L'industria delle malattie – Alessandro Lanzani

1 Commento

maxresdefault

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Commento su questo post

  1. Condivido, ovviamente,il pensiero del Collega Alessandro Lanzani. Tuttavia, opportunamente devo completarlo per dargli ancora più forza, illustrando il seguente commento tratto dal sito di NEJM: “http://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMp1310132#t=comments SERGIO STAGNARO, MD | Physician – DIABETES | Disclosure: None
    RIVA TRIGOSO Italy, January 01, 2014
    The road toward transparent medical records must change radically
    When I was working as GP, namely before November 2000, during 44 years, the medical records of my patients contained, first of all, the data of their biophysical-semeiotic constitutions , as well as those of the related possible Inherited Real Risks. In my opinion, the road towards transparent medical records must change radically, in order to finally start both the Single Patient Based Medicine, and the primary prevention, enrolling rationally individuals at real risk of disorders, as CVD, T2DM, and Cancer, which are today’s growing epidemics
    La presente Medicina della Sconfitta, dell’Attesa (…che insorga la malattia!), di Marte (violenza al corpo malato per prelievi e biopsie spesso inutili ma costose) in continuazione è costretta ad abbassare i livelli di colesterolo, della pressione, e di altri “fattori di Rischio”, in quanto persino i “professori” si sono resi conto che non erano – e mai saranno – sufficienti simili mezzi, economicamente e politicamente corretti, per la prevenzione primaria delle più gravi patologie, oggi epoidemie in aumento. Per esempio, non si può vincere la prima causa di morte nel mondo occidentale, trasformando i suoi “fattori di rischio” in CAUSE: Stagnaro Sergio. CAD Inherited Real Risk, Based on Newborn-Pathological, Type I, Subtype B, Aspecific, Coronary Endoarteriolar Blocking Devices. Diagnostic Role of Myocardial Oxygenation and Biophysical-Semeiotic Preconditioning.INTERNATIONAL ATHEROSCLEROSIS SOCIETY – SU INVITO! – http://www.athero.org, 29 April, 2009 http://www.athero.org/commentaries/comm907.asp
    Complimenti al Dr. Alessandro Lanzani e soprattutto a http://www.donidream.com per divulgare queste idee rivoluzionarie che stanno efficacemente combattendo la Medicina Serva dell’Economia, una Medicina dai Piedi d’Argilla (V. http://www.semeioticabiofisica.it), nata a Framingham nel 1948 per i noti motivi economici.
    Questo commento è in rete anche nel blog https://www.facebook.com/pages/Semeiotica-Biofisica-Quantistica/219462041468111

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline