La malattia o morbo di Dupuytren di solito colpisce solo una mano, anche se alcune persone svilupperanno sintomi in entrambe. I sintomi della contrattura di Dupuytren si presentano con:

  • Ispessimento della pelle sul palmo della mano, questo è di solito il primo sintomo più evidente.
  • Formazione di corde spesse nel palmo della mano che limitano il movimento.
  • Un aspetto con noduli rigonfi della pelle che copre il palmo della mano.

Sviluppo di dita piegate (di solito l’anulare e il mignolo, o talvolta anche il dito medio) e non essere in grado di raddrizzare completamente le dita colpite. Molto raramente la malattia prende l’intera mano. Alla fine le difficoltà nel completare le attività quotidiane diventano difficili e dolorose. L’unica cura attualmente disponibile è la chirurgia oppure delle iniezioni, ma possono presentarsi molte recidive.

Possibili cause:

  • Fattori genetici e avere una storia in famiglia, incide nello sviluppare la malattia di Dupuytren.
  • Avere più di 50 anni.
  • Essere maschi, specialmente di origine nordeuropea. Gli uomini sviluppano la malattia più spesso delle donne, e tendono ad avere contratture più severe.
  • Il fumo e un elevato consumo di alcol.
  • Avere il diabete, oltre a determinate condizioni mediche, tra cui epilessia, disturbi convulsivi o problemi epatici come la cirrosi.
  • Non si esclude che la causa potrebbe essere collegata al batterio: Clostrydium hystoliticum.

In prima analisi per questa malattia ho trovato una dieta antinfiammatoria utile anche per chi ha il diabete, artrite o una malattia autoimmune, che è la seguente:

Salmone non di allevamento (difficile da trovare), manzo nutrito con l’erba, pollo biologico, tacchino e uova bio.

Grassi sani come olio di cocco, olio d’oliva, burro di ghee, burro bio, noci, semi e avocado.

Alimenti ricchi di antiossidanti come agrumi, bacche, verdure a foglia verde, erbe e spezie, verdure di mare, tè verde e brodo osseo.

Polvere di collagene o polvere proteica a base di brodo osseo, che può aiutare a sostenere la guarigione del tessuto connettivo danneggiato.

Alimenti ricchi di fibre come carciofi, verdure a foglia verde, verdure crucifere, bacche, noci e semi (come semi di chia, semi di lino, semi di zucca, mandorle e noci).

Alimenti ricchi di magnesio come alcuni tipi di noci e semi, cacao, avocado, banane e verdure come spinaci e bietola svizzera.

Evitare zuccheri aggiunti e carboidrati trasformati.

Evitare cereali, in particolare cereali contenenti glutine, prodotti a base di farina bianca, pane di grano, persino pane integrale e farina d’avena.

Passare dal latte vaccino convenzionale al latte di pecora o capra.

Evitare cibi con ingredienti sintetici, conservanti, additivi e dolcificanti artificiali. Grandi quantità di sodio possono peggiorare la ritenzione di liquidi e aumentare il gonfiore, quindi limitare l’assunzione di sodio da alimenti trasformati, in scatola, congelati o confezionati.

Gli integratori che possono aiutare a ridurre l’infiammazione includono: acidi grassi omega-3, curcuma, vitamina B6 e bromelina. Inoltre oli essenziali come olio di verde inverno e olio di cipresso.

Ma la dieta non credo possa guarire completamente la malattia. Continuando gli studi ho scoperto che il magnesio poteva aiutare a dissolvere un po’ gli ispessimenti. Il magnesio come sostanza mi ha convinto subito perché la testimonianza su internet di una signora, indicava che il magnesio produceva un significativo rilassamento delle dita della mano. La donna ha riportato la sua esperienza nel suo blog Huffington post.

Personalmente non ho pensato ad un magnesio come integratore interno ma ad un magnesio per uso topico per concentrarlo solo sulla mano. Quindi un magnesio per farlo penetrare nella mano deve essere abbinato ad un’altra sostanza che lo trasferisce profondamente: il DMSO o dimetilsolfossido. Per fortuna su internet si trova già il magnesio liquido con il DMSO. La ricerca fino a qui mi soddisfaceva ma non mi sembrava completa perché mi mancava ancora una certezza. Con un altro studio (purtroppo ho perso il link) ho trovato un altro ingrediente particolare: l’acido borico. Perché l’acido borico? Forse perché è un disinfettante per l’acne causata dal batterio Propionibacterium acnes e riduce lo stato infiammatorio? Oppure l’acido borico elimina il batterio Clostrydium hystoliticum? Purtroppo non ho risposte per questo, l’importante è che la soluzione funzioni.

Malattia di Dupuytren

Dunque, il rimedio per la malattia di Dupuytren è il seguente: 1 bottiglietta di magnesio + DMSO + acido borico in bustina da 30 grammi aggiungendo circa 10-30% come quantità casuale. Mescolare bene gli ingredienti e applicarli sulla mano pulita. Ripetere l’applicazione fino al miglioramento. Ho eseguito tale ricerca perché a mia moglie (o persona cara come preferisci) il medico gli aveva diagnosticato questo morbo e non voleva operarsi. In teoria si dovrebbe avere una guarigione completa senza recidive in 7-10 giorni.

Ognuno è libero di provare questo “rimedio” e di testarlo sulle proprie mani, perché non sembra ci siano particolari controindicazioni.

Se possibile gradirei avere delle testimonianze di conferma per quanto ho proposto.

Walter Nardari

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni