Unghie

Le più comuni anomalie delle unghie possono senza dubbio aiutare a diagnosticare eventuali patologie in atto. Rappresentano dunque un campanello d’allarme da non sottovalutare. Occorre tenere presente che ogni mano rappresenta un lato del corpo: viene da sé che se ad esempio le unghie della mano destra evidenziano una qualsivoglia imperfezione, quasi con assoluta certezza sussisterà una corrispondenza con eventuali infiammazioni o problematiche a carico della parte destra del corpo. L’aspetto delle unghie così come la relativa struttura, forma e colore sono pertanto importanti indicatori dello stato di salute di ogni individuo.

L’importanza di avere unghie sane e resistenti: come valutarle

Un’unghia sana appare generalmente resistente, di colore rosato ed è caratterizzata da una superficie uniforme e levigata – spiega il Professor Marcello Monti, Dermatologo di Humanitas e docente di Dermatologia all’Università di Milano – Il fatto che le unghie cambino colore e assumano forme anomale può significare che anche l’organismo presenti eventuali problematiche in atto. Spesso le cause del cambiamento di aspetto di queste sottili lamine che ricoprono le piccole falangi delle dita risiedono nelle abitudini sbagliate: ad esempio una manicure troppo aggressiva, l’utilizzo di smalti di qualità scadente, il mancato utilizzo di guanti quando si lavano i piatti o si fa il bucato a mano. A volte, invece, all’origine del cattivo stato di salute delle unghie ci sono traumi o malattie della pelle, come la psoriasi o una micosi, o disturbi interni, ad esempio a carico dell’apparato cardiocircolatorio”.

Problemi alle unghie: ecco quali patologie possono celare

“In linea di massima – continua il professor Monti – se solo un’unghia o due presentano un’anomalia, è probabile che il problema sia esterno, mentre se sono tutte le unghie a cambiare colore o forma, è ragionevole sospettare la presenza di una malattia interna”.

  • Qualora l’unghia presenti un’esageratacurvatura o convessità verso l’alto e ondulazioni diffuse, tale condizione può rappresentare una colite ulcerativa o cirrosi, malattie cardiovascolari, tubercolosi, enfisema. Se presenta eventuali righe verticali è possibile che sia in atto una carenza di ferro. Qualora invece le unghie appaiano deboli, è possibile che l’organismo sia colpito da disfunzioni tiroidee quali l’ipotiroidismo.
  • Una colorazionebluastra sulla “lunula”, la mezzaluna alla base dell’unghia, può indicare: cattiva circolazione sanguigna, malattie cardiache, sindrome di Raynaud, spasmi alle arterie nelle mani e nei piedi, dovuti solitamente all’esposizione al freddo intenso sebbene tuttavia a volte associati ad artriti reumatoidi o a malattie autoimmuni. Dalla punta delle dita è comunque possibile comprendere con anticipo se si soffre o si verrà colpiti da problematiche a carico del cuore: la notizia arriva dagli USA e ipotizza come dai polpastrelli delle dita della mano, sarebbe possibile conoscere in anticipo eventuali manifestazioni cardiache, complici i tipici segnali che tali problematiche tendono a manifestare, risultando pertanto più affidabili di quanto possano essere eventuali indagini mediche che sovente non diagnosticano alcun sintomo. Tale test in gergo tecnico viene definito Tonometria dell’iperemia reattiva delle arterie periferiche: esso misura le modalità attraverso le quali cambia il volume e la forma della punta delle dita al variare della pressione sanguigna. Questo sarebbe sufficiente per mettere in luce eventuali disfunzioni dell’endotelio che riveste internamente le arterie, chiari segnali di una successiva aterosclerosi.
  • Se le unghie appaiono “a cucchiaio”, piatte, abbassateo incavate come appunto un cucchiaio, possono essere indice di anemia dovuta a carenza di ferro, sifilide, alterazioni della tiroide o febbre
  • Se la metà superiore dell’unghia in prossimità della punta del dito apparerosea o bruna mentre l’altra, vicina alla cuticola risulta bianca, questo può indicare una potenziale malattia renale cronica.
  • Profondisolchi orizzontali che occupano quasi l’intera superficie dell’unghia sono generalmente dovuti a malnutrizione o malattie grave che ostacolano temporaneamente la crescita dell’unghia. Possono comunque rappresentare anche parotite, morbillo, cardiopatite acuta o compressione di un nervo dell’avambraccio all’altezza del polso.
  • Le unghie molto pallide, quasibianche, possono essere sintomo di anemia, di disfunzioni ai reni oppure di problemi al fegato.
  • Le unghiegialle possono essere sinonimo di problemi respiratori oppure di diabete o ancora di disfunzioni epatiche. Le unghie sono spesso ingiallite dal contatto con particolari sostanze, come ad esempio la nicotina per i fumatori: tuttavia se questo non è il tuo caso allora dovresti prendere dei provvedimenti.
  • Qualora la crescita rallenti e le unghie diventino progressivamente piùspesse e molto dure, assumendo un colore giallo o giallo verde, è possibile che siano in atto disturbi cronici della tiroide, delle vie respiratorie o del sistema linfatico.
  • Strisce rosse longitudinaliindicano un sanguinamento dei capillari. Se sono molte, possono essere un segnale di ipertensione arteriosa stabilizzata, psoriasi o infezione del tessuto che tappezza le cavità cardiache.
  • Chiazze scure, indicano un probabile melanoma maligno, specie quando si estendono dall’unghia al tessuto del dito. Tale anomalia volte può manifestarsi in una sola macchia, talvolta in un insieme di lentiggini e generalmente tende ad apparire più frequentemente sui pollici o sugli alluci.
  • Qualora le unghie appaiano picchiettate, se cioè la superficie presenta depressioni puntiformi che possono essere disposte irregolarmente come si osserva nella psoriasi, o si formano linee regolari è probabile che il corpo sia colpito da alopecia aerata, patologia autoimmune ancora poco nota che dà luogo a perdita parziale o totale dei capelli.

unghie12

Principali anomalie e malattie delle unghie

Tuttavia non sempre le eventuali anomalie a carico delle unghie, mostrano necessariamente patologie in atto di entità variabile: spesso le unghie assumo colorazioni e forme inconsuete a causa di abitudini scorrette, carenze alimentari o a seguito di precedenti patologie ancora in corso.

  • Unghie fragili – appaiono sottili, molli, tendono a spezzarsi facilmente e sono opache. Questo può dipendere da carenza di vitamine (A, B6, E) o di sali minerali (ferro, zinco, selenio, rame) a seguito di diete o abitudini alimentari errate che indeboliscono l’organismo, da malattie debilitanti, da cure farmacologiche prolungate, dall’utilizzo di prodotti per la pulizia personale o della casa aggressivi, che tendono a disidratare la pelle e le unghie e ancora manicure troppo frequenti o con l’utilizzo di prodotti di scarsa qualità.
  • Unghie gialle – possono essere determinate dall’utilizzo di smalti di scarsa qualità o di colori molto forti applicati sulle unghie in modo diretto, sia delle mani che dei piedi, senza una protezione di base, da ipertiroidismo e patologie legate all’apparato respiratorio quali bronchiti e sinusiti croniche.
  • Unghie viola – possono essere causate da problematiche cardiocircolatori o dalla cattiva circolazione del sangue con conseguente carente ossigenazione dei tessuti e dall’assunzione di particolari farmaci.
  • Unghie bianche a macchie – sono generalmente semplici bolle d’aria che si formano tra le lamine ungueali, determinate da microtraumi a carico della matrice ungueale o da malattie della pelle quali dermatiti e psoriasi.
  • Unghie nere o con macchie scure – tra le possibili cause possono comparire emorragie al di sotto la lamina dovute a traumi, nei benigni o melanoma.
  • Unghie bianche e nere – possono essere dovute al parassita di un fungo come nell’onicomicosi. In questo caso le unghie devono essere tempestivamente curate con creme antimicotiche e attraverso la somministrazione di antimicotici per via orale onde evitare il diffondersi dell’infezione a tutte le unghie.
  • Unghie ondulate – in questo caso la superficie presenta delle piccole creste causate da manicure troppo aggressiva che contribuisce a danneggiare la matrice ungueale.
  • Unghie spesse – sono sovente causate da traumi sportivi, scarpe scomode o ancora dall’invecchiamento dell’apparato vascolare dell’unghia stessa.

Come prendersi cura delle unghie

Importante prendersi adeguatamente cura delle proprie unghie seguendo scrupolosamente alcuni utili accorgimenti quali:

  • Impiegare per la manicure prodotti di qualità e dall’elevata sicurezza;
  • Utilizzare preferibilmente i guanti maneggiando detersivi per la casa o elementi chimici aggressivi;
  • Applicare con costanza creme protettive che ne rinforzino la struttura;
  • Seguire un’alimentazione sana e bilanciata;
  • Assumere integratori specifici che ne preservino l’integrità e la robustezza.

Aggiornato al 19 Dicembre 2019

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni