autismo integratori

“La principale sede della malattia mentale è l’intestino”.

Phillipe Pinel (1745-1828), padre della moderna psichiatria

L’autismo è un disturbo psicofisico caratterizzato dalla difficoltà di comunicazione verbale e non verbale, di interazioni sociali e presenza di comportamenti ripetitivi e compulsivi. I primi segni di notano entro i due anni di vita del bambino, e la diagnosi certa spesso può essere fatta entro i trenta mesi di vita.

La medicina ancora non è riuscita a capire con certezza le cause di tale manifestazione, divise tra cause neurobiologiche, costituzionali e psicoambientali. La medicina non ha cure per l’autismo e i numerosi farmaci che sono stati valutati come terapia dell’autismo hanno fornito risultati molto incostanti.

I medici britannici guidati dal Dr Andrew Wakefield hanno dimostrato come i vaccini combinati (morbillo, rosolia e orecchioni, tanto per fare un esempio) possono provocare reazioni autistiche gravi. Lo studio, condotto e concluso presso il Royal Free Hospital di Hampsted, ha trovato anche una importante connessione tra vaccini e gravi infiammazioni intestinali precedentemente trascurate. Lo studio è stato pubblicato nel 1998 ma il medico è stato costretto a dimettersi dopo 15 anni di servizio nel mondo medico.

Studi più recenti hanno mostrato la connessione tra autismo e pesticidi e farmaci assunti dalla madre prima e durante la gravidanza (come ad esempio antidepressivi e pillola anticoncezionale).

E’ molto interessante come il Dott. Claudio Sauro ha evidenziato le connessioni nutrizionali che possono essere molto valide da integrare nei bambini affetti da autismo:

L’autismo è una sindrome che insorge nella prima infanzia caratterizzata da:

  • Profonda incapacità di sviluppare relazioni sociali
  • Problemi nel linguaggio con ridotta comprensione
  • Rituali e fenomeni compulsivi
  • Ritardo dello sviluppo intellettuale
  • Rapporto maschi/femmina 4:1

Fino a non molto tempo fa si pensava che l’autismo fosse una condizione di prevalente interesse psichiatrico. Solo recenti studi biochimici e genetici hanno chiarito che la patologia è legata ad un difetto organico nello sviluppo cerebrale.

I bambini autistici hanno un alterazione nel metabolismo della serotonina:

  • Anomalie nel rilascio e nell’assorbimento della serotonina nelle piastrine
  • Anomalie nel metabolismo della chinurenina
  • Livelli urinari di acido 5- idrossindoloacetico anomali (alti)
  • Livelli urinari nel metabolismo della serotonina anormali

Il meccanismo di base sembra essere una riduzione dell’attività serotoninergica a livello cerebrale con elevati livelli di triptofano libero.

Si è pensato che se il difetto è legato ad una riduzione dell’attività dell’enzima triptofano idrossilasi la supplementazione con Acido Folico, Vit.C, e Vit B12, Vit D3 potrebbe incrementare l’attività dell’enzima. Tale supplementazione ha fornito qualche beneficio ai bambini autistici.

Se invece il difetto consiste in un anomalia della decarbossilazione o del metabolismo della chinureina è indicata la supplementazione con Vit B6. Tutti i 18 studi in cui è stata valutata la terapia a base di vitamina B6 per i bambini autistici hanno fornito risultati positivi.

Si è scoperto che l’effetto della Vit B6 è legata alla somministrazione di Magnesio, ovvero ne migliora l’assorbimento e quindi l’efficacia.

Un ampio studio del 1985 ha mostrato che con Magnesio e Vit B6, metà dei bambini autistici ne traggono un discreto miglioramento, mentre il 20% ha un miglioramento eccezionale. Il fatto che metà dei bambini autistici non traggano beneficio da questi rimedi, porta a pensare che in questi bambini giochino altri fattori tuttora sconosciuti.

Si è visto infatti che certe forme di autismo sono legate ad allergie alimentari, soprattutto al glutine ed al latte. Infatti togliendo questi alimenti si notava un discreto miglioramento.

Oltre a questi elementi si è visto che il trattamento comportamentale da parte di un buon psicologo specializzato  nelle terapie dell’autismo può essere determinante e può portare in molti casi il soggetto alla guarigione.

Quindi nell’autismo sono importanti:

  • La dieta con l’eliminazione dei fattori allergogeni (no glutine, no latticini)
  • Un integrazione vitaminica di Vit C, Vit B12, Vit B6, Vit D3 a dosi massime, acido folico e magnesio
  • La psicoterapia da parte di uno psicologo specializzato nel trattamento dell’autismo

Consiglio anche la somministrazione di zinco perché è stato osservato che carenza di zinco impedisce l’assorbimento della Vit B6. Per approfondire è molto utile conoscere testimonianze di guarigione avvenute lavorando sulla dieta e sulla disintossicazione del corpo come ho descritto in “L’autismo è uno squilibrio reversibile al 100%. Ecco la Terapia CEASE”Mamma guarisce la figlia di 3 anni dall’autismo!.

Vaccini, medicinali, cibo ma anche prodotti per la casa e l’igiene possono essere legati all’autismo. La teoria fattore genetico come una sorta di punizione divina crolla alla luce delle testimonianze più recenti. A riguardo consiglio il video seguente tratto dal 1° Convegno Nazionale “L’autismo è trattabile” 2-3-4 aprile 2015 Pozzallo (RG). Per vedere tutti gli altri video del convegno clicca qui

Copyrighted.com Registered & Protected L2PM-NYRO-LGL3-YEDI

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni