ORMONI AI BAMBINI, LO SCANDALO DEI MEDICI PAGATI DALLA SANDOZ

12 Commenti

606x341_255170 (1) (2)

C’è chi ancora dice che la medicina ha interesse alla salute ed è slegata dalle case farmaceutiche?Secondo l’inchiesta condotta dai Nas, coordinata dalle Procure di Bologna e Busto Arsizio e che avrebbe visto indagati 67 medici di ospedali pubblici e privati e 12 informatori scientifici, il gruppo farmaceutico svizzero Sandoz avrebbe pagato decine di pediatri italiani affinché prescrivessero alcuni farmaci di sua produzione.

IN PARTICOLARE TRA I MEDICINALI PRESCRITTI AI BAMBINI, alcuni in sovradosaggio e abbastanza costosi, c’erano l’Omnitrope, un ormone della crescita che contiene il principio attivo della Somatropina, e il Binocrit, un farmaco che fa aumentare la produzione di globuli rossi. Entrambi sono utilizzati come anabolizzanti e considerati sostanze dopanti.

Gli informatori farmaceutici applicavano puntualmente il tariffario: oltre duemila euro per ogni nuovo paziente, tra cui molti bimbi. Ma per i medici non c’erano solo soldi o regali. All’Umberto I di Roma, ad esempio, per alcuni medici la merce di scambio erano anche stipendi in nero e false attestazioni di partecipazione a congressi a New York per giustificare le assenze dal servizio. Il tutto in cambio di 60 nuovi pazienti a cui prescrivere un farmaco per l’ormone della crescita. Nello stesso caso è stato “promesso” ad un medico compiacente anche il pagamento di una quota del contratto di ricercatrice per 50mila euro all’anno, per otto anni a partire dal 2010. Inoltre ai medici venivano anche regalati vestiti, computer e viaggi.

I media italiani avevano vagamente parlato di un’indagine complessa da parte della magistratura italiana e della decisione di Sandoz di licenziare dodici dipendenti e dirigenti sospettati appunto di aver cercato di aumentare le vendite ricorrendo a pratiche illegali, ma senza entrare nello specifico. Comunque ciò emerge è che il sistema messo in piedi dai 67 informatori era imponente: gli ospedali coinvolti in tutta Italia sono oltre 40 e tra questi ci sono anche strutture pediatriche d’eccellenza.

In Italia praticamente non si è detto nulla, mentre la TV Svizzera si dimostra, come sempre, attenta alle esigenze informative dei consumatori raccontando i particolari di una vicenda che ha assunto non solo profili penalistici che sono sotto la lente d’ingrandimento della magistratura inquirente, ma soprattutto, risvolti umani drammatici, a partire dalle sofferenze dei ragazzi costretti ad assumere ormoni della crescita e incorrere nel rischio di pericolose conseguenze per la salute.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

12 Commenti su questo post

  1. Te capire’ … ma quante nefandezze fanno le multinazionali? Sappiamo una minima parte . A partire dai vaccini dei bambini. Fatevi delle domande e non bevetevi tutto quello che queste vi propongono

  2. Te capire’ … ma quante nefandezze fanno le multinazionali? Sappiamo una minima parte . A partire dai vaccini dei bambini. Fatevi delle domande e non bevetevi tutto quello che queste vi propongono

  3. Khayouma Tao says:

    vorrei capire con quale ‘motivazione’ questi medici somministrino questi farmaci ai bambini e come riescano a convincere i genitori alla necessita’ di tali ‘cure’

  4. Ecco. Ancora tocca i paesi più schiavizzati….

  5. ieri a empoli hanno arrestato il primario di pediatria, e altri verso pisa … latte in polvere prescritto senza motivo ( naturalmente ricevevano soldi e regali)

  6. ieri a empoli hanno arrestato il primario di pediatria, e altri verso pisa … latte in polvere prescritto senza motivo ( naturalmente ricevevano soldi e regali)

  7. ieri a empoli hanno arrestato il primario di pediatria, e altri verso pisa … latte in polvere prescritto senza motivo ( naturalmente ricevevano soldi e regali)

  8. conoscevo la SANDOZ ???

  9. Ivana Nicoli says:

    Mah che schifo !

  10. Arber Nika says:

    Ehhh ma stroziiii si nasce. VC

  11. Questa è la composizione del “latte di proseguimento da 6 mesi” …. che orrore! Dovremmo avere un approccio critico a ciò che ci viene propinato come “buono e necessario”! Informiamoci, impariamo, leggiamo l’inci dei prodotti!!! Si stava meglio quando si stava peggio?
    Io allatto ancora la mia bimba di 9 mesi, che tristezza e che rabbia mi fanno queste notizie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline