L’ex senatore Fernando Rossi: “Le scie chimiche hanno causato l’alluvione in Sardegna”.

3 Commenti

ex senatore fernando rossi

Secondo l’ex senatore Fernando Rossi, in carica fino al 2008, la tragedia che ha colpito la Sardegna potrebbe aver a che fare con le scie chimiche.

Oggi Fernando Rossi è fondatore della lista Per il Bene Comune, che vanta tra i suoi sostenitori persone del calibro Giulietto Chiesa, colui che teorizza che le torri gemelle le abbiano tirate giù americani e israeliani. Rossi urla, quindi, al complotto e ci mette dentro tutti: da questa sinistra inaffidabile e menefreghista agli Stati Uniti ed alle, loro basi Nato, di stanza proprio in Sardegna.

E così domanda : “Se i politici fossero in buona fede, dovrebero anche dirci e /o richiedere ad aereonautica italiana, basi NATO e basi USA, Monsanto e Israele quante “inseminazioni” (scie chimiche) hanno fatto sulla Sardegna e sul resto d’Italia i loro aerei, e quante centinaia di tonnellate di metalli pesanti, sostanze tossiche e prodotti chimici “non meglio specificati” sono stati rilasciati in atmosfera, sotto il paravento del “controllo climatico Se non lo fanno è perché sanno benissimo che sono quelle che hanno causato le straordinarie precipitazioni.

Forse qualcuno in alto ha dato ordini ben precisi perché non se ne parlasse? C’è un’attività criminale da parte di chi  è in grado, attraverso le scie chimiche di, gestire l’inquinamento l’inquinamento di acque, campi, animali e persone”. Un pensiero a dir poco discutibile. I cambiamento climatici e ne parlano da decenni, sono anche il frutto, di vari fattori, tra i quali il surriscaldamento del pianeta ad opera dell’uomo, dell’effetto serra e quant’altro. Ma che interesse politico c’era per ordire un complotto  con una strage in Sardegna? Ricordiamo quando andiamo a votare, perché questo signore per due anni è stato eletto senatore.

Fonte: www.qelsi.it

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

3 Commenti su questo post

  1. Brontomauro says:

    Certo che mi ricorderò di lui quando si voterà perché avrà il mio voto. Le sperimentazioni belliche Nato hanno rotto le palle. Le scie chimiche sono una realtà ed è in malafede chi sostiene il contrario. I sardi stanno dimostrandosi decisi, determinati, pronti all’indipendenza. Un ciclone con relativi danni ha la capacità di creare un dramma psicosociale col quale avvilire chi sta lottando per la propria terra.

  2. Mario M says:

    Altro che, avrà anche il mio di voto e ho capito di non poter far più affidamento su questo sito che reputavo interessante.
    Leggete a pagina 38
    http://www.scribd.com/doc/9381320/Piano-dettaglio-Accordo-Italia-USA-sul-Clima
    e poi questo
    http://www.pdf-archive.com/2012/08/24/vol3ch15/vol3ch15.pdf
    Saluti.

  3. Corrado Pala says:

    Nel nostro sito http://www.cieliliberi.blogspot.com
    se avete tempo e voglia
    potete trovare la dichiarazione scritta del Quirinale
    che attribuisce l’operazione scie chimiche alla competenza del Ministero della Difesa e tante altre prove ufficiali su questa infame operazione aerea.
    Corrado Pala e Vittorio Iori – Roma
    gestori del sito suddetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline