obesita autoimmune virus

L’obesità può essere trattata come una patologia autoimmune? Qual è la terapia più indicata in tal senso? Scopriamolo con il Dr. Giuseppe Trovato

Il tessuto adiposo è un organo, come la tiroide, il fegato, il pancreas. La differenza con gli organi più comunemente conosciuti risiede nell’essere distribuito per tutto il corpo, come un mantello, sotto la pelle e intorno ai visceri.

Quando è sano conferisce forma e armonia. Fa anche da cuscinetto di protezione agli organi interni e partecipa al metabolismo energetico. Come gli altri organi, anche il tessuto adiposo può “infiammarsi”. In tal caso le sue cellule proliferano, aumentano di numero, si trasformano, perdono le funzioni e le proprietà originarie.

Il tessuto adiposo sconfina in aree che normalmente non sono a lui riservate e impedisce anche il corretto mantenimento delle funzioni corporee. Cosi accade che la respirazione non segua più i suoi ritmi e che le prestazioni muscolari siano impedite.

Il sangue di un obeso

Lo studio approfondito di cosa succede nel sangue di un soggetto obeso rivela la natura dell’anomalia: sono alterati i livelli delle molecole che normalmente si trovano anche nel sangue dei soggetti affetti da malattie croniche immunitarie. lectina, leptina, adiponectina, interleuchina 1, interleuchina 6, tnf-alfa.

Poca differenza c’è tra obesità e psoriasi o artrite reumatoide o lupus

L’obesità non è altro che una malattia proliferativa cronica immune del tessuto adiposo.

La dieta migliora tale condizione patologica, così come migliora una psoriasi o un diabete tipo 1, ma non risolve il problema. Tuttavia, un sottile collegamento associa l’obesità ad una pregressa infezione virale.

Le ricerche internazionali hanno dimostrato la presenza di un ceppo particolare di un adenovirus, l’ADV36, del virus Epstein-Barr e del Citomegalovirus.

D’altronde, se le malattie croniche autoimmunitarie sono causate da un virus, perché non dovrebbe essere così anche per l’obesità?

La terapia dell’obesità non può, pertanto, essere limitata alla prescrizione di una dieta ma dovrebbe prevedere la ricerca della presenza dei virus e, una volta verificati, anche di un adeguato e coerente supporto antivirale.

Dott. Giuseppe Trovato – Medico Dietologo

Il Dr. Trovato ha spiegato come eradicare i virus che possono essere all’origine delle patologie autoimmuni nei seguenti articoli:

Virus, Malattie autoimmuni e Cancro. Le analisi, le terapie antivirali e il supporto vitaminico

I virus possono essere causa di malattie autoimmuni? Il caso Hashimoto

In particolare il farmaco Aciclovir è stato visto essere molto efficace per debellare i virus responsabili delle patologie autoimmuni e quindi potrebbe risultare utile anche per il trattamento dell’obesità. E’ uno dei farmaci antivirali più comunemente utilizzati, e in particolare nel trattamento delle infezioni da herpes simplex virus (HSV) di tipo 1 e 2, così come nel trattamento della varicella zoster (varicella) e herpes zoster (fuoco di Sant’Antonio), ma si è dimostrato utile anche per tanti altri virus.

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni