microbiota orale

Microbiota orale: non se ne parla abbastanza ma i batteri che vivono nella bocca hanno un grosso potere così come quelli che vivono nell’intestino.

Nella bocca vivono circa 700 specie di microrganismi, per la maggior parte batteri, che costituiscono il cosiddetto microbiota orale. Con i batteri convivono protozoi, miceti, virus.

I microrganismi che vivono nella bocca se perdono il loro equilibro, portando alla proliferazione dei batteri patogeni e diminuzione dei batteri simbiotici, possono provocare questi effetti locali:

  • carie
  • placca
  • afte
  • stomatiti
  • ulcere orali
  • alito cattivo
  • gengivite
  • sanguinamento gengivale
  • cancro alla bocca
  • tonsillite
  • faringite
  • naso chiuso
  • otiti
  • gola infiammata
E anche effetti più diffusi:
  • obesità
  • diabete
  • malattie cardiovascolari
  • infiammazione intestinale
  • disturbi metabolici

Ho suggerito di provare un probiotico orale a diverse persone che hanno alcuni dei sintomi di sopra per valutare gli effetti. Le testimonianze che ho letto su internet sono entusiasmanti quindi non ho aspettato a condividerlo con voi.

Se avete quasi sempre naso tappato, tendete ad avere placca facile ai denti e quindi carie, l’alito non è fresco come una rosa, il tuo metabolismo non è al massimo e magari sei nato col cesareo, forse il microbiota orale va trattato.

La particolarità del microbiota orale è che i batteri della bocca possono aggregarsi tra loro aderendo, mediante proteine salivari, alla superficie dei denti. Questa aggregazione è possibile se ci sono batteri negativi in prevalenza dato che da origine a un biofilm che costituisce la placca dentale, la quale, calcificando può portare alla formazione di tartaro. E quindi col tempo alla carie.

E’ stato osservato che nei bambini riduce gli episodi infiammazione alle tonsille e quindi permette di evitare l'(ab)uso di antibiotici il cui effetto anti-vita dovremmo conoscere bene ormai.

Sto sviluppando la teoria che magari anche i distubi della tiroide siano legati al microbiota orale ma al momento non ci sono studi a sostegno. Quello che mi porta a pensare questo sono 3 fattori: 1) localizzazione della tiroide vicino alla bocca; 2) i probiotici orali hanno un effetto immunomodulante e antinfiammatorio che se viene a mancare porta a fenomeni autoimmuni (Hashimoto, Graves); 3) Il microbiota orale ha un impatto sul metabolismo (di cui la tiroide è la regina).

I fattori che danneggiano il microbiota orale

  • zuccheri (aumentano S. mutans e F. nucleatum)
  • fumo (aumentano Bacillus spp. e Clostridium spp.)
  • alcol (aumentano batteri Gram+ tra i quali S. mutans)
  • antibiotici (riducono actinobacteria)
  • parto cesareo (incorretta colonizzazione del neonato dal microbiota della mamma)
  • contatto orale con persone con microbiota orale squilibrato

Sono necessari molti più studi su questo tema che è ai suoi albori, ma i risultati sono entusiasmanti e ci fanno comprendere quanto i batteri, che in numero superano le nostre cellule, hanno un impatto determinante sulla nostra salute.

Probiotico orale consigliato

probiotico orale acquista

Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto

Lo Streptococcus salivarius K12 è un probiotico orale che ha la capacità di combattere le infezioni. Produce due proteine ​​significativamente potenti: il peptide batteriostatico Salivaricin A e il peptide battericida Salivaricin B. Entrambi sono indicati come “sostanze inibenti simili alla batteriocina” o BLIS. Gli studi mostrano che la Salivaricina A e la Salivaricina B attaccano i batteri invasivi colonizzandoli nella cavità orale.

Il processo di colonizzazione impedisce ai batteri patogeni di attaccarsi all’ospite. La formazione di agenti patogeni crea uno squilibrio nell’ambiente della flora e contribuisce a cavità dentali, alitosi, mal di gola e infezioni alle orecchie. Le molecole BLIS di Salivaricina A e Salivaricina B colpiscono e attaccano questi patogeni. K12 comunica con specifiche cellule della bocca per eccitarle e aumentare il sistema immunitario del corpo. K12 protegge anche le orecchie, il naso, la bocca e la gola dalle infezioni.

Lo streptococco pyogenes causa una varietà di problemi di salute tra cui mal di gola. La ricerca mostra che i bambini con S. salivarius K12 hanno il 50 percento in meno di probabilità di contrarre infezioni della gola e possono presentare meno infezioni alle orecchie. Spesso i collutori mascherano i sintomi di un problema e uccidono sia i batteri buoni che quelli cattivi. Tuttavia, BLIS-K12 equalizza la flora nella cavità orale e lascia spazio ai batteri buoni di prosperare.

Dosaggio

Adulti. 2 tavolette da 1 a 4 volte al giorno.

Bambini (sopra 2 anni). 2 tavolette da 1 a 5 volte al giorno.

Modo d’uso. Far sciogliere completamente le tavolette in bocca senza masticare, poi inghiottire.

Testimonianze

Su questo probiotico orale ci sono in America circa 400 recensioni positive, ne condivido qui alcune (sono tradotte dall’inglese):

“Questo prodotto ha funzionato all’istante! Sono stupito! Ho sofferto così tanti anni nel cercare di capire i miei problemi di alito cattivo e in un giorno è finito tutto, ho pianto e ringraziato Dio che mi ha portato a questo prodotto! Ora io e i miei figli non dobbiamo più soffrire perché come loro madre ho passato il problema ai miei figli da bambini che li baciavano e assaggiavano e masticavano cibo per loro, sono così felice di aver corretto la situazione per loro in modo che possano essere adulti felici con fiato fresco e non attraversarlo l’ho fatto per così tanti anni e ora sto raccontando a tutti di I. Sono davvero una persona nuova!”

“L’ho usato solo per 2 giorni e finora ho notato i seguenti miglioramenti. Il mio naso non è stato così tappato come è normalmente, riesco a respirare attraverso il naso durante la notte, la patina che mi copriva la lingua è sparita e il mio costante problema con i calcoli tonsillari sembra già avere un po ‘di sollievo. Il gonfiore che ho sempre avuto nelle mie tonsille si è ridotto di un po ‘e anche se potrebbe non essere visibile, personalmente posso vedere / sentire una riduzione del gonfiore. Non vedo l’ora di vedere se elimina completamente i miei calcoli tonsillari.”

“Circa 6 mesi fa ho iniziato a svegliarmi con una patina davvero strana in bocca. Non importa quanto bene mi spazzolassi la sera prima o con cosa mi facevo i gargarismi, l’alito e la lingua peggioravano. Inoltre, il mio dentista mi ha detto che ero nelle fasi intermedie della malattia parodontale. Ho attribuito il problema a questo rivestimento che si stava formando nella mia bocca di notte e ho iniziato a guardare le opzioni. Mi sono convinto che i batteri malsani venivano generati mentre dormivo – ho sentito che questi batteri erano la ragione per cui le mie gengive erano così male. Ho provato alcuni risciacqui e collutori, ma quando ho iniziato a usare i probiotici orali i sintomi sono completamente scomparsi. Sono appassionato di vita! Mi piacciono particolarmente i Blis Oralbiotic NowFoods. Mi lavo e uso il filo interdentale la notte, quindi mi tiro 2 pillole in bocca e vado a letto. Ci vogliono un po ‘per dissolversi e io in un certo senso le faccio roteare in bocca in modo che tocchino ogni parte della mia bocca e delle mie gengive. Il mio alito è fantastico la mattina e le mie gengive sono tornate ad essere in buona forma. Non posso dire abbastanza cose positive di questo prodotto.”

“Ho notato rapidamente che il mio alito cattivo cronico è stato quasi immediatamente risolto dopo un giorno o due con questo probiotico! Vorrei solo che ci fossero più pastiglie in ogni confezione.”

Il migliore probiotico orale che ho trovato con circa 400 recen​​sioni positive (che affermano guarigioni da molti dei disturbi menzionati sopra) negli USA e che si trova in vendita online anche in Italia è questo:

Probiotico Orale S. salivarius 60 tavolette (clicca qui)

Immagine. Credit Maoyang Lu, Songyu Xuan, Zhao Wang. Oral microbiota: A new view of body health. Food Science and Human Wellness. Volume 8, Issue 1, March 2019, Pages 8-15 ScienceDirect.com

Riferimenti scientifici

1. Iva Stamatova, MD and Jukka H. Merurman, MD, PHD, “Probiotics: Health benefits in the mouth.”
http://www.amjdent.com/Archive/2009/Stamatova%20-%20December%202009.pdfAmerican Journal of Dentistry, Vol. 22, No. 6, December 2009

2. Paul E. Kolenbrander, et al. 2010. “Oral multispecies biofilm development and the key role of cell–cell distance.”
http://www.endoexperience.com/documents/Oralmultispeciesbiofilm.pdf.  Natures Reviews, July 2010.

3. C. E. Kazor, et al. 2003. “Diversity of Bacterial Populations on the Tongue Dorsa of Patients with Halitosis and Healthy Patients.”
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC149706/?tool=pubmed. Clin Microbiol. February 2003.

4. Jeremy P. Burton, et al. 2006. “Safety Assessment of the Oral Cavity Probiotic Streptococcus salivarius K12.”
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1449041/?tool=pmcentrez.  Appl Environ Microbiol,  April 2006.

5. Celine Cosseau, et al. 2008. “The Commensal Streptococcus salivarius K12 Downregulates the Innate Immune Responses of Human Epithelial Cells and Promotes Host-Microbe Homeostasis.” Infection and Immunity, Sept. 2008.

6. Gardy, Chikatamarla, Gellatly, Cosseau,  Devine, Dullaghan ,Hancock,  Yu,  Pistolic, Falsafi and  Tagg “Responses of Human Epithelial Cells and K12 Downregulates the Innate Immune. The Commensal Streptococcus salivariusPromotes Host-Microbe Homeostasis.” http://iai.asm.org/content/76/9/4163.full.pdf  Infection and Immunity July 2008.

7. Tony Walls, Power and Tagg,Bacteriocin-like inhibitory substance (BLIS) production by the normal flora of the nasopharynx:potential to protect against otitis media?” http://www.bio-genesis.com/productpages/pro-flora-oral-health/Pro%20Flora%20Research%20Pack.pdf. Journal of Medical Microbiology (2003)

8. Professor Lawrence J. Walsh,“On the nose – new diagnostic and treatment approaches for oral malodour.” http://espace.library.uq.edu.au/eserv/UQ:78943/Halitosis.pdf. Dental Practice, July/August 2066

9. Laetitia Bonifait, DEA; Fatiha Chandad, PhD; Daniel GrenierPhD, “Probiotics for Oral Health: Myth or Reality?”
http://www.cda-adc.ca/jcda/vol-75/issue-8/585.pdf. JCDA,October 2009, Vol. 75, No. 8

10. Burton JP, Chilcott, Moore, Speiser and Tagg. “A preliminary study of the effect of probiotic Streptococcus salivarius K12 on oral malodour parameters.” http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16553730. J Appl Microbiol April 2006

11. Antonio-Juan Flichy-Fernández. 2010 “Probiotic treatment in the oral cavity: An update.” http://www.medicinaoral.com/pubmed/medoralv15_i5_p677.pdf . Med Oral Patol Oral Cir Bucal. September 2010.

12. P.A. Wescombe, et al. 2011. “Salivaricin 9, a new lantibiotic produced by Streptococcus salivarius.” http://mic.sgmjournals.org/content/157/5/1290.full.pdf. Microbiology 2011.

13. Davidson College Biology Department. “Epithelial Cells.”http://www.bio.davidson.edu/people/kabernd/BerndCV/Lab/EpithelialInfoWeb/Tight%20Junctions.html

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni