Mangiare glutine può essere legato alla psoriasi

2 Commenti

Psoriasi e Celiachia

Sia la psoriasi che la celiachia sono esplose negli ultimi anni tanto da diventare un fenomeno di massa. Esse hanno delle caratteristiche in comune sia perché si associano a patologie autoimmuni si perché entrambe non riconoscono un’unica causa, mostrando d’insorgere quando a una predisposizione genetica va ad aggiungersi uno o più fattori scatenanti.

In presenza di psoriasi, generalmente, si tratta di infezioni o traumi fisici o psichici, mentre in caso di celiachia ad essere chiamata in causa è l’esposizione al glutine, contenuto negli alimenti di origine cereale.

Uno studio italiano svolto all’Eurospital di Trieste ha mostrato un alta prevalenza di celiachia nei pazienti con psoriasi ed un miglioramento delle lesioni cutanee in questi pazienti dopo sei mesi di dieta priva di glutine.

Ecco gli alimenti contenenti glutine e quelli senza. L’ipersensibilità al glutine è nata con la modificazione genetica del frumento che è quello che oggi consumiamo (il Creso) e anche a causa dell’ipersensibilità del tratto intestinale dovuto ai farinacei, cibi zuccherati e salati insieme al fattore di stress.

QUANTITA’ DI GLUTINE CONTENUTO NEI CEREALI

CARBOIDRATI SENZA GLUTINE

senza glutine

Come riporta il sito dedicato alla psoriasi: “La psoriasi è stata associata spesso all’intolleranza al glutine. L’esperienza di molte persone ha dimostrato un miglioramento grazie solo al fatto di aver eliminato o ridotto drasticamente i cibi con presenza di glutine (pane, pasta, biscotti etc.).

I ricercatori hanno riscontrato un significativo miglioramento clinico dopo 3 mesi di dieta priva di glutine. Molti pazienti hanno riscontrato un miglioramento nelle condizioni della loro epidermide, del 50% o più, alla fine del periodo di test.

Riducendo il glutine e tutti i farinacei il vostro corpo non sarà sottoposto a stress che è la causa principale della psoriasi. I carboidrati vanno mangiati a pranzo che il corpo è più predisposto a digerirli, mentre la sera è meglio le proteine. Assumere Fiori di Bach e spruzzare acqua di mare sulla zona affetta da psoriasi è molto utile per accelerare la guarigione.

Cause e Rimedi Naturali della Psoriasi
La pelle, il nostro rivestimento più caro sotto attacco:
come difendersi. Fattori di vita e genetici, tossine
e alterazioni metaboliche, componenti psicologiche….

Per approfondire

Guariscono dalla psoriasi col crudismo in pochi mesi

Psoriasi guarita con l’acqua di mare e ulteriori consigli

Quinoa e Amaranto – Ricchi di proteine senza glutine

TIROIDITE E GLUTINE – Studi Scientifici dimostrano il legame

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

2 Commenti su questo post

  1. hanno già cambiato i semi geneticamente e perciò escono nuove malattie . 🙁

    • Manuela says:

      Anche secondo me i vari disordini a livello immunitario, che si sono verificati negli ultimi due decenni, sono legati alle manipolazioni genetiche effettuate su semi ed alimenti vari.
      Devo comunque dire che ci sono parecchie imprecisioni e carenze a livello di questo piccolo articolo. Inviterei l’autore a documentarsi maggiormente e a non limitarsi ad attingere dal primo sparuto articolo che trova sul web per generarne uno lievemente modificato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline