MBST: Nuova tecnologia cura osteoporosi e artrosi con campi magnetici!

13 Commenti

mbst

Cura l’osteoporosi e l’artrosi senza inserire protesi. Rigenera i tessuti cartilaginei, aiuta nella ricomposizione delle fratture. Non solo. Evita l’assunzione di farmaci antidolorifici e antiinfiammatori necessari dopo l’inserimento delle protesi e dimezza i tempi della riabilitazione, fatta solo se strettamente necessaria. Non si tratta di una pozione magica ma della tecnologia MBST®, ossia terapia a risonanza magnetica nucleare. La tecnologia, sviluppata in Germania 15 anni fa, utilizzata in 300 centri riabilitativi tedeschi e in paesi come Austria, Inghilterra, Turchia, Israele è semi sconosciuta in Italia.

La risonanza magnetica delle cellule  (MBST) è un nuovo metodo non invasivo. È destinato per la cura dei problemi che sono collegati con il consumo della cartilagine articolare, l’eliminazione dei dolori cronoci nella spina dorsale e dei dolori collegati con cambiamenti degenerativi dei tendini.

Come funziona il MBST?

In pratica, e in parole povere, alcune cellule del corpo, magnetizzate dalla macchina, riescono a rigenerarsi. Si tratta dei condrociti e degli osteoblasti. I primi servono a sintetizzare la cartilagine e quindi possono guarire l’artrosi mentre i secondi, rigenerando l’osso, possono guarire l’osteoporosi. [Vedi Applicazioni mediche del biomagnetismo]

In Italia, dove le spese sanitarie costituiscono oltre la metà del bilancio dello stato e salgono proprio per riabilitazione e lungodegenza, ci sono solo due centri che utilizzano questa metodica [in fondo la lista]. Ovviamente si tratta di centri privati non convenzionati con le Asl. Ma cos’è la tecnologia Mbst? «E’ una metodica che permette di curare alcune patologie legate alla cartilagine e alle ossa, come l’artrosi e l’osteoporosi» risponde il dottor Danilo Tenaglia, terapista della riabilitazione che utilizza tale metodica nel centro di Lanciano «conosciuta da 15 anni all’estero, ma applicata in Italia solo da 5. E’ nata per caso. Un ingegnere tedesco si è accorto che la risonanza magnetica, utilizzata non come esame diagnostico, riusciva a gestire patologie come artrosi e osteoporosi». È iniziato così lo studio del fenomeno prima in vitro, e poi, visti i risultati incoraggianti, è partita la sperimentazione sull’uomo.

Rigenerazione e riparazione indolori

«Il paziente arriva nel centro frentano con un problema di artrosi al ginocchio» dice Tenaglia «gli viene fatta fare una risonanza magnetica diagnostica per valutare lo stato del ginocchio. Poi viene ordinata in Germania, la chip-card (costo 360 euro) specifica per la sua patologia da inserire nel macchinario. Poi si effettua il trattamento che consiste in 9 sedute della durata di circa un’ora e della terapia manuale: costano altri 360 euro. In tutto si spendono 720 euro». Dopo tre mesi viene fatta un’altra risonanza per valutare i risultati della terapia.

La terapia è completamente indolore. Il MBST sulla giuntura malata agisce praticamente impercettibilmente. Alcuni ammalati descrivono un calore, altri un pizzicore.

Gli studi scientifici hanno confermato che grazie a essa si possono attivare le cellule che producono la cartilagine e l’osso rigenerando dunque la cartilagine e stimolando la formazione del tessuto osseo, un risultato questo che non era stato possibile conseguire con nessun altro metodo. La terapia MBST è raccomandata a tutte le persone che soffrono di dolori alle articolazioni, alle quali è stata diagnosticata l’osteoartrite (artrosi), l’osteoporosi e l’osteopenia, alle persone che sono dichiarate ad alto rischio di osteoporosi e artrosi come gli sportivi, alle persone che eseguono lavori fisici pesanti così come anche alle persone che fanno un lavoro sedentario, alle persone che soffrono di dolori cronici che danneggiano le articolazioni e le ossa e a quelle che hanno significative deformazioni dello scheletro.

I benefici per i pazienti potrebbero essere enormi. Potrebbero rimandare l’intervento chirurgico evitando l’impianto di protesi e corpi estranei nel corpo, evitare la riabilitazione (che a volte dura una vita), evitare il trattamento farmacologico e risparmiare tanti soldini. Decisamente troppi benefici per i pazienti e troppe entrate che verrebbero a mancare alle case farmaceutiche e affini. Sarà questo il motivo per cui la tecnologia MBST, a distanza di quindici anni è ancora pressoché sconosciuta? Probabilmente sì.

DOVE SI TROVA IN ITALIA

Nova Lympha – Dr. Danilo Tenaglia
Via Olmo di Riccio, 4
66034 Lanciano
Tel: +39 0872 700594
Fax: +39 0872 799952
[email protected]
http://www.novalympha.com

Privatklinik – Dr. Von Guggenberg
Via Terzo di Sotto 17
39042 Bressanone
Tel: +39 / 0472 / 82 02 22
Fax: +39 / 0472 / 83 40 14
[email protected]
http://www.von-guggenberg.it

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

13 Commenti su questo post

  1. NON COMPRENDO PERCHE’ QUESTO SIGNORE CHE HA INVENTATO , BREVETTATO QUESTA TECNOLOGIA, NON SI AVVALE DEL PASSAPAROLA…C’E’ QUALCOSA DI NON CHIARO….

    • danilo says:

      il signore che l’ha scoperta (non é stata una vera e propria invenzione…) é tedesco e si chiama Muntermann…

      si avvale del passaparola ma in germania e infatti lì vi sono circa 300 centri MBST…

      l’italia é un po’ più lobbizzata e il passaparola ci mette un po’ più tempo a dare i suoi effetti…

  2. fabrizio careddu says:

    scusate io sono di genova sapete indicarmi la struttura che usa mbst piu’ vicino a me? graziemille

  3. Paola says:

    Salve, vorrei sapere se con questa terapia si possono risolvere anche patologie legate alla cervicale dove c’è uno spostamento della vertebra. Grazie

  4. Francesca says:

    All’Ospedale Malpighi di Bologna (Reumatologia) ignorano l’esistenza della terapia MBST.
    A chi bisogna rivolgersi esattamente per avere notizie certe?
    Ringrazio anticipatamente per la risposta

    • Dioni says:

      L’articolo è stato aggiornato con la lista dei centri che usano MBST in Italia

  5. maurizio sforza says:

    salve
    il mio dottore a cui ho fatto presente della esistenza di questa terapia per curare artrosi all’anca di cui sono
    affetto me l’ha sconsigliata perche ritiene che e’ una sorta di radioterapia di solito usata per curare malattie oncologiche e quindi puo avere effetti collaterali devastanti. che mi dite? ringrazio per la risposta

    • Dioni says:

      Ciao Maurizio,
      Chiama direttamente il centro e ti diranno loro. E’ una terapia magnetica più che radioterapia.

  6. Liberto says:

    Scusate, ma sono molto interessato alla terapia (nella quale ripongo molta fiducia) in quanto, da molti anni sofferente di coxo artrosi bilaterale, vorrei sottoporvi, la risposta ai radiogrammi eseguiti il 03/11/2015 in attesa di sottopormi ad intervento (urgente perchè non riesco più neanche a dormire) risposta del medico radiologo “DAI RADIOGRAMMI ASSUNTI SI APPREZZA QUADRO DI COXO-ARTROSI BILATERALE CON ADDENSAMENTO SCLEROTICO DEI TETTI ACETABOLARI ED APPUNTIMENTO OSTEOFITOSICO DEI CIGLI COTILOIDEI, RIDUZIONE DELL’AMPIEZZA DEI COMPARTI ARTICOLARI COXO-FEMORALI, CON REPERTO PIU’ MARCATO A SN, IN PARTICOLARE IN SEDE SUPERO-ESTERNA. LIEVI NOTE DEGENERATIVE DELLE SINCONDROSI SACRO-ILIACHE. INIZIALE ENTESOPATIA CALCIFICA DELLE CRESTE ILIACHE. CON LA METODICA IMPIEGATA, NON SI APPREZZANO LESIONI OSTEOSTRUTTURALI FOCALI IN ATTO” vorrei sapere, (possibilmente, con cortese urgenza, perchè ho una visita per ricovero e intervento il 04/12) se è possibile eseguire la terapia con MBST. grazie Liberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline