Magnesio Stearato

Il Magnesio stearato è un additivo comunemente utilizzato in molti integratori. Questa sostanza può causare danni all’intestino e impedire il corretto assorbimento dei nutrienti. È risaputo che farmaci, vitamine o integratori contengono più del semplice principio attivo. Qualcosa deve incapsulare, renderli solidi e stabili, in una forma che non solo li renda utilizzabili, ma riproducibili dagli stessi produttori in grandi quantità. Molti produttori di integratori stanno aggiungendo i cosiddetti “antiagglomeranti” nelle proprie capsule al solo scopo di mantenere gli ingredienti stabili per impedire che “aderiscano” alle apparecchiature durante la miscelazione e la compressione. Rendono così la produzione più veloce e più facile, ma sappiate che non è impossibile arrivare al prodotto finale senza l’utilizzo di queste sostanze. Non vi è chiaramente alcun beneficio per la salute dei consumatori aggiungendo queste sostanze, non utilizzarli semplicemente aumenterebbe i costi di produzione e quindi il prezzo di vendita finale del prodotto. Vediamo di comprendere tutte le caratteristiche del magnesio stearato e le motivazioni che spingono l’intera comunità scientifica a ritenerlo potenzialmente dannoso per l’organismo.

Cos’è il magnesio stearato

Il magnesio stearato è un sale di magnesio derivato dall’acido stearico che, se posto a temperatura ambiente, si caratterizza sotto forma di polvere bianca, inodore ed insolubile in acqua. L’acido stearico è un acido grasso saturo presente comunemente in molti alimenti, inclusi grassi e oli sia di origine animale che vegetale: un esempio è rappresentato dal cacao così come dai semi di lino. È opportuno ricordare che tale sostanza non deve essere ritenuta un integratore di magnesio, poiché costituita da una percentuale molto bassa del minerale. In genere nelle etichette la sua presenza è dichiarata mediante la dicitura come “magnesio stearato” o “stearato di magnesio” e ancora “sali di magnesio degli acidi grassi” o attraverso la sigla E470b.

Magnesio stearato a cosa serve

In genere il magnesio stearato trova ampia applicazione nell’industria cosmetica, farmaceutica e alimentare in qualità di antiagglomerante, emulsionante e lubrificante. Oltre ad accelerare il processo di produzioneimpedendo come menzionato precedentemente agli ingredienti di aderire alle attrezzature meccaniche agevolando la lavorazione delle polveri, esso conferisce una maggiore consistenza alle capsule e alle compresse, rendendole anche più semplici da inghiottire e agevolandone al contempo lo scorrimento lungo il tratto gastrointestinale, una volta ingerite.

Magnesio stearato e rischi per la salute

La FDA, Food and Drug Administration, ha approvato l’utilizzo dello stearato di magnesio come additivo in alimenti e integratori. Tale eccipiente resta tuttavia presente nella lista di additivi alimentari consentiti in Italia secondo quanto stabilito dalle direttive del Regolamento (CE) n. 1333/2008. Altroconsumo, nella sua banca dati, classifica come “accettabile” l’utilizzo del magnesio stearato solo in alcuni casi specifici, affermando che non vi è associato alcun effetto noto né benefico né nocivo a carico dell’organismo.

Secondo quanto espresso poi dal National Center for Biotechnology Information, il magnesio stearato sarebbe considerato generalmente sicuro se assunto in quantità inferiori a 2.500 milligrammi (mg) per Kg al giorno. Questo significa che, un soggetto adulto del peso di 85 Kg ne potrebbe assumere fino a 212.500 mg al giorno, quantità che corrisponde a 283 capsule da 750 mg al giorno. Sarebbe dunque auspicabile che la sostanza non produrrebbe alcun effetto collaterale o nocivo se assunto in modeste quantità, esattamente come quelle impiegate comunemente dai produttori di capsule e farmaci. Dubbi e incertezze dunque sono strettamente correlate all’utilizzo di magnesio stearato: solo ulteriori studi o ricerche potranno dunque confermare o smentirne l’eventuale azione deleteria a carico dell’organismo

Quello che segue è tratto da un articolo del Dr. Joseph Mercola, famoso medico chirurgo ed osteopata americano autore di numerosi libri e pubblicazioni scientifiche e autore best-seller del New York Times.

Magnesio stearato effetti collaterali

Il Magnesio stearato viene ottenuto aggiungendo uno ione magnesio all’acido stearico. Il composto ha proprietà lubrificanti, motivo per cui è spesso utilizzato nella produzione di integratori, in quanto permette che i macchinari funzionino più velocemente perché, rendendo il composto più liscio impedisce alle pillole o alle capsule di attaccarsi tra loro durante la produzione.

Tuttavia, precedenti ricerche hanno dimostrato che l’acido stearico sopprime i linfociti T: le nostre cellule natural killer, che sono una componente fondamentale del nostro sistema immunitario. Secondo questo studio, l’acido stearico provoca la rottura della membrana cellulare, un effetto che dipende sia dai tempi di assunzione che dalle dosi ma che, di fatto, può distruggere la funzione delle cellule. A mio avviso, se si sta prendendo un integratore, siate sempre sicuri che sia di alta qualità, che sia un integratore alimentare totalmente naturale e che non presenti additivi potenzialmente dannosi come il magnesio stearato.

Il magnesio stearato è ad alto rischio di contaminazione

Un altro problema che è stato sollevato a proposito del magnesio stearato è il fatto che questo additivo è spesso proveniente da oli idrogenati come l’olio di semi di cotone. Questa coltura è spesso geneticamente modificata, e anche quando non lo è, l’olio di semi di cotone tende ad avere livelli molto elevati di residui di pesticidi.

Un’altra contaminazione può avvenire anche durante il processo di fabbricazione del magnesio stearato. Secondo un rapporto di Dicembre 2011 dalla Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), in diversi lotti di stearato di magnesio prodotto dalla Ferro Corporation sono stati rinvenuti livelli di agenti inquinanti nocivi quali:

  • Idrossido di calcio:“calce spenta” che è considerata tossica, secondo il National Institutes of Health
  • Bisfenolo-A:una sostanza chimica tossica ed un potente interferente endocrino
  • Irganox 1010:una sostanza chimica “moderatamente pericolosa” con una potenziale tossicità per lo sviluppo, secondo la Environmental Protection Agency

La contaminazione incrociata è stata determinata essere dovuta dalla inadeguata pulizia delle attrezzature di fresatura della Ferro Corporation nelle piantagioni dell’Ohio, questo nel febbraio dello stesso anno. Certo, non è un problema cronico, per quanto ne so, ma questo dato va a dimostrare quanto sia possibile e facile la contaminazione.

Lo stearato di magnesio sarà bandito?

Lo stearato di magnesio potrebbe essere sul punto di essere bandito del tutto dagli integratori, il che sarebbe positivo almeno dal punto di vista della salute.

Durante la sessione del Comitato del Codex sugli additivi alimentari (CCFA) del marzo 2010, è stato proposto che “i sali di magnesio da acidi grassi” (cioè lo stearato di magnesio) siano cancellati dal Codex, in quanto non è ben noto il loro impiego nei prodotti alimentari. L’anno successivo, in occasione della sessione CCFA del marzo 2011 l’Alleanza Internazionale delle Associazioni degli Integratori alimentare (IADSA) ha presentato una richiesta per ripristinare il magnesio stearato come additivo alimentare. Successivamente è stato reintegrato.

Tuttavia, come spiegato nell’articolo descritto:

“… Il comitato congiunto di esperti sugli additivi alimentari (JECFA) ora richiede dati sulla tossicità a sostegno del reinserimento del magnesio stearato, nonostante esisti già una sua storia di utilizzo negli integratori. Secondo John Venardos, vice presidente senior degli affari regolatori per la commercializzazione della rete globale di Herbalife, che ha presentato la questione in occasione della recente conferenza di NIA West a Laguna Beach, il costo stimato di questi dati tossicologici sul magnesio stearato costerebbe $ 180.000. Nessun produttore ha ancora offerto di pagare questo conto.”

Sembra quindi che, a meno che qualcuno si assumi l’onere di fare le ricerche necessarie per dimostrare la sua sicurezza come additivo alimentare, è probabile che venga comunque eliminato dal mercato. Considerando il fatto che una grande maggioranza di produttori di integratori utilizzano il magnesio stearato, la ripercussione è prevedibile. Ma per le aziende che già operano senza stearato di magnesio, sarà la grande prova e dimostrazione che hanno avuto ragione.

L’eliminazione di questa componente dai prodotti equivale a costi di produzione leggermente superiori: perché i macchinari non saranno in grado di sostenere ritmi di produzione giornaliera troppo elevati. Ma credo che l’aumento del costo ne varrà la pena. È molto importante per me in primo luogo non nuocere alla salute, e quindi prendere le precauzioni per garantire che i prodotti venduti in questo sito siano il più possibile di altissima qualità e purezza.

Come riconoscere gli integratori multi-vitamici di alta qualità?

Credo che gli integratori alimentari – tra cui vitamine e minerali – possono contribuire a compensare alcuni dei danni ai quali il nostro corpo è soggetto vivendo nella società contemporanea. Tuttavia, non è saggio utilizzare integratori per supplire ad una cattiva alimentazione. Nella mia esperienza nessuna quantità di integratori sarà mai in grado di sostituire scelte alimentari sane.

Come spiegato nell’articolo Frutta e verdura hanno l’80% in meno di vitamine e minerali rispetto a 30 anni fa l’elevato impoverimento dei terreni oggi ha reso la frutta e la verdura molto più poveri di nutrienti rispetto al passato. Per prevenire le malattie e accelerare le guarigioni è quindi fondamentale accertarsi di assumere tutti i nutrienti tramite la dieta e magari aiutandosi con gli integratori naturali.

Ma ci sono momenti in cui gli integratori possono essere molto utili, e credo che alcuni integratori, come ad esempio gli omega 3 di alta qualità, sono essenziali per quasi tutte le persone. Questo perché la principale fonte di omega-3 delle nostre diete proviene da grassi animali, propriamente da pesce – la maggior parte dei quali è ora fortemente inquinata da mercurio e PCB. Un altro integratore di cui molte persone hanno bisogno è la vitamina D, a meno che non ci si possa esporre al sole in quantità sufficiente durante tutto l’anno.

Ci sono altri casi in cui gli integratori possono essere utili, come nel caso di Coenzima Q10 specialmente se si sta prendendo un farmaco come le statine. Si consiglia inoltre di assumere integratori alimentari per garantirci una adeguata varietà di sostanze nutritive. Come si fa a dire se un integratore che stai scegliendo sia una buona scelta? Per cominciare, assicurarsi che abbia le seguenti caratteristiche:

  • che sia il più vicino possibile alla sua forma naturale (integrità e naturalità dell’alimento)
  • che utilizzi laboratori terzi indipendenti che controllino le materie prime per le sostanze contaminanti
  • che segua gli standard di settore per la garanzia della qualità tra cui ISO 9001, ISO 17025 e buoni processi di fabbricazione (GMP) certificazioni
  • che la massima cura sia posta in tutte le fasi della sua produzione, dalla coltivazione dei suoi ingredienti, alla produzione, ai test di controllo della qualità
  • che funzioni! Cerco sempre di scegliere tra le aziende che hanno una lunga esperienza nel fornire prodotti di alta qualità e che producano buoni risultati clinici
  • Leggi attentamente le etichette, le aziende hanno l’obbligo di dichiarare ogni agente di fabbricazione aggiunto (additivi)

Se siete interessati a migliorare la vostra salute, la soluzione migliore è quella di scegliere gli alimenti di più alta qualità possibile e mangiare una grande varietà di alimenti biologici integrali. Ci sono molti altri integratori che si potrebbero prendere in considerazione a seconda della situazione specifica, come ad esempio i probiotici che sono fondamentali per curare l’intestino, disintossicarsi dallo zucchero e trattare la depressione e i disturbi mentali.

Articolo aggiornato al 29 Gennaio 2020

Riferimenti
– Magnesium Stearate: Does Your Supplement Contain This Potentially Hazardous Ingredient? Dr. Mercola
– NewHope360 June 6, 2012
– Immunology. 1990 July; 70(3): 379–386
– World Health Organization Quality of Medicines for Everyone, Contaminated magnesium stearate VG EP excipient manufactured by Ferro
– Environmental Protection Agency Risk Assessment Division, SCREENING-LEVEL HAZARD CHARACTERIZATION OF HIGH PRODUCTION VOLUME CHEMICALS

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni