Le tue feci dicono se sei in salute. Ecco come capirlo

91 Commenti

cacca

Si può imparare molto dalle scorie prodotte da nostro organismo. Sapete che il loro colore, odore, struttura e consistenza indicano se il vostro apparato digerente funziona in maniera adeguata? Sapete che rivelano lo stato della vostra salute? Se volete prevenire le malattie, dovreste controllare le vostre feci ogni giorno. Se non lo fate, per imbarazzo o disgusto, dovreste riflettere visto che potrebbero aiutarvi a prevenire serie complicazioni di salute in futuro. Le feci ideali devono essere di colore oro antico, avere la forma di una banana matura e la consistenza simile a quella del dentrificio. Galleggiano e sono inodori. Se le vostre non sono così, per favore leggete quanto segue con molta attenzione.

Le feci sono le sostanze solide di rifiuto del cibo, e mentre l’urina ci indica la condizione recente della persona, le feci ci rivelano la condizione relativa a 2 0 3 giorni prima.
Il medico vi ha mai chiesto dettagli riguardo la vostra cacca? Se la risposta è no, confidatevi voi con lui, perché attraverso le feci possiamo capire molte cose del nostro stato di salute specialmente se abbiamo dei dubbi riguardo l’alimentazione o piccoli disturbi apparentemente non strettamente legati all’intestino.

Ecco le cose fondamentali da tener presente:
1 frequenza dell’evacuazione
2 odore e galleggiamento
3 forma
4 colore

1 Frequenza
“La defecazione dovrebbe avvenire una volta al giorno: il momento ideale è al mattino. Ogni irregolarità nell’evacuazione delle feci è segno di problemi intestinali. La regolarità della defecazione è una condizione basilare per una buona salute.” afferma Noboru Muramoto, uno dei principali esponenti della medicina tradizionale cinese in occidente.
E’ bene svuotare l’intestino almeno una volta al giorno sarebbe avendo proprio la sensazione di vuoto nella pancia al termine.
Alcune persone riescono ad andare in bagno anche 2 o 3 volte al giorno, questo ovviamente dipende dal metabolismo soggettivo, dalla quantità di batteri contenuti nell’intestino oppure dalla quantità di cibo ingerito.

2 Odore e Galleggiamento
Un cattivo odore delle feci indica uno scarso equilibrio nell’alimentazione. Se affondano nell’acqua vuol dire che il cibo non è stato masticato o digerito bene.

3 Forma
Dobbiamo essere sicuri che le nostre feci abbiano una forma definita, questo aspetto denota infatti che la nostra digestione è avvenuta completamente e i nutrimenti sono stati assorbiti dall’organismo eliminando così acidi e tossine.

Ecco un pratico riferimento chiamato il grafico Bristol.

bristol-stool-chart-happy-mama-natural-version_jpg_940x0_q85

Tipo 1 grumi ben separati e duri simili a palline difficili da espellere (tipo la cacca delle pecore)
Tipo 2 classica forma cilindrica ma grumosa
Tipo 3 forma cilindrica ma con delle crepe sulla superficie
Tipo 4 forma cilindrica liscia e morbida
Tipo 5 grumi morbidi e frastagliati
Tipo 6 porzioni morbide ma con i bordi frastagliati
Tipo 7 acquosa e priva di particelle solide

Riuscite ad indovinare qual è la forma che dovrebbe avere? Se avete risposto 4, avete indovinato! La cacca perfetta fuoriesce con facilità, senza dolori, né odori terribili ed ha la forma di una grossa banana e galleggiare.

4 Colore
Il colore perfetto dovrebbe essere tra il marrone chiaro e il marrone scuro.
Il colore dipende molto dal tipo di alimentazione che abbiamo: se mangiate le rape rosse ovviamente le feci ( e le urine) potrebbero avere un colore rossastro.

Feci giallastre di cattivo odore: malassorbimeno di grassi dovuto ad un insufficiente funzionamento del pancreas; questo si verifica nelle pancreatiti, cancro del pancreas, fibrosi cistica e celiachia.

Feci di colore scuro di cattivo odore: sanguinamento dello stomaco o della parte superiore dell’intestino tenue dovuto ad ulcere o tumori. Feci nere potrebbero essere innocue quando si usano integratori alimentari che contengono ferro. Ma nel caso non abbiano un cattivo odore, si tratta solo di un cambiamento di colore.

Feci che presentano tracce di sangue scuro:ulcere sanguinanti o tumori nella parte media dell’intestino tenue o nella prima parte del colon, morbo di Crhon, colite ulcerativa.

Feci dure che precipitano sul fondo: possono indicare una dieta povera di fibre (che si trovano in verdura, frutta e cereali integrali), o un insufficiente apporto di acqua. Le feci dure sono generalmente di colore scuro perché restano nell’intestino più di quanto dovrebbero.

Le feci del neonato dovrebbero essere giallo-arancioni e piuttosto soffici. Se sono scure o verdi, vuol dire che il altte materno non è di buona qualità, perché la madre ha mangiato dei cibi non adatti.

Se si usa troppo sale il colon assorbe più acqua e le feci sono striminzite e secche; al contrario se si mangiano troppi zuccheri le feci sono più umide e informi.

Ecco alcuni consigli per migliorare la nostra digestione ed avere più energia
1) Il cibo per esssere correttamente assimilato e non produrre scorie deve rispettare la combinazione degli alimenti, che si basa sul ph e gli enzimi;
2) Prima di iniziare a mangiare fare un respiro profondo e buttare fuori tutta l’aria: se siete stressati la pancia sarà rigida e probabilmente è meglio che saltiate il pasto; qualche emozione e situazione vi è rimasta sullo stomaco e va digerita prima di metterci del cibo;
3) Masticare per almeno 8 secondi ogni boccone: la masticazione corretta dovrebbe essere alternata tra la parte destra e sinistra della bocca per attivare entrambi gli emisferi cerebrali.
Con questi consigli le vostre feci saranno sicuramente più belle e avrete più energia e lucidità mentale.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

91 Commenti su questo post

  1. Molto interessante

  2. lo sapevano bene i medici condotti di una volta…osservavano, assaggiavano, annusavano urine e feci…

  3. andyword69 says:

    Ciao Dioni, bell’articolo interessante. Riguardo il galleggiamento avevo letto un articolo che parlava del Ph corporeo e diceva che un sintomo di Ph troppo acido era quello di fare le feci che galleggiano e che al contrario dovrebbero affondare nell’acqua come quelle dei bambini. Naturalmente ho verificato e la cacca delle mie piccole va a fondo… sarà perché non digeriscono bene, allora? Che ne pensi? Un abbraccio.
    Grazie. ^.^

    • manuela says:

      Anch’io ho sempre saputo che devono affondare perchè se stanno a galla è sintomo di un’alimentazione troppo ricca di grasso

  4. Giulia Bortolini Zin

  5. Questa è una cosa ben conosciuta da tutte le Medicine Tradizionali, non solo quella Cinese. Anche Ayurveda e la Medicina Tradizionale Mediterranea, prestano molta attenzione alla qualità delle scorie.

    • A parlare di scorie con le pazienti non e’ facile…tabu’

    • Qui nel “civilizzato” Occidente si, è vero… mentre, ad esempio in India (patria e “culla” dell’Ayurveda), nonostante sia presente un forte senso della riservatezza e del pudore, c’è grande naturalezza e serenità nel parlare con il medico o con il terapista di qualunque normale funzione fisiologica, scorie comprese.
      Abbiamo ancora molto da imparare… o meglio, “ricordare”… perchè “sapevamo”, ma ci siamo dimenticati. (o qualcuno ci ha fatto dimenticare?

  6. Salute, significa Merlotti allegri?a grazie perche’ non lo sapevamo

  7. Elena Trenta says:

    Che i medici condotti di una volta osservassero e annusassero urine e feci è risaputo, ma che assaggiassero ….non esageriamo….!!!

  8. Sara Tirotto says:

    Grazie per l informazione Roberta Tirotto

  9. Ernesto de Luca….

  10. Ernesto de Luca….

  11. Mai sentito che i medici assaggiavano

  12. Mai sentito che i medici assaggiavano

  13. Assaggiavano le urine perche’ se erano dolci, il pz. era diabetico

  14. Assaggiavano le urine perche’ se erano dolci, il pz. era diabetico

  15. NERINA perché ci fai leggere questi articoli di mer….a?

  16. E la bomba de merd?!

  17. Giorgio D. Mantovani ahahah me lo sono letto, nn si sa mai

  18. assaggiavano ???

  19. comunque i nostri nonni davano molta importanza all’intestino, qualsiasi problema tu avessi ti purgavano, pensa a pinocchio di Collodi.

  20. Chiara Gris says:

    Il latte della madre di scarsa qualità perché mangia cibi non adatti?????
    Dopo aver letto questo mi sono chiesta la veridicità delle altre informazioni…
    Davvero quando si smetterà di dire abominevoli castronate sul latte materno?????

  21. Chiara Gris says:

    Il latte della madre di scarsa qualità perché mangia cibi non adatti?????
    Dopo aver letto questo mi sono chiesta la veridicità delle altre informazioni…
    Davvero quando si smetterà di dire abominevoli castronate sul latte materno?????

  22. Chiara Gris says:

    Il latte della madre di scarsa qualità perché mangia cibi non adatti?????
    Dopo aver letto questo mi sono chiesta la veridicità delle altre informazioni…
    Davvero quando si smetterà di dire abominevoli castronate sul latte materno?????

  23. Chiara Gris says:

    Il latte della madre di scarsa qualità perché mangia cibi non adatti?????
    Dopo aver letto questo mi sono chiesta la veridicità delle altre informazioni…
    Davvero quando si smetterà di dire abominevoli castronate sul latte materno?????

  24. Chiara Gris says:

    Il latte della madre di scarsa qualità perché mangia cibi non adatti?????
    Dopo aver letto questo mi sono chiesta la veridicità delle altre informazioni…
    Davvero quando si smetterà di dire abominevoli castronate sul latte materno?????

  25. Sì esatto: latte materno di scarsa qualità perché mammina si nutre di un’alimentazione di scarsa qualità, proprio quel tipo di alimentazione propugnato a gran voce dall’industria alimentare e dall’informazione corrente, che vanno a sostenere l’industria farmaceutica perché queluesto tipo di alimentazione produce una popolazione di scarsa qualità, cioè MALATA.

  26. Sì esatto: latte materno di scarsa qualità perché mammina si nutre di un’alimentazione di scarsa qualità, proprio quel tipo di alimentazione propugnato a gran voce dall’industria alimentare e dall’informazione corrente, che vanno a sostenere l’industria farmaceutica perché queluesto tipo di alimentazione produce una popolazione di scarsa qualità, cioè MALATA.

  27. Sì esatto: latte materno di scarsa qualità perché mammina si nutre di un’alimentazione di scarsa qualità, proprio quel tipo di alimentazione propugnato a gran voce dall’industria alimentare e dall’informazione corrente, che vanno a sostenere l’industria farmaceutica perché queluesto tipo di alimentazione produce una popolazione di scarsa qualità, cioè MALATA.

  28. Sì esatto: latte materno di scarsa qualità perché mammina si nutre di un’alimentazione di scarsa qualità, proprio quel tipo di alimentazione propugnato a gran voce dall’industria alimentare e dall’informazione corrente, che vanno a sostenere l’industria farmaceutica perché queluesto tipo di alimentazione produce una popolazione di scarsa qualità, cioè MALATA.

  29. Sì esatto: latte materno di scarsa qualità perché mammina si nutre di un’alimentazione di scarsa qualità, proprio quel tipo di alimentazione propugnato a gran voce dall’industria alimentare e dall’informazione corrente, che vanno a sostenere l’industria farmaceutica perché queluesto tipo di alimentazione produce una popolazione di scarsa qualità, cioè MALATA.

  30. Cioè la cacca ideale è quella inodore?!? Cioè….se sto bene la mia cacca nn emana odore?!?
    Allora sto per morire!!!!!!
    Aaaaahhhhhhhhhh

  31. Cioè la cacca ideale è quella inodore?!? Cioè….se sto bene la mia cacca nn emana odore?!?
    Allora sto per morire!!!!!!
    Aaaaahhhhhhhhhh

  32. Cioè la cacca ideale è quella inodore?!? Cioè….se sto bene la mia cacca nn emana odore?!?
    Allora sto per morire!!!!!!
    Aaaaahhhhhhhhhh

  33. Cioè la cacca ideale è quella inodore?!? Cioè….se sto bene la mia cacca nn emana odore?!?
    Allora sto per morire!!!!!!
    Aaaaahhhhhhhhhh

  34. Cioè la cacca ideale è quella inodore?!? Cioè….se sto bene la mia cacca nn emana odore?!?
    Allora sto per morire!!!!!!
    Aaaaahhhhhhhhhh

  35. Beh l’intestino è il centro della vita…se funziona bene lui……va bene anche il resto….

  36. grande verita’

  37. Matteo Sgambi Sgambelluri…. Non dire che non ti penso… Leggi qui!

  38. ..basta sapere che l’intestino e’ un importante apparato delle difese immunitarie…

  39. Guardate che insieme alla spremuta di arancia ci sta bene il piscio mattutino, gli toglie l’acidità

  40. oooo….Fabio. ….hahahaaha

  41. ciò che mangiamo causa la nostra salute, e cibi che si ingeriscono normalmente provocano tanti danni al nostro intestino, tienilo pulito e starai bene 🙂

  42. Questi hanno scoperto l’acqua calda…tutte cose risapute!!

    • Barbara says:

      Se leggi gli altri commenti capisci subito che tanto risapute non sono!

  43. È importante ricordarlo. L intestino è il centro del ns sistema immunitario. Se lo trattiamo bene, stiamo bene.

  44. Piera Arioli says:

    Posso aggiungere che se non galleggiano c’è una forte carenza di omega 3/6 , bisogna integrarlo con la dieta con un dosaggio che le rende galleggiabili

  45. marcogas78 says:

    Chiunque con un briciolo di cervello arriva a queste conclusioni. E cerca di non dare suggerimenti deleteri alla salute del prossimo, tipo “se uno siede a tavola e sente il ventre rigido dovrebbe saltare il pasto”…ma non dire cazzate. Rifletti prima di influenzare menti ancora più fragili della tua!

  46. Come dovevasi dimostrare, troppi medici, oggi, prescrivono un’ infinità di analisi inutili e invasive, quando il corpo ci dà, invece, naturalmente, ogni giorno, tutto ciò che serve ad un vero medico per fare diagnosi oneste, seguite da indicazioni dietetiche salutari, senza far per forza finire inconcepibili somme di denaro nelle tasche dei ministri della sanità, dei suoi direttori generali, dei proprietari delle case farmaceutiche e accoliti d’ogni livello e grado.

  47. corinne menabreaz says:

    Il latte materno è sempre perfetto per il bambino! Persino nelle donne malnutrite!!! Se un neonato ha le feci verdi può essere che assu.a troppo primo latte senza svuotare bene il seno. Il primo latte è più zuccherino e può fermentare….il latte che arriva alla fine della poppata è più grasso. Bisogna svuotare sempre bene il seno prima di passare all’altro seno! Articolo interessante ma riguardo all’allattamento c’è ancora troppa disinformazione!!!

  48. Alice says:

    Il mio medico non mi ha mai chiesto come faccio la cacca, ho iniziato a capire quanto fosse importante quando mia cugina che è esperta di massaggi di ogni genere e conosce bene le culture asiatiche, mi ha chiesto come la facevo, frequenza, colore ogni quanto e i disse di farci caso e di farmi un calendario dove avrei scritto giorno per giorno cosa mangiavo e se facevo la cacca ,e tutte le sue caratteristiche in modo da capire da sola cosa mi dava fastidio o no. Poi credo che per riconoscere le malattie ci voglia un’occhio più esperto

  49. Articolo carino… ma cosi’, giusto per capire Dioni, l’indagine sulla cacca fa parte delal sfera spirituale, filosofica o della conoscenza di frontiera alla ricerca del senso della vita??? 😉

  50. Aristide Pilloni says:

    Per cortesia sapreste indicarmi un bravo merdaiolo, vorrei chiedergli un consulto.

    • Mario Rendani says:

      Certo Aristide, potresti chiedere al Prof. Alì Puzz, esperto stercologo.
      Il Prof. Puzz riceve presso il suo studio di Milano tutte le mattine ed effettua prelievi al momento o da campione. In caso di fiocco puoi portargli direttamente l’indumento.

    • Renato Oporzio says:

      Ricordo che quando ero piccolo un mio compagno di classe un certo Brunetto soffriva di disturbi della defecazione e sua nonna, che lui chiamava affettuosamente nonna Titta, doveva controllare continuamente se lui avesse fatto le tatte. Poi mi hanno spiegato che le tatte sono una specie di cacca in palline molto piccole.

      • SABINO says:

        mi sembra che ci siano un pò di discordanze perchè la mia va a fondo e mangio molte verdura e frutta e acqua unico dubbio che avendo un pò di gastrite atrofica siano poco digeriti i cibi.ma su alcuni siti leggo che al contrario quando gallleggia non va bene perchè ricca di grassi e aria.qualcuno esperto mi dia la retta via ,anche se questo mi sembra che mi capiti da 2 anni che mi hanno tirato via un polipo villoso nel colon.e prima era più grande e a forma di banana.grazie per i chiarimenti

  51. Graziella Piccaluga says:

    non è mai troppo tardi per imparare e non si finisce mai di farlo. Grazie delle spiegazioni interessanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline