Magnesio stearato. Il pericoloso ingrediente presente in molti integratori “naturali”

24 Commenti

magnesio stearato

Il Magnesio stearato è un additivo comunemente utilizzato e potenzialmente nocivo presente in molti integratori. Questa sostanza può causare danni all’intestino e impedire il corretto assorbimento dei nutrienti.

Quello che segue è una traduzione dell’articolo del Dr. Joseph Mercola, famoso medico chirurgo ed osteopata americano autore di numerosi libri e pubblicazioni scientifiche e autore best-seller del New York Times

È risaputo che farmaci, vitamine o integratori contengono più del semplice principio attivo. Qualcosa deve incapsulare, renderli solidi e stabili, in una forma che non solo li renda utilizzabili, ma riproducibile dai produttori in grandi quantità.

Molti produttori di integratori stanno aggiungendo i cosiddetti “antiagglomeranti” nelle loro capsule. Il loro unico scopo è quello di mantenere gli ingredienti stabili per impedire che “si attacchino” alle apparecchiature durante la miscelazione e la compressione. Rendono così la produzione più veloce e più facile, ma sappiate che non è impossibile arrivare al prodotto finale senza l’utilizzo di queste sostanze. Non vi è chiaramente alcun beneficio per la salute dei consumatori aggiungendo queste sostanze, non utilizzarli semplicemente aumenterebbe i costi di produzione e quindi il prezzo di vendita finale del prodotto.

Effetti potenzialmente nocivi dello stearato di magnesio

Il Magnesio stearato viene ottenuto aggiungendo uno ione magnesio all’acido stearico. Il composto ha proprietà lubrificanti, motivo per cui è spesso utilizzato nella produzione di integratori, in quanto permette che i macchinari funzionino più velocemente perché, rendendo il composto più liscio impedisce alle pillole o alle capsule di attaccarsi tra loro durante la produzione.

Tuttavia, precedenti ricerche hanno dimostrato che l’acido stearico sopprime i linfociti T: le nostre cellule natural killer, che sono una componente fondamentale del nostro sistema immunitario. Secondo questo studio, l’acido stearico provoca la rottura della membrana cellulare, un effetto che dipende sia dai tempi di assunzione che dalle dosi ma che, di fatto, può distruggere la funzione delle cellule.

A mio avviso, se si sta prendendo un integratore, siate sempre sicuri che sia di alta qualità, che sia un integratore alimentare totalmente naturale e che non presenti additivi potenzialmente dannosi come il magnesio stearato.

Il magnesio stearato è ad alto rischio di contaminazione

Un altro problema che è stato sollevato a proposito del magnesio stearato è il fatto che questo additivo è spesso proveniente da oli idrogenati come l’olio di semi di cotone. Questa coltura è spesso geneticamente modificata, e anche quando non lo è, l’olio di semi di cotone tende ad avere livelli molto elevati di residui di pesticidi.

Un’altra contaminazione può avvenire anche durante il processo di fabbricazione del magnesio stearato. Secondo un rapporto di dicembre 2011 dalla Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), in diversi lotti di stearato di magnesio prodotto dalla Ferro Corporation sono stati rinvenuti livelli di agenti inquinanti nocivi quali:

  • Idrossido di calcio: “calce spenta” che è considerata tossica, secondo il National Institutes of Health
  • Bisfenolo-A: una sostanza chimica tossica ed un potente interferente endocrino
  • Irganox 1010: una sostanza chimica “moderatamente pericolosa” con una potenziale tossicità per lo sviluppo, secondo la Environmental Protection Agency

La contaminazione incrociata è stata determinata essere dovuta dalla inadeguata pulizia delle attrezzature di fresatura della Ferro Corporation nelle piantagioni dell’Ohio, questo nel febbraio dello stesso anno. Certo, non è un problema cronico, per quanto ne so, ma questo dato va a dimostrare quanto sia possibile e facile la contaminazione.

Lo stearato di magnesio sarà bandito?

Lo stearato di magnesio potrebbe essere sul punto di essere bandito del tutto dagli integratori, il che sarebbe positivo almeno dal punto di vista della salute.

Durante la sessione del Comitato del Codex sugli additivi alimentari (CCFA) del marzo 2010, è stato proposto che “i sali di magnesio da acidi grassi” (cioè lo stearato di magnesio) siano cancellati dal Codex, in quanto non è ben noto il loro impiego nei prodotti alimentari. L’anno successivo, in occasione della sessione CCFA del marzo 2011 l’Alleanza Internazionale delle Associazioni degli Integratori alimentare (IADSA) ha presentato una richiesta per ripristinare il magnesio stearato come additivo alimentare.

Successivamente è stato reintegrato.

Tuttavia, come spiegato nell’articolo descritto:

“… Il comitato congiunto di esperti sugli additivi alimentari (JECFA) ora richiede dati sulla tossicità a sostegno del reinserimento del magnesio stearato, nonostante esisti già una sua storia di utilizzo negli integratori. Secondo John Venardos, vice presidente senior degli affari regolatori per la commercializzazione della rete globale di Herbalife, che ha presentato la questione in occasione della recente conferenza di NIA West a Laguna Beach, il costo stimato di questi dati tossicologici sul magnesio stearato costerebbe $ 180.000. Nessun produttore ha ancora offerto di pagare questo conto.”

Sembra quindi che, a meno che qualcuno si assumi l’onere di fare le ricerche necessarie per dimostrare la sua sicurezza come additivo alimentare, è probabile che venga comunque eliminato dal mercato. Considerando il fatto che una grande maggioranza di produttori di integratori utilizzano il magnesio stearato, la ripercussione è prevedibile. Ma per le aziende che già operano senza stearato di magnesio, sarà la grande prova e dimostrazione che hanno avuto ragione.

L’eliminazione di questa componente dai prodotti equivale a costi di produzione leggermente superiori: perché i macchinari non saranno in grado di sostenere ritmi di produzione giornaliera troppo elevati. Ma credo che l’aumento del costo ne varrà la pena.

È molto importante per me in primo luogo non nuocere alla salute, e quindi prendere le precauzioni per garantire che i prodotti venduti in questo sito siano il più possibile di altissima qualità e purezza.

Come riconoscere gli integratori multi-vitamici di alta qualità?

Credo che gli integratori alimentari – tra cui vitamine e minerali – possono contribuire a compensare alcuni dei danni ai quali il nostro corpo è soggetto vivendo nella società contemporanea. Tuttavia, non è saggio utilizzare integratori per supplire ad una cattiva alimentazione. Nella mia esperienza nessuna quantità di integratori sarà mai in grado di sostituire scelte alimentari sane.

Come spiegato nell’articolo Frutta e verdura hanno l’80% in meno di vitamine e minerali rispetto a 30 anni fa l’elevato impoverimento dei terreni oggi ha reso la frutta e la verdura molto più poveri di nutrienti rispetto al passato. Per prevenire le malattie e accelerare le guarigioni è quindi fondamentale accertarsi di assumere tutti i nutrienti tramite la dieta e magari aiutandosi con gli integratori naturali.

Ma ci sono momenti in cui gli integratori possono essere molto utili, e credo che alcuni integratori, come ad esempio gli omega 3 di alta qualità, sono essenziali per quasi tutte le persone. Questo perché la principale fonte di di omega-3 delle nostre diete proviene da grassi animali, propriamente da pesce – la maggior parte dei quali è ora fortemente inquinata da mercurio e PCB. Un altro integratore di cui molte persone hanno bisogno è la vitamina D, a meno che non ci si possa esporre al sole in quantità sufficiente durante tutto l’anno.

Ci sono altri casi in cui gli integratori possono essere utili, come nel caso di Coenzima Q10 specialmente se si sta prendendo un farmaco come le statine. Si consiglia inoltre di assumere integratori alimentari per garantirci una adeguata varietà di sostanze nutritive. Come si fa a dire se un integratore che stai scegliendo sia una buona scelta? Per cominciare, assicurarsi che abbia le seguenti caratteristiche:

  • che sia il più vicino possibile alla sua forma naturale (integrità e naturalità dell’alimento)
  • che utilizzi laboratori terzi indipendenti che controllino le materie prime per le sostanze contaminanti
  • che segua gli standard di settore per la garanzia della qualità tra cui ISO 9001, ISO 17025 e buoni processi di fabbricazione (GMP) certificazioni
  • che la massima cura sia posta in tutte le fasi della sua produzione, dalla coltivazione dei suoi ingredienti, alla produzione, ai test di controllo della qualità
  • che Funzioni! Cerco sempre di scegliere tra le aziende che hanno una lunga esperienza nel fornire prodotti di alta qualità e che producano buoni risultati clinici
  • Leggi attentamente le etichette, le aziende hanno l’obbligo di dichiarare ogni agente di fabbricazione aggiunto (additivi)

Se siete interessati a migliorare la vostra salute, la soluzione migliore è quella di scegliere gli alimenti di più alta qualità possibile e mangiare una grande varietà di alimenti biologici integrali.

Ci sono molti altri integratori che si potrebbero prendere in considerazione a seconda della situazione specifica, come ad esempio i probiotici che sono fondamentali per curare l’intestino, disintossicarsi dallo zucchero e trattare la depressione e i disturbi mentali.

Riferimenti
– Magnesium Stearate: Does Your Supplement Contain This Potentially Hazardous Ingredient? Dr. Mercola
– NewHope360 June 6, 2012
– Immunology. 1990 July; 70(3): 379–386
– World Health Organization Quality of Medicines for Everyone, Contaminated magnesium stearate VG EP excipient manufactured by Ferro
– Environmental Protection Agency Risk Assessment Division, SCREENING-LEVEL HAZARD CHARACTERIZATION OF HIGH PRODUCTION VOLUME CHEMICALS

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione vietata senza il consenso scritto dell'autore.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

24 Commenti su questo post

  1. Adele Russo Adele Russo says:

    Tra gli ingredienti c’è scritto acidificamente citrico magnesio carbonato. Anche questo è tossico?

  2. Si ma di questo passo non si salva piu’ niente

  3. Dionidream Dionidream says:

    Ciao Adele Russo sono sostanze diverse rispetto a quelle menzionate nell’articolo

  4. Integratori Elisir Life senza eccipienti, non è una pubblicità fasulla, sono stati fatti proprio per differenziarli dagli integratori con eccipienti, date uno sguardo alla pagina e di cosa si tratta.. Però sono di alta qualità.

  5. Adele Russo Adele Russo says:

    Grazie, quindi la confezione di magnesio che prendo va bene?

  6. Angelo says:

    Si legga anche :Se volete approfondire quest’ultimo ed interessante punto vi consiglio di leggere Emken, Edward A. (1994). “Metabolism of dietary stearic acid relative to other fatty acids in human subjects”. American Journal of Clinical Nutrition.
    Prima di pubblicare articoli di dubbio vericita.
    E’ spiacecole per il tipo di informazione che normalmente fa. Cordiali saluti

    • dioni says:

      Ciao Angelo,
      Grazie per la pubblicazione. L’ho letta ma non ha niente a che vedere con quello di cui parliamo qui. Nel tuo link si parla della metabolizzazione dell’acido stearico con attenzione sui trigliceridi e colesterolo, senza alcuna implicazione sulla sua tossicità o innocuità né gli effetti sul sistema immunitario.

  7. Dionidream Dionidream says:

    Sì certo. L’ingrediente di cui si parla nell’articolo non è il magnesio che si prende normalmente come integratore, ma è un antiagglomerante che si può trovare mescolato ad esempio nelle capsule o compresse di molti integratori

  8. Ecco… lo sapevo che non dovevo comprare il detox al supermercato…. :/ comprato ieri sera…. ce l’ha! Lo buttero’ allora….. 10€ buttati! :/

  9. Adele Russo Adele Russo says:

    Siete un punto di riferimento per me, ringrazio

  10. Sergio Zullo Sergio Zullo says:

    quanto ne devi ingerire informati

  11. Sergio Zullo Sergio Zullo says:

    Dionidream il magnesio stearato e un componente stearico che e presente negli alimenti insieme al magnesio e per le percentuali di tossicita sono molto basse dovresti consumere migliaia di tavolette al giorno e non influenza l assorbimento intestinale

  12. Elisa says:

    anche delle medicine antidepressive/ansiolitiche, melatonina, bioanacid, colilen, magnesio supremo ed l’integratore lievitoshon sono a rischio oppure no!?

  13. Tutti o quasi gli integratori lo hanno

  14. Mary Murgia Mary Murgia says:

    Essendo formato da molecole comunemente presenti negli alimenti, il magnesio stearato è considerato un additivo assolutamente sicuro, almeno fino a dosi di 2,5 g/Kg al giorno.
    Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/integratori/magnesio-stearato.html

  15. marco raurati says:

    se è pericoloso perchè nei vostri integratori nello shop è presente?

  16. GENTIANA says:

    Ciao Riccardo, grazie inanzi tutto per le informazioni che dai.. Ho guardato la Solgar e negli ingredienti c’è segnato pure il Magnesio stearato, soltanto che scrive “vegetale”. Secondo te è a rischio anche quello ppure posso continuare a prenderlo? Della Solgar ho la vit D3 da 5.000 UI, la k2 (finita) e la vit. A. In tutti è presente il magnesio stearato vegetale! Grazie per il tuo parere o anche di chi vorrà rispondere in merito.

    • marco raurati says:

      Vegetale non vuole dire naturale,la polvere di ossa usata da tanti per le capsule è vegetale.

      • GENTIANA says:

        infatti lo sospettavo… che si fa quindi? si buttano via oppure si continua, almeno la confezione comprata, visto anche i prezzi!? quali sono le dosi che si considerano nocive?

  17. Antonio says:

    Non credo che sia possibile stare attenti a tutto. Più che leggere le etichette non vedo che altro
    si possa fare. Spesso si legge di cose che fanno bene o male,ma in che quantità giornaliere per
    ogni Kg di peso corporeo ? Si dice che il salmone fà bene perchè è l’alimento più ricco di tutti
    di omega 3. Benissimo,per ricavare la quantità utile di omega 3,dovresti mangiare 1 Kg di salmone al dì. E’ solo un esempio tra i tanti che si possono fare per altri alimenti o farmaci.

  18. marco says:

    Andando avanti così non rimarrà più nulla da mangiare.
    Fra l’altro non si parla di una cosa molto importante: la quantità che serve per essere tossica all’organismo umano.

    Tutto può far bene e male, dipende sempre dalle quantità che si assumono…
    Sbaglio?

  19. Elena says:

    Prendo il Dilzene 60 mg per la pressione alta. Leggo che contiene magnesio stearato ma non c’è scritto da nessuna parte quanto ne contiene.
    CHE FARE?

    • dioni says:

      Ciao Elena, se il tuo medico ti ha consigliato di prenderlo tutti i giorni per un lungo periodo allora puoi chiedergli se esiste un farmaco simile che non abbia quell’ingrediente. Comunque non mi preoccuperei molto dato che già gli effetti collaterali di questo farmaco sono maggiori di quelli del magnesio stearato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline