Mamma guarisce la figlia di 3 anni dall'autismo!

48 Commenti

Katherine Reid

Ancora oggi molti medici sono scettici ma non potranno non tenerne conto nello studio futuro di una cura alimentare che ha meravigliato in primis Katherine. Katherine Reid non è solo una mamma ma è anche una scienziata, lavora come biochimico e ha sfruttato le sue conoscenze e i suoi studi per aiutare sua figlia, assieme al contributo del marito, Paul Sauer, che è un biologo cellulare.

Katherine ha cinque figli e alla più piccola è stata fatta una diagnosi di un quadro autistico a soli tre anni.

Brooke viveva in un suo mondo, non poteva esserci un contatto visivo con lei, un abbraccio, comunicare era difficile, impossibile l’interazione e il gioco con gli altri bambini.”

Era in grado solo di classificare, ordinare e raggruppare in modo ossessivo i suoi animaletti di plastica.
Il suo linguaggio era limitato a parole o frasi estrapolate da film, discorsi o canzoni che sentiva e ripeteva.
La sofferenza di una mamma è stata enorme perché si è sentita tagliata fuori ed impotente.

Katherine decide allora di approfondire la questione e sfruttare alcune sue conoscenze e altri studi indipendenti, sia da mamma che da ricercatrice.
Prova diversi approcci terapeutici ma emerge una cosa sconcertante: l’unica cosa che sembra sortire qualche effetto è cambiare alimentazione.Katherine evidenzia ciò che altri studiosi hanno già affermato: il cibo ha grandissimi e vasti effetti sul nostro cervello.

 Katherine apporta gradualmente delle modifiche alimentari in tre distinte fasi.

PRIMA FASE: INTEGRATORI E TANTA FRUTTA E VERDURA

– Nella prima fase vengono introdotti integratori alimentari: probiotici, vitamina B e D, Omega3, magnesio e quote aggiuntive di frutta e verdura.

Dopo soli 10 giorni, per la prima volta, Brooke stabilisce un contatto visivo significativo con la mamma.
Nelle settimane successive migliora la collaborazione e risponde quando le viene chiesto come si chiama, quando la gente intorno a lei parla, Brooke si gira a guardarli.

SECONDA FASE: ELIMINAZIONE DI GLUTINE E LATTICINI

– Dopo tre settimane è stata iniziata la fase due: eliminare il glutine e i latticini che contengono caseina (la proteina del latte), per sei mesi. La letteratura scientifica medica evidenzia studi a riguardo non solo relativamente all’autismo, ma anche per numerose altre patologie.
Non è un caso probabilmente se questi bimbi spesso hanno anche problemi di digestione e costipazione che, una volta modificata l’alimentazione, vanno migliorando di pari passo con il loro comportamento.

Brooke inizia successivamente ad interagire con gli altri bambini, a giocare in modo immaginativo, ad avere una percezione sensoriale molto migliore.
Continuava però ad avere comportamenti compulsivi e crisi di pianto che Katherine avrebbe voluto risolvere.

In base agli studi e alle ricerche indipendenti di Katherine, emerge un fattore determinante per lo sviluppo e il peggioramento di molte malattie tra cui la depressione, la sindrome bipolare, il diabete,  sclerosi multipla, Parkinson, sindrome di Tourette, schizofrenia, Alzheimer e l’autismo.

Si tratta del glutammato, che si trova nel 5% degli alimenti, soprattutto sotto forma di glutammato monosodico, spesso non menzionato in etichetta. I dadi da brodo, patatine e altri prodotti industriali lo contengono (sigla E621). Se mangiate cinese, è usato largamente nei piatti.

Il glutammato si accumula e provoca problemi al nostro corpo.
Si trova anche in modo naturale nel nostro organismo ma viene prodotto in base alle necessità, dunque in modo controllato.

mamma cura l'autismo della figlia con una dieta

Secondo molte pubblicazioni, l’assunzione da alimenti è responsabile di molti problemi neurologici dovuti ad un disequilibrio nei recettori primari che può interferire con l’apprendimento e tutte le funzioni neurali.

TERZA FASE: ELIMINAZIONE DEL GLUTAMMATO MONOSODICO

Ebbene nella fase tre vengono eliminati tutti i prodotti che contengono glutammato e Brooke diventa una bambina capace di comunicare perfettamente, senza crisi ossessive, senza più il bisogno di nessuna insegnante di sostegno!

Incredibilmente le critiche mosse a questi genitori sono state molte e non tutta la comunità scientifica è d’accordo sulla loro scelta.
Chi non può fare a meno di vedere la realtà ammette che fondamentalmente si tratta solo di un’alimentazione più salutare!

Nel frattempo Katherine può toccare con mano il risultato della figlia, che ora ha sette anni, ed è la prova vivente della fondatezza delle sue ricerche indipendenti.

Katherine e il marito hanno inoltre costituito un’associazione senza scopo di lucro “Unblind my mind per rendere le persone consapevoli e stimolare curiosità e approfondimenti riguardo un’alimentazione più sana.

Fonte SFGate – Contiandrea.com

Intestino Sano con la Dieta dei Carboidrati Specifici (SCD)
L’alimentazione ottimale per: autismo, celiachia, colite ulcerosa,
diarrea, diverticolite, fibrosi cistica, malattia di Crohn
– 100 squisite ricette

Voto medio su 10 recensioni: Buono

Per approfondire

Dadi da brodo: Non c’è ”schifezza”peggiore

Premi in denaro ai medici che fanno più vaccinazioni

I VACCINI PROVOCANO AUTISMO: LA PROVA

Autismo correlato a glutine, caseina, pesce, vaccini, metalli pesanti

Dimostrato il legame tra pesticidi e autismo

LE 10 PEGGIORI TOSSINE NASCOSTE IN VITAMINE INTEGRATORI E ALIMENTI

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

48 Commenti su questo post

  1. Lo sapevo che si poteva curare con una dieta vegana meglio ancora se crudista

    • Claudio says:

      e dove si parlerebbe di dieta vegana o crudista? Con tutti gli squilibri che genera quest’ultima. A me sembra che la dieta seguita sia la Paleo.

  2. Lusy Oliva says:

    Io non ho più una malattia autoimmune grazie al digiuno terapeutico, e perciò ci credo che grazie all’alimentazione la bambina sia guarita.

    • Lusy Oliva says:

      Salve, circa 4 anni fa’, inizio a d avere dolori articolari terribili in tutto il corpo, mi viene diagnosticata una malattia autoimmune, connettivite indifferenziata, mi vengono prescritti dei farmaci, il plaquenil, che è un immune soppressore e il deltacortene , vitamina D3 e siccafluid per la secchezza oculare. Dopo circa quattro anni di farmaci controlli e ansia, grazie ad una mia amica che ha fatto questa esperienza prima di me a causa di una trombosi, mi consiglia di iniziare ripetutamente il digiuno terapeutico, un giorno è scattato qualcosa dentro di me ed iniziai, facendo un enteroclima tutte le mattine con acqua e caffè, bevendo acqua limone e argilla,bevendo tisane di fieno greco ed equiseto, bevendo estratti di frutta e di verdura, il corpo si disintossica e si sta benissimo, poi dopo 50 giorni ho fatto gli esami, non vi è più traccia di nulla. Non mangio più carne di nessun tipo ne pesce, evito gli zuccheri e la farina 00, non compro alimenti come brioss biscotti e porcherie varie, quando ho voglia il dolce me lo faccio io, evito di acquistare porcherie.

      • Argentbiotech says:

        Ciao Lusy volevo sapere se quando hai iniziato il digiuno terapeutico hai cominciato direttamente con i cibi di transito, come gli estratti appunto, oppure hai fatto un digiuno terapeutico ferreo solo con tisane di equiseto e fieno greco e brodi vegetali per poi passare ai cibi di transito, grazie!

      • ALICE says:

        Ciao Lusy, potresti chiarire cosa vuol dire non avere più traccia di una malattia autoimmune? nel senso che non hai più gli autoanticorpi?

        grazie
        Alice

      • Flora Canto says:

        Gentile Signora , sono interessata di comunicare con lei , riguardo al commento qui sopra, visto che anche mio marito ha stessi problemi di salute di cui lei parla.

    • Erminia simonicca says:

      Perché enteroclisma di acqua e caffè ?
      Perché proprio tisane di fieno greco e equiseto?
      Infine per le proteine….. Come comportarsi?

    • Flora Canto says:

      Stessa cosa ho fatto io con buoni risultati.

  3. Lusy …..mi piacerebbe salerne di piu

  4. Occhio a mettere in giro queste informazioni. Guardate su siti competenti, per esempio ANGSA. Se fosse così semplice…

    • Queste informazioni potrebbero essere verissime.Naturalmente non posso metterci la mano sul fuoco perché non conosco personalmente le fonti;ma che sia possibile guarire da (pressoché) qualunque malattia tramite digiuni xontrollati e fruttarismo ne sono sicurissimo..Quindi,prima di fare QUESTE affermazioni,per favore informatevi,studiate,sperimentate su voi stessi e vedrete quello che si puó ottenere nutrendosi nel modo giusto.

    • Gennaro, perdonami. Dalle tue parole sospetto fortemente che non ti sia mai avvicinato davvero all’autismo e che tu parli di qualcosa che non conosci, se non per sentito dire: non é la stessa cosa. Ripeto: ti consiglio di farlo, prima di dare credito a tali affermazioni. Dalle mie parti, in Emilia Romagna, le famiglie di ragazzi autistici invitavano a casa propria gli amministratori, solo per un giorno. Così, almeno perché molto ma molto vagamente potessero almeno immaginare. É un esercizio che consiglio, prima di fare affermazioni impegnative. Ti invito nuovamente ad iscriverti alle mailing list che trovi sul sito autismo33, a vedere i siti ANGSA, ad informarti bene sull’argomento.

    • La base di tutto è l’alimentazione. Non ci sono santi!!! E allora Ippocrate, che era un medico, perchè disse nel lontano 460 a.C. la frase : fa che il cibo sia la tua medicina e la medicina sia il tuo cibo”…….

  5. le prendo sempre con le molle queste notizie…..

  6. notizia di stasera del Tg:bimbo di un anno in fin di vita, i genitori lo.avevano sempre nutrito come loro, con dieta vegana…E questa è vera, purtroppo..

  7. Paladino lo dice da una vita

  8. Una mamma, ha un potere non misurabile per l’amore per i figli:-)

  9. Cristina Barottoni e Gennaro Esposito, Io non sono d’accordo con voi, io da quando sono diventato crudista, vegano, vegetariano,
    uso molto le spezie, ho risolto molti dei miei problemi, dalla prostata, pressione, diabete, colesterolo, non prendo piú un farmaco.
    O tutti gli esami perfetti, compresa la prova da sforzo, perché sono un cardi patico, sono portatore di tre stent.3

  10. ma che balle , balle. Pensateci un pò!!! Ippocrate disse nel 460 a.C. : fa che il cibo sia la tua medicina e la medicina sia il tuo cibo.

  11. Brava ,le mamme sono medici dei propri figli e di se stesse !!

  12. Sono testimone di un grosso problema risolto solo con una sana alimentazione. A chi non crede dico di provare prima di dire che son balle.

  13. io invece conosco una famiglia che ha cresciuto due bimbe con l’alimentazione vegana e stanno benissimo!!! Io comunque sono vegetariana e trovo un pò esagerata la dieta vegana, ma ognuno è libero di fare come vuole.

    • Claudio says:

      capirai che enorme differenza inoltre, la dieta vegetariana, includendo i latticini, è anche più dannosa…peraltro ha poco senso anche dal punto di vista etico

  14. non facciamoci fuorviare dalla periodica notizia del bimbo vegano, per favore cerchiamo di essere obiettivi e valutare bene i casi. i benefici e i vantaggi di una alimentazione naturale esistono e come per tutto ci vuole l’equilibrio

  15. antonio says:

    quanti casi di bimbi in fin di vita causa” vegano” avete sentito?
    quanti casi di bambini con sindrome di spettro autistico causa vaccino avete sentito?
    sono papa di un bimbo autistico e posso garantire che con l’alimentazione stiamo avendo parecchi risultati! non parlo di guarigione……. ma……………..
    quindi adesso a tutti coloro che si permettono di offuscare una via di speranza a tutti coloro che ne hanno di bisogno sono pregati di mettere da parte la loro malefica lingua messa in moto senza azionare il cervello e lasciare spazio ai genitori bisognosi di speranza di provare qualsiasi cosa ( nella norma) possa dare luce al futuro dei propri angioletti!!!!

  16. Artabano says:

    Negli ultimi 10 anni ho avuto soli 3 casi di pazienti Autistici da me trattati con una Dieta salutistica arricchita da vitamine, sali minerali, acidi grassi polinsaturi e soprattutto trattati con una Psicoterapia coadiuvata dall’Ipnosi Terapia Vigile regressiva d’età alternata da Ipnosi Immaginativa atta a risolvere le crisi di Panico e i Comportamenti Compulsivi. Nei 3 casi, per mezzo dell’Ipnosi si è evidenziato che i pazienti avevano introiettato e eventi frustranti subiti dalla propria madre durante la gravidanza. Il feto recepisce gli stati tensionali della madre per mezzo degli organi sensoriali della madre. Le loro madri erano state mie pazienti, pertanto sapevo che avevano subito degli eventi frustranti durante la loro gravidanza e ciò mi fece intuire che la causa dell’Autismo dei loro figli poteva essere il trauma subito durante lo sviluppo fetale. I 3 casi sono stati risolti anche grazie alle manifestazioni affettive e rassicuranti dei loro genitori da me indotti ad accentuare una comunicazione corporea sensoriale tramite abbracci, carezze, baci, ecc. Purtroppo non ho avuto altri casi di Autismo e quindi la mia casistica non può fare testo. Chi è interessato a questa tematica può contattarmi. – Dr. Febo Artabano, Dietologo Nutrizionista, Psicologo Psicoterapeuta, Sessuologo, Ipnologo. Studio di DIETOLOGIA, PSICOTERAPIE BREVI, SESSUOLOGIA,IPNOSI CLINICA. – Sede di PESCARA; Via Nicola Fabrizi 202 – Sede di VASTO ( CH ): Corso Garibaldi 74 – Tel. 0854215191 Cell. 3683657806 – http://www.feboartabano.it[email protected] – facebook: Artabano Febo – Skype: artabano.febo

  17. Carla Manca says:

    Credo che sia tutto veritiero e’ gia’ da tanto che ne ho sentito parlare addiritura da ricercatori

  18. Lisa says:

    chissá perché ci é così difficile credere che la natura fornisca tutto ciò che serve all’uomo per guarire o mantenersi in salute … Credo che tanta sfiducia derivi dal fatto che le nostre scorrette abitudini alimentari fanno parte di noi e ci spaventa troppo pensare di cambiarle o che comunque la guarigione é nelle nostre mani e non in medicine o terapie…

  19. Stefano, fonte o non fonte la terapia del digiuno fa guarire da un sacco di malattie!!!

  20. emicrania says:

    C’e un bellissimo documentario riguardo l’autismo e l’alimentazione con diversi casi di bambini guarita da autismo tramite alimentazione ed eliminazione dei metalli pesanti:
    https://youtu.be/iwKSqPk1j5Q

  21. scheherazade santoss alves says:

    Comprimenti, megliore, sceta ano fatto, a alimentazione, extremante, per la salute, metal, inteletuale, emozionale,, il alimento da sempre stato, usato, come forma di cura, per tutti, tipi di probleme di salute, sia fisichi, chi emozionale, inteletuale, mentale. IO SONO UNA TERAPEUTA OLISTICA, STO ASSOLUTAMENTE DA”CORDO. VOI DUE SONO STATO UNO GRANDE ESEMPIO PER LA EVULUZIONE, LO GRANDE SVEGLIO, JESU SI COM VOI. DIO DENEDICE IL VOSTRO LAVORO PER LA UMANITA, E TUA FAMULIA PRIMEIRAMENTE…… “”me scusi io no mai studiato li idioma no lo so, scrivi, coreta. Baccione.

  22. Cristiana says:

    Anche io ho seguito una dieta priva di proteine del latte, glutine e glutammato, poi ho fatto una disintossicazione dai metalli e seguito con mio figlio il metodo Doman. Morale ? Siamo usciti dall’autismo. Qualcuno dice che la diagnosi forse era errata. Ok, potrebbe anche essere. Ma visto che sull’autismo non si sa nulla chi lo dice che almeno per le forme lievi non si possa uscirne ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline