Ecco come si sono inventati che il Latte fa bene al corpo umano

42 Commenti

latte fa bene

Il latte fa davvero bene? Le pubblicità che invitano a bere il latte per ottenere molti benefici per la salute sono state validate scientificamente? Ecco come il business delle multinazionali del latte ha inventato che il latte fa bene

Dopo lo svezzamento, fin da neonato, vomitavo il latte in polvere e poi successivamente vomitavo il latte di mucca. Insomma non è mai piaciuto il latte e sono sicuro che tanti bambini che sono stati svezzati naturalmente non abbiano amato il latte di mucca fin dal principio, ma che si siano abituati a poco a poco al suo sapore. Sempre più persone quando rimuovo i latticini dalla propria dieta ottengono degli enormi miglioramenti a livello di energia, la stanchezza e l’affaticamento scompaiono e molte condizioni di salute gradualmente si risolvono.

Le pubblicità manipolatrici del latte

Le vendite di latte hanno cominciato a rallentare negli Stati Uniti nel 1970, e da allora l’industria è stata indaffarata per fermarne la caduta libera. Anche se la connessione tra il latte, il calcio e la salute delle ossa è stata la pietra miliare della pubblicità casearia, l’industria è anche impegnata in continui sforzi per espandere l’immagine di ciò che il latte può fare per gli americani. Ma nonostante l’elenco dei benefici che si utilizza per invogliare i consumatori, l’industria lattiero-casearia è stata colpita da una mancanza di ricerca credibile a sostegno delle loro affermazioni. Il 16 agosto, 1974, il New York Times ha riferito che la Federal Trade Commission (FTC) aveva presentato una denuncia formale contro uno spot che promuove il latte, chiamandolo “sleale, falso, fuorviante e ingannevole“, promosso dall’agenzia dei produttori di latte dell’Advisory Board della California.

La FTC ha contestato l’uso dello slogan “Ogni corpo ha bisogno di latte” e ha affermato che il latte non è solo inutile, ma potrebbe anche danneggiare alcuni individui. Gli annunci in questione hanno suggerito non solo che il latte è essenziale, ma hanno affermato che “può prevenire raffreddori e l’artrite.” Questo ha segnato un punto di svolta per gli annunci pubblicitari del settore caseario, che, nel corso dei prossimi quattro decenni, avrebbero ritratto  il latte come una panacea.

La prima volta che uno spot pubblicitario ha affermato che il latte era un aiuto per il recupero dallo sport e che migliorava la prestanza atletica, ci fu poi un comitato scientifico nominato dal governo federale che respinse tale annuncio. Poi è arrivata la campagna di 200 milioni di dollari che sosteneva che “bere latte aiuta nella perdita di peso“. Il problema c’è stato quando una revisione di 41 studi clinici randomizzati, compreso uno studio della Harvard Medical School, ha dimostrato che il latte non ha simili proprietà.

Il dott. Walter Willett, MD di Harvard ha detto che l’affermazione “è stata totalmente screditata dalla ricerca e non finanziata dal National Dairy Council.” Tuttavia, ci sono voluti una causa e un rimprovero da parte dell’USDA prima che l’industria abbia abbandonato la campagna.

Il latte e il ciclo mestruale

Più di recente, l’industria lattiero-casearia ha affermato che “bere il latte può aiutare a ridurre i sintomi della sindrome premestruale“. Gli annunci hanno attirato aspre critiche e sono stati ritirati in poche settimane. Ancora una volta, la pubblicità non ha potuto essere motivata dalla scienza. “Il latte è l’ultima cosa che mi sento di raccomandare alle donne con PMS“, ha detto la dottoressa Christiane Northrup, MD, una ginecologa riconosciuta a livello internazionale e autrice del bestseller “Women’s Bodies, Women’s Wisdom“.

“Nella mia esperienza clinica,” ha detto la dottoressa Northrup, “latte e il consumo di latticini sono spesso associati con un aumento della sindrome premestruale e dei crampi mestruali. Non c’è assolutamente alcuna prova di cui io sia a conoscenza del fatto che il latte migliori ogni aspetto del ciclo mestruale di una donna. E ‘proprio il contrario.”

Dal momento che le mestruazioni, e i sintomi indesiderati che spesso l’accompagnano, sono regolate dagli ormoni, e ogni bicchiere di latte di mucca contiene quasi 60 diversi ormoni e fattori di crescita, le osservazioni della Dottoressa Northrup e di altri medici mostrano quanto le campagne pubblicitarie siano menzognere.

Loading...

Il latte e le ossa

E per quanto riguarda ciò che sostengono le industrie lattiero-casearie sul fatto che il latte vaccino è essenziale per scongiurare fratture ossee negli esseri umani? Ci sono prove sostanziali che contraddicono questa affermazione. Uno studio caso-controllo di anziani americani pubblicato sull’American Journal of Epidemiology ha dimostrato che l’integrazione della dieta con latte di mucca non ha ridotto l’incidenza di fratture ossee.

Uno studio alla Harvard Nurses, che comprendeva più di 77.000 donne, ha scoperto che le donne che hanno bevuto tre o più bicchieri di latte al giorno non hanno avuto alcuna riduzione del rischio di fratture dell’anca o del braccio durante un periodo di follow-up di 12 anni rispetto alle donne che hanno bevuto poco latte o per nulla.

I professionisti della salute nonché i ricercatori di Harvard, su una revisione di 43.000 uomini non hanno trovato alcuna relazione tra l’assunzione di calcio e le fratture ossee. Un’analisi di sei studi prospettici per un totale di 39,563 uomini e donne ha esaminato il consumo di latte e il rischio di frattura ossea. Gli autori hanno concluso che le persone che hanno consumato meno di un bicchiere di latte al giorno non hanno avuto alcun maggiore rischio di fratture. Ancora una volta, uno studio del 2014 ha mostrato che un alto consumo di latte da adolescente non ha portato a un minor rischio di frattura dell’anca da adulto.

Siccome il latte vaccino non è un mezzo affidabile per prevenire fratture ossee negli esseri umani, dal punto di vista della salute pubblica è prudente che vengano divulgati i rischi associati a seguito della sua assunzione.

Infatti il latte sebbene sia ricco di calcio le sue molecole sono connesse alla proteina caseina e quindi non è molto assimilabile (solo il latte crudo che ha gli enzimi vivi al suo interno è più assimilabile, tuttavia questo lo si può fare solo con le mucche alimentate naturalmente e senza farmaci altrimenti ci riempiamo di tossine). Questo spiega anche perché i paesi occidentali, grandi consumatori di latte, sono quelli che hanno i maggiori problemi di osteoporosi e carie. Inoltre si trova nel latte una grossa mancanza di magnesio, indispensabile per l’assorbimento del calcio. Il magnesio trasporta il calcio dalle arterie e vene fino alle parti dure del corpo come denti e ossa. Il calcio calcifica le ossa e i denti, ma se si deposita e rimane nelle arterie dove causa calcificazioni.

 

Legame tra latte e cancro

Ad esempio, c’è una miriade di studi che dimostrano una relazione tra consumo di latte e rischio di cancro alla prostata, e i ricercatori di Harvard hanno chiamato il latte “uno dei fattori predittivi alimentari più consistenti per il cancro alla prostata nella letteratura pubblicata.”

Si sa che il 98% della della popolazione del mondo non può digerire correttamente lo zucchero nel latte, chiamato lattosio, e può  soffrire di meteorismo, gonfiore e crampi quando lo consuma. Si sa che i risultati di una serie di studi suggeriscono che il lattosio può aumentare il rischio di cancro ovarico. Ogni 10 grammi di lattosio consumato (circa un bicchiere di latte) aumenta il rischio di circa il 13%.

Il latte è anche spesso contaminato da diossine e PCB, i quali sono cancerogeni così come il piombo, il cadmio e i pesticidi.

Ogni tentativo di allargare la percezione del pubblico di ciò che il latte può fare per loro è stato afflitto dal fatto che la ricerca a sostegno di tali annunci pubblicitari è limitata o inesistente. Forse questo è uno dei motivi per cui c’è stato un calo del 36% del consumo pro capite di latte tra il 1970 e il 2011.

Sembra che l’industria lattiero-casearia stia vivendo una lunga depressione dal momento in cui i consumatori stanno finalmente cominciando a rendersi conto che le promesse del settore dei prodotti lattiero-caseari non sono veritiere, e, inoltre, il latte di mucca non è più essenziale per la salute umana di quanto non lo sia il latte di un cane, di un elefante, o di una giraffa.

Nel frattempo, le vendite di bevande più salutari, come il latte di mandorla, latte di cocco e latte di riso, è salito a quasi 2 miliardi di dollari nel 2013, con un aumento del 30% dal 2011. Il mito del latte come un elisir magico che risolve tutti i mali non è più assoluto, e sta emergendo una comprensione più equilibrata di tutti i suoi reali effetti.

Leggi anche

8 Motivi Scientifici per Eliminare i Latticini dalla propria Dieta


Riferimenti
– “FTC acts to curb coast ads for milk,” New York Times, August 16, 1974.
– H. Splete, “USDA panel skeptical about milk’s health claims,” Family Practice News 5, Dec. 31, 2001. p. 12.
– J. Flynt, WHBL “Dairy products weight loss claims dropped from WI Milk Marketing Board site,” Oct. 20, 2011. Web. 25 Oct. 2014, (link).
– “U.S. government calls for end to dairy weight loss ads,” Washington Post, May 12, 2007.
– “Got apology? Milk board cans ‘sexist’ campaign,” NBCnews.com, July 22, 2011. Web, Oct. 25, 2014, (link).
– C. E. Grosvenor et al., “Hormones and growth factors in milk,” Endrocrine Reviews 14 (1993): 710–28.
– R. G. Cummings et al., “Case-control study of risk factors for hip fractures in the elderly,” American Journal of Epidemiology 139 (1994): 493–503.
– D. Feskanich et al., Milk, dietary calcium, and bone fractures in women: A 12-year prospective study, American Journal of Public Health 87 (1997): 992–97.
– J. A. Kanis et al., “A meta-analysis of milk intake and fracture risk: Low utility for case finding,” Osteoporosis International 16 (2004): 799–804.
– D. Feskanich et al., “ Milk consumption during teenage years and risk of hip fractures in older adults,” JAMA Pediatrics 168 (2014): 54-60.
– E. Giovannucci et al., “Dairy Products, calcium, and Vitamin D and risk of prostate cancer,” Epidemiologic Reviews 23 (2001): 87–92.
– S. C. Larsson et al., “Milk, milk products and lactose intake and ovarian cancer risk: A meta-analysis of epidemiological studies,” International Journal of Cancer 118 (2006): 431-41.
– J. Schaum et al., “A national survey of persistent, bioaccumulative, and toxic (PBT) pollutants in the United States milk supply,” Journal of Exposure Analysis and Environmental Epidemiology 13 (2003): 177–86.
– H. Cardelo, “How the milk industry went sour and what every business can learn from it,” Forbes 4 January 2013. Web, Oct. 23, 2014, (link).
– J. Van Allen, “Got milk? From a cow or plant?,” Washington Post, June 10, 2014. Web, Oct. 25, 2014, (link)

Nutri il tuo benessere

Entrando a far parte della nostra newsletter sarai tra i primi a conoscere le ultime notizie, eventi e pubblicazioni.

(E' gratis!)

 

No SPAM! Non condivideremo la tua email con terze parti.

Grazie!

Iscrizione effettuata con successo

Riproduzione vietata senza il consenso scritto dell'autore.

Disclaimer: Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, è un ricercatore nel campo del benessere bioenergetico e della crescita personale. Laureato con il massimo dei voti in ingegneria, si occupa di naturopatia, geobiologia e sviluppo del potenziale umano attraverso il risveglio dell’energia vitale e della coscienza.

Leggi anche

42 Commenti su questo post

  1. La Dona says:

    Non bevo più latte da anni.. Non mangio carne ne pesce Ho abbandonato anche lo yogurt ma cavolo il formaggio mi piace proprio tanto… Accetto consigli…a patto che non mi parliate di tofu…;)

    • stefano says:

      il consiglio ? LASCIA PERDERE IL FORMAGGIO anche a me piaceva molto avrei mangiato solo formaggio ma si puo’ smettere . ricorda che i formaggi come le sigarette rendono asuefatti la caseina e’ una droga non riesci a smettere.

  2. Ivan Lugli says:

    io odio il tofu e mi piace poco il seitan ma mi piacciono tantissimo i legumi, e quelli bastano per le proteine

  3. Ivan Lugli says:

    io odio il tofu e mi piace poco il seitan ma mi piacciono tantissimo i legumi, e quelli bastano per le proteine

  4. Ivan Lugli says:

    io odio il tofu e mi piace poco il seitan ma mi piacciono tantissimo i legumi, e quelli bastano per le proteine

  5. Ivan Lugli says:

    io odio il tofu e mi piace poco il seitan ma mi piacciono tantissimo i legumi, e quelli bastano per le proteine

  6. Io sono cresciuta con il lette, stessa cosa la mia famiglia… Mai nessun problema di salute e nessuno di noi!
    La mia nonna diceva che quel tempo la bronchite si curava con latte e miele…
    Adesso c’è questa moda… Vedremo i risultati che porteranno ai figli cresciuti con le bevante vegetali, senza l’assunzione del latte… È presto ancora per parlare…
    Sono studi nuovi, tutto una coppia e incolla sulla rete…
    Si legge una cosa e anche l’opposto di quella

    • stefano says:

      brava continua cosi’ !!! tutti l’hanno fatto e vuol dire che e’ giusto e fa bene . come l’invenzione della bomba atomica . complimenti .!!! ottimo ragionamento .

  7. Io sono cresciuta con il lette, stessa cosa la mia famiglia… Mai nessun problema di salute e nessuno di noi!
    La mia nonna diceva che quel tempo la bronchite si curava con latte e miele…
    Adesso c’è questa moda… Vedremo i risultati che porteranno ai figli cresciuti con le bevante vegetali, senza l’assunzione del latte… È presto ancora per parlare…
    Sono studi nuovi, tutto una coppia e incolla sulla rete…
    Si legge una cosa e anche l’opposto di quella

  8. Io sono cresciuta con il lette, stessa cosa la mia famiglia… Mai nessun problema di salute e nessuno di noi!
    La mia nonna diceva che quel tempo la bronchite si curava con latte e miele…
    Adesso c’è questa moda… Vedremo i risultati che porteranno ai figli cresciuti con le bevante vegetali, senza l’assunzione del latte… È presto ancora per parlare…
    Sono studi nuovi, tutto una coppia e incolla sulla rete…
    Si legge una cosa e anche l’opposto di quella

  9. Io sono cresciuta con il lette, stessa cosa la mia famiglia… Mai nessun problema di salute e nessuno di noi!
    La mia nonna diceva che quel tempo la bronchite si curava con latte e miele…
    Adesso c’è questa moda… Vedremo i risultati che porteranno ai figli cresciuti con le bevante vegetali, senza l’assunzione del latte… È presto ancora per parlare…
    Sono studi nuovi, tutto una coppia e incolla sulla rete…
    Si legge una cosa e anche l’opposto di quella

  10. Ho nuotato nel latte fino a quasi 40 anni… A colazione ed anche freddo, dissetante e nutriente.
    Nessun problema come altri in famiglia…
    Poi leggendo… ho deciso di smettere ed ho smesso da due anni. Nessun effetto collaterale,

    Ioanna, è presto per conoscere gli effetti che dici, ma arteriosclerosi, anche, osteoporosi …, sono ben note e sviluppate nelle generazioni che hanno dai 60-90anni, quelle del boom economico anni 60.
    Le generazioni più addietro (nonni…) tali disturbi non li avevano semplicemente perché di latte disponibile ce ne era meno, non era alla portata di tutti, o se lo era, era per venderlo….

  11. É uno dei 4 cavalieri bianchi da eliminare se possibile dalla nostra alimentazione oltre a farina bianca , sale e zucchero

  12. É uno dei 4 cavalieri bianchi da eliminare se possibile dalla nostra alimentazione oltre a farina bianca , sale e zucchero

  13. É uno dei 4 cavalieri bianchi da eliminare se possibile dalla nostra alimentazione oltre a farina bianca , sale e zucchero

  14. É uno dei 4 cavalieri bianchi da eliminare se possibile dalla nostra alimentazione oltre a farina bianca , sale e zucchero

  15. É uno dei 4 cavalieri bianchi da eliminare se possibile dalla nostra alimentazione oltre a farina bianca , sale e zucchero

  16. É uno dei 4 cavalieri bianchi da eliminare se possibile dalla nostra alimentazione oltre a farina bianca , sale e zucchero

  17. É uno dei 4 cavalieri bianchi da eliminare se possibile dalla nostra alimentazione oltre a farina bianca , sale e zucchero

  18. Elettra Maia says:

    ho sentito una ultracentenaria dire che si nutre di latte e carne cruda… 113 anni ed è sana e cammina.

  19. Elettra Maia says:

    ho sentito una ultracentenaria dire che si nutre di latte e carne cruda… 113 anni ed è sana e cammina.

  20. Assumere semi oleosi

  21. Formaggio di anacardi

  22. Formaggio di anacardi

  23. Giovanni mia nonna 83 anni come ho già detto nessun problema ed è cresciuta di latte e yogurt… La mucca era di loro proprietà! Mia bisnonna stessa cosa…
    Ma dove le vedere queste malattie?
    Sarà forse la mancanza della vitamina D?…. Che nessuno di noi prende e che non stiamo mai sotto il sole? Sempre ai posti chiusi???

  24. Giovanni mia nonna 83 anni come ho già detto nessun problema ed è cresciuta di latte e yogurt… La mucca era di loro proprietà! Mia bisnonna stessa cosa…
    Ma dove le vedere queste malattie?
    Sarà forse la mancanza della vitamina D?…. Che nessuno di noi prende e che non stiamo mai sotto il sole? Sempre ai posti chiusi???

    • stefano says:

      continua a bere latte che ha te sicuramente fa bene aaaaaaaaaahhhhhhhhhhhh!!!!!!!!!!!!!

  25. donatella says:

    ciascuno fa quello che sente giusto per se
    anch’io non ho mai avuto problemi con latte e latticini (ho 43 anni)
    non mangio carne da tre anni, ho eliminato anche il pesce da due, la mia personale motivazione è che non mi piace che un essere vivente venga ucciso per diventare cibo, ripeto: personale motivazione, non voglio convincere nessuno.
    vorrei smettere di consumare anche latticini perchè so come viene prodotto il latte…certo esistono i formaggi prodotti con latte biologico che dovrebbe essere una garanzia, come per le uova, sul come vengono trattati gli animali

  26. Dionidream says:

    Purtroppo il latte della vacca della nonna non è il latte pastorizzato scremato e riciclato del supermercato ( si il latte pastorizzato una volta scaduto viene ribollito e rimesso in commercio e così via per un certo numero di volte per legge)

  27. Marco Travascio says:

    Se la legge dei grandi numeri ha voce in capitolo, lo Studio Cina (The China Study-Campbell) metterà a tacere qualsiasi altro commento o ricerca o studio sui danni del latte e delle proteine animali e sui benefici dei cibi naturali di origine vegetale. Se mi trovate qualcuno che abbia preso in esame più di 800.000.000 persone … ditemelo!

  28. Sono 15 anni che ho eliminato almeno il latte da bere.poi è chiaro che dovremmo eliminare tutto ciò che fatto con il latte…..

  29. Marco says:

    Mangia, bevi e stai con Dio!

  30. Valentina says:

    Ciao,
    Ho letto molti articoli su tale argomento e ho capito quanto sia importante eliminare il latte e i suoi derivati (latticini) dalla nostra dieta. Tuttavia ci sono altrettanti argomentazioni a favore di un alimento che fa parte dei latticini, quindi derivato del latte, e che invece fa molto bene all’organismo, in particolare alla flora intestinale, ovvero lo Yogurt.
    Potrei avere dei chiarimenti in merito e quindi capire il legame tra latte e yogurt e se è importante eliminare anche quest’ultimo dalla nostra dieta? Ringrazio in anticipo
    Valentina

  31. filippo says:

    Ricordo che la situazione ormonale delle mucche negli USA è molto lontana da quella italiana, e che quindi il latte è molto diverso, anche a causa della loro migliore alimntazione in Europa (no OGM).
    Detto questo, ho un cliente che ha 72 anni, beve latte da quando è nato (è un allevatore…) e sta meglio di me.
    Mia madre ha 90 anni, beve latte da quando è nata e sta benone.
    Insomma… l’uomo è l’unico animale che beve latte dopo lo svezzamento, e per di più di un’altra specie.
    Una cosa incredibile e poco sana di sicuro.
    Tuttavia le reazioni a questo alimento variano da individuo a individuo e non si può generalizzare, né tantomeno importare pedissequamente notizie dagli States, che versano in una situazione disperata per quanto riguarda l’agricoltura e il cibo, e non sono quindi un metro di paragone per noi.

    • dioni says:

      Ciao Filippo,
      I mangimi delle mucche (così come quelli delle galline ecc.) sono pieni di mais e soia OGM anche in Italia. Io stesso faccio difficoltà a trovare dei mangiami dove sia scritto chiaramente NO OGM per i miei animali. Non possiamo aspettarci che il latte della grande distribuzione provenga da vacche lasciate libere di pascolare. Gli ormoni sono presenti nel latte di mucca a prescindere dato che vengono prodotti naturalmente per la crescita del vitello, e quindi non è un fenomeno che accade solo negli USA.
      Non metto in dubbio che ci siano persone che pur bevendo latte sono in salute, così come ci sono persone che fumano 20 sigarette al giorno senza che gli venga il cancro ai polmoni, dato che ci sono molti fattori in gioco quando parliamo di salute e quindi è la somma di tutte le abitudini e della genetica che decidono il risultato. C’è da dire inoltre che chi oggi ha sopra ai 50 anni è stato svezzato con cibi naturali e quindi il suo organismo è molto più forte: le nuove generazioni non vivranno come in passato, asta vedere tutti i casi di tumore che fra qualche anno si stima arriveranno a colpire 1 persona su 2.

  32. Antonio says:

    Se non ricordo male la caseina è in un lungo elenco di sostanze considerate cancerogene.
    Anche questo può essere un motivo valido per non consumare latte. Lasciamo perdere l’America
    dove c’è sempre tutto ed il contrario di tutto e caso mai chiediamo lumi ai nostri esperti.
    Ci sarà pure in Italia qualcuno che si occupa di alimentazione e salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nutri il tuo benessere

Ricevi la nostra newsletter periodica. E' GRATIS!

La tua privacy è al sicuro con noi.

Prenditi cura del tuo benessere

Inserisci la tua mail per ricevere i migliori contenuti su:

✓ Rimedi naturali                    

✓ Terapie innovative               

✓ Crescita personale              

E' GRATIS!

Rimani in contatto con Dionidream

✓ I migliori integratori

✓ Recensioni libri

✓ Date degli eventi

Sent!

Please check your e-mail and download FREE BETA version.

 

SHARE IT