Scopri i migliori antiparassitari naturali per proteggere il tuo cane e gatto in tutta sicurezza, evitando o limitando il ricorso ai prodotti chimici!

Gli antiparasitari naturali sono efficaci, se usati con costanza, nell’ambito di un approccio integrato, e possono essere realizzati anche in casa con pochi semplici ingredienti!

L’estate è arrivata, non farti cogliere impreparato e inizia ad introdurre gli antiparassitari naturali nella routine di benessere del tuo Cane e Gatto! Il Pianeta, e il tuo piccolo amico, ringrazieranno!

Un rapporto del NRDC intitolato “Poison on Pets II: Toxic Chemicals in Flea and Tick Collars“, ha scoperto che molti prodotti da banco per il controllo dei parassiti degli animali domestici, anche se usati secondo le istruzioni, possono causare “gravi conseguenze per la salute di animali domestici e umani“, specialmente ai bambini che giocano con gli animali. L’NRDC consiglia di evitare tutti gli antiparassitare contenenti organofosfati, inclusi amitraz, fenoxycarb, permetrina, propoxur, tetraclorvinfos (TCVP).

Con l’arrivo della Bella Stagione, milioni di dosi di antiparassitari chimici vengono applicate sul mantello dei nostri migliori amici di casa. La lotta contro i parassiti esterni coinvolge tutti i proprietari di cane e gatto. Tuttavia esistono delle problematiche non da poco che interessano il benessere sia dei nostri animali che nostro che del Pianeta. Purtroppo è un dato di fatto che i parassiti stanno diventando sempre più resistenti, richiedendo la ricerca di molecole chimiche sempre più potenti e quindi anche più tossiche per gli Animali, per l’Uomo e per l’ambiente non solo ma sono sempre più frequenti purtroppo i casi di allergia e sensibilizzazione agli stessi antiparassitari, ciò che rende la lotta ai parassiti un vero e proprio circolo vizioso.

Cerchiamo quindi di scoprire le soluzioni antiparassitarie naturali sicure e più efficaci e come usarle correttamente, nell’ambito di un approccio integrato, per minimizzare il rischio di infestazione e ridurre laddove possibile il ricorso alla chimica.

Antiparassitari naturali nella lotta ai principali parassiti

I principali parassiti esterni (ectoparassiti) che i nostri Cani e Gatti si ritrovano a fronteggiare con l’arrivo della stagione calda sono riconducibili a quattro categorie: pulci, zecche, zanzare e flebotomi (o pappataci). La loro importanza è legata alla capacità di trasmettere malattie anche gravi sia nell’Uomo (si parla in questo caso di zoonosi) che negli Animali:

  • pulci: sono in grado di trasmettere parassiti intestinali come le tenie (Dipylidium caninum);
  • zecche: sono vettori di malattie infettive come l’ehrlichiosi e la rickettsiosi;
  • zanzare: trasmettono una malattia nota come filariosi cardiopolmonare;
  • flebotomi (o pappataci): sono simili a piccole zanzare, e veicolano Leishmania.

Dal momento che esiste una problematica sanitaria vera e propria legata alla puntura di tali parassiti, in quanto in grado di trasmettere malattie infettive importanti, prendere provvedimenti per evitare che i nostri animali vengano punti durante la stagione critica assume una importanza prioritaria.

Antiparassitari naturali per uso esterno: i repellenti più efficaci

1. Oli essenziali

Esistono diverse piante i cui oli essenziali presentano proprietà repellenti nei confronti delle zanzare e dei parassiti. Possiamo pertanto introdurli con successo anche nell’ambito della cura dei nostri Animali. Gli oli essenziali sono ammessi nel Cane, purchè diluiti, mentre sono controindicati nel Gatto. Nei felini tuttavia possiamo ricorrere ai cosiddetti idrolati, o acque floreali, che derivano anch’essi dal processo di distillazione delle piante durante la produzione degli oli essenziali, ma sono molto più delicati.

I principali oli essenziali antiparassitari naturali (e rispettivi idrolati) sono:

  • Lavanda (Lavandula angustifolia)
  • Eucalipto citrato (Eucalyptus citriodora)
  • Citronella (Cymbopogon citratus)
  • Tea Tree Oil (Melaleuca alternifolia)
  • Geranio (Pelargonium graveolens)
  • Cedro legno (Cedrus atlantica)

2. Olio di neem

L’olio di neem è un altro efficace repellente per i parassiti. Viene estratto a freddo dai semi di una pianta, Azadirachta indica, che nelle zone in cui cresce (India soprattutto) è nota come Arishta, cioè Albero che guarisce da tutti i mali. Il principio attivo in esso contenuto, l’azadirachtina, allontana le zanzare e gli altri insetti, cura ferite, tagli e piaghe e presenta proprietà antibatteriche, antimicotiche e antivirali. Uno studio del National Research Council del Canada ha messo in evidenza come l’olio di neem sia efficace su oltre 200 specie di insetti, tra cui zanzare, pulci, zecche, tafani. Puoi applicare una goccia di olio di neem in vari punti sul tuo Animale: sopra la nuca, dietro le orecchie, lungo la schiena, sui fianchi, alla base della coda, e puoi ripetere l’applicazione ogni giorno nella stagione dei parassiti. Attenzione a conservare il tuo olio di neem al buio in quanto l’azadirachtina è sensibile alla luce e perde le sue proprietà se esposta al sole.

olio di neem animali acquista-min

Olio di Neem consigliato. Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto

Antiparassitari naturali: realizza la tua lozione repellente agli oli essenziali e neem

Gli antiparassitari naturali fatti in casa per il tuo animale non presentano gli effetti collaterali dei repellenti commerciali, rafforzano il sistema immunitario invece di indebolirlo, donano soddisfazione nel realizzarli.

Il modo più semplice per preparare una lozione repellente naturale per il tuo Animale è mescolare alcune gocce di oli essenziali in puro gel di aloe vera, quindi aggiungere acqua distillata fino ad ottenere una soluzione di consistenza leggera.

Dal momento che gli oli essenziali evaporano molto velocemente, comportando dunque una riduzione dell’effetto repellente, puoi aggiungere alla lozione una piccola quantità di olio di neem: gli oli essenziali si solubilizzano nell’olio di neem, il quale, data la sua natura oleosa, persiste più a lungo. Molti proprietari trovano poco gradevole, persino offensivo l’odore del neem. Tuttavia, è l’unico che garantisce una efficacia prolungata nel tempo. Poichè l’olio di neem ha dimostrato di essere efficace già a partire da una concentrazione dell’1%, ne basta davvero poco, in modo che l’odore sia appena percettibile, e comunque smorzato dagli oli essenziali.

[Ricetta Antiparassitaria per il Cane con Olio di Neem]

Ingredienti

Semplicemente aggiungi gli ingredienti nella boccetta con l’aiuto di un imbuto. Agita prima dell’uso. Si conserva per un mese.

Puoi applicare la lozione repellente anche ogni giorno, strofinandone una piccola quantità su tutto il mantello, intorno alle orecchie e sulle zampe. Riapplica se il cane si bagna.

[Ricetta Antiparassitaria per il Gatto con Olio di Neem]

Come sopra, eliminando gli oli essenziali ed aggiungiendo idrolato di geranio fino a riempimento, quindi:

Ingredienti

Semplicemente aggiungi gli ingredienti nella boccetta con l’aiuto di un imbuto. Agita prima dell’uso. Si conserva per un mese.

Puoi applicare la lozione repellente anche ogni giorno, strofinandone una piccola quantità su tutto il mantello, intorno alle orecchie e sulle zampe. Riapplica se il gatto si bagna.

3. Terra diatomacea

La terra diatomacea è composta da resti fossili di diatomee (alghe). Chimicamente si tratta di silice organica pura. Essendo provvista di microscopiche schegge, agisce traumatizzando l’esoscheletro del parassita, che quindi si disidrata e muore. Non è tossica invece né per gli Animali né per l’Uomo, né per uso esterno né per via interna. Agisce per via meccanica e non chimica. L’importante è acquistarla di grado
alimentare (è anche un ottimo antiparassitario per uso interno sia per noi che per i nostri Cani e Gatti) e fare attenzione a non inalarla mentre la si mescola. Una volta invece che la si distribuisce sul mantello dell’Animale,e aderisce alla cute, si stabilizza e non si disperde più.

terra diatomacea animali

Terra diatomacea consigliata. Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto

[Istruzioni: come usare la terra diatomacea per Cani e Gatti]

Sul mantello asciutto, spolvera dal collo alla coda, evitando il muso e gli occhi, nella direzione del pelo. Passa poi una spazzolata contropelo in maniera da far cadere e aderire la polvere sulla cute dell’Animale. Sulla zona ventrale, applica con una spugnetta per cipria o direttamente massaggia con le mani, in maniera che aderisca bene. Generalmente ne bastano 1-2 cucchiaini per cani di piccola taglia e gatti, 1-2 cucchiai
per cani di grossa taglia. Evita di inalare il prodotto mentre lo applichi. Evita il contatto col muso e con gli occhi dell’Animale. La polvere va applicata 2 volte a settimana, a giorni alterni in caso di infestazione

4. Aceto di mele biologico non pastorizzato

L’aceto di mele presenta un certo effetto repellente nei confronti dei parassiti, rende il mantello luminoso e agisce come blando disinfettante generale. L’importante è che sia di mele, in quanto più delicato anche da un punto di vista olfattivo, ed è preferibile che sia biologico, non pastorizzato e non filtrato, perchè ricco di enzimi, vitamine ed oligoelementi utili per la bellezza del mantello (anche per uso interno!).

[Ricetta antiparassitaria naturale all’Aceto di Mele per Cani e Gatti]

Di seguito uno spray repellente all’aceto di mele che puoi vaporizzare prima delle passeggiate sui cani.

Ingredienti

  • 2-3 gocce di olio essenziale di lavanda (non nel gatto) (puoi acquistarlo qui)
  • 50 ml acqua distillata oppure fatta preventivamente bollire e raffreddata (per una maggiore conservazione)
  • 50 ml di aceto di mele biologico non pastorizzato e non filtrato ( se non lo trovi al supermercato puoi acquistarlo qui)
  • una bottiglietta spray da 100 ml (puoi acquistarla qui)

Assembla tutti gli ingredienti in una bottiglietta spray. Agita prima dell’uso. Si conserva per un mese. Se l’Animale ha paura e non tollera lo spray, puoi inumidire una pezzuola con la soluzione e passarla sul mantello.

[Ricetta antiparassitaria naturale all’Aceto di Mele per Gatti]

Di seguito uno spray repellente all’aceto di mele che puoi vaporizzare sul pelo dei gatti a giorni alterni.

Ingredienti

Assembla tutti gli ingredienti in una bottiglietta spray. Agita prima dell’uso. Si conserva per un mese. Se l’Animale ha paura e non tollera lo spray, puoi inumidire una pezzuola con la soluzione e passarla sul mantello.

Antiparassitari naturali: rafforza le naturali difese del tuo Animale dall’interno

Una protezione naturale efficace non può prescindere da ciò che l’Animale mangia ogni giorno. Nell’intestino ha sede oltre il 70% del sistema immunitario ed è assolutamente indispensabile trattarlo al meglio per garantirne la massima efficienza. Scegli per il tuo Animale una alimentazione di tipo naturale il più possibile fresca e variegata (dieta BARF o casalinga), e ricorri ad alcuni integratori capaci non solo di rafforzare il sistema immunitario, ma anche di svolgere un effetto repellente nei confronti dei parassiti. In ultima analisi, potenzia il tuo Animale dall’interno!

Di seguito alcune integrazioni che si sono rivelate utili per tenere a bada le parassitosi cutanee (e in alcuni casi anche intestinali).

1. Aglio

Si dice che l’aglio sia tossico per i cani, essendo esso capace di provocare la lisi dei globuli rossi (con conseguente anemia emolitica). In realtà, la tossicità si manifesta solo a dosi elevate, assolutamente non proponibili nella pratica quotidiana, come riportato in questo studio. Soltanto nei cani da slitta (Alaskan malamute, akita, Shiba Inu ecc.), che già di per sè presentano alterazioni genetiche a carico dei globuli rossi, l’aglio viene sconsigliato per precauzione. Usa sempre aglio biologico fresco e possibilmente locale.

L’aglio contiene composti solforati in grado di repellere i parassiti intestinali. Tali composti vengono rilasciati quindi anche attraverso la pelle, una volta assorbiti, svolgendo la loro azione repellente sui parassiti cutanei.

Sbuccia e trita l’aglio mescolandolo poi nella ciotola del tuo Animale. Il dosaggio massimo quotidiano consigliato è il seguente:

  • 1/8 di spicchio d’aglio per cani di piccola taglia e gatti;
  • 1/2 di spicchio di aglio per un cane di 10 kg di peso;
  • 1 spicchio di aglio per cani di grossa taglia.

Parti sempre testandolo in minima quantità, per poi aumentare se tollerato. Cerca di proporlo in maniera discontinua, per esempio a giorni alterni, per scongiurare lo sviluppo di intolleranze.

2. Complesso di vitamine del gruppo B

La vitamina B1 (tiamina) e la vitamina B6 (piridossina) sono note per le loro proprietà repellenti nei confronti dei parassiti, così come per i loro effetti benefici sulla pelle. Puoi pertanto integrare la ciotola del tuo Animale con un supplemento di vitamine B, introducendolo con molta gradualità fino a dosaggio giornaliero consigliato, che è il seguente:

  • 50 mg nei cani di piccola taglia e nei gatti;
  • 100 mg nei cani di taglia media;
  • 150 mg nei cani di grossa taglia.

3. Lievito alimentare

Anche il lievito alimentare è fonte di vitamine del gruppo B. Si è visto che integrare l’alimentazione con fonti naturali di vitamine del gruppo B come il lievito alimentare determina un effetto protettivo nei confronti delle parassitosi cutanee. Anche in questo caso, vale la regola di iniziare con piccole quantità per testare la tolleranza. Successivamente, si può arrivare a somministrare lievito alimentare secondo i seguenti dosaggi consigliati:

  • un cucchiaino scarso per cani di piccola taglia e gatti;
  • 1/2 cucchiaio per cani di media taglia;
  • un cucchiaio per cani di grossa taglia.

4. Aceto di mele biologico non pastorizzato

Oltre che repellente per uso esterno, l’aceto di mele biologico non pastorizzato agisce anche internamente, riequilibrando il pH dell’organismo e rafforzando il sistema immunitario. Questo rende l’Animale più resistente nei confronti dei parassiti. Puoi aggiungere un cucchiaino di aceto di mele biologico nella ciotola dell’acqua del tuo Animale ogni giorno. L’acqua si arricchorà in questo modo di enzimi e microrganismi benefici.

5. Rimedi omeopatici

I rimedi omeopatici sono altamente diluiti ed estremamente sicuri, senza effetti collaterali dannosi. Esiste in particolare un rimedio che si è rivelato molto efficace nella prevenzione delle punture da parassiti. Si tratta di Ledum palustre che viene solitamente consigliato alla potenza 5CH o 30CH per un’azione preventiva sulle punture d’insetto. Un altro rimedio in grado di rafforzare l’Animale nei confronti dei parassiti è Sulphur, alla potenza 30 ch. Sia il rimedio che la potenza andrebbero tuttavia valutati da un Medico Veterinario Omeopata.

Mantieni il tuo Animale al sicuro quest’estate, non solo dai parassiti, ma anche dagli antiparassitari tossici, provando queste soluzioni naturali!

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni