindi anche di funghi, bacche ed erbe

  12. Stefano Coco says:

    ma quale newyork times questo personaggio e’ spesso citato in libri di un particolarissimo stile di qi qong abbinato alla filosofia e medicina tradizionale cinese ,basi di shiatsu e agopuntura,ma nella specifica interpretazione del taoismo tantrico,laddove il maschio della specia umana puo ,attraverso particolari pratiche respiratorie e discipline psicofisiche,accedere a livelli decisamente superiori e riassorbire quotidianamente la preziosissima e vitale energia del seme. ma il tantra e tutto il sistema kung fu dei meridiani ,delle fasce,del midollo,ecc darebbe molto ma molto ma molto fastidio a mammina societa’ che preferisce pubblicare e omologare statistiche dove il maschio addirittura e’ meno longevo della donna e ha una netta prevalenza di morti per il cuore:il punto psicofisico e spirituale delle erezioni e di tutto un sisyema neuroendocrino dove ,sempre il maschio,ha particolari predisposizioni….attenzione per coloro che non ne capiscono nulla e parlano,che il signore in oggetto ha avuto oltre dieci mogli………..:-)

  13. Il signore si è scordato di prenderselo. ….

    • sandro says:

      quale signore @nelly? 🙂 da quelle parti il cielo è … affollato.

  14. Luigi Duca says:

    Ma sul Guinness dei Primati non lo hanno messo, come mai?

  15. AlexSfera says:

    Non ci credo manco morto….
    E poi sarebbe bello vivere da giovani, un’esistenza da vecchi seppur in salute non la vorrei proprio.
    Meglio un giorno da leone che cento da vecchio.

    • Donata says:

      Difficile da credere: dov’è registrata la data di nascita? Mah!

  16. Alessandro says:

    per me sarebbe un’autentica maledizione! ho 43 anni e già non ne posso più! sarà che la vita con me non è stata affatto buona… senza problemi e in salute a chi non piacerebbe?
    ora come ora mi accontenterei molto di arrivare a 70 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline