L'effetto centesima scimmia sta cambiando il pianeta

19 Commenti

L'effetto centesima scimmia

Gli esseri viventi sono intimamente connessi tra loro, immersi in un campo quantico di informazioni, quello che Jung chiamò l’inconscio collettivo e a cui gli esoteristi  si riferiscono come registro akashico. Questo esperimento dimostra come pochi individui possano influenzare l’intero pianeta attraverso uno spazio-tempo che come disse Einstein “sono modi in cui pensiamo e non condizioni in cui viviamo“.

Alcuni moderni autori parlano del Campo di Punto Zero: un oceano di vibrazioni microscopiche che, in tutto l’universo, riempiono lo spazio esistente tra tutto ciò che è costituito di materia e che prima era ritenuto vuoto. È la vera base del nostro universo, un mare di energia pulsante in cui ogni elemento (quindi anche l’uomo) è connesso con qualsiasi altro attraverso una fitta ragnatela invisibile. La separazione è solo un’illusione in questo ologramma che chiamiamo vita.

L’effetto centesima scimmia è stato introdotto dal biologo Lyall Watson nel suo libro del 1980, ‘Lifetide’ (La Marea della Vita) in cui racconta di come i primatologia giapponesi abbiano studiato per 30 anni la scimmia giapponese Macaca Fuscata negli anni ’50 osservando un certo numero di colonie selvagge arrivando a testimoniare un fenomeno sorprendente.

Una di queste colonie viveva isolata sull’isola di Koshima e nel 1952 gli scienziati decisero di fornire alle scimmie delle patate dolci gettate sulla sabbia. Le scimmie apprezzarono il gusto delle patate dolci crude, ma trovarono la sabbia sgradevole.

Ad un certo punto un esemplare femmina di 18 mesi di nome Imo scoprì che poteva risolvere il problema lavando le patate in un ruscello vicino. Invertendo la normale tendenza, ha insegnato  poi questo trucco a sua madre. I suoi compagni di gioco fecero altrettanto insegnando la stessa cosa alle loro madri.

Tra il 1952 e il 1958 tutte le giovani scimmie impararono a lavare le patate dolci dalla sabbia per renderle più appetibili. Solo gli adulti che imitarono i loro bambini hanno imparato questo miglioramento sociale. Gli altri adulti hanno continuato a mangiare le patate dolci sporche.

Poi successe qualcosa di straordinario: nell’autunno di quell’anno un numero imprecisato di scimmie di Koshima lavava le patate dolci nel mare, perché Imo aveva fatto l’ulteriore scoperta che l’acqua salata non solo puliva il cibo ma gli dava un interessante nuovo sapore.

Era un martedì quando gli etologi osservarono questo fenomeno: un certo numero di scimmie, diciamo 99, per rendere l’evento più chiaro, era sulla riva alle undici di quella mattina, quella stessa sera tutte le scimmie dell’isola avevano iniziato a lavare le patate! Raggiunta una certa massa critica, una centesima scimmia si è aggregata al gruppo che lavava le patate provocando un drammatico cambio di comportamento nell’intera comunità.

Non solo, ma il comportamento aveva superato le barriere naturali ed era apparso spontaneamente in colonie su altre isole e pure sulla terraferma, in un gruppo a Takasakiyama.

Questo evento dimostrò che quando un certo numero critico raggiunge una consapevolezza, questa nuova consapevolezza può essere comunicata da mente a mente. Sebbene  il numero esatto può variare, questo fenomeno della centesima scimmia dimostra che quando un numero limitato di persone apprende un nuovo modo , questo può rimanere  una proprietà cosciente di queste persone.

Ma c’è un punto in cui se solo una persona in più  si sintonizza in questa nuova consapevolezza, il campo si rafforza in modo che questa consapevolezza diventa di  tutti!

L’azione di ogni singolo individuo ha una potenzialità ben più vasta e significativa di quello che immagina. Cambiando noi stessi possiamo, per sincronicità, portare rivoluzionari cambiamenti all’intero pianeta.

La centesima scimmia è una conferma della teoria del campo morfogenetico ipotizzato e studiato da Rupert Sheldrake, che ci fa capire come possa accadere il cambiamento della specie attraverso le azioni di individui, che uno alla volta fanno qualcosa di nuovo.

Non dubitate mai che un piccolo gruppo di persone possa cambiare il mondo, in fondo è così che è sempre stato.
                        Margareth Mead

La Presenza del Passato
La Risonanza morfica e le abitudini della natura
Oltre Supernatura
Una nuova storia del supernaturale
Il Campo del Punto Zero
Alla scoperta della forza segreta dell’universo.
Una vasta fonte di energia illimitata in grado di
sostituire tutte quelle fino ad oggi.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

19 Commenti su questo post

  1. Ma non è la memoria dell’acqua quella spiegata in omeopatia? :O

  2. …. e quale sarebbe il cambiamento in atto, dovuto all’effetto ‘centesima scimmia’?!

    • Ivo Bissoli says:

      Ciao … Se vuoi ho postato sul mio profilo un video che ti può aiutare a capire cosa si intense x centesima scimmia… Il video parla di massa critica

    • Grazie, Ivo. Conosco perfettamente cosa sia la massa critica: quel che non mi è chiaro è a quale cambiamento si riferisca l’articolo, nello specifico….

      • limbus says:

        Mmmmhhh… solo per citare un piccolo esempio ,non hai notato la valanga di gente che fino a poco tempo fa criticava a chi non mangiava la carne come snob e anche malaticcio, e adesso fra proselitismo sulle bontà del veganesimo ? beh come questo , si osservano tantissimi di questi comportamenti , a questo punto è da chiedersi, quanto possa essere positivo questo pensamento in massa .

  3. Forse hanno preso coscienza della devastazione della terra provoca dai loro avi e stanno ad uno cercando di invertire la marcia, dandoci lezioni di civiltà e di rispetto verso il ns pianeta e l’essere umano.

  4. Raggiungimento massa critica

  5. Raggiungimento massa critica

  6. Di sicuro, se il mondo può essere condizionato da pochi individui,quelli che lo condizionano adesso non sono molto evoluti, basta vedere come siamo messi con incremento di guerre inquinamento, rapporti interpersonali atti ad usarsi uno con l’altro ,le ambizioni materiali ,il nostro dio denaro ecc..Penso che ci sia un intento universale che è energia e sta a noi sincronizzarsi con esso, ma attualmente,non ne siamo in sintonia

  7. Di sicuro, se il mondo può essere condizionato da pochi individui,quelli che lo condizionano adesso non sono molto evoluti, basta vedere come siamo messi con incremento di guerre inquinamento, rapporti interpersonali atti ad usarsi uno con l’altro ,le ambizioni materiali ,il nostro dio denaro ecc..Penso che ci sia un intento universale che è energia e sta a noi sincronizzarsi con esso, ma attualmente,non ne siamo in sintonia

  8. Allora c’è speranza…..

  9. Frank says:

    Ciao Dioni, è un po’ che ti seguo e sono spesso interessato dai temi che proponi. Questa volta però stai involontariamente servendo un assist ai monaci della scienza e debunkers in quanto la tesi della centesima scimmia è da tempo stigmatizzato come pseudo scienza. Questo non significa che il fenomeno non sia reale, bensì che quell’esperimento fu invalidato da una condotta non proprio rigorosa del team di scienziati, come si legge anche in articoli come questo http://www.uhh.hawaii.edu/~ronald/hmp.htm
    Putrtoppo prendere risultati dubbi che confermano una ipotesi pseudoscientifica è un brutto vizio dei fomentatori di leggende metropolitane in quanto, di fatto, finiscono con l’adottare quello stesso metodo scientifico che dicono di voler stigmatizzare invertendone però ipotesi e tesi. Ovviamente questa non è una critica ma giusto un warning. Cordiali saluti,

  10. Frank says:

    Aggiungo anche: https://goo.gl/gkAZFH

    Saluti 🙂

  11. miticamav says:

    Vi suggerisco anche questo libro, parla dello stesso fenomeno esteso in più ambiti “il punto critico” di Malcolm Gladwell

  12. Mdl says:

    Un concetto che sta tornando alla moda per creare una nuova ondata tipo “legge d’attrazione” a cui seguiranno valanghe di libri su punti di svolta e meditazioni collettive. L’unico punto critico qui è’ il business.

  13. Carlo says:

    Questo spiegherebbe la schizofrenia del mondo attuale , con internet il passaparola e’ velocissimo quindi l’effetto massa critica si raggiunge velocemente , per poi cambiare e cambiare di nuovo

  14. MG says:

    Ogni indagine successiva della vicenda della centesima scimmia ha mostrato rapidamente che si trattava di una leggenda. In realtà le scimmie avevano effettivamente imparato a lavare le patate, ma tutte nei modi ben noti dell’apprendimento per prove ed errori e dell’imitazione.
    Infine, lo stesso Lyall Watson ha ammesso nel 1985 di avere largamente inventato la storia della centesima scimmia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline