Oil pulling: una semplice e straordinaria pratica di purificazione

5 Commenti

oil-pulling-677x340

Sciacquarsi la bocca tutte le mattine con semplice olio aiuta a depurare il corpo e a guarire da numerose malattie.

Anni fa, di fronte ad un consesso di oncologi e microbiologi, dell’Accademia delle Scienze dell’URSS, il Dr. F. Karach presentò una relazione che lasciò a dir poco perplessi i suoi colleghi. Secondo il clinico, una semplice pratica depurativa poteva curare numerose malattie: cefalee, bronchiti, mal di denti, trombosi, eczemi, ulcere gastriche e intestinali, malattie del cuore, dei reni, dei polmoni e del sangue, così come paralisi ed encefaliti e prevenire la crescita dei tumori. Poi, tranquillamente spiegò la metodica…

Il metodo
Usate solo oli di girasole e di sesamo, rigorosamente spremuti a freddo. La mattina, a digiuno, mettete in bocca, senza deglutire, un cucchiaio di olio. Tenendo la bocca chiusa, “succhiate” e “spingete”, in modo che passi dall’interno della bocca verso l’esterno (labbra e guance) e viceversa, attraversando forzatamente i denti tenuti chiusi. Fatelo per 20 minuti. Il movimento impresso all’olio, ne attiva gli enzimi e questi attirano le tossine dal sangue. Man mano che il processo continua, l’olio diventa più diluito (dalla saliva) e chiaro. Se rimane giallo, vuol dire che è necessario altro tempo. Alla fine, l’olio va sputato completamente e la bocca risciacquata bene con acqua corrente. Il lavandino deve essere pulito subito dai residui dell’olio: un analisi microscopica  rivelerebbe parecchi microbi e sostanze tossiche.
Il risciacquo con l’olio attiva il metabolismo e i meccanismi di depurazione, migliorando la salute. I risultati più appariscenti sono l’interruzione di un eventuale sanguinamento delle gengive e denti più forti. La mattina è il miglior momento per la depurazione con l’olio. Per accelerare i tempi di guarigione, è possibile ripetere il procedimento per 3 volte al giorno, ma sempre lontano dai pasti.

Precauzioni
– Non deglutire l’olio, ma sputarlo. Tuttavia, se deglutito non c’è nulla di che preoccuparsi. Verrà eliminato dall’intestino. Non si deve fare nulla.
– Se siete allergici a qualche particolare marca di olio, cambiatela e trovate quella più idonea.
– L’olio di sesamo e di girasole si sono dimostrati ugualmente efficaci e migliori  rispetto ad altri tipi di olio.

Effetti del procedimento sulla salute
I risultati di questo procedimento hanno attratto molto interesse e sono stati di stimolo per ulteriori studi. Questa semplice metodica si è dimostrata efficace in numerosi problemi di salute, anche gravi. Guarisce le singole cellule, così come i linfonodi e i tessuti degli organi. Secondo il Dr. Karach, la regolare pratica di depurazione è in grado non solo di ripristinare la salute in modo stabile, ma anche di allungare la vita.

A questo link www.oilpulling.com/users.htm potete trovare l’elenco dettagliato e i casi clinici guariti con il metodo della depurazione con olio. E’ in inglese, ma per chi non conosce la lingua, ecco un elenco sintetico delle varie malattie citate:
– allergie
– bronchiti e malattie respiratorie
– dolori vari nel corpo
– malattie della pelle, come orticarie, eczemi, ecc.
– disturbi dell’apparato digerente
– stitichezza
– diabete
– artrite e problemi articolari
– problematiche cardiovascolari
– emorroidi
– problematiche ginecologiche
– altre malattie: cancro, leucemia, poliomelite, ecc

Ayurveda
La pratica di sciacquare la bocca  e gargarizzare  la gola con olio è già nota alla millenaria medicina ayurvedica. In questo caso, si usa solo olio di sesamo tiepido e si fanno due lavaggi al giorno. E’ considerato un modo di depurazione e di ringiovanimento: rafforza i denti, le gengive e la mandibola, migliora la voce e attenua le rughe delle guance. Dopo aver sputato l’olio, si pratica un massaggio con il dito indice pulito su tutte le gengive.

Ulteriori conferme

Almeno tre studi clinici sono stati condotti sull’oil pulling. Ecco la sintesi dei loro risultati:

  • riduzione della placca;
  • riduzione colonie di Streptococcus mutans (responsabile della carie dentale);
  • riduzione delle infiammazioni delle gengive;
  • miglioramento dell’alitosi causata da proliferazioni anomale di microrganismi della bocca.

Questo è quanto ci dice la scienza per il momento, e non è poco. Gli altri benefici, ben più numerosi e non solo limitati alla bocca, riportati dall’uso tradizionale e dalle esperienze personali, potete leggerli nel mio precedente articolo.

In uno dei tre studi clinici, oltre al classico olio di sesamo, sono stati impiegati anche gli oli di cocco e di mais, che si sono dimostrati particolarmente attivi contro la C. candida, oltre che contro lo S. mutans. Questo spiega perché coloro che praticano l’oil pulling e hanno l’abitudine ogni tanto di cambiare tipo di olio hanno maggiori benefici.

Inoltre, considerata l’azione degli oli di cocco e di mais, l’oil pulling si potrebbe vantaggiosamente inserire tra le terapie per la candidosi orale.

Infine, negli studi clinici l’ oil pulling è stato confrontato a semplici risciacqui con un comune collutorio chimico a base di clorexidina e i risultati sono stati sovrapponibili. Quindi, invece di spendere soldi nei colluttori pubblicizzati in TV e inquinare le acque di scarico molto meglio ricorrere al nostro più naturale oil pulling!

Bibliografia

– Asokan S et al Effect of oil pulling on Streptococcus mutans count in plaque and saliva using Dentocult SM Strip mutans test: a randomized, controlled, triple-blind study. J Indian Soc Pedod Prev Dent. 2008 Mar;26(1):12-7.

– Asokan S et al Effect of oil pulling on plaque induced gingivitis: a randomized, controlled, triple-blind study. Indian J Dent Res. 2009 Jan-Mar;20(1):47-51.

– Asokan et al Effect of oil pulling on halitosis and microorganisms causing halitosis: a randomized controlled pilot trial. J Indian Soc Pedod Prev Dent. 2011 Apr-Jun;29(2):90-4.

Dott. Francesco Perugini Billi

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

5 Commenti su questo post

  1. Molto interessante questa notizia ! Grazie

  2. ci ho provato, ma il sapore è disgustoso…non riesco a tenerlo in bocca tanto tempo! 🙁

  3. monica says:

    L’oil pulling puo’ essere effetuato anche durante la gravidanza?

    • Dioni says:

      Si e nei forum inglesi ci sono commenti entusiasti di donne che grazie all’oil pulling hanno guarito un sacco di fastidi sorti durante la gravidanza

  4. Dionidream says:

    Benedetta Estrellitache olio hai usato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline