"Mi erano rimasti 18 mesi di vita, l'olio di cannabis mi ha salvato"

7 Commenti

olio di cannabis

David Hibbitt, un ragazzo inglese di 33 anni, nel 2012 gli venne diagnosticato un cancro al colon in fase terminale. Dopo essere stato sottoposto a chemioterapia, radioterapia e un intervento chirurgico, i medici gli dissero che non c’era più niente da fare. Non volendo accettare questa condanna decise di provare con l’olio di cannabis come ultima spiaggia. Da quando lo usa il cancro è scomparso e vuole essere un testimonial di come sia assurdo che qualcosa che guarisca sia illegale e vado comprato illegalmente dallo spacciatore locale.

Dionidream si è occupato più volte della Cannabis come straordinario rimedio naturale usato fin dall’antichità. Molti quando sentono parlare di cannabinoidi pensano alle droghe, allo spaccio e alla gente che perde il controllo. Molte medicine millenarie naturali come funghi, piante e bacche hanno anche un effetto sulla percezione della realtà in certe dosi, ma qui stiamo parlando della cura delle malattie, e vogliamo mollare ogni pregiudizio inculcatoci dalla moderna società delle multinazionali.

Il signor Hibbitt dello Staffordshire riporta al DailyMail: “I miei amici mi hanno parlato dell’olio di cannabis e subito lo rifiutai all’inizio, perché non ero mai stato nel mondo delle droghe. Ma a febbraio dello scorso anno mi è stato detto che mi erano rimasti da vivere dai 18 mesi ai 5 anni, e ho sentito di dover provare tutto quello che potevo. Sentivo che la chemio mi stava uccidendo e non avevo niente da perdere. Non potevo accettare che stavo per morire.

Decise di fare una ricerca online, trovò molte informazioni sull’olio di cannabis e si convinse a provarlo a luglio mentre era ancora sotto chemioterapia.

Pagavo circa 50 sterline (70€) per un grammo da un tipo che conoscevo e mi bastava per un mese di solito.” dice Hibbit. Consideriamo che la chemioterapia costa decine di migliaia di euro pagate dal sistema sanitario pubblico e quindi dalle tasse dei cittadini.

Ad agosto smette la chemioterapia, era privo di forze. Ad ottobre gli vengono rimossi i linfonodi all’inguine dove il cancro era arrivato già dall’anno prima, gli dicono che non c’è molto da fare. Decide di smettere con le cure tradizionali e di continuare con l’olio di cannabis.

Il dolore semplicemente cominciò a scomparire, aveva funzionato. Voglio solo che le altre persone siano consapevoli che ci sono altre opzioni là fuori“.

A gennaio di quest’anno fece un’ecografia in cui il cancro risultò scomparso. 

David è soltanto uno dei tantissimi casi di persone che hanno deciso di curare il tumore con la cannabis. Come il padre di un bambino di 8 mesi con un tumore al cervello considerato inoperabile (anche in questo caso la cura con l’olio di cannabis si è dimostrata miracolosa).

Il documentario “Weed” (Erbaccia) prodotto dalla CNN mostra numerosi pazienti che fanno uso di marijuana a scopo terapeutico con risultati sorprendenti.

Ronnie Smith sostiene di aver curato più di 300 persone dal cancro (compreso se stesso) utilizzando l’olio di cannabis (marijuana). Il sig. Smith in California autoproduce il suo olio facendo crescere le piante nei suoi terreni, questo è possibile perché ha la licenza d’uso di marijuana a scopo medico.

Rick Simpson è un’altra persona che ha curato il cancro con l’olio di cannabis. Lui spiega che le grandi aziende farmaceutiche hanno interesse che le straordinarie proprietà curative della marijuana non siano divulgate, perché troppo economica rispetto alle costosissime cure tradizionali da cui traggono enormi profitti.

Il Dr Kat Arney, del Cancer Research UK, ha detto al DailyMail: “Sappiamo che i cannabinoidi – i componenti attivi trovati nella cannabis – possono avere una gamma di diversi effetti sulle cellule cancerogene cresciuti in laboratorio e sui tumori degli animali. Ma al momento non ci sono evidenze cliniche sufficienti per provare che può curare senza rischi il cancro nei pazienti.”

Secondo uno studio recente condotto dal Dr Wai Liu e pubblicato su Anticancer Research, sarebbero almeno 6 i cannabinoidi contenuti nella cannabis ad avere effetti antitumorali.

Puoi acquistare l’olio di cannabis ricco di CBD terapeutico qui.

Canapa - Olio vegetale puro
100% Olio vegetale biologico puro

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere

Per approfondire

[catlist name=cannabis]

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

7 Commenti su questo post

  1. Gilda says:

    L’interferenza dello stato nella vita privata della gente è tipica dei sistemi totalitari.
    Nel nostro tempo la scusa per non farla apparire come totalitarismo è la sicurezza.
    Il risultato è che gli stati stanno diventando peggio delle malattie e dei terroristi da cui vorrebbero (ufficialmente) proteggerci.

  2. In italia c’è molta ignoranza!

  3. COSTA TROPPO, DOVRESTI POTER CRESCERE LA CANNABIS E FARTI L’OLIO DA SOLO

  4. E’ notorio che l’olio di cannabis agisce sulle cellule cancerose uccidendole. E’ un prodotto che alla produzione costa pochissimo ma a causa delle proibizioni alla coltivazione ovviamente i costi tendono a lievitare. Ultimamente molti governi stanno permettendone la coltivazione controllata a scopo terapeutico mettendo pero’ molti bastoni tra le ruote a livello burocratico. Molti pazienti che ho in cura usano l’olio di cannabis ottenendo ottimi risultati.

  5. Anonimo says:

    Ce ne fossero di medici illuminati come te, carissimo Dott. Francisco Diaz!

  6. Gabri di Gaia says:

    L’incredibile è che quei delinquenti della medicina ufficiale osano dire che vabbè la cura può funzionare “Ma al momento non ci sono evidenze cliniche sufficienti per provare che può curare senza rischi il cancro nei pazienti.”
    SENZA RISCHIIII?????? L a loro maledetta chemio ha ucciso e continua a uccidere milioni di persone!!! Gente! Ma quando vi svegliate???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline