Mukula Mudra – Energizza gli organi deboli

3 Commenti

Mukula-Mudra

Questo mudra energizzante viene appoggiato sull’organo o sulla parte del corpo dolorante, debole o sotto tensione, come un raggio laser di energia rigenerante che viene diretto sul punto che ha bisogno di guarire. Chiamato anche “mano a becco” , è considerato uno dei mudra più efficaci: conferisce una sensazione istantanea di ricarica e rilassamento.

Come fare il Mukula Mudra: appoggiare la punta delle quattro dita sul pollice. Respirare profondamente portando l’attenzione sulle mani, dopo circa un minuto potreste sentire chiaramente che sono cariche di energia, portatele quindi sulla parte del vostro corpo che ha bisogno di più energia.

Per rendere più efficace il mudra potete visualizzare un fascio di energia luminoso che esce dalla mano a becco e arriva nella parte indebolita che si ricarica e diventa splendente e piena di energia.

Samuel West, scienziato e guaritore americano, usa il Mukula Mudra quando vuole ricaricare elettricamente un organo e ha avuto ottimi risultati, riuscendo a dimostrare che tutti i problemi di salute e molti dolori non definibili sono causati da un’eccessiva debolezza del relativo campo elettrico. Secondo West, le dita dovrebbero essere appoggiate sui diversi organi come segue:

Polmoni: appoggiate le dita sul lato destro e su quello sinistro, circa 5 centimetri sotto la clavicola. Visualizzate un fascio di luce bianco.

Stomaco: appoggiate le dita di entrambe le mani subito sotto lo sterno. Visualizzate un fascio di luce giallo.

Fegato e Cistifellea: appoggiate la mano sinistra alla base inferiore dello sterno. Con la destra, sfregate 21 volte sull’estremità delle costole sulla destra, come se voleste accendere un fiammifero. Fascio di luce verde.

Milza e Pancreas: mettete la destra sull’estremità inferiore dello sterno; con la sinistra sfregate 21 volte sopra l’estremità delle costole sul lato sinistro, come se voleste accendere un fiammifero. Fascio di luce giallo.

Reni: appoggiate le dita di entrambe le mani circa 5 cm sopra la vita, sulla schiena. Fascio di luce blu.

Vescica: appoggiate le dita di entrambe le mani sul lato destro e sinistro dell’addome, vicino all’osso pubico. Fascio di luce blu.

Intestino: mettete le dita di una mano sull’ombelico e, procedendo da destra a sinistra, tracciate un cerchio sempre più largo (come una spirale). Fascio di luce rossa.

Se non c’è una parte del vostro corpo che sentite di guarire, fate il Mukula Mudra per 5 minuti senza toccare nessuna zona. Questo purificherà i chakras, rafforzerà il sistema immuniario e calma la mente.

Per approfondire

I Mudra dei Desideri + 40 Carte
Realizza i tuoi sogni con le antiche tecniche indiane

Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere

Mudra e Asana della tradizione Sufi- Libro
Autori Vari
Ristabilire l’armonia del corpo e della mente
Mudra - Lo Yoga delle Mani
I benefici effetti delle antiche tecniche indiane

Voto medio su 17 recensioni: Da non perdere

Il Potere dei Mudra - Libro
Equilibrio, vitalità e serenità con lo Yoga delle Mani

Voto medio su 2 recensioni: Buono

Il magico potere dei Mudra

Ganesha Mudra – Per superare tutti gli ostacoli

Sto leggendo Mudra – Lo Yoga delle Mani di Gertrud Hirschi da cui ho preso spunto per questo articolo. E’ molto ben fatto e vi consiglio sicuramente la lettura.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

3 Commenti su questo post

  1. GRAZIE…GRAZIE..GRAZIE..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline