Nuova semina di mais Ogm in Friuli ILLEGALE

1 Commento

storia_ogm_99

Il 17 Aprile scorso nei campi di Vivaro, Colloredo e Tomba di Mereto (PN), nel Friuli Venezia Giulia, l’imprenditore agricolo Fidenato – che già lo scorso anno aveva coltivato oltre 6000 mq di mais OGM – ha seminato di nuovo il mais OGM su un’estensione di 6500 mq, ignorando la sentenza del TAR del Lazio che il 9 aprile aveva bocciato il suo ricorso contro ilDecreto Interministeriale che proibisce la semina del mais OGM MON810 e in aperta violazione della “Legge regionale 28 marzo 2014, n. 5 – Disposizioni urgenti in materia di OGM” che vieta per 12 mesi la semina di mais OGM e prevede precise sanzioni a chi non la rispetta. Inoltre se il decreto legge n. 91 del 24 giugno 2014  afferma che Coltivare Ogm e’ finalmente reato: multe da 30 mila euro e carcere per i trasgressori, ci chiediamo che cosa stia accadendo, e soprattutto realizziamo che queste cose succedono solo in Italia, dove sembra che la legge valga solo per i piccoli e non per i grandi.

Quanto accaduto è gravissimo, oltre che illegale! Un atto che lede la libertà, la volontà e la salute di tutti gli italiani che (sono la stragrande maggioranza!) non vogliono gli OGM e sferra un nuovo durissimo attentato alla nostra salute, alla biodiversità e al nostro patrimonio ambientale. Si tratta di una minaccia reale visto che la semina avvenuta lo scorso anno ha fatto registrare nelle zone circostanti una contaminazione, accertata e verificata, di oltre il 10%.

Tre mesi dopo la coltivazione, quindi con il problema della contaminazione da pollini da valutare, proprio ieri la Coldiretti nel suo sito afferma che “E’ stato distrutto il prim campo di mais Ogm coltivato illegalmente in Friuli per evitare il rischio di contaminazione, nel rispetto della normativa vigente.” Lo ha annunciato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo all’assemblea nazionale a Roma,  nel sottolineare che “le leggi vanno fatte rispettare, anche in considerazione del fatto che 8 italiani su dieci (76 per cento) che si oppongono al biotech”. E continua dicendo: “Per l’Italia gli organismi geneticamente modificati (Ogm) in agricoltura – conclude Moncalvo – non pongono solo seri problemi di sicurezza ambientale e alimentare, ma soprattutto perseguono un modello di sviluppo che è il grande alleato dell’omologazione e il grande nemico del Made in Italy”. Secondo una analisi della Coldiretti nell’Unione Europea nonostante l’azione delle lobbies che producono Ogm, nel 2013 sono rimasti solo cinque, sui ventotto, i paesi a coltivare Ogm (Spagna, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia e Romania), con appena 148mila ettari di mais transgenico MON810 piantati nel 2013, la quasi totalità in Spagna (136.962 ettari). Si tratta quindi di fatto di un unico Paese (la Spagna) dove si coltiva un unico prodotto (il mais MON810).

Quindi se trovate al supermercato MAIS dalla Spagna non acquistatelo. (Ad esempio ho visto che le pannocchie precotte dalla Spagna sono presenti al LIDL, non è presente l’etichettatura OGM ma non c’è da fidarsi)

Quello che però ancora non è chiaro è come sia possibile che la senatrice a vita Elena Cattaneo torna sulla questione OGM nel Corriere della Sera affermando di essere a favore degli organismi geneticamente modificati: «Se li mangiamo da anni, come si fa a dire che gli Ogm sono pericolosi? Infatti. Non sappiamo se gli Ogm in uso sono o non sono pericolosi per la salute umana. Evidentemente occorrerebbe molto più tempo, e spese in ricerca, per cercare eventuali correlazioni tra gli Ogm e certe patologie in aumento, come ad esempio le allergie» Purtroppo la senatrice non ha letto degli studi indipendenti fatti dagli OGM che di certo non verranno e non sono mai venuti dalle aziende produttrici che con la sicurezza economica e politica affermano che gli OGM sono equivalenti ai cibi normali. Se fosse davvero così allora come spiega l’aumento del cancro, della leucimia, dela sterilità, cambiamento genetico, putrefazione dello stomaco, abbassamento sistema immunitario, etc.? La verità è che si diventa ciechi per denaro e questo sta portando alla distruzione del pianeta e quindi di tutti gli esseri viventi.

Leggi anche:

Gli OGM sono stati dichiarati sicuri senza essere Testati eppure sono in tutti i Mangimi

OGM e leucemia: la tossina Bt sotto accusa

Gene VI nel nostro cibo! E’ stato trovato un gene non identificato nel cibo OGM

Mais OGM e tumori: Ricercatori pubblicano allarmante studio

Mangime OGM trasforma stomaci di suini in poltiglia!

Giappone blocca l’importazione del grano degli USA: è inquinato da OGM

Sette Modi in cui la Tossicità degli OGM danneggia Piante, Animali, Suolo e Uomo

La storia degli OGM dal 1968 al 1999

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Commento su questo post

  1. bruciare tutto…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline