Na-Nose. Il dispositivo che diagnostica 17 malattie dal tuo respiro

9 Commenti

Na-Nose

Immagina di scoprire che cosa ti sta facendo sentire male semplicemente soffiando dentro un dispositivo elettronico. Oppure puoi usarlo per fare un check-up anche quando non hai sintomi particolari ma vuoi sapere se il tuo organismo è in salute. Non è fantascienza e i ricercatori sono già riusciti a farlo.

Un team di numerosi ricercatori provenienti da Israele, Francia, USA, Lituania e Cina, sono stati in grado di rilevare 17 diverse malattie nei pazienti semplicemente analizzando il loro respiro.

Lo studio recentissimo è stato pubblicato sulla rivista ACS Nano in cui viene descritto il funzionamento e i risultati raggiunti. Il dispositivo si chiama Na-Nose e al momento è in grado di determinare se qualcuno ha alcune malattie con una precisione 86%. Le condizioni di salute che per ora gli scienziati sono riusciti ad implementare sono alcuni tipi di cancro, il morbo di Parkinson, sclerosi multipla, malattie renali e molte altre.

Il dispositivo è in grado di distinguere tra le malattie perché raccoglie i composti organici volatili prodotti durante le malattie e che vengono emessi nel respiro di una persona. L’analisi è in grado di rilevare 13 sostanze chimiche diverse presenti nell’alito che sono associate a determinate malattie, e la composizione di questi composti organici volatili differisce da una malattia all’altra.

Ogni malattia ha il suo alito unico“, dice lo studio. Il tuo corpo emette alcuni composti nel tuo respiro quando si dispone di una malattia, e questo probabilmente pochi di noi lo sapevano.

Na-Nose. Il laboratorio medico a portata di mano

Il Na-Nose è stato testato con campioni di aria espirata da circa 1.400 persone da diversi paesi ed è stato in grado di diagnosticare la malattia quasi 9 su 10 volte in modo accurato. Inoltre il dispositivo è anche in grado di dire se si ha più di una malattia contemporaneamente ovvero la presenza nell’alito di una certa malattia non impedisce al dispositivo il rilevamento dell’impronta di una malattia addizionale se è presente nell’alito.

“Si può determinare se il paziente è sano o ha una malattia, e prevedere chi sono le persone sane che hanno un alto rischio di contrarre la malattia in futuro.”

Hossam Haick, del Technion − Israel Institute of Technology, che ha guidato la ricerca, ha spiegato in un video di presentazione del dispositivo (vedi sotto) che il Na-Nose è stato chiamato così perché imita il senso dell’olfatto del cane per analizzare il respiro di un paziente.

Egli sottolinea un potente beneficio del dispositivo: individuare le malattie in anticipo. Diagnosticare precocemente spesso significa una migliore possibilità di sopravvivenza per le persone con malattie come il cancro, e soprattutto permette ai pazienti di prendere coscienza dell’importanza di cambiare le proprie abitudini di vita. Haick spiega che nel caso del cancro al polmone,  la capacità del Na-Nose di diagnosticare precocemente può aumentare i tassi di sopravvivenza dal 10% al 70%.

Lo studio rileva il valore di tale tecnologia in materia di accessibilità, spiegando che è facile da usare, è possibile ripetere i test e ha il potenziale per essere realizzato a basso costo e “ultra-miniaturizzato.”

na-nose-technion

Utilizzare il respiro come un dispositivo diagnostico

“Il respiro è un eccellente materia prima per la diagnosi”, ha detto Haick alla rivista Haaretz. “E ‘disponibile senza la necessità di procedure invasive e sgradevoli, non è pericoloso, e si può provare ancora e ancora se necessario.”

L’idea stessa di utilizzare l’odore per diagnosticare la malattia non è nuova. La rivista Quartz rileva che nell’ultimo decennio ricercatori hanno lavorato su tali prove per malattie come la tubercolosi o la fibrosi cistica – e nel caso di quest’ultima, un test sfrutta il fatto che i pazienti “producono quasi quattro volte tanto acido acetico (il componente principale nell’aceto) rispetto alle persone sane “.

Diagnosticare una malattia potrebbe essere semplice come respirare in un dispositivo palmare. E in tempi antichi, lo studio rileva, i medici avrebbero annusato la cacca dei loro pazienti nell’interesse della diagnosi medica.

Secondo Haick, il dispositivo è stato utilizzato su diverse migliaia di pazienti in seguito allo studio, e vorrebbe vederlo disponibile sul mercato al più presto.

Lo scienziato vuole che il Na-Nose diventi parte integrante nella vita di tutti i giorni. In futuro inoltre potrebbe essere integrato sullo smartphone così da analizzare il respiro come qualcuno che parla al telefono, senza aver bisogno di una clinica.

Anche se ci sentiamo in buona salute, “il dispositivo ha molta più sensibilità per sentire ciò che non sentiamo”, dice Haick.

Riferimenti
– Haick H, Nakhleh MK, Amal H, et al. Diagnosis and Classification of 17 Diseases from 1404 Subjects via Pattern Analysis of Exhaled Molecules. ACS Nano. 2016.
– After Smelling Your Breath, New Device Can Diagnose 17 Diseases Including Cancers, Parkinson’s, Multiple Sclerosis, Kidney Disease. Medical Daily

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione vietata senza il consenso scritto dell'autore.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

9 Commenti su questo post

  1. Non a caso si dice l’alito della vita, perche nell’alito si racchiude l’aria di ciò che siamo, non a caso chi vive una malattia essa si riflette nell’alito, se vera bella scoperta..

  2. Ringrazio quelle splendide persone che hanno lavorato e progettato questo meraviglioso strumento.

  3. elisa says:

    ma in Italia c’è la possibilità di questo esame?

    • dioni says:

      Ciao Elisa, presto il dispositivo sarà acquistabile e quindi sarà accessibile a tutti

  4. Antonio says:

    Molto bene,molto importante. Sono più di vent’anni che aspettiamo novità come questa. Allora sembrava fantascienza e invece era solo una mancanza della
    tecnologia adatta e di studi più approfonditi in alcuni campi della medicina. Con questo apparecchio si può fare diagnosi a domicilio ed è già un miracolo,ma
    credo che in seguito,con altri apparecchi,diventi possibile curare varie malattie senza farmaci.
    Vorrei sapere se questo apparecchio diagnostico è già in vendita in Italia. Tienici informati Grazie.

    • dioni says:

      Ciao Antonio,
      Lo studio è uscito proprio lo scorso dicembre quindi è notizia fresca fresca, non è ancora disponibile in commercio ma è in produzione e appena lo sarà lo comunicheremo.

  5. Monica says:

    Veramente fantastico e grazie le persone che hanno dato la possibilista di avere il diodream a disponibilità per vedere tutti le cose molto interessante per la salute che è il più grande oro dell mondo,,grazie eeeee!!!!!!!

  6. Tiziana says:

    Ciao leggo con interesse dell’informazione che fai con una certa frequenza. Grazie mille

  7. Paolo says:

    Ciao volevo capire una cosa questo apparecchio lo possono usare anche i bambini e da quanto o capitò ti dice la malattia quella che ce adesso o solo quella che sara nel futuro e se è già sul mercato e quanto costa grazie mille
    aspetto una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline