mandorle attivate

C’è un tipo specifico di ammollo per noci, semi e cereali che è fondamentale per

  • neutralizzarne gli inibitori enzimatici
  • liberarne il potenziale nutritivo rendendo vitamine e minerali biodisponibili
  • renderli più digeribili senza l’effetto di gonfiore, gas e pesantezza

Perché mettere in ammollo noci, semi e cereali

Noci, semi e cereali contengono inibitori che li proteggono (come un’armatura) e ne impediscono la germinazione fino a quando le condizioni non sono perfette. Questo è un ottimo meccanismo durante la loro crescita. Tuttavia, quando questi alimenti vengono ingeriti, i loro agenti protettivi agiscono come inibitori enzimatici nel nostro organismo, compromettendo la digestione e anche la nostra salute. I cereali integrali contengono anche altri anti-nutrienti (come i fitati), che possono inibire l’assorbimento di minerali come ferro, calcio, rame, zinco e magnesio. Immergere noci, semi e cereali in acqua riproduce le perfette condizioni di umidità necessarie per la loro germinazione e neutralizza questi anti-nutrienti e inibitori enzimatici, rendendoli alimenti più digeribili.

4 Benefici dell’ammollo di noci, semi e cereali 

1. Migliora la digestione. L’ammollo di noci crude, semi e cereali integrali in acqua tiepida acidulata o salata, simula le condizioni ideali di germinazione che accade in natura, in sostanza “inganna” il cibo, neutralizzando così gli inibitori enzimatici. 

2. Attiva i nutrienti. L’ammollo in acqua attiva il pieno potenziale nutritivo del cibo. Aumenta la potenza delle vitamine, come A, C e B, le proteine ​​diventano più disponibili e vengono rilasciati gli enzimi vivi.

3. Migliora l’aroma e la consistenza. L’ammollo ammorbidisce il cibo, facilitandone la miscelazione. Le noci, i semi e la frutta secca idratati si liquefanno anche nel frullatore. Non è possibile ottenere la stessa consistenza setosa e cremosa che si ottiene immergendo le noci prima di frullarle in zuppe e frullati, se si utilizzano le noci non macerate. Per lo stesso motivo si utilizzano datteri macerati per frullati e dolci, e pomodori essiccati al sole per le salse crude. 

4. Riduce i tempi di preparazione e di cottura. Mettere in ammollo alimenti duri e fibrosi, come noci, semi, datteri e pomodori essiccati al sole per fare frullati, zuppe e salse, crea consistenze più cremose, in particolare con i frullatori convenzionali. I chicchi inzuppati si cuociono più velocemente e il riso integrale bagnato, una volta cotto, diventa soffice come il suo popolare omologo bianco.

Per ottenere vantaggi nutrizionali effettuare un ammollo lungo

Il modo più semplice per esercitarsi è mettere in ammollo in acqua l’alimento la sera prima di andare a letto, e poi risciacquarlo, drenarlo e asciugarlo al mattino. In alternativa, immergerlo al mattino per utilizzarlo la sera. Se devi utilizzare più di un alimento macerato per una sola ricetta, come in latte alla nocciola o una salsa con più frutta a guscio, immergi gli ingredienti in contenitori separati, scolali, risciacquali e poi uniscili durante la preparazione.

Come fare l’ammollo di noci, semi e cereali

Porre il cibo in un contenitore di vetro o di ceramica.

Immergerlo completamente in una soluzione di acqua tiepida, sale naturale e aceto di sidro di mele o succo di limone. Generalmente uso due parti di acqua per una parte di cibo in volume; per ogni litro di acqua aggiungo 1/2 cucchiaino di sale e 1 cucchiaino di succo di limone o aceto.

Per esempio, per immergere una tazza di mandorle, aggiungerei 1/4 di cucchiaino di sale e 1/2 cucchiaino di aceto a 2 tazze (480 ml) di acqua.

Coprire la ciotola con un canovaccio traspirante e lasciare riposare a temperatura ambiente per il periodo indicato di seguito.

La frutta secca richiede tempi di ammollo diversi, come regola generale, più è dura, più a lungo si deve lasciare in ammollo.

  1. Frutta secca con ammollo lungo – mandorle, pistacchi e nocciole – richiede almeno 8 ore.
  2. Frutta secca con ammollo medio – noci pecan, noci e noci del Brasile – è più oleosa e si gonfia rapidamente, quindi richiede meno tempo in acqua.
  3. Frutta secca con ammollo breve – anacardi, macadamia e pinoli – ha il più alto contenuto di grassi e richiede solo 2-4 ore di ammollo. Immergerli per più di 4 ore potrebbe causare una degradazione dei loro oli, che, invece, sono benefici per la salute.

Durante l’immersione, è normale vedere alcune noci, semi o granelli che galleggiano in superficie, poiché probabilmente sono rancidi: è meglio buttarli. Potreste vedere anche delle particelle di cibo, una pellicola torbida sulla superficie dell’acqua e sedimenti sul fondo del contenitore: è assolutamente normale, sono gli anti-nutrienti che sono stati prodotti dal processo di ammollo. Svuotare il contenuto della ciotola in uno scolapasta o colino, sciacquare la ciotola, quindi riposizionare il cibo. Riempire la ciotola con acqua pulita finché l’alimento non è completamente immerso, quindi scuotere il contenuto, scolare e risciacquare nuovamente. Ripetere questa procedura di nuovo se necessario, in modo che il cibo e l’acqua siano completamente puliti.

Cosa fare con noci, semi e cereali ammollati

1. Consumo immediato. Come cuocere i cereali, fare il latte vegetale, creme

Le noci, i semi e i cereali messi in ammollo devono essere usati immediatamente.

Cuocere i chicchi dei cereali con meno acqua del solito. Quando si cuociono i cereali inzuppati, si deve utilizzare circa la metà dell’acqua che si utilizzerebbe per cuocere quelli non lasciati in ammollo. Come regola generale: utilizzare un rapporto uno a uno (in volume) di acqua su cereali macerati per ottenere una cottura al dente. Quando si utilizzano i cereali inzuppati nelle ricette,si deve iniziare con metà del liquido richiesto ed eventualmente aggiungerne per raggiungere la consistenza desiderata.

Utilizzare le noci e i semi per fare del latte fresco, creme, frullati, zuppe e dessert. Evitare di lasciare per giorni in frigo la frutta secca al termine dell’ammollo che farebbe la muffa. Per fare il latte vegetale basta frullare una tazzina di cereali, semi o frutta secca ammollata in un litro di acqua. Poi filtrare con una garza.

filtro canapa latte vegetale

Si possono aggiungere a piacere dei datteri da frullare insieme per addolcire. Poi aggiungere un pizzico di sale marino o dell’Himalaya. Si conserva in frigo per 2-3 giorni.

Un modo veloce per fare il latte vegetale in casa e risparmiare un bel pò a livello economico è il usare il ChufaMix.

chufamix latte vegetale

2. Snack da usare quando vuoi. Come disidratare noci, semi e cereali

Se non li si usano immediatamente vanno essiccati al sole o disidratati in un essiccatore o in un forno a bassa temperatura. Potranno essere usati successivamente come snack o per creare burro, croste e farine.

Se non utilizzi noci, semi e cereali subito dopo l’ammollo, disidratali per utilizzarli in seguito.

L’essiccazione degli alimenti in un essiccatore elettrico (che funziona a basse temperature, in modo che i cibi crudi conservino i loro enzimi vivi) consente di conservare gli alimenti attivati ​​per utilizzarli in seguito in una grande varietà di ricette.

Per disidratare, riponi gli alimenti macerati sui vassoi reticolati del disidratatore e falli asciugare per 12-48 ore con un’impostazione non superiore a 46 ° C, per preservare gli enzimi vivi. La maggior parte dei manuali contiene istruzioni per alimenti specifici. I semi in genere si disidratano meglio a circa 38 ° C, la frutta a guscio a 46 ° C.

Lascia che il cibo si asciughi e si raffreddi completamente (diventerà croccante) prima di sigillarlo in un contenitore ermetico. Se rimane dell’umidità presto si formerà la muffa. Per evitarlo, aspetta alcune ore prima di chiudere il contenitore con il coperchio.

Se non hai a disposizione un essiccatore, utilizza una normale teglia e mettila sul ripiano più basso del forno. Tuttavia, tieni presente che sopra s 46 ° C vengono distrutti gli enzimi vivi.

essiccatore acquista

3. Germogli. Come far germogliare noci, semi e cereali

In alternativa, lasciateli germogliare per ottenere ancora più vitamine e minerali. DI seguito spiego come far germogliare noci, semi e cereali dopo essere stati messi in ammollo.

Gli alimenti germogliati ( talvolta sono etichettati come “alimenti attivati”) sono ampiamente disponibili nei negozi di alimenti naturali, ma sono molto costosi. Perché spendere tanti soldi quando è facile crearli da sè?

La germinazione richiede pazienza, attenzione e un po’ di pianificazione, ma molto poco tempo.

Metti in ammollo gli alimenti che vuoi far germogliare appena prima di andare a letto, così saranno pronti al mattino. Devi quindi solo controllarli e assicurarti che restino idratati. Su un davanzale soleggiato, sono facili da gestire mentre fai altre cose.

germogliatore plastica acquista

Nota: alla maggior parte dei semi, legumi e cereali spunterà letteralmente una specie di coda, ma ad alcuni non accadrà. La maggior parte della frutta a guscio non germoglierà fisicamente. Questo perché molta di quella che acquistiamo non è tecnicamente cruda. Una noce o un seme etichettato come crudo, potrebbe non essere stato cotto, ma potrebbe essere stato irradiato, pastorizzato o sottoposto a calore per rompere il guscio. Puoi quindi attivare il potenziale nutritivo di una mandorla che non è davvero cruda, ma non potrai mai farla germogliare.

Utilizza un barattolo con un coperchio di metallo piatto e un coperchio ad anello. Togli il coperchio dall’anello e usalo come guida per tagliare un pezzo di rete traspirante o una garza per coprire l’apertura del contenitore. Metti il ​​cibo che vuoi far  germogliare nel barattolo, riempiendolo solo per un terzo, immergi il tutto in acqua tiepida e un po’ di sale (1/4 di cucchiaino per tazza d’acqua). Chiudi il barattolo con la fodera traspirante e l’anello. Lascia riposare su un piano di lavoro per il tempo desiderato (vedere la tabella). Rimuovi poi l’anello e la rete, scola l’acqua, quindi riempi nuovamente il contenitore con acqua fresca e tiepida. Sostituisci il coperchio metallico piatto e fissalo con l’anello.

germogliatore vetro acquista

Risciacqua bene il cibo agitando il barattolo. Scola nuovamente e ripeti. Dopo aver svuotato l’acqua per la seconda volta, rimonta la rete, chiudi il barattolo con l’anello e appoggia il barattolo in diagonale, in modo che l’acqua in eccesso scoli via. Lascia il barattolo su un ripiano esposto al sole per far germogliare il contenuto. Ripeti il ​​risciacquo e il drenaggio ogni poche ore, o almeno due volte al giorno. Assicurati di tenere il barattolo in diagonale per far scolare l’acqua in eccesso e di tenerlo alla luce del sole finché l’alimento non è completamente germogliato. La maggior parte degli alimenti germoglia in 1 o 4 giorni. I germogli variano di lunghezza da 3 mm a 5 cm e non tutti sono di colore verde. Quando i germogli sono pronti, fai un risciacquo finale, scolali completamente e inclina il barattolo per un ulteriore drenaggio completo fino a quando i germogli non sono completamente asciutti. (se rimangono umidi, si rovinano.) Quando sono asciutti al tatto, rimetti il ​​coperchio metallico piatto, fissalo con l’anello e riponi il barattolo nel frigorifero. Includere alimenti macerati e germogliati nella dieta non solo massimizza la disponibilità di nutrienti ed amplia il piacere culinario, ma incoraggia anche la proliferazione di batteri benefici nell’apparato digerente. Consumare questi alimenti insieme a quelli freschi è una strategia vincente per favorire un sano equilibrio interiore.

germogliatore automatico acquista

I germogli sono altamente suscettibili alla contaminazione, che può causare una crescita di batteri come l’ E. coli, con conseguente intossicazione alimentare. Quando si prepari i germogli, lavati sempre accuratamente le mani, mantieni pulite le attrezzature e le superfici della cucina per evitare la contaminazione incrociata e consuma l’alimento entro un paio di giorni, direttamente dal frigorifero. Quando acquisti germogli in commercio, procurati sempre prodotti freschi da un fornitore affidabile. La maggior parte dei germogli si mantiene in frigo per due o tre giorni. Usali in insalate crude, panini e involtini, o per condire zuppe e stufati. Possono anche essere uniti alle ricette di favolosi frullati. 

I germogli possono essere consumati crudi o saltati in padella per pochi minuti in padella. Cuocerli può danneggiarne le proprietà nutrizionali ma riduce il rischio di malattie di origine alimentare dovute a possibili contaminazioni batteriche.

Fammi sapere la tua esperienza con l’ammollo e l’uso di cereali, semi e noci attivati. 🙂

Immagine di copertina. FoodsForBetterHealth.com

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni